**TEST**
Creato da olena63 il 26/11/2009

liberi di essere

Chi siamo? Perche siamo qui e ora?

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

 

« La voglia di trasgressioneL'orizzonte »

Desiderio e Paura

Post n°31 pubblicato il 31 Marzo 2010 da olena63
 
Foto di olena63

La paura esiste in tutti gli organismi viventi come elemento  necessario all'equilibrio dell'aggire: e' un messaggio, proveniente dall'inconscio, avente la funzione di segnalare che una certa situazione puo' essere "pericolosa per l'integrita personale"; tranne l'essere umano, in tutte le specie viventi la paura cessa sempre, quando non ha piu' motivo di esistere.

         Nel periodo dello stato originario, l'essere umano sperimenta freguentemente, a vari livelli ed in varie modalita', una paura fondamentale: quella di non essere amato e di essere abbandonato da chi lo acchudisce. Questa paura, una volta consolidata nel profondo, produce nell'individuo che ha terminato la sua crescita (stato intermedio) la tendenza a rinunciare a rispondere con adequato corraggio alla vita e diventa la base di ogni altra paura prevalentemente "cronica e sotteranea"; in origine crescente di importanza, quelle generalmente piu' frequenti sono:

    -paura di vivere e di morire, generalmente equivalenti

    - paura di essere rifiuttati da coloro coi quali si ha una reazione affettiva

    - paura di esprimere se stessi senza la maschera abituale

    - paura di conoscere se stessi

          In definitiva, bisogna imparare a distinguere tra queste paure abituali piu' o meno "sotteranee", tipiche dello "stato intermedio"  e generate da ricordi "depositati"  nell'inconscio attraverso il meccanismo della rimozione, la qui motivazione vera e' quindi inconscia, e ' la paura che, invece ,e' di aiuto all'individuo, avendo la funzione di segnalargli un suo limite naturale: essa e' sempre direttamente proporzionale alla motivazione che la crea e scompare quando questa cessa.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

karma580luboposhewolf6olena63max_6_66la.vegetarianamadame.artrichardG5LellaB59Seria_le_LadyIrisblu55psicologiaforensepippolenci3lasso7alf.cosmos
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom