Creato da lo_snorki il 21/01/2005

Snorki sarai tu!

L'Italia non è un paese per onesti ...

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

TAG

 

EDITORIALI ZVEN

 

ZVEN SITE







 

ZVEN LEGGE ...

 
 
Il Manifesto

 

UNA CANZONE PER TE

Caricamento...
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 44
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Lady_SeleKtaardizzoia.nataliaaniram1959elisabetta.191172costanzatorrelli46cassetta2poeta_sempliceGUATAMELA1lubopolunadellupotheothersideofthebedmargherita5575Muttley666DaniloVelardiSignorina_Golightly
 

ZVEN CONSIGLIA ...

Bloguzz
Blogbabel

Quo M&dia Queer Blog 
Una canzone per te Un Posto al Sole Fan Forum

 

ANDREA BOCELLI, LA MADRE, LA LEGGE CHE NON C'ERA

 

SPOT NAPOLI PULITA: UNA FURBATA!

Da qualche giorno in tv gira una pubblicità che ricorda a tutti gli italiani che il governo ha ripulito Napoli e che invita gli stessi a tenerla pulita.

E' chiaro: trattasi di una furbata! Una furbata perchè Napoli non è mai stata ripulita, in quanto mentre hanno provveduto a togliere la sporcizia dal centro, hanno lasciato la periferia invasa dall'immondizia. Una furbata anche perchè mettere questa pubblixcità a poco più di due mesi dalle europee equivale a farsi pubblicità (che come abbiamo detto prima è inveritiera.

Nella prima parte del video sottostante c'è la pubblicità in questione interpretata dall'attrice Elena Russo (raccomandata da Berlusconi come le intercettazioni ci hanno fatto scoprire); poi segue una breve spiegazione della vera situazione del napoletano.

 

3193 280409 BIGNARDI - BRUNETTA

Francamente credevo che con quello che avevo scritto qualche post fa sulla sesta puntata di L'Era glaciale ci chiudere l'argomento. Mi riferisco all'intervista che la Bignardi ha fatto a Brunetta. Ma mi accorgo, invece, che in questi giorni non si fa altro che parlare di questo sia sui giornali, che in internet.

Io la mia l'ho già detta e francamente ho trovato Brunetta molto arrogante e non mi sento di rimproverare alla Bignardi di essere sbottata in più di un occasione. Perchè tutto ciò è umano. Noto invece che mentre chi è a favore della Bignardi argomenta (leggere ad esempio il mio pensiero nei commenti del post in questione); chi è favorevole a Brunetta lo fa d'ufficio in quanto elettore del centro destra. E ci capisce da quello che scrive. Ma l'apice l'ha toccato un signore che evidentemente oltre ad essere elettore del centrodestra è anche fan della Bignardi che ha argomentato che i toni devono essere sveleniti da entrambe le parti e che comunque la Bignardi da un anno a questa parte non è più la stessa. 

Che tristezza! Ecco dove va a finire la libera informazione...

PER COMMENTARE CLICCA QUI

 

REPUBBLICA.IT

Caricamento...
 

FLAG COUNTER

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Iervolino: "Spero che D...L'Unità, De Gregorio la... »

