Creato da desideriax0 il 29/03/2006

i miei mille pensier

proviamoci almeno

 

VIRTUALE O REALE?

Post n°502 pubblicato il 25 Ottobre 2012 da desideriax0

 

 

Siam tutti bravi a nasconderci dietro ad un monitor, ad esternare le nostre sensazioni,gli umori,i pensieri tutti bravi si!!!

Io posso dire di essere un'astronauta, tanto chi lo saprebbe?

Alle volte mi chiedo se qui sul web esistono persone "VERE" che nn hanno problemi ad esternare ciò che sono veramente, con i propri difetti ed i pregi, che riescano a  mettere a nudo la propria anima senza mentire o far finta di essere chissà chi!!!

Da quando sono nel web ho conosciuto di tutto,finti medici,finti imprenditori, anche finti bellocci che si nascondevano dietro a foto nn loro!!!! 

Ora io mi chiedo ? a quale scopo? Sarebbe tanto semplice la verità!!!

Già nel reale si portano varie maschere, ma vi assicuro che nel virtuale se ne potrebbero cambiare una al minuto!!!

Io sono io!!! Con i miei pregi,con i miei difetti senza maschera alcuna!!!

 

                             Bisous Desy

 

 
 
 

IL MAL D'AMORE

Post n°501 pubblicato il 21 Ottobre 2012 da desideriax0



 Il mal d'amore
Aniello Maietta

 

L'amore insicuro, insano ci perseguita con le ossessioni, le ansie, la depressione, ed il tempo non sempre é un rimedio infallibile

Sandra, 29 anni, non dorme da quando si é separata dal marito, e sono già circa due mesi.
"Sono costretta a telefonargli per sentire la sua voce. Perché lui dovrebbe dormire quando io sono sveglia?...... Io lo voglio a tutti i costi .....".
Carlo, invece, é un uomo di 33 anni che non "vive" più da quando ha conosciuto Maria.
"Da quando l'ho conosciuta non faccio che pensare a lei... Ho un pensiero fisso... il cuore mi salta in gola; mi sudano le mani. Ho le vertigini".
Queste confessioni al medico o allo psicoterapeuta sono frequenti e quasi sempre sono sottovalutate dalla gente comune, che ha individuato nel tempo il rimedio sicuro e indiscusso al "Mal d'amore", vera e propria malattia della psiche e possibile espressione di un disturbo della personalità e del carattere come Brodskj-Schwarz-Hindj, psicologi americani, di recente hanno dimostrato in una approfondita ricerca durata dieci anni su un campione significativo di 2400 persone.
"Se questo é amore" é il libro pubblicato in Italia dalla De Agostini: ne consigliamo la lettura a quelle persone che sono direttamente interessate a conoscere il mistero dell'amore.
Ma cos' e come nasce il mal d'amore?
Il mal d'amore é la passione che diventa dolore, é quello che i Greci antichi definivano "follia che proviene dagli Dei" (theìa-manìa) che Saffo e Ovidio ben conoscevano.
E' il desiderio travolgente della costante presenza dell'amato, di avere un contatto fisico, di essere approvati, desiderati, di possedere e di essere appagati da un altro.
E' agitazione, insonnia, febbre perdita dell'appetito, mal di cuore

L'amore che fa male

E' il cosiddetto amore insicuro caratterizzato da:

1) insana gelosia che ci sconvolge, prescindendo dal fatto che il partner sia davvero infedele;
2) rottura angosciante, cataclismatica e spesso con spirito vendicativo;
3) depressione conseguente alla rottura, che ci fa sentire vuoti distrutti come se ci fosse stata strappata l'essenza del nostro essere.

A volte é difficile ammettere che ognuno di noi ha avuto una sua precisa responsabilità nel costruire un "amore malato", quel tipo di amore che in alcune persone particolarmente dipendenti e fragili può portare anche alla morte attraverso il dramma del suicidio-omicidio.

Il mal d'amore è la passione che diventa dolore. E' il desiderio travolgente della costante presenza dell'amato. E' il desiderio di possedere e di essere appagati dall'altro.

