**TEST**
Creato da stabia_info il 19/06/2007

STABIA NEWS

Notizie dell'hinterland stabiese

 

Ginnastica: Sabia leader dei Campionati Interregionali Sud

Post n°17751 pubblicato il 28 Novembre 2014 da stabia_info
 
Foto di stabia_info

Si sono disputati presso l’Accademia Federale di Castellammare di Stabia i Campionati Interregionali Sud di categoria di Ginnastica Artistica maschile. Cinque i titoli in palio ed ancora una volta la parte del leone l’ha fatta la Campania grazie al C.G.A. Stabia, presieduto da Stefania Gini, capace di salire per ben tre volte sul gradino più alto del podio. I ragazzi allenati da Angelo Radmilovic si sono imposti nella categoria Allievi 2à fascia con Mattia Nicolao che ha totalizzato punti 81.75 mentre negli Allievi 3à fascia Francesco Schettino accreditato di punti 86.40 ha avuto la meglio su Gianmarco Di Cerbo ( 84.20) della Ginnastica Salerno di Alessandra Di Giacomo, Giuseppe Cascone dello Stabia (80.20) e Simone Stanzione della Ginnastica Salerno (78.00). Ancora un 4° posto per Salerno con Alessio Ventura negli allievi 1à fascia con punti 74.15 Da segnalare, poi, negli junior 1à fascia il 2° posto di Christian Atte (75.40) dopo un testa a testa con Lorenzo D’Anna (75.55) ginnasta pugliese della New Sport in appoggio all’Accademia Federale di Milano. Nella categoria senior, infine, il 23enne Giancarlo Polini dello Stabia (nella foto gli anelli), con punti 82.00 ha staccato nettamente l’ex compagno di club Salvatore Maresca, quest’anno in forza alla Ginnastica Salerno, fermo a punti 70.35. Saranno loro i nostri alfieri nella finale nazionale in programma a Livorno a metà dicembre. Ufficio Stampa C.R. Campania - Federginnastica

 
 
 

Castellammare di Stabia: lo sport negato

Post n°17728 pubblicato il 30 Ottobre 2014 da stabia_info
 
Foto di stabia_info

La lettera di denuncia delle Associazioni Sportive stabiesi riguardo la vergognosa situazione dell'impiantistica sportiva cittadina

