Blog
Un blog creato da hommelibre10 il 23/03/2013

Liberi e giusti

Politica, cultura e attualità

 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

Klimt, il bacio

 

 

« Esiste il rapporto sessuale?Compassione per Giulia e Turetta »

Cosa mi insegna il caso Rubiales

Post n°138 pubblicato il 04 Ottobre 2023 da hommelibre10
 

 

COSA MI INSEGNA IL CASO RUBIALES

Scrive Bert Hellinger, il mio grande maestro, "Esiste poi un tipo di fede religiosa che insegna che il mondo è malvagio. Chi segue questa credenza, dovrà separarsi dalla creazione così com'è e, implicitamente, dal suo Creatore. Per fare ciò, dovrà allontanarsi dovrà allontanarsi da qualsiasi cosa veda e da qualsiasi esperienza, rivolgendosi a un altro Dio del quale saprà solo ciò che altre persone credono che abbia rivelato loro. Non conoscerà altro di tale dio. Non ne avrà alcuna esperienza diretta e dovrà basarsi solo su ciò che altri hanno riferito. Ne consegue che la fede, in realtà, si riduce alla fiducia nel racconto di qualcuno, la cui testimonianza diventa vincolante per il fedele. Se desidera adorare e seguire la volontà di quel dio, dovrà ignorare e negare ciò che vive e vede, e credere in una rivelazione che altri sostengono di avere ricevuto.".

Che cosa abbiamo visto: un bacetto a stampo, affettuoso, di un secondo, un atteggiamento di sostegno, di ovazione nei confronti della giocatrice, nessuno comportamento respingente della Hermoso né infastidito. Che cose ci è stato detto? Violenza sessuale, non vi era consenso, maschilismo, mancanza di rispetto.

IL femminismo è la nuova religione manichea fondata sul pregiudizio della malvagità degli uomini: ogni desiderio, ogni affetto, ogni sentimento maschile è violenza, brutalità oppressione della donna, stupro e se quello che vedi lo contraddice, peggio per te che non vuoi capire.

Se la donna, a volte, acconsente a farsi abbracciare o addirittura ingravidare, non significa che il tuo sentimento sia autentico, vuol dire solo che ti perdona, ti giustifica oppure vuol dire che anche lei ha assorbito il maschilismo o l'etica patriarcale e finisce per accettare l'inaccettabile.

Il femminismo divenuto stato, l'ideologia dei "diecimila anni di stupro", il tutto è stupro perché la donna non è mai stata abbastanza potente da rifiutarsi, l'ideologia del consenso a scoppio ritardato (anche dopo un anno la donna può decidere che in realtà non voleva ma ha acconsentito per paura o per interesse e quindi è stupro... ) non ha nulla di ragionevole, di civiltà del diritto, di laicità delle istituzioni, siamo davanti al fanatismo religioso della malvagità dell'uomo ma riferito soltanto ai maschi.

Eppure quanta, poesia, quante canzoni, quanta letteratura gli uomini hanno espresso a favore delle donne, ma la realtà non conta, vista con le lenti deformanti della religione dello  stupro, tutto è stupro, manipolazione, narcisismo, abuso. Né agli uomini è dato di esprimere i loro sentimenti, le loro intenzioni, il loro sentire verso la donna. Il maschio non ha giustificazione in se stesso, deve essere giustificato dalla donna la quale, però, può avere interesse economico, psicologico o di potere a non giustificarlo per ottenere vantaggi. La verità diviene l'uso strumentale che la donna vuole fare del suo sentire e del suo volere, tanto gli uomini sono pugili suonati a cui si può togliere tutto senza rischiare nulla.

Il femminismo è diventato stato, siamo caduti in un'orrida dittatura ed è giusto così, il mondo doveva vedere se veramente il potere delle donne è migliore di quello maschile. Per ora la Costituzione è messa sotto i piedi, principi come la presunzione di innocenza e l'onere della prova sono stati fottuti e tutto questo piace al potere che ha trovato nel sesso una potente arma di ricatto per combattere le sue guerre contro il popolo e contro i suoi pari concorrenti.

Ma io sono innocente, i miei pensieri, i miei sogni erotici non hanno mai previsto l'abuso o la violenza, il mio atteggiamento è stato gentile e pronto a fare un passo indietro se richiesto. Perciò rifiuto il matriarcato, non amo molto gli uomini ma amo le grandi opere che gli uomini hanno costruito, a partire dal diritto e dalla più bella Costituzione del mondo che le donne e i loro famigli stanno tradendo e sporcando. Perciò proclamo IL GRAN RIFIIIUTO MARCUSIANO, stiamo scivolando verso la dittatura.

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/hommelibre/trackback.php?msg=16710358

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Nessun commento
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

hommelibre10Arianna1921lascrivanaMalinconieSublimiamici.futuroierilegrin2cielostellepianetidoreroberta_2011cassetta2ditantestelleormaliberabal_zacRomanticPearldaunfiore
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963