Referendum 2011: il mio editoriale

Post n°4210 pubblicato il 15 Giugno 2011 da lo_snorki
 

Il primo dato politico dell'esito dei referendum è il raggiungimento del quorum dopo 16 anni (l'ultima volta è stata nel 1995). Dai dati dei sì si ha la sensazione che almeno parte dell'elettorato abbia votato a prescindere di quello che chiedevano i questiti, ma contro lo status quo, specie tra gli elettori di centrodestra che hanno deciso di recarsi alle urne. Trattandosi di referendum volevo volevo precisare che mi piacerebbe in un mondo migliore che fossero ammessi anche i referendum propositivi e che non ci fosse il quorum da raggiungere. Preciso meglio questa cosa del quorum. E' innegabile che ad ogni referendum si associa al numero di chi comuque non vuole andare a votare, chi approfitta di questo primo gruppo (non andando a votare anche lui) ma che invece è un convincto sostenitore del "NO". Non è giusto, quindi, che uno dei due gruppi di appoggio/contrasto al referendum si avvanga del numero passivo di elettori che comunque per filosofia di vita non va a votare. Le soluzioni sono due: o eliminare il quorum o al massimo ridulrlo al 30% (come nel caso dei referendum locali milanesi). 
Per quanto riguarda le reazionia l risultato va citato senza dubbio da una parte Antonio Di Pietro che essendo firmatore dei referendum nel festeggiare l'esito positivo ha detto che non chiedo le dimissioni di Berlusconi per l'esito di questi ultimi ma per i motivi per cui le chiede da tre anni. Pd e Terzo Polo viceversa si aggrappano al risultato del referendum (la cui raccorta firme avevano viceversa avversato) per chiedere le dimissioni del premier. C'è da dire che comunque i questiti che sono stati abbrogati erano leggi fatte dal premier, ma non si può dire che quella parte di centrodestra che ha votato i referendum, in caso di politiche avrebbe votato l'altra sponda. Anzi, tutt'altro.
Indubbiamente il referendum che importa di più a Berlusconi è stato quello sul legittimo impedimento. Succede che in caso di impedimento non potrà più autogiustificarsi, ma "sperare" nell'autorizzazione del pm per essere assente a un'udienza; in realtà nei suoi processi era già stato stilato un calendario e quello verrà comunque seguito. Il vero significato di questo referendum è un plebiscito contro le leggi ad personam e questo Berlusconi lo sa bene; ma non per questo rinuncerà a creare in qualche modo un nuovo scudo che lo protegga dalla giustizia, che sarebbe invece cosa migliore affrontare. Il questito sul nucleare indica invece un divcerso progetto degli italiani sul piano energetico fatto da Berlusconi, ma questo non vuoldire restare nell'immobilismo. Invece dei piani nucleari, il governo Berlusconi dovrebbe organizzare un piano per la valorizzazione delle energia alternative, cosa che sono sicuro non farà mai. Infine i referendum sull'acqua hanno indicato una protezione del proprio portafoglio da parte dei cittadini e il volere che tutte le municipalizzate restino in mano pubblica. Sono sicuro che se a Berlusconi non interessa nulla dei tre questiti energetici e tale lascerà la situazione, cercarà invece un'altro salvacondotto per i suoi casi giudiziari. E' una persona arrogante e sebbene sia stato eletto per fare il bene del suo paese pensa solo al bene di se stesso. 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

ESTERI







 

SOCIETĄ











 

GIUSTIZIA







 

POLITICA















 

CONDOGLIANZE









 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lo_snorki
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Etą: 42
Prov: MI
 

ZVEN SOSTIENE ...

Ti sembrano contro natura?
Fattene una ragione

Silvio c’è… ma a me me lo puppa!
Blog laico!
anti-pedofilia

 

BERLUSCONI SU TELEVISIONI E SCUOLE SUPERIORI

Guardate un pò cosa riesce a dire il Berlusconi davanti a un D'Alema e un Rutelli increduli. Per Berlusconi infatti scuole superiori e televisioni (ma non solo) sono in mano alla sinistra ...

Per non dimenticare

 

DEBORA SERRACCHIANI, IL VOLTO NUOVO DEL PD

Debora Serracchiani: trentotto anni, avvocato. E' la giovane che all'assemblea dei circoli del Pd ha scosso con un discorso infuocato i tremila delegati del cosiddetto 'territorio'. 

“Chiedo al mio segretario di dirci convintamente che il cambiamento che abbiamo avvertito da quando ha dato le dimissioni Veltroni non è la paura perché abbiamo toccato il fondo, ma è una strategia, che abbiamo la linea di sintesi”. Altri applausi. “Fino ad ora mai una linea netta, mai una linea unica”, incalza. E le mani dei delegati battono più intensamente.

“E' un errore assoluto quello di aver indicato come capogruppo della commissione Sanità chi non rappresenta l'opinione prevalente del partito”. Franceschini sorride. Non sembra affatto preoccupato. Lei prosegue: “Ne ho per tutti”. “E' intollerabile che dopo aver dato mandato all'allora vice segreterio di chiudere l’accordo sulla legge per le Europee, escano il giorno dopo critiche sul giornale”.

PER COMMENTARE CLICCA QUI

 

2138 11.02.07 IO DI.CO. DI SI!

Dico Pacs. Diritti e doveri delle persone stabilmente conviventi. Il Consiglio dei Ministri ha varato il decreto legislativo sulle coppie di fatto: non più pacs ma dico. Appena sentita la notizia ho pensato: finalmente il governo di centrocentrocentrocentrosinistra ha fatto qualcosa per i diritti civili. Poi mi sono soffermato sulla prima dichiarazione di RutelliRuini: "e' stata una scelta alta di riconciliazione". E mi sono preoccupato.

Di quale alta riconciliazione si tratta?. Via la dichiarazione congiunta. Una dichiarazione disgiunta che neppure il 730...Il convivente ha l'onere di dare comunicazione all'ignaro convivente numero due con raccomandata con ricevuta di ritorno. Il postino vestito in livrea?.

Alta riconciliazione. Successione: 9 anni. Quanto dura un matrimonio moderno?

PER COMMENTARE CLICCA QUI