Le Associazioni Sportive Stabiesi, con estremo rammarico, sottolineano il totale disinteresse della amministrazione comunale nei confronti non solo dello sport in genere ma soprattutto nell'attenzione verso le fasce deboli e minori, certamente le piu' penalizzate nel loro processo di crescita psico-fisico.
Queste cose le diciamo a valle di una serie di eventi di seguito riportati:
1) Ad un mese dall'insediamento della giunta in data 08/08/13 tra le tante necessità impellenti sul territorio si provvedeva in maniera silente all'adozione di un provvedimento che aumentava le tariffe per l'utilizzo delle strutture sportive comunali da 2 a 5 € ( così si evitava il dissesto); in seguito, su richiesta delle associazioni ad un tavolo congiunto, si conveniva, viste il diffuso panorama di crisi, ad un aumento graduale delle tariffe.
2) Situazione impianti sportivi esistenti e quelli a divenire: la situazione è ai limiti dell'inverosimile (non per colpa dell'amministrazione attuale), al di là delle palestre comunali delle scuole, non esiste una struttura comunale. Inoltre, nel tavolo indetto anche questa volta sempre su richiesta delle associazioni si era convenuto che, onde evitare le lungaggini burocratiche, ogni anno si determinava la possibilità di utilizzare le strutture scolastiche comunali ad anno sportivo avviato nonché che le convenzioni sottoscritte da ASD, Comuni e Circolo Didattico avessero termine al 30 Settembre dell' anno successivo; oggi purtroppo bisogna constatare la mancata apertura della struttura della Basilio Cecchi (una struttura sportiva a servizio del Centro cittadino) e la apertura solo a metà ottobre della struttura del Cicerone, conseguentemente con il solito rituale delle associazioni che a inizio Settembre devono questuare l'utilizzo delle strutture comunali e, di contro, un ufficio sport carente nelle unità e oberato anche da altri impegni, incapace di far fronte alle richieste con tempi celeri. La programmazione della realizzazione degli impianti sportivi prevista dal programma elettorale parlava di impianti polivalenti, piste ciclabili e piscine comunali ad oggi con un bilancio non approvato non si può nemmeno finanziare l'opera al CMI prevista dall'amministrazione Bobbio e non si può nemmeno andare avanti con il Project Financing previsto nel piano delle opere triennali relativa alla SMS Denza prevista dall'amministrazione Vozza.
3) Veramente inverosimile è la disamina dell'unico impianto comunale attualmente (Struttura di Viale Puglie) chiuso ormai da svariati anni e sottoposto a continue proroghe sulla consegna dei lavori e sul quale si è cercato a fine settembre anche di fare speculazione propagandistica circa la prossima apertura a metà ottobre. Ebbene la verità è una soltanto, da un anno è fatto notorio che, visti i lavori in eccedenza per la messa in sicurezza del costone, sono finiti i fondi, e quindi per gli arredi esterni ed interni alla struttura non vi si può provvedere, di conseguenza la medesima struttura non puo' riaprire. Su questo argomento alcune associazioni, tramite loro rappresentante, a fine agosto, si sono fatte carico di provvedere all'investimento di circa 10mila euro chiedendo che tale anticipazione venisse decurtata dalle rette mensili. La risposta è stata che tecnicamente non si poteva effettuare questa anticipazione e che invece si sarebbe provveduto alla ricerca di questa urgente somma. La ricerca è ancora in corso ed ogni mese oltre agli impianti che risultano danneggiati vi è anche il danno da mancato introito nelle casse comunali delle tariffe di utilizzo degli impianti sportivi. La domanda sorge spontanea ovvero, visto che l'attuale amministrazione è molto attenta ad evitare sprechi perché non si provvede?
Noi associazioni pensiamo sia venuto il momento di riflettere sul da farsi e immaginiamo un'azione dimostrativa al fine di far percepire all'intera collettività le ormai annose difficoltà che incontra quotidianamente chi vuole fare sport e pensiamo seriamente alla possibilità dopo tanti anni di trasferire l'attività sportiva in comuni limitrofi. Nell'attesa che si sblocchino tutte le problematiche chiediamo un incontro al sindaco e agli altri amministratori competenti che possono dedicare un attimo del proprio tempo a coloro che ad oggi vengono trattati come cittadini di serie B.

 
 
 

Quarti di finale: Nuova Polisportiva Stabia c'è la Partenope Napoli

Post n°17711 pubblicato il 24 Aprile 2013 da stabia_info
 

Con la vittoria su Piscinola (79-72) la Nuova Polisportiva chiude la seconda fase al terzo posto. Per i gialloblu c'è il team di Olivo. Domenica gara 1 a Napoli.

