Note d'infinito

Nell'infinito dell'universo troviamo il fine ultimo del nostro esistere

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: vagabondo_mc
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 63
Prov: CE
 

Monsignor Corrado Balducci, il protagonista di questo video, è un teologo e demonologo che ha espresso più volte il suo pensiero in merito alla tematica degli UFO E degli alieni in rapporto alla fede cristiana


 

 

 

Padre Josè Gabriel Funes, direttore della Specola Vaticana, dice che l'esistenza di altre creature, anche intelligenti, nell'universo non è in contrasto con la fede cristiana. Al riguardo dice: è  possibile credere in Dio e negli extraterrestri.
Si può ammettere l'esistenza di altri mondi e altre vite, anche più evolute della nostra, senza per questo mettere in discussione la fede nella creazione, nell'incarnazione e nella redenzione.




Il gesuita e astronomo Padre Angelo Secchi (1818-1876) scriveva: "È assurdo considerare i mondi che ci circondano come enormi deserti inabitati e cercare il significato del nostro universo in questo nostro piccolo mondo abitato".
















 

 




Le origini dell'uomo


 
PROTEGGIAMO I NS. FIGLI E LA LORO INNOCENZA.....

La Virtual Global Taskforce (VGT POLIZIA DELLE COMUNICAZIONI) è composta dalle forze di polizia di tutto il mondo che collaborano tra loro per sconfiggere l'abuso di minori online. Il pulsante "Segnala un abuso" è un meccanismo efficace. Cliccate sul tasto in basso se siete a conoscenza di pericolo per un minore.

Il comportamento predatore sessuale comprende: Chi produce e scarica immagini di bambini vittime di abusi sessuali. Chi avvicina un bambino per sesso on-line (ad esempio attività sessuali tramite testo o webcam) grooming -

Il predatore crea situazioni allo scopo di formare un rapporto di fiducia in linea con il bambino, con l'intento di facilitare in seguito il contatto sessuale. Questo può avvenire in chat, instant messaging, siti di social networking ed e-mail.

Non tutte le persone che conosci on line sono sincere.
Aiutaci e rendere internet più sicura...Aiutaci a fermare la pedofilia.

Per favore, copia e incolla questo post
ed inseriscilo in un tuo box. Grazie di cuore._A®

 

 

Eventi straordinari

Post n°25 pubblicato il 13 Aprile 2012 da vagabondo_mc

Non sempre la conoscenza deriva dalla scienza

Molti dei grandi filosofi e scienziati del passato attingevano le informazioni da un modo extraterrestre al quale accedevano in alterati stati della coscienza. Si ritiene che essi avessero contatti con alieni dotati di una tecnologia molto più avanzata della nostra oppure che riuscissero, grazie ad una straordinaria concentrazione della mente, a connettersi con l’archivio cosmico, chiamato archivio Hakascico, una sorta di mega computer nel quale sono contenute tutte le informazioni riguardanti l’universo.
Chi sono alcuni di questi filosofi e scienziati?
Socrate aveva come fonte d’ispirazione un demone che non era una figura diabolica come farebbe supporre il nome ma una divinità minore. Si dice che egli trascorresse ore intere in solitudine a pensare, con lo sguardo fisso in un punto, e che durante tali meditazioni si collegasse al suo demone.
Nicola Tesla, lo scopritore della corrente elettrica, era fermamente convinto dell’esistenza degli alieni dai quali riceveva dei messaggi.
Molte opere di Leonardo da Vinci, studiate attentamente, presentano strani effetti nascosti che richiamano chiaramente volti e simboli alieni.
Puccini affermava che la sua più grande opera, la Madame Butterfly, fosse stata ispirata dagli angeli.
E ancora Einstein, un caso davvero unico: si dice che da piccolo ebbe molte difficoltà nel parlare, non legava con i coetanei e imparò a scrivere a nove anni. Molti temevano che fosse ritardato e, invece, da grande divenne un grande scienziato. Come può essere successo? Si racconta che egli fosse solito concentrarsi in esperimenti mentali attraverso i quali entrava in contatto con il grande archivio cosmico dal quale attingeva le sue straordinarie iformazioni.
Il grande matematico indiano Ramanujan era del tutto privo di istruzione ma possedeva un genio innato per la matematica. Egli andava a dormire con la speranza di vedere nel sogno la sua dea ispiratrice e fu proprio durante il sonno che questa divinità gli scrisse tutta una serie di equazioni che egli memorizzò e andò a controllare immediatamente dopo il risveglio. Quelle equazioni si sono rivelate poi delle scoperte sensazionali ma non tutte sono state risolte, alcune di esse sono rimaste un segreto che forse un domani, con la loro soluzione, potrebbero aprire orizzonti inimmaginabili per l’umanità

Tutti coloro che sono convinti che ci sia una spiegazione scientifica a qualsiasi evento, cerchino di dare una motivazione razionale a quanto sto per raccontare.