Ma il lettore non si spaventi; entri, invece, in contatto con le sue consapevolezze vere, la visione lucida del suo rapporto amoroso e scoprirà, come accade anche nelle prime sedute di terapia, come sia stato comprimario attore nel gioco delle parti del dramma o delle vicende romantiche di cui sono pieni molti rotocalchi.
Il mal d'amore ha origini lontane, nel particolare rapporto che ognuno di noi ha vissuto con i propri genitori che si concretizza sostanzialmente in due esperienze:

1) attaccamento insicuro e in-certo del piccolo nel primo anno di vita con una figura significativa
della famiglia (per lo più la madre);
2) esperienze del vuoto affettivo sperimentato anche come carenza notevole di cure fisiche da
parte della figura di attaccamento, con conseguente desiderio di un "Amore Fusionale" ed una sorta di fissazione a questo stadio che impedisce quello che io chiamo l'amore adulto.

L'amore adulto presuppone che ci sia stato un rapporto gratificante e sano tra genitori e figli ed il superamento delle fasi di crescita.
Una chiara consapevolezza della nostra individualità e l'acquisizione di una identità unica, irripetibile, ci porta al confronto con gli altri e quindi anche con il partner in una posizione di pari dignità.
Il mal d'amore l'attaccamento romantico ansioso o l'amore insicuro si nutre dell'ossessione amorosa o dell'eccessivo distacco, che escludono questa pari dignità.
E' come se noi volessimo letteralmente "divorare" la persona amata - l'oggetto d'amore - e a volte non potendo, ce ne distacchiamo in modo freddo, eccessivo, quasi senza ansia.
Comunque sono gli uomini ad essere più fortemente inclini a caldere negli eccessi dell'attaccamento romantico ansioso.
Le donne soffrono meno drammaticamente se il rapporto entra in crisi, ma molto più degli uomini se finisce.
La paura della solitudine e del rifiuto possono essere sottese ad ogni amore insicuro, come la scarsa autostima può essere la base della gelosia che diventa anch'essa una componente essenziale del male d'amore; quest'ultima può nasce-re dalla minaccia vera o presunta della relazione amorosa in atto o da una legittima pretesa di fedeltà sessuale, spesso in assenza di una completa fiducia in se stesso, del partner geloso.
Ma come oramai la psicologia della coppia ha codificato, i due partners possono scambiarsi ed interpretare i ruoli drammatici (vittima=persecutore=salvatore) talvolta in modo sottile nascosto.
Nella coppia che stabilisce un rapporto d'amore insicuro, i due partners sono immagini speculari, sono come la chiave e la serratura, se é lecito usate questa metafora.
Non possiamo meravigliarci se alcuni rapporti amorosi durano molti anni o tutta la vita (finché la morte non li separi) o altri finiscano bruscamente dopo un breve periodo di tempo, se mai dopo un matrimonio apparentemente riuscito.

Dall'ansia alla depressione

Gli esempi di vita riportati al-l'inizio dell'articolo testimoniano l'impossibilità del distacco fisico dell'amato dall'amata.
Le modalità di riattaccamento spesso improntate a comportamenti ipercontrollanti e vendicativi, rivelano lo schema di punizione dell'amore insicuro l'estrema dubbiosità dei partners riguardo alle scelte definitive fornisce da una parte uno schema di comportamento "remunerativo" tipo "slot machine" per il partner che rifiuta; dall'altra, finisce per esaltare l'ansia dell'ossessione amorosa e la depressione di chi viene materialmente lasciato/ abbandonato.
Le radici di questa ansia e d pressione non sono solo relazionali ma anche familiari.
I partners recitano un dramma già recitato nelle loro rispettive famiglie di origine.
Ed anche, durante e dopo la rottura del rapporto, portano avanti con tenacia un personale copione di vita (ovvero un sistema di vita rigido, poco flessibile con tornaconto finale spesso drammatico, in termini sia di stati d'animo che di opinioni negative su di sé, gli altri e la vita in generale).

Una possibile guarigione dell'amore insicuro

La sofferenza connessa al mal d'amore può essere un'occasione per ognuno dei due partners per cambiare se stesso e stare meglio godendo di una vita più serena e gratificante.
La depressione connessa alla rottura del rapporto con i suoi correlati di disperazione, rabbia, infelicità, impotenza può essere il momento cruciale per dare una svolta decisiva alla propria vita affettiva e personale.
Ci vengono ancora in aiuto gli psicologi Brodsky-Schwarz e Hindj proponendoci una strategia, se mai da attuare con il nostro terapeuta, per superare e meglio gestire l'insicurezza sentimentale, al fine di approdare ad un amore cosciente e maturo.
Tale strategia contiene le seguenti raccomandazioni:

1) Accettare i sentimenti dolo-rosi connessi con il nostro modo di legarci alle persone riducendone se mai l'intensità e la frequenza.
2) Avere obiettivi reali e concreti in una relazione senza che questa debba trasformarsi in una estatica e divorante storia d'amore.
3) Mostrare interesse per la gente e quindi per gli aspetti positivi dell'eventuale partner (se mostriamo piacere, avremo pia-cere).
4) Adottare un modello positivo, soprattutto di una persona che rispettiamo, nell'incontro con il nostro probabile partner,
5) Tenere ben presente che quando temiamo di essere rifiutati la profezia si avvererà. Fate in modo che non avvenga, assumendovi la responsabilità del rischio, anche di perdere un potenziale partner che ci piace "troppo".