La soffertissima vittoria della Tendostruttura "Severi" ottenuta contro la Virtus Piscinola proietta definitivamente la Nuova Polisportiva Stabia tra le migliori otto formazioni della Campania: il team di Festinese ha infatti chiuso la seconda fase al terzo posto, grazie al quale avrà la possibilità di giocarsi l'accesso alla tanto agognata C1. L'avversario non sarà però dei più abbordabili: i gialloblu se la vedranno infatti con la Partenope Napoli, che ha chiuso le operazioni del Girone D alle spalle della quotatissima Matera e che, nella prima fase, si è imposta sulla compagine di Castellammare in entrambi i confronti. Gara 1 in programma domenica 28 aprile.
Nell'ultimo match valido per assegnare i piazzamenti definitivi, lo Stabia deve faticare più del previsto per sbarazzarsi di una Virtus Piscinola che, non avendo più nulla da chiedere a questa stagione, ha dato filo da torcere alla squadra di Festinese, che ha più volte rischiato di capitolare contro il quintetto di Uccello.
I parziali dei primi due quarti (19-17 e 40-39) evidenziano che il principio dell'equilibrio regna per tutto il match, nel corso del quale a fare la differenza sono da una parte Salvatore e dall'altra Cullia.
Nel terzo quarto i padroni di casa rischiano di sprofondare, ma riescono disperatamente a limitare i danni e a chiudere con un passivo assolutamente recuperabile (53-57).
L'incubo di finire quarti (che significherebbe andare a Matera) risveglia gli stabiesi, che con autorità rimettono le cose a posto, affidandosi soprattutto a Campanile, Orlando e Somma, oltre che ad un ottimo Gaudino (nella foto), fondamentale nelle fasi finali della partita, che all'ultima sirena dice 79-72.
L'arrivo a pari punti (14) delle prime quattro, non solo testimonia il grande equilibrio del Girone C, ma costringe a ricorrere alla classifica avulsa: il coefficiente più alto è quello di Mugnano, seguito da Nocera, Stabia e Monte di Procida. Nell'altro girone, giochi meno scontati: Matera prima alle spalle della Partenope (malgrado l'arrivo a pari punti), Pozzuoli terza e Meomartini quarta, nettamente staccate dal duo di vetta.
Il primo a commentare è ovviamente coach Festinese: "Abbiamo sofferto tanto contro Piscinola, ma mai come ora era importante soprattutto il risultato. Conosciamo la Partenope da anni e sappiamo che ci sarà da lottare per provare ad andare avanti. Ma sappiamo anche che il passaggio del turno è alla nostra portata, anche se l'avversario è tra i più difficili".
Le danze dei quarti di finale (si giocherà al meglio delle tre gare) verranno aperte sabato 27 aprile (ore 19:30) da Matera e Monte di Procida. Domenica 28 (ore 18:30) Nocera ospiterà Pozzuoli, mentre al "Centro Sportivo Nestore" i riflettori si accenderanno su Partenope e Nuova Polisportiva, che daranno un'occhiata anche al risultato tra Mugnano e Benevento, una delle quali incontrerà in semifinale proprio la vincente del confronto tra la formazione di Olivo e quella di Festinese.

IL TABELLINO:NUOVA POLISPORTIVA STABIA 79-72 VIRTUS PISCINOLA (Parziali: 19-17; 40-39; 53-57)

STABIA: Salvatore 22, Campanile 14, Orlando 12, Somma 11, Gaudino 8, I. Marino 6, Del Prete 5, Olivieri 1, G. Marino ne, Del Sorbo ne, Donnarumma. Coach: Festinese.
PISCINOLA: Cullia 22, Di Guida 15, Montesarchio 13, Renzi 13, Errico 4, Petrecca 3, Iannicelli 2, Vanesio, Della Corte ne, Girella ne. Coach: Uccello.

Simone Piccolo
Ufficio Stampa BTS

 
 
 

SERIE A3 F: Basket Femminile Stabia, prima settimana di lavoro

Post n°17671 pubblicato il 09 Settembre 2012 da stabia_info
 

Prosegue secondo i programmi prestabiliti la nuova stagione del Basket Femminile Stabia, che a distanza di appena due mesi dalla conclusione della straordinaria cavalcata con la quale ha sfiorato la promozione in Serie A2, il 27 agosto, si è rituffato con rinnovato entusiasmo nell'avventura del nuovo campionato di Serie A3. Al termine della prima settimana di lavoro, portata avanti con sedute sia atletiche che tecniche, il bilancio è sicuramente positivo. Negli allenamenti agli ordini del prof. Esposito, tutte le giocatrici hanno lavorato al massimo e con spirito di sacrificio, un duro lavoro pienamente ripagato, quando, alle direttive dei coach: Ursini e Mandato, si sono invece divertite a giocare con il pallone. In questi primi giorni in cui la condizione fisica, seppur lentamente, riprende a mano a mano il giusto tono, emerge in tutta evidenza, però, la compattezza del gruppo (da sempre arma vincente della squadra stabiese) e la straordinaria amalgama tra le giovani e le veterane, un contesto senz’altro positivo nel quale anche la nuova fisioterapista, Laura Schiavone (sempre presente in palestra), si è immediatamente legata al gruppo, dimostrandosi all’altezza della scalmanata “banda” stabiese.
Per dare continuità alla linea verde, portata avanti dalla dirigenza del Basket Femminile Stabia, grazie alla sinergia da tempo stabilita con la DIKE Napoli, sono arrivate a Castellammare: Laura Gemini (93) e Sabrina Natale (94), atlete giovani anagraficamente, ma con esperienza e talento. Due nuovi, importanti, innesti che fanno crescere ulteriormente il tasso qualitativo del collaudato roster stabiese, che si è reso protagonista delle ultime quattro stagioni.
Viste le interessanti premesse, la dirigenza stabiese, auspica che nell’annata appena iniziata, si possano ottenere soddisfazioni e rinnovati stimoli per fare ancora meglio e dare un degno prosieguo all’opera di crescita della Società, nella speranza di avvicinare sempre più ragazzine allo sport ed in particolare alla pratica della pallacanestro.
Una rosa ricca e variegata quella del presidentissimo Manco, nelle cui trame è tessuto il giusto mix di esperienza e di entusiasmo, caratterizzato dalla presenza del capitano Raffaella De Rosa (al suo 24° campionato consecutivo in maglia stabiese), di Rosaria Carotenuto e Barbara Negri e di tutte le “giovanissime” tesserate.