Lo studioso J. Goodavage è riuscito a raccogliere, in molti anni di lavoro, numerose vicende di destini clonati. Egli ha, in diversi casi, riscontrato un notevole parallellismo tre le vite di persone, anche molto lontane tra loro, o comunque che ignoravano ognuna l'esistenza dell'altra. Le coincidenze prese in esame sono a volte davvero sorprendenti, non rientrano nel normale ordine delle cose. Goodavage, nel suo libro "Astrology: The Space Age Scienze", racconta, ad esempio, di numerosi aspetti in comune tra la vita e la morte di due individui: Donald Chapman e Donald Brazill, entrambi nati il 5 settembre del 1933, il primo, nella cittadina di Eureka e, il secondo, a Ferndale in California. Una domenica mattina del 10 settembre 1956, esattamente cinque giorni dopo il compleanno di Chapman e di Brazill, i due giovani guidavano la propria auto sulla statale 101 a sud di Eureka e ritornavano alle proprie abitazioni. Avevano riaccompagnato le proprie fidanzate, ciascuna delle quali risiedeva nella città dell'altra, quando, improvvisamente, si scontrarono frontalmente con le proprie auto morendo sul colpo. I certificati di morte indicano che tutti e due morirono per le gravi ferite riportate alla testa.

Un caso altrettanto evidente di parallelismo, narrato sempre da Goodavage, riguarda due donne nate nello stesso giorno e aventi lo stesso nome ma senza alcun rapporto di parentela: Edna Hanna e Edna Osborne. Nel 1939, nell'ospedale di Hackensack nel New Jersey, tutte e due partorirono, nello stesso istante, due bambine, a cui diedero lo stesso nome: Patricia Edna. Goodavage, interrogate le due donne, scoprì dell'altro. I loro mariti svolgevano lo stesso lavoro ed erano proprietari di un'automobile della stessa marca e di identico colore. Entrambe le coppie si erano sposate esattamente tre anni e mezzo prima, nello stesso giorno. I due uomini erano nati nello stesso anno, mese e giorno; identica circostanza per le loro mogli. Le due donne avevano i capelli castani e gli occhi azzurri, la stessa altezza e lo stesso peso. Entrambe le coppie avevano comprato nello stesso giorno un cane a cui avevano dato il nome di Spot.

Esistono molti altri casi ancora in cui le vite di alcuni individui presentano somiglianze impressionanti. L' 8 novembre del 1981 "Il Giornale d'Italia" riportò un fatto incredibile relativo alla morte contemporanea di due fratelli. Ada e Guido P. cessarono di vivere alla stessa ora, in circostanze analoghe e per cause identiche. I fratelli morirono l'uno distante dall'altro circa 300 chilometri. Il professore Guido P. docente alla "Normale" di Pisa con la sua "127" nei pressi di Pisa, causa un probabile malore, perde il controllo dell'auto e va a schiantarsi contro un albero. Soccorso, muore prima di arrivare in ospedale, sono le tredici. Alla stessa ora, a Milano, sua sorella Ida, pure insegnante, mentre guida la sua auto veniva colta da un malore e andava a sbattere violentemente contro un albero, morendo.

Non meno sconcertante è il caso narrato dal professor T. Bouchard dell'Università del Minnesota sul "Corriere del Medico" del 12 giugno del 1980. I gemelli Jim Springer e Jim Lewis erano stati adottati da due famiglie dell'Ohio e nessuno dei due sapeva dell'esistenza dell'altro. Entrambi si laurearono in legge e iniziarono a lavorare part-time come aiuto sceriffo. Tutti e due scelgono la Florida per trascorrere le ferie. Acquistano un cane che chiamano Toy. Le loro mogli si chiamano, entrambe, Linda. Divorziati, sposano due ragazze di nome Betty. I figli si chiamano James Allan. Fumano le stesse sigarette e si intendono tutti e due di falegnameria.