Se queste raccomandazioni non dovessero bastare possiamo rivolgerci al nostro psicoterapeuta o al nostro consulente psicologo per esaminare il nostro problema con l'obiettivo di risolverlo.

( DEDICATO AD UNA PERSONA, SPERO CHE LEGGA è PRENDA TUTTI I CONSIGLI DEL CASO)

 
 
 

SOLO ARIA PURA

Post n°500 pubblicato il 27 Settembre 2012 da desideriax0



Anche se ora la tua anima piange dentro, sappi che io non sono qui come aria, come vento, che arriva un attimo e poi se ne va, io con te resto, e ti tengo stretta al mio petto, anche se non vuoi che io faccia tutto questo, mi sento di stringerti tra le mie braccia, senza dirti nulla, restando in silenzio, appoggia il tuo orecchio sul mio cuore, senti come respira, senti come batte e vibra, perchè io non ho paura di niente in questa vita meschina, pronto a tenerti tra le mie braccia, per non farti cadere, per non farti graffiare dalle lame della vita, qualunque sia la tua rabbia, qualunque sia la tua paura, io l’assorbirò al posto tuo, per farti respirare solo aria pura.

(Ejay Ivan Lac)

 
 
 

scelta

Post n°499 pubblicato il 11 Settembre 2012 da desideriax0


Sulla sottile linea di confine tra le cose che non ho scelto e quelle che non avrei potuto fare a meno di scegliere ci sei tu.

Sei la mia scelta meno ovvia, eppure la più necessaria. Pericolosa e giusta, come il mare.

Sei la mia non scelta più istintiva, eppure la più consapevole. Una 'non scelta' inevitabile. Come l’amore.


 
 
 

PENSIERO....

Post n°498 pubblicato il 10 Agosto 2012 da desideriax0

QUANDO FINIRà IL TORMENTO?

 
 
 

NON SMETTERò MAI D'AMARTI

Post n°496 pubblicato il 27 Giugno 2012 da desideriax0



Se un giorno smetterai di amarmi e te ne andrai, per me sarà difficile, difficilissimo. Ma sopravviverò. 
Probabilmente passerò tantissimi giorni, mesi, forse anni ad aspettarti. Trascorrerò notti interminabili madide di lacrime e tormentate da sogni senza sonno. Sarà tutto faticosissimo. Uscirò solo se non potrò farne a meno. Mi trascinerò per strada con le occhiaie e lo sguardo triste. Quando deciderò di aprire un libro dovrò leggere venti volte la stessa frase per capire di che tratta. Mi passerà la fame, e a volte dimenticherò di mangiare. In ogni film che guarderò qualcosa mi ricorderà di noi, e spesso non riuscirò ad arrivare alla fine. Proverò a baciare altre labbra cercando disperatamente nei suoi occhi i tuoi... 
E tutto questo chissà per quanto tempo: tanto, tantissimo. 
Ma non per sempre.
Un giorno mi sveglierò e tornerò a respirare da sola, senza affanno. Forse non smetterò mai di amarti, ma avrò di nuovo la voglia di amarmi. Lo so, ne sono certa. Perché ero prima di te. E posso ricominciare ad essere, seppure inevitabilmente cambiata, anche senza di te. Prima o poi, di nuovo sarò. A poco a poco tornerò a sorridere. E persino a Vivere.

Ma se invece fossi io a smettere di amarti? Sarebbe questa la mia peggior tragedia. Mi sentirei persa, completamente. Perché smetterei anche di credere: di credere all’amore. Non troverei più significato in un tramonto. Non avrebbe più senso la luce delle stelle. E il rumore delle onde, che pensieri cullerebbe in me?
Se un giorno smetterai di amarmi e te ne andrai, per me sarà difficile, difficilissimo. Ma sopravviverò. 
Se invece dovessi essere io a smettere di amarti non so davvero come farò.
Perché, dopo un tale amore, non potrei mai più riamare.

