Una nuova vita

A volte si può anche vincere!

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 7
 

 

Oggi faccio la strutturale!!!

Post n°28 pubblicato il 08 Ottobre 2008 da amore.amaro

Non vedo l'ora, così magari il mio pudico pargolo ci farà sapere se è un trottolino o una trottolina.
Sono alla ventunesima settimana e... magari mi sbaglio, magari non è vero... ma mi sembra di sentire qualcosa muoversi... :-D
Come se mi toccassero i muscoli dall'interno, ma è così fugace che mi dico che sono spasmi del mio corpo.

Caspita però... il tempo vola!

Una buona giornata a tutte!

 
 
 

So che mi pensi...

Post n°27 pubblicato il 05 Ottobre 2008 da amore.amaro

Ti seguirò sempre, anche se a volte cado e vorrei solo scomparire... Ma il nostro amore sta crescendo ogni giorno di più, matura e diventa ancora più bello.

Non vedo l'ora di darti la gioia che aspetti, di farti sentire il profumo della pelle di questo bambino mentre lo stringi a te. Sei dolcissimo mio guerriero senza paura.

Io ti darò quello che nessuno potrà toglierti.

 
 
 

Post N° 26

Post n°26 pubblicato il 17 Settembre 2008 da amore.amaro

Amore mio, amore dolce eppure amaro, amore grande, nascosto e sotto gli occhi di tutti. Amore silenzioso che parla con il corpo, con i tuoi occhi, con la pelle appena sfiorata, con la dolcezza dei tuoi pensieri.
Amore unico e bellissimo, che stiamo vivendo nonostante tutto, nonostante noi stessi, che siamo vittime e carnefici allo stesso tempo.
Amore che allarga il cuore e lo trasforma, amore che fa male un giorno si ed uno no.
Amore che si racchiude in quell'abbraccio così anelato, in quei sospiri dell'anima che lasciano un brivido lungo la schiena.
Amore che arriva inaspettato, negli occhi puri di un uomo solitario.
Amore che diventa spinta a dare il meglio di sè nel proprio mondo sperando che prima o poi l'amato incroci la nostra orbita.
Amore che genera amore, che fa male ma continua a generare amore, un amore folle e generoso che sembra non abbia mai fine.
TI AMO! E continuerò ad amarti, non posso farne a meno! Come potrei dimenticare la tua dolcezza, il tuo amore sincero e disinteressato? Come potrei dimenticare i tuoi occhi che mi parlano più di mille discorsi? Come potrei ignorare quel sentimento che proviamo e che ci ha cambiati per sempre?
Come si fa a rinunciare a quello che abbiamo?
Presto sentirai la vita che scorre dentro di me sotto le tue mani, ti chiederò di parlargli, di poggiare il tuo viso sulla mia pelle tesa e di baciarlo attraverso di me.
Ti darò quello che nessun'altra ti potrà mai dare, ti darò di essere padre e di sentire col tuo corpo il mistero della creazione.
Il mio ventre già gli racconta di te, il mio sangue già gli porta ciò che sento per te, quando potrà sentirti vicino finalmente saprà per chi è nato.
Sembra un tempo lontano quello che abbiamo vissuto senza tutto questo, mentre siamo già a metà del percorso che ci cambierà definitivamente la vita.
Questa nuova vita, che già una volta ci ha fatto cambiare rotta, presto potrà sfiorarti il viso e inondarti di un nuovo e potente amore.
Non sarà mai facile tra di noi ma io non voglio smettere di amarti.

 
 
 

Yin e yang

Post n°25 pubblicato il 03 Settembre 2008 da amore.amaro

Sembrano sciocchezze quelle che parlano degli opposti che si attraggono... ma i cinesi la sanno lunga!
Hanno inventato le posate (le bacchette) 4000 anni fa e hanno realizzato macchine da lavoro e mastodontici orologi astronomici che sfruttavano la forza motrice dell'acqua nel 12° secolo dopo Cristo...

Grande civiltà quella cinese che ha sfornato i migliori inventori e filosofi della storia antica, loro sì che hanno osservato la natura delle cose senza veli e senza pregiudizi.
E hanno osservato gli uomini e le donne, li hanno studiati nel loro intimo e nelle loro pulsioni, anche nelle loro manie...
Pensare che gli opposti si attraggano e si completino può essere difficile in una società moderna e di massa come la nostra ma cerchiamo di rifletterci un po' su.

La mia esperienza personale è un marito che è esattamente l'opposto di quello che sono io, su tutti i fronti, dai gusti musicali a quelli culinari, dal modo di affrontare i sentimenti a quello di sistemare i panni nei cassetti.
E dopo 13 anni che stiamo insieme mi dico: ma perchè ci siamo accorti di quanto siamo diversi dopo 5 anni di matrimonio?
E mi dico: sapevamo di essere diversi ma non volevamo vederlo, cercavamo le uguaglianze per dirci che eravamo uniti...