 
 
 

L'incidente di Roswell

Post n°24 pubblicato il 02 Maggio 2011 da vagabondo_mc

Fantasy Comments, Graphics for Facebook, MySpace
Fantasy Comments & Graphics - Photobucket



Io non credo alla teoria di David Icke, il quale sostiene che il mondo sarebbe segretamente governato dagli alieni, i cosidetti Illuminati. Ma qualcosa di vero ci deve essere nella teoria del complotto basata sulla convinzione che importanti prove dell'esistenza degli ufo e degli alieni sarebbero state soppresse. Molti ricorderanno l'incidente di Roswell, un evento avvenuto nel luglio del 1947 a Roswell (Nuovo Messico), nel quale ci sarebbe stato lo schianto di un ufo e il recupero, da parte di militari statunitensi, di materiali extraterrestri tra cui cadaveri alieni. Il primo comunicato stampa, pubblicato dalla base aerea di Roswelll, parlava proprio di "disco volante". La dichiarazione ufficiale delle autorità statunitensi fu, però, che si trattava di un semplice pallone sonda e che i materiali recuperati erano detriti di questo pallone, inoltre ha individuato nei corpi alieni recuperati dei semplici manichini. L'allora tenente Walter Hauk, che aveva l'incarico di curare le pubbliche relazioni della base militare di Roswell, ha lasciato una sua dichiarazione firmata e sigillata da aprirsi solo dopo la sua morte (avvenuta il 15 dicembre 2005). In essa egli dichiarava: " sono convinto che quello che io, personalmente, osservai era un'astronave e l'equipaggio proveniva dallo spazio". Elias Benjamin, poliziotto militare, nella notte tra il 7 e l'8 luglio scortò tre corpi sotto un lenzuolo all'ospedale della base militare di Roswell. Egli raccontò che durante il trasporto uno dei corpi sembrava muoversi e più tardi, all'ospedale, vide un essere molto piccolo, dal volto turgidoe grigio e una testa priva di capelli,gli occhi obbliqui e due fori che avrebbero potuto essere il naso. Egli riferì: " Sono stato interrogato e mi fecero firmare una dichiarazione di riservatezza. Mi è stato detto che se avessi parlato, sarebbe successo qualcosa di brutto a me e alla mia famiglia"

 Perchè i governi ci nascondono la verità?.

 
 
 

L'area 51

Post n°22 pubblicato il 28 Aprile 2011 da vagabondo_mc



In pieno deserto del Nevada, a circa190 km da Las Vegas, c'è una zona impenetrabile e sorvegliata da militari armati, l'Area 51, dove sono stati realizzati aerei spia per conto della C.I.A. Quest'area è talmente avvolta nel mistero che l'Aeronautica Militare degli Stati Uniti ne ha addirittura negato l'esistenza. Da quando esiste l'area51 si sono moltiplicati gli avvistamenti di strani oggetti nel cielo, regolarmente smentiti dalle autorità. Finchè non ha parlato uno scienzato, Robert "Bob" Lazar, che ha lavorato alla base Nellis con un contratto di cinque mesi, a partire dal dicembre 1988. Nella sua dichiarazione in tv, nel maggio 989, Lazar ha affermato che il governo degli Stati Uniti era impegnato nello studio di nove dischi volanti. A novembre Lazar parlò di una località supersegreta presso il lago Papoose, denominata"S4", un complesso sotterraneo che occupa un'intera catena montuosa, dove sarebbero custoditi velivoli extraterrestri. Rivelò, poi, di aver fatto parte dello staff di 22 tecnici incaricati di scoprire il sistema di propulsione dei dischi volanti.  Egli pensava di dover lavorare su materiali di fabbricazione terrestre, ma quando entrò in uno dei dischi volanti si rese conto che si trattava di oggetti che per forma e dimensioni non avevano niente di terrestre. Secondo Lazare il velivolo era propulso da un reattore ad antimateria, delle dimensioni di un pallone. Gli sarebbe stato mostrato anche il reattore in funzione, come carburante il disco avrebbe utilizzato poco più di due etti di un materiale superpesante non sintetizzabile sulla terra.Lazar ha anche ammesso di aver intravvisto due uomini in camice bianco discutere con qualcuno "di piccolo,dalle lunghe braccia". Le cose raccontate da Lazar avrebbero avuto conferma da numerose altre testimonianze.