 
 
 

CONTATTI

Post n°495 pubblicato il 26 Giugno 2012 da desideriax0


Ci sono contatti che ci sfiorano a livelli diversi di realtà.
Ma sono solo quelli a cui teniamo di più, che sanno toccarci fino alla radice stessa di noi. Perchè CERTI sorrisi, CERTI contatti...sconvolgono noi stessi per primi, quando ci rendiamo conto fino a che punto, chi è in grado di toccarci COSI', ha meravigliosamente potere su di noi.... 
Meravigliosamente: perchè certi battiti di cuore, certi palpiti....raggiungono determinate intensità solo per "quel" qualcuno.
E per nessun altro.

 

 

 
 
 

AMARE IN SILENZIO

Post n°494 pubblicato il 25 Giugno 2012 da desideriax0

VI SIETE MAI CHIESTI SE SI POSSA AMARE IN SILENZIO?

CIOè AMARE QUALCUNO PERò CAPIRE E SAPERE CHE QUELLA PERSONA NN SARà MAI 

VOSTRA IN TUTTI I SENSI, VUOI PERCHè DALL'ALTRA PARTE NN ESISTE LO STESSO 

SENTIMENTO,VUOI PERCHè UNA LEGATA L'ALTRA NO,PERCHè ESISTE LA DISTANZA,PERCHè

TUTTO REMA CONTRO DI NOI.......

ALLORA CHE FARE?

LASCIARE ANDARE L'ALTRA PERSONA O COMUNQUE RIMANERGLI VICINA?

IO CREDO CHE AMARE IN UN CERTO SENSO è ANCHE SACRIFICIO......

SACRIFICIO DI LASCIARE ANDARE QUELLA PERSONA ALLA SUA VITA

MA COMUNQUE RIMANERGLI IN QUALCHE MODO VICINA, FARE SENTIRE

LA TUA PRESENZA, CONSIGLIARLA è CERCARE DI AIUTARLA QUANDO NE HA

BISOGNO.....

AMARE NN VUOL DIRE SOLO ESSERE SODDISFATTI ANCHE DALL'ALTRA PARTE

QUANDO AMI LO FAI A DISCAPITO DI TUTTO E TUTTI!!!

SE SI AMA DAVVERO SI è DISPOSTI ANCHE A RINUNCIARE A QUELLA PERSONA

MA NN PERCHè NN VUOI COMBATTERE

PERCHè SAI CHE DENTRO DI TE è GIUSTO LASCIARLA ANDARE....

MA PER TE RIMARRà SEMPRE LI ....INDELEBILE

MARCHIATA A FUOCO!!!!!

 
 
 

AMORE?

Post n°493 pubblicato il 20 Giugno 2012 da desideriax0

Cosa significa la parola AMORE?


Esistono differenti interpretazioni etimologiche. A me piace credere alla versione più fantasiosa, probabilmente la meno corretta, ma di certo la più suggestiva e poetica, secondo la quale la parole amore deriva da “a-mors” (“a”- prefisso negativo, e “mors”, che in latino significa morte). Ovvero: “amore=assenza di morte”.

Amore = assenza di morte. Il che non è da tradursi banalmente nella concezione – chissà, forse semplice utopia? - che l’amore vero sia per sempre. Ma nella certezza che l’amore e il sentimento siano le uniche cose in grado di sopravvivere alla morte fisica (magari attraverso il ricordo, che è già di per sé amore, o tramite le vite che quell’amore ha generato).


Ma soprattutto: amore=senza morte. Ovvero, amore come SINONIMO DI VITA. 

Non l’amore inteso solo come amore di coppia, bensì nell’accezione più ampia del termine. 

L’amore per quello che si fa, per ciò che si è, per la propria famiglia, per i propri amici… per la natura, per i viaggi, per la poesia, per l’arte, per questo mondo. Che, a volte, non sarà proprio il massimo. Ma è anche l’unico mondo che abbiamo. 

Ecco perché mi piace credere che amore significhi “assenza di morte”. 

Perché, senza questo famigerato Amore - che non poi non è altro che amicizia, passione, voglia, altruismo, costruzione, sentimento, premura, emozione, entusiasmo… - si muore. Si muore davvero. 

Poiché si resta privi di senso. E, anche se il corpo sopravvive, l’anima soccombe.


L’amore è “assenza di morte” perché è tutto ciò che dà un senso alla vita. 

E senza un senso che vita sarebbe?

 
 
 

confusione?

