Creato da scricciolo68lbr il 17/02/2007

Pensieri e parole...

Riflessioni, emozioni, musica, idee e sogni di un internauta alle prese con la vita... Porto con me sempre il mio quaderno degli appunti, mi fermo, scrivo, riprendo il cammino... verso la Luce

 

 

« IL RISVEGLIO È INCOMINCI...RISCALDAMENTO GLOBALE? N... »

IN AUSTRALIA GIUDICI AUDACI CONTRO BIG PHARMA!

Post n°1777 pubblicato il 03 Marzo 2024 da scricciolo68lbr
 

Obbligo vaccino Covid, sentenza Corte Suprema australiana: “Era illegale, è stata una violazione dei diritti umani”.
Nella sentenza, il giudice Glenn Martin ha stabilito che il capo della polizia e il direttore generale della sanità hanno preso decisioni contro i diritti umani. 

"L'obbligo sui vaccini Covid è stato illegale". Si è pronunciata in questo modo la Corte Suprema del Queensland, in Australia. L’imposizione rivolta a infermieri e poliziotti è stata infatti giudicata illegale, oltre che una violazione dei diritti umani. La sentenza ha già fatto il giro del mondo. Basti pensare che l'Australia è stata una delle nazioni più rigide in tempi Covid. Nella sentenza, il giudice Martin ha stabilito che il capo della polizia e il direttore generale della sanità hanno preso decisioni contro i diritti umani. 

.

Obbligo vaccino Covid, sentenza Corte Suprema australiana: “Era illegale, è stata una violazione dei diritti umani”.

La sentenza della Corte Suprema australiana di 115 pagine è stata emessa nella giornata di ieri dal giudice Glenn Martin. Come si legge nel fascicolo, la Corte condanna l’obbligo di vaccinazione Covid risalente al dicembre 2021. L'obbligo fu emesso nei confronti dei poliziotti dal capo della polizia del Queensland, Katarina Carroll, in quanto ‘unlawful’. Stesso provvedimento è stato decretato anche nei confronti del direttore generale del dipartimento della salute dello Stato del Queensland, John Wakefield, che aveva obbligato i paramedici a vaccinarsi. Da qui la decisione di opporsi all'obbligo vaccinale e il ricorso nelle sedi più opportune.  

.

La decisione del tribunale

Il tribunale australiano ha dato quindi ragione agli inadempienti durante il periodo Covid. Il giudice Martin ha decretato che le direttive hanno violato la sezione 58 dell’Human Rights Act, che afferma che tutti i dipendenti del servizio pubblico devono tenere in considerazione i diritti umani prima di adottare una decisione e che devono agire e prendere decisioni compatibili con i diritti umani. Nella sentenza, Martin ha poi stabilito che il capo della polizia Carroll "non ha rispettato questa sezione della legge, nonostante le siano state fornite valutazioni di compatibilità con i diritti umani, e sulla base di ciò, le sue decisioni erano illegali". Martin ha anche rivelato che il direttore generale del dipartimento della salute non aveva il potere di prendere quella decisione, che per questo motivo non poteva essere effettiva né vincolante.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/Sonoio68/trackback.php?msg=16749985

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
perla88s
perla88s il 04/03/24 alle 11:52 via WEB
Entro dopo tanto ma nella incertezza di clikkare i tasti e la pubblicità che si apre ovunque mi perdo. Intanto buongiorno poi a tentoni cerco di riprendermi intanto provo a leggere
 
 
scricciolo68lbr
scricciolo68lbr il 04/03/24 alle 14:14 via WEB
Ciao perla, troppo bello questo posto per me per allontanarmene. Meno socialità forse rispetto ad un Social, ma molto più gratificante! Tutto bene, nei limiti. Qui brutto tempo, pioggia poca però… tu, tutto bene?
 
   
perla88s
perla88s il 04/03/24 alle 14:40 via WEB
Da me sembra novembre ma la pioggia ci voleva, ora in strada ci potresti mangiare da quanta acqua ha visto. Sei come un topo di biblioteca, meno socialità 😂. Bene! Quanti amici avevo qui una volta poi dirottati su fbk. Ti auguro un sereno pomeriggio.
 
     
scricciolo68lbr
scricciolo68lbr il 04/03/24 alle 15:11 via WEB
Un topolino… alla fiera dell’Est, per due soldi, un topolino mio ladre comprò… :-) Grazie, buon pomeriggio anche a te!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

RADIO DJVOCE

 

PAROLE

   

     IL TIBET NASCE LIBERO

  LASCIAMO CHE RESTI TALE

                             i

Le parole.

                       I

Le parole contano
dille piano...
tante volte rimangono
fanno male anche se dette per rabbia
si ricordano
In qualche modo restano.
Le parole, quante volte rimangono
le parole feriscono
le parole ti cambiano
le parole confortano.
Le parole fanno danni invisibili
sono note che aiutano
e che la notte confortano.
                                  i
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

scricciolo68lbrsurfinia60Desert.69cassetta2norise1there0perla88sQuartoProvvisoriom12ps12Kanty0sRico65moroPenna_MagicaThirteen13daniela.g0
 

I LINK PREFERITI

DECISIONI.

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

IMMAGINI DI TE

 

 

 

 

 

CONTATTO

 

 

PASSIONE

immagine


 

 

LIBERTà.

 

 

Affrontare ciò che ci spaventa

è il modo migliore per superare

ciò che ancora non si conosce.

 

 

 
 

ATTIMI

 

 

 

UN GIOCO!

 

 

EMOZIONI

 

 

 

 

 

PASSAGGI

Contatore accessi gratuito

 

 

ABBRACCIO

 

  

 

 

BOCCA

 

 

 

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963