 
 
 

Il Deserto del silenzio

Post n°19 pubblicato il 03 Marzo 2011 da vagabondo_mc



Sono attratta in modo particolare da tutto ciò che è mistero, ed uno dei misteri più inspiegabili del nostro pianeta è racchiuso nel deserto a nord del Messico in un'area di 50 km denominata " Zona del silenzio". Quì s'interrompono tutte le comunicazioni radio che sono inghiottite da forze elettromagnetiche che sembrano alla base di un altro incredibile fenomeno: in quest'area cadono, ogni anno, migliaia di meteoriti e satelliti artificiali. Un esempio eclatante della potenza di attrazione esercitata da quest'area è dato da quanto avvenne con la sonda sovietica "Venere 5"che nel 1969 si trovò in rotta di collisione con un oggetto di grandi dimensioni. Il meteorita cambiò traiettoria evitando la sonda e, all'ingresso nell'atmosfera terrestre, fece una rivoluzione completa attorno al pianeta prima di schiantarsi esattamente nella Zona del silenzio. Immaginate se, invece di schiantarsi in quell'area, il meteorita avesse colpito una zona più abitata: le conseguenze sarebbero state drammatiche, per questo motivo l'oggetto fu chiamato "meteorita intelligente". Questo non è l'unico oggetto che è andato a schiantarsi in quest'area. Nel 1968 un missile americano cadde proprio in questa zona. Altra strana caratteristica che contraddistingue quest'area è l'improvviso impazzirsi delle bussole vicino alle pietre che ricoprono il suolo, questo fenomeno è stato spiegato dagli scienzati con l'impatto, in un'era antichissima, di un grosso meteorita. Inoltre, alcuni anni fa, in quest'area sono state ritrovate delle tombe enormi nel cui interno vi erano scheletri giganti. Altra cosa molto strana : gli animali vengono quì per morire , infatti il cimitero delle ossa  che vi si trova è piuttosto inquietante ed è spiegato dagli shamani del luogo con l'esistenza nel posto di intense energie , tali da trascinare in modo irrefrenabile e misterioso anche essi in questo luogo per le meditazioni. Infine gli abitanti delle zone limitrofe parlano di avvistamenti di oggetti luminosi ed incontri con creature non del tutto umane.    

 

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: vagabondo_mc
Data di creazione: 12/11/2010
 

 

Il poeta e filosofo che amo di più: Novalis

Inni alla notte

Lodata sia tu,eterna notte,
lodato sia l'eterno sonno.
Se il giorno ci ha dato calore,
ci ha avvizziti il lungo affanno.
Non ci attirano più terre lontane,
vogliamo tornare a casa dal Padre.
Che cosa ritarda il nostro ritorno,
i più cari riposano già da lungo.
Ci sbarra la vita il loro sepolcro,
ci assale l'ansia e il cruccio.
Ogni nostro cercare è senza scopo
il cuore è sazio
il mondo è vuoto.
Infinito e misterioso
sento un dolce brivido
che ci percorre
la nostra mestizia manda una eco,
mi sembra da lontananze profonde.
Anche i cari si struggono,
l'alito della nostalgia ci hanno mandato.
Laggiù, verso la sposa soave,
verso Gesù, il diletto coraggio,
spunta l'ombra serale per gli amanti, gli afflitti.

 



Secondo i romantici, l'infinito genera nell'uomo un senso di terrore e impotenza definito "sublime". La natura, nei suoi aspetti più terrificanti, come mari burrascosi, cime innevate o eruzioni vulcaniche, diventa dunque la fonte del Sublime perchè produce la più forte emozione che l'animo sia capace di sentire.



 

ULTIMI COMMENTI

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

gelixbianconigliosixtlannShalom.aleichemmaria_giovanna1_1956vagabondo_mcvendicatrice_2011ginorosscito56markantaniblack_n_whitesally7777mennillosalvatoreantropoeticograndecerro
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
 

 

 

Dal suo libro
"Così parlòPadre Pio"

Intervistatore: Dicono che in altri pianeti, ci sono creature di Dio?”
Padre Pio: “E che, vorresti che non ci fossero? Che l’Onnipotenza di Dio, si limitasse al piccolo pianeta terra? E che, vorresti che non ci fossero altre creature che amano il Signore?”
Intervistatore: “Ho pensato che la terra è un niente a confronto gli astri e a tutti gli altri pianeti?”
Padre Pio: “E si, noi, usciti dalla terra siamo un nulla. Il Signore non avrà certo ristretto la Sua gloria a questo piccolo pianeta. In altri, ci saranno degli esseri che non avranno peccato come noi”.

 

Mi fanno rabbia quelle persone che etichettano di pazzia chiunque parli o s'interessi di ufologia. Ma con quale presunzione possiamo asserire con certezza che nell'universo non vi siano altri pianeti abitati? Se riempiamo un bicchiere di acqua di mare e all'interno non vi troviamo dei pesci, cosa pensiamo? Che nel mare non vi sono pesci o che il bicchiere è troppo piccolo per contenere tutto ciò che è nel mare? Allo stesso modo, se la nostra tecnologia è ancora troppo limitata per condurci alla conoscenza dei segreti dell'universo, non per questo dobbiamo arrivare alla conclusione che gli ufo e gli alieni siano tutte fantasie

 

 

Andare nello spazio, cercare di scoprire parti sempre più grandi dell'universo fa parte del nostro sforzo per diventare immortali. Non ci fermeremo. Noi siamo figli di questo universo, non solo della Terra, di Marte o del nostro sistema solare, ma di tutto l'universo. E se siamo interessati a scoprire com'è questo universo è solo perché conosciamo il nostro passato  e ci preoccupiamo terribilmente del nostro futuro" .

Ray Bradbury



Cos'è una supernova



Anche le stelle invecchiano...e muoiono. Nel corso della loro esistenza, le stelle fondono in successione elementi sempre più pesanti, dall'idrogeno all'elio, al carbonio e infine al ferro. Quì la catena s'interrompe perchè i nuclei di ferro non possono fondersi producendo energia. Il nucleo colmo di ferro della stella super gigante o altrimenti detta, supernova, collassa in meno di un secondo rilasciando un'enorme quantità di energia gravitazionale che crea un'onda d'urto che espelle tutti gli strati esterni della stella.


 

COS'È UN BUCO NERO







Questa è una spiegazione molto semplice e sintetica di come si forma un buco nero:  una stella molto massiccia, più di 6 o 7 volte il sole, quando esplode dà origine a tale fenomeno. Quando il nucleo della stella diventa troppo pesante perchè colmo di ferro, la materia cade  verso il centro della stella, finchè l'intera massa del nucleo si concentra in un solo punto. L'oggetto che ne deriva è il buco nero. La sua forza di attrazione gravitazionale è enorme, al punto che qualunque cosa che gli passa vicino viene catturata e vi cade dentro senza poterne più uscire. I buchi neri non emettono alcuna radiazione perciò sono invisibili. Sembra accertata l'esistenza di un buco nero proprio al centro della nostra galassia


 

COS'È UNA PULSAR



In seguito all'esplosione di una Supernova si può generare un buco nero o una stella di neutroni (pulsar)La Pulsar ha un raggio di circa 10 km e una massa approssimativamente una volta e mezza quella del sole(il cui raggio è di 700.000 km). Le pulsar ruotano molto rapidamente, hanno un campo magnetico elevatissimo ed emettono un fascio di onde radio. L'emissione radio proviene dai poli magnetici della stella e se l'asse non è allineato con quello rotazionale, la stella si comporta come una sorta di faro cosmico.





Cos'è una Nana bianca



Una nana bianca è l'ultima fase dell'evoluzione delle stelle di massa piccola o medio-piccola che costituirebbero il 97% delle stelle della Galassia. Sono caratterizzate da elevata temperatura ed una massa compatta. Una volta completata la fusione dell'idrogeno in elio nel proprio nucleo, queste stelle perdono gran parte della loro massa che è soffiata via da un forte getto di gas (vento stellare). Alla fine la stella diventa un piccolo oggetto con un'altissima densità (nana bianca). Anche il Sole tra 5 miliardi di anni diventerà una nana bianca.

 

I LAMPI GAMMA



I lampi gamma sono fenomeni abbastanza frequenti(all'incirca uno al giorno)ed avvengono in direzioni del tutto casuali ed imprevedibili. Questi eventi cosmologici si dipartono da galassie esterne alla Via Lattea e talvolta molto lontane. Il lampo gamma più lontano, finora osservato, è avvenuto ad una distanza di oltre 13 miliardi di anni luce dalla Terra. Questi fenomeni sono il risultato di immense esplosioni che seguono il collasso, all'interno di un buco nero, del nucleo di stelle supermassicce che ruotano molto rapidamente.

 

 

Cos'è un Quasar




I Quasar (radiosorgente quasi stellare)sono oggetti il cui nucleo è costituito da buchi neri supermassicci circondati da anelli giganti di polvere e gas. L'assorbimento del materiale di questi anelli produce un'emissione di luce tale da renderli gli oggetti più luminosi dell'Universo. Un Quasar medio può incenerire l'intero pianeta terra da numerosi anni luce. I Quaser distanti da noi miliardi di anni luce ci riportano l'immagine di quello che era l'universo primitivo. Poichè la produzione di energia cessa quando il buco nero supermassiccio ha consumato tutto il gas, polveri e stelle attorno a lui, si pensa che la maggior parte delle galassie, compresa la Via Lattea, siano passate attraverso una fase di Quaser e che adesso siano quiescenti per mancanza di rifornimento del buco nero.

Cos'è una cometa




Una cometa è un agglomerato irregolare di ghiaccio, polvere, metalli e rocce, tenuti insieme dalla mutua attrazione.Quest'insieme costituisce il nucleo, che può avere dimensioni comprese tra qualche centinaio di metri o decine di chilometri e ruota su se stesso in un tempo che può essere di poche ore o alcuni giorni. Il nucleo è normalmente oscuro. Quando la cometa si avvicina al sole diventa attiva. Parte del ghiaccio vaporizza e il nucleo espelle gas e polveri in tutte le direzioni. Si forma così la chioma, dalla chioma si diparte la coda, una lunghissima striscia di gas, polveri e ioni , che si estende per decine di milioni di chilometri. Essa si forma per l'interazione della chioma con il vento solare. Le comete provengono da due regioni ai confini del sistema solare: una specie di anello detto "fascia di Kuiper", che si trova oltre l'orbita di Nettuno, e in una ancora più distante chiamata "Nube di Oort.

Cos'è un asteroide




Gli asteroidi sono un insieme di migliaia e migliaia di piccoli corpi rocciosi, la maggior parte dei quali orbita in una fascia compresa fra le orbite di Marte e di Giove. Le loro dimensioni variano da circa 1000 km di diametro per il maggiore di essi, Cerere,fino alla decina di metri.

 

Cosa sono le meteoriti



Le meteoriti sono pezzi di altri corpi del nostro sistema solare che cadono sulla Terra. La maggior parte di esse si origina in seguito ad impatti di asteroidi con altri asteroidi. Alcune provengono dalla Luna o dalle comete o da Marte. La materia delle meteoriti contiene alcuni degli elementi più rari sulla Terra, ben più rari dell'oro, e ci mostra come doveva essere la composizione del nostro pianeta al momento della sua formazione. A causa della loro rarità e delle loro origini primordiali, le meteriti sono ricercate dagli scienziati e dai collezionisti.

 

Come si sono formati gli oceani



Durante la sua formazione,la Terra era colpita continuamente da corpi celesti come asteroidi e comete. Questi corpi celesti formati principalmente di ghiaccio si schiantavano sul suolo terrestre trasformandosi in acqua, la quale, a contatto dell'elevata temperatura , evaporava e ricadeva sulla Terra sotto forma di pioggia. Naturalmente la formazione degli oceani è avvenuta nell'arco di molti secoli

 

 


 

Giove


 

Soavi sensazioni



Dolce è l'ora del crepuscolo
quando la fresca brezza della sera
reca sollievo dall'opprimente afa pomeridiana.
Il sole si nasconde lentamente
dietro le colline,
finchè il suo bagliore,
sempre più lieve,
si smorza all'orizzonte.
I profumi delle erbe e dei fiori
diventano più intensi,
il canto degli uccelli si affievolisce,
si sente in lontananza
il rintocco di una campana,
ed io mi cullo dolcemente
su un dondolo,
assorta nell'estasi di quest'ora magica.
Tra l'erba,
all'improvviso,
si ode il trillo di un grillo
che accoglie l'ombra serale
col suo melodioso benvenuto
E da un isolato trillo,
si ode un altro trillo
eppoi un altro ancora
finchè un coro assordante
esplode nell'aria
e riempie d'incanto la notte
Un cielo punteggiato di stelle
sovrasta la melodia notturna
e riempie di gioia il mio cuore
che si lascia trasportare
in un mare di soavi sensazioni.