Post n°492 pubblicato il 19 Giugno 2012 da desideriax0

 


premetto che nn ho scritto io questo post ma preso dal web perchè interessante, che ne pensate voi?

Secondo me ci stiamo confondendo. Voglio dire: tutti questi social network ci stanno dando alla testa. Iniziamo a scambiare il mondo reale con quello virtuale.

E così ci sono sempre più persone che passano tutta la loro giornata connessi ad una home page, ad interagire con migliaia di "amici" dei quali non conoscono nemmeno il colore dei capelli (se escludiamo quell'immagine profilo modificata con photoshop...). E che magari non hanno tempo per fermarsi 5 minuti a parlare col vicino di casa. 

Profili più o meno autentici che, da un momento all'altro, spariscono nel nulla, lasciando vuoti immensi e neanche un recapito. Perché no - di quella persona non hai mai nemmeno ascoltato la voce per telefono. Ma la verità è che non ne hai mai saputo nulla.

E' pericolosissimo. Ci stiamo gettando da soli nel baratro della solitudine. Ci barrichiamo dietro una linea adsl perché è una copertura perfetta, tramite la quale ci si può fingere chiunque: su facebook siamo tutti più belli, più buoni, più saggi, più simpatici, più coraggiosi, più socievoli. Invece di farci accettare per quello che siamo dalle persone che fanno parte della nostra vita, ci fingiamo quello che non siamo per piacere a chi non conosciamo.

Io, personalmente, sono "all'antica": credo che non si possa pensare di conoscere qualcuno se non lo si è mai guardato negli occhi. Posso affezionarmi a un "personaggio", quello sì, a quello che leggo di lui. Ma non posso sentirmi suo amico se non ci sono mai uscita insieme, se con lui non ho mai condiviso nulla di concreto.

Di questo passo, dove andremo a finire?

Ci stiamo dimenticando una cosa fondamentale.

Ovvero che i rapporti sono fatti di contatto. Non di "contatti".

 
 
 
Successivi »
 

TU

...non potrei chiederlo a nessuna dir far questo, perchè nessuna ha la tua sensibilità, la tua nobiltà d'animo, il tuo cuore... non ti farò sentire la mia mancanza, ho bisogno anch'io di te...

 

Queste son parole per me da una persona speciale

 

indelebile.....

 

 

 

 

 

NEGRAMARO

 

desideriax0

Min: :Sec

 

OROLOGIO

 

BLOG

Bloggers famosi
desideriax0Bloggers famosi
desideriax0desideriax0
desideriax0
desideriax... F,39
06/09/08
11/08/o8


 grazie  4 volte
in un mese!!!
 

AVVISO DI SERVIZIO

SI AGGIRA UNA CERTA DESIDERIA.X0

NN SONO IO!!!

GIUSTO PER PRECISARE!!!

 

fantasy  

Il più bello dei nostri mari
è quello che noi navigammo.
Il più bello dei nostri figli
nn è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto.
(Nazim Hilmet)

 
website stats
 
 

AREA PERSONALE

 

Blinkies By Rom@n@deROM@ immagine  immagine

*Sweet.Veronica.Stickers* (°*:..ElanorAncalima..:*°)

gRaFiCaVaNe ENTRA E RIKIEDI banner 180x60 by mondoglitter.it immagine

  *Soffio di Fantasia* immagine http://blog.libero.it/gwengrafica
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

desideriax0arianamorteanuORGOGLIO1980lella.2007Uomo_2.0gicettadesideria_io2009erosmediciramondinroby67romasincero47grass_ochevolaV.Fabrizioforestales1958
 

Glitter Graphics

Per desideriax0

Cosa ci fai

tra metropoli affollate

e angoli di periferia

dove il sole imbrunisce

prima che la vita abbia compiuto il suo giro,

cosa ci fai

tra riviste spiegazzate di ricordi usati

dove le nostre impronte non lasciano segni

cosa ci fai tu

violino che suona in questa banlieu

su ponti di carta senz'ali

dove cento sguardi restano appesi

al tuo mozzafiato.

Resta con noi.

grazie Nap!!!

Zodiac Glitter Graphics

 

Ho tratto le immagini che trovo stupende da alcuni siti web e che non mi appartengono come creattività, non ho mai voluto far passare per mie quelle immagini, sono belle e spero di non avere urtato i sentimenti di chi le ha create, se cosi fosse vi chiedo umilmente scusa, se per voi è lo stesso vorrei ancora farne uso, se invece desiderate che le tolga sara necessario communicarlo nella messaggeria, grazie.

fantasy