Oggi mi sembra cretino cercare per forza di essere uguali, di stare male se l'altro non è una copia di noi stessi.
Le differenze oggi non ci fanno paura, anzi, ogni giorno ne scopriamo almeno una e ci ridiamo su. Adesso sentiamo che ci arricchiscono, che ci rendono la vita varia e interessante.
Lui quando sente un profumo che per lui è nauseabondo pensa tra sè: questo le piacerà sicuramente...
E io quando compro i deodoranti per la casa mi spingo a comprarli addirittura alla lavanda (che io odio! Bleah!) pensando che magari per lui è gradevole.

Siamo buffi ma adesso mi piace di più questa coppia. Siamo più sinceri l'uno verso l'altra e non abbiamo più quelle ansie di piacerci per forza.
Sarà per questo che abbiamo finalmente deciso di mettere al mondo un pupetto, forse abbiamo aspettato per preparargli una famiglia accogliente e amorevole dove poter crescere (si spera) felice.

Per quanto riguarda però gli aspetti comuni, quelli che condividiamo, quelli che ci rendono uguali, sono quella macchiolina nel corpo dell'altro che diventa il laccio che unisce le due metà così diverse tanto da essere complementari. Avere un po' dell'altro dentro di sè aiuta a comprenderlo e ad amarlo.

Ok, basta filosofia per oggi! Torniamo alle faccende più concrete! Cosa mi mangio oggi? :-D

 
 
 

Fugace post di fine agosto...

Post n°24 pubblicato il 28 Agosto 2008 da amore.amaro

Parecchio tempo è passato dal mio ultimo post. Con la maternità mi si è stravolta la vita, i ritmi, le idee, gli ormoni... tutto insomma.

Stamattina pensavo: quasi quasi lo chiudo il blog, tanto non riesco più a scriverci...

Invece, rovistando tra la posta per fare pulizia, ho ritrovato questa lettera che ho scritto un po' di tempo fa ad un amico carissimo, forse l'unico che mi conosce davvero in tutta la mia interezza, quello che conosce le mie ombre e i miei segreti e mi ama lo stesso... forse proprio per questo mi ama così tanto.

Ma questa è un'altra storia.

Visto che non sa del blog e visto che la lettera è mia pura elucubrazione mi pregio di postarla e renderla pubblica.

Un saluto enorme a chi ha continuato a visitare il mio blog e a tutte le mamme/nonne/aspiranti mamme/aspiranti nonne che sento sempre molto vicine.


ODE ALLA FOLLIA

Follia... Follia... chi può dire cosa sia veramente folle?
Ognuno ha un suo piccolo mondo di certezze, paure e sensazioni, l'altro da sè con il suo personalissimo mondo ci pone davanti ad una realtà diversa, ci mostra le sue paure, le sue certezze le sue emozioni.
Chi può dire di essere savio? Chi può affermare di essere libero dalla follia?
Io mi fregio con orgoglio del titolo di folle, perchè è nella follia che rifugge dalla razionalità che ho trovato la mia vera natura, il mio vero essere donna. Quale ragione viene dal cuore? Nessuna, il cuore non è soggetto a ragionamento. Lui ama, vive e spera, si fa consigliare dalla ragione per diventare saggio ma agisce senza regole esterne.
Spesso nella vera follia si trova la più grande saggezza che un essere umano possa auspicarsi di raggiungere.
Quanti folli nella storia! Chi direbbe che quei folli non hanno avuto ragione quando hanno fatto affidamento sul loro cuore? Chi mai può criticare un uomo che ha seguito fino in fondo il proprio cuore?
Il cuore non mente mai, se agisce nella sincerità porta solo cose buone.
E' quando si ottunde il cuore con i ragionamenti della logica comune che nascono i problemi e si crea infelicità.
La follia non ha paure che la incatenino, non ha timore del giudizio degli altri, non si contamina con le strutture artificiali costruite dall'uomo.
C'è un fascino primordiale nella follia, un richiamo al nostro io più interiore e inesplorato, è la scintilla della vita... la nascita di un bambino è un attimo di follia. Come non amare la propria follia? Come non amare quello che la follia ti ha regalato?
Amare follemente è l'amore più saggio che io conosca. Il dono incondizionato di sè, il dedicare la propria vita a ciò in cui si crede, il mettersi da parte per un bene maggiore... questa per molti è follia, io dico che è la più dolce follia che si possa incontrare nella vita.
Io amo la mia follia e non vi rinuncerei mai, senza sarei morta nello spirito.
Se tutti rinunciassero alla loro follia cosa ne sarebbe del mondo?!?! Chi potrebbe più vedere la bellezza nascosta in un tramonto o nel sorriso di un bambino, nella carezza affettuosa di un uomo vecchio alla sua sposa?
Chi mai riconoscerebbe in una stella la grandiosità della vita?
E chi darebbe ascolto al canto degli uccelli, quei folli!!!, che saluta ogni mattina l'infinità della creazione?

Perciò, mio folle amico, guai a definirsi savi! Amiamo le nostre follie, che si intrecciano e si completano così da colorare la vita rendendola più bella.

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: amore.amaro
Data di creazione: 21/04/2008
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

maskeratnonna.paketunamamma1LorenzaCaliarisaverio970strong_passionpanpanpiBimbaFragile90scorpionea1pasqualina2008amicamartikiss.fntabaccheriaiannoneDaria_aGaMAn61
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom