Creato da allegra.gioia il 04/01/2012

SCHIAVA D'AMORE

Ingorda Passione

Messaggi del 01/10/2017

Allegra gioia..io

Post n°2315 pubblicato il 01 Ottobre 2017 da allegra.gioia
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E non si possono vedere le cicatrici tatuate sulla pelle..
tra le cuciture del cuore.
Perché restano nascoste sotto un sorriso
anche con gli occhi socchiusi nel buio
proprio come la luce filtra furtivamente i sogni,
soprattutto la luce della luna che ogni notte sussurra
note di una canzone in cui tutto è possibile,
e immaginando una danza sulle onde d'argento..
che ti porti lontano.








Nessuno vede queste ferite invisibili,
righe di ogni esperienza.
Da ogni maledetto silenzio.
Ogni carezza rubata.
Sogni incompleti.
Delusioni e tradimenti che ti schiaffeggiano...
ancorata al suolo come marmo..
mentre i piedi nudi vogliono ballare,
inciampare e continuare ad andare per quella stanza
vuota che a volte è la mia anima.







Nessuno vede le cicatrici..
strappi all'interno mentre si guarda senza capire perché,
aprendo gli occhi, come quando un bambino aspetta risposte,
Nessuno vede la frustrazione nei tuoi occhi,
La tempesta nel tuo oceano mentre stai zitta ad scoltare il silenzio,
in cui è sospesa l'ultima parola.
Ultime accuse interminabili che risuonano nel nostro cervello,
da dove si può ricordare, e ripetono una litania monotona,
mentre si guarda con gli occhi stanchi,
pieni di bui della vita e di mille delusioni.
E si sa, che ci si sente più.. forse più in profondità,
come un solco dell'aratro in terra arida,
dove ci si pone il risultato atteso, sorridendo.. tristemente .









Ascoltate i silenzi, che rendono l'aria tangibile e pesante
premendo i polmoni, come se si annegasse..
una voce masticata dentro ..nell'Anima...
Acqua salata che bagna le ferite ,
così amorevole accuratamente..insistentemente..
Amare confusamente e sbagliare,tra lacrime di polvere all'interno,
e, infine, sempre sopravvive...tornando a bagnare le guance..
trovare i pezzi di un Amore..cercarlo tra i ricordi..
tra carezze e baci per metterli di nuovo insieme
e far volare di nuovo libero il cuore...
E infine, come le acque di pioggia primaverile..
annullare le tempeste e..sorridere,
Che altro si può fare...








Perché non importa quante volte il cuore..
si è spezzato in pezzi di vetro, la mia anima è libera..
e quel piccolo mondo intorno a me si ferma
ti mi guarda in attesa di vedere come inciampare di nuovo su i miei passi,
Si sorride nascondendo quella sensazione che con forza ribelle
si domina a volte e che difficilmente si riesce a placare.
ti chiama fuori dentro e ti dice di correre,
mentre portano i piedi ad ancorarsi a un asfalto
sempre con la sensazione che esserne avvolta,
e che quando si capisce, che la vita non può essere
una attesa senza fine di rimanere con tante parole nelle bocca...
baci mai dati rimasti nei desideri in aria,
abbracciarsi nella solitudine della propria schiena...
illusioni lasciate abbandonate nei cassetti dei progetti dimenticati.
Da ogni risveglio i tanti sogni che si lasciano morire
in mattinata tra l'aroma del caffè e di raggi di un sole
che uccide le stelle e la luna fuori.
Si si guarda allo specchio, ci si vede dentro e ti senti promessa,
viva, come chi ha il respiro..
mentre si respira una boccata d'aria nei polmoni
che dona un ritmo più vitale nelle vene,giuro..
che nessuno può fermare.
Perché? non possono..no! nessuno può!.
© A.D.G

 

 

 

 

 

 

Io Leggo..

e Tu?

 

 

:@GMAIL.COM

 

 

"

 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: allegra.gioia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 6
Prov: RM
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sei sono i Vizi Capitali

Superbia
consapevolezza di essere intelligente, ricca e bellissima
Avarizia
volontà dichiarata di prendere tutto e rinnegare il niente
Lussuria
Irrefrenabile desiderio del piacere sessuale
incontrollata sensualità carnale
Gola
voglia incontrollata di ingurgitare
più di quanto il corpo necessiti
Ira
istinto di vendicare con furia i torti subiti
Accidia
torpore malinconico di ciò che poteva essere e non è stato.
Io ne ho un Ottavo
quello di volerli tutti e Sei
perché voglio Te.

Uno ne manca che li soverchia tutti

Invidia

che io lascio agli altri.
(G.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'Arciere
vede il bersaglio sul percorso dell'infinito,
e con la Sua forza vi piega affinché
le Sue frecce vadano veloci e lontane.
Lasciatevi piegare con
gioia dalla mano dell'Arciere.
Poiché così come ama la freccia
che scocca, così Egli ama anche
l'arco che sta saldo.
(Gibran)

 

 

 

 

cupido

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK