Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

Messaggi di Febbraio 2019

La ragazza del Piper..

Post n°8643 pubblicato il 28 Febbraio 2019 da nina.monamour


Copertina del libro La cambio io la vita che… di Patty Pravo


L'eterna "ragazza del Piper" si confessa per la prima volta, in un racconto che ci fa rivivere gli anni "ruggenti" della nostra storia. E ci consegna l'autoritratto intimo e sincero di una donna imprevedibile, sempre pronta a ricominciare, l'autoritratto dell'ultima grande diva italiana.

Finalmente Patty Pravo ha deciso di scrivere la sua autobiografia definitiva, che illumina anche gli angoli piú nascosti di un’esistenza unica, dall’infanzia tra i canali di Venezia ai viaggi a vela sui mari di tutto il mondo, dall’amore per gli uomini all’amore per la musica, passando per il distacco dalla madre e il ritorno nel suo grembo, rivissuto come in sogno in una piscina di Bel Air.

Un talento multiforme, ha cantato in otto lingue, con decine di successi planetari e 110 milioni di dischi venduti. Una personalità capace di attrarre poeti come Ezra Pound, Léo Ferré e Vinícius de Moraes, artisti come Lucio Fontana, Tano Festa e Mario Schifano, musicisti come Mick Jagger, Jimi Hendrix e Robert Plant.

La sua storia, iniziata nei favolosi anni Sessanta che scalpitavano di libertà e anarchia, gli anni del piú clamoroso rinnovamento generazionale del secolo scorso, attraversa il Novecento fino ai giorni nostri. E svela il misterioso rapporto tra Patty e Nicoletta, tra il personaggio e la donna, tra la vita sotto i riflettori e la vita, semplicemente.

Ora, dire che già da piccola sapesse cosa l'aspettava sarebbe una bugia, fino ai quindici anni era convinta che sarebbe diventata direttrice d’orchestra, al limite una pianista, però la musica c’era già, quella c’è stata da subito.

 

 


 

 

 
 
 

Un viaggio fantastico..

Post n°8642 pubblicato il 27 Febbraio 2019 da nina.monamour


Immagine correlata


La vita
Quale viaggio più fantastico
Nessuna agenzia
Nessun intermediario, s
ei solo tu e le destinazioni
Ignote dove ti porterà
L'amico fato e vivrai fino
In fondo ciò che ti è destinato.
Scriverai sul diario del giorno quello che hai vissuto.
Talvolta viaggerai sereno senza bagagli e talvolta a fatica..
O con gli affanni di fardelli pesanti che ti affida la vita da portare avanti.
Le gioie le sconfitte ed i sorrisi
Che hai incontrato e le emozioni
Quelle emozioni che persino
L'anima ti hanno sgualcito
E tutto questo sarà il libro della tua vita intensamente vissuta
Un viaggio magnifico di cui lascerai meravigliose tracce,
eredità sincere di valori a qualcuno che ti vuole bene
Una strada a senso unico senza ritorno, un meraviglioso viaggio e senza sconti tra passato e futuro un viaggio senza ponti.
E quando t'accorgi che la strada è finita ti aprirai alla gioia infinita e sorridendo penserai...
Che viaggio meraviglioso è la vita!

 

 
 
 

L'alibi della confusione...

Post n°8641 pubblicato il 26 Febbraio 2019 da nina.monamour






Quello che si profuma troppo, quello attillato, quello che si rimira allo specchio, quello che ordina per primo al ristorante. Quelli cioè passati di moda, perché "l’uomo cafone ha i minuti contati". 

Capitolo telefonino, c’è ma non si vede, il cellulare è come gli occhiali scuri, a tavola non è ammesso. Stesso vale per i social, all'uomo moderno non si vieta di esserci, ma di esserci troppo, i social sono come il nudo, se si svela tutto, l’interesse cala, altra regola, mai mostrarsi sprezzanti e nevrotici su Facebook e simili.

Non raccogliete le provocazioni, ma allontanate chi vi ha mancato di rispetto, tra gli uomini che salgono ci sono quelli che rassicurano ma non soffocano, tra quelli che scendono i maschi che parlano troppo di denaro. Al ristorante un vero gentiluomo non sceglie mai il vino più costoso, ma quello più ricercato.

A proposito della cena galante, chi paga il conto? Dipende, comunque al primo incontro tocca sempre a lui, aprire o no la portiera dell’auto, versare oppure no l’acqua, e va detto che l’uomo vive spesso nel limbo tra essere vintage o in alternativa, maleducato.

In parte è vero, i maschi moderni sono un po’ annientati dalle aspettative contraddittorie delle loro Signore, ma a volte fanno i furbetti e si costruiscono l’alibi della confusione. Dove non ci può essere incertezza è il lavoro, il gentiluomo sa che i colleghi sono persone con cui costruire un rapporto di rispetto, ma che non diventerà mai confidenza.


 
 
 

Il buon umore..

Post n°8640 pubblicato il 25 Febbraio 2019 da nina.monamour


L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, spazio al chiuso e cibo


Le persone solari hanno una marcia in più.

Il buon umore rende le cose più facili, quindi non

dimenticate il sorriso a casa..
 
Buon pomeriggio, splendido e felice inizio di

settimana a tutti voi,

un abbraccio


 
 
 

Non perdere mai il sorriso..

Post n°8639 pubblicato il 24 Febbraio 2019 da nina.monamour


Immagine correlata



Le panchine custodiscono migliaia di storie

meravigliose, ricordi di mani che si cercano,

promesse mai mantenute, baci improvvisi.

Tutti ne abbiamo una sulla quale

il cuore è ancora seduto.







 
 
 

AREA PERSONALE

 

THE BLUES MYSTERY - BACK TO THE DIRTY TOWN

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

tanmikwoodenshipkarma580nina.monamourbrizolatcarlodri0902vita.pereznagi51NonnoRenzo0thejumpingexiettoprolocoserdianamonellaccio19nemoantinemodagoberto_83alba.estate2012
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 182
 

BUONGIORNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28      
 
 

**********

             

 

 

 

 

 

         

 

 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20