 
 
 

Ultimo Comunicato Stampa Wasps Stabia Rugby

Post n°17600 pubblicato il 03 Marzo 2012 da stabia_info
 

Con grande tristezza e gli occhi di lacrime annunciamo ufficialmente il ritiro dal Campionato Nazionale Serie C di Rugby. I Wasps Stabia Rugby non possono continuare nel cammino intrapreso nel 2006 quando fu fondata la prima Società Stabiese di Rugby, da allora anche nel Rugby si è portato il glorioso nome di Castellammare in giro per l'Italia ed anche in Europa con lo storico gemellaggio con i London Wasps. Tante le iniziative sociali dei Wasps Stabia Rugby, in primis il progetto "rugby scuola di vita" dove ci vedeva impegnati nelle scuole a contrastare l'evasione scolastica e a far praticare "gratis" sport a chi non poteva permetterselo, iniziative a favore degli operai Avis e FIncantieri, iniziative al fianco del nostro Angelo "Chicco", iniziative contro il "Lager" Green Hill. Una squadra nata per il sociale ma che in questa annata difficile non ha ricevuto il sostegno per poter continuare ad operare e fare rugby. Siamo stati abbandonati al nostro destino dalle istituzioni, che snobbando noi "sport minore" da tutte le eventuali iniziative per sostenerci. La prima difficoltà che poi ha portato alla nostra "chiusura" è stata l'assenza di un campo a Castellammare di Stabia, nemmeno uno spazio per allenarci, assenza di sponsor (ringraziamo solo gli amici come il Mistral, Mago del Gelo, e Autoscuola San Catello che comunque ci sono stati vicino), assenza di sostegno istituzionale e quindi costretti in esilio ad allenarci e giocare per poco tempo a Sant Antonio Abate, ma poi per la FIR il campo non aveva le misure giuste quindi nemmeno all'Olimpia si poteva giocare. Le difficoltà si sono triplicate, tutto il lavoro fatto bene negli anni precedenti con le giovanili è stato buttato al vento, infatti molti hanno lasciato (non avevamo campetti con orari pomeridiani per far allenare i bambini), altri sono andati a giocare in altre squadre e questo è successo con tutte le categorie, ed infine con la serie C. Ora Castellammare di Stabia non ha più una squadra di rugby, una sconfitta per tutta la Città che nello sport tutto si è sempre distinta. Per il prossimo anno non sappiamo se rifondiamo di nuovo una squadra in qualche Città vicina che "credono" nei sani principi e valori del rugby, non sappiamo chi saremo e cosa faremo, una cosa di sicuro sappiamo che a Castellammare non possiamo più fare rugby..se non cambiano le cose.. Grazie a tutti i sostenitori e simpatizzanti, grazie di cuore. ONCE A WASP, ALWAYS A WASP.

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

FACEBOOK

 
 

PER INFO, SEGNALAZIONI, SUGGERIMENTI E RECLAMI

CONTATTAMI SU MSN

 
 


immagineShinystat

immagine

immagine
immagine
immagine
immagine
immagine
 

web counter

 
 

AREA PERSONALE

 

LA RADIOCRONACA DELLA JUVE STABIA SUL GUESTBOOK

 
http://blog.libero.it/STABIA è un blog d’informazione senza scopi di lucro. L'autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'autore si riserva, tuttavia, la facoltà di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contrario al buon costume. Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.