DarkSoul

La mia vita dopo la tossicodipendenza

 

ORA SONO LIBERO

Il mio passato ed il mio errore sono sepolti senza nome e senza ricordo.

 

PENTIMENTO

         

Io rimpiango

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 16
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Cherryslprolocoserdianagiavenogiacintoprefazione09bambagia65CHISIMANGIAOGGItempestadamore_1967Narcyssevita.perezCocociokmygangstaTele_novelasariaeterra1981rnuccetelliloaccher
 

ULTIMI COMMENTI

grazie delle tue parole! ricambio gli auguri!
Inviato da: mygangsta
il 26/11/2020 alle 23:44
 
Buone cose ragazzo, mi piace la tua lotta, mi piace tornare...
Inviato da: Narcysse
il 17/11/2020 alle 00:48
 
grazie mille davvero!
Inviato da: mygangsta
il 04/11/2020 alle 21:48
 
Ciao Massy. I tuoi problemi non sono risolti, ma il...
Inviato da: Cherrysl
il 03/11/2020 alle 12:39
 
il mio maestro dice che so bene quali sono i motivi...
Inviato da: mygangsta
il 17/07/2020 alle 17:14
 
 

CHI PUĎ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Non ho saputo resistereRitorno a combattere »

"PapÓ e la partita"

Post n°274 pubblicato il 01 Settembre 2018 da mygangsta

 

Nel titolo ho scritto "papà" e non "padre" perchè era così che chiamavo mio padre all'epoca di questo aneddoto che porto sempre con me e che mi viene spesso in mente, soprattutto ora che sono più di 15 anni che non ho relazione con lui e dopo aver visto qualche settimana fa come sta invecchiando.

Non erano molte le occasioni in cui mio padre si mostrava confidenziale e amichevole con me perchè, a differenza delle mie sorelle con cui era un amico, in me vedeva "colui in cui avrebbe dovuto rispecchiarsi, il suo alter ego, l'ambito figlio che doveva diventare una sua 'estensione" ma ricordo che andare allo stadio a seguire le partite della squadra della nostra città era un momento "solo io e lui".

Mio padre era ed è un grande tifoso e questa passione me l'ha trasmessa molto bene. Da bambino aspettavo sempre con adrenalina di andare allo stadio con "mio papà", lì era disteso, amico, giocava ai pronostici con me, ci divertivamo ed era una cosa che condividevamo soltanto io e lui.

E mi ricordo una volta in cui prima di entrare allo stadio mi regalò la sciarpa della nostra squadra, uguale alla sua e io ne fui davvero felice ed elettrizzato. Un'altra cosa da condividere con "mio papà". Ho il ricordo della squadra che vince e di "mio papà" che mi prende in braccio e mi dice "Questa è la sciarpa della vittoria, non dimenticartela mai". E poi mi porta a mangiare qualcosa in uno dei bar più belli della città.

Non avrebbe mai immaginato che poi quel bambino avrebbe rischiato la sua vita per un'overdose dopo anni di sostanze... Ho sbagliato tutto con mio padre, è vero, lo ammetto. Non avrei dovuto diventare schiavo di quella roba ma tanto indietro non si torna.

Sono più di 15 anni che vorrei tornare a chiedergli un parere, a parlare con lui, a fare due passi, a seguire insieme la squadra, a ricucire e, anzi, migliorare il rapporto padre-figlio che c'era.

Ovviamente se io non avessi preferito per anni le sostanze a tutto il resto ora avrei un padre. Nel tempo ho recuperato studio, lavoro, madre e sorelle, matrimonio ma non mio "papà".

Andandosene dopo avermi accompagnato in comunità, mi disse: "Oggi è finita per sempre. Io non ho più un figlio e tu non hai più un padre. Hai tradito la mia fiducia. Mi hai colpito al cuore ed è una delle ferite più grandi. Finisce qui, addio".

 

La sciarpa l'ho sempre conservata gelosamente. Uno dei pochi oggetti che posso ancora prendere in mano e, chiudendo gli occhi, immaginare "mio papà" accanto a me.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: mygangsta
Data di creazione: 18/05/2008
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Campagna Say No To Drug