Creato da maxsof1 il 02/06/2005

Maxso's Blog

Un blog indefinito di non so che...

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

vincenzofanzars.manufactoreazio_enzoilike06grazia070370usb1_dglanythingbackthenmaxsof1the_last_kronistimpresa.schiaviZ.VentitaniumGTj_albertoolgy120
 

 

« Il film del giorno: Miss...Linux Day in 104 città italiane »

Il lavoro creato da Treu e Biagi

Post n°844 pubblicato il 27 Ottobre 2006 da maxsof1
 
Foto di maxsof1

Lavorare e sapere di non avere futuro e certezze. E' questo che capita a tutte le persone che hanno contratti a termine e costretti a lavorare anche 45 ore a settimana pur di conservare il "lavoretto" precario.

Non se la passano meglio gli stagisti o i tirocinanti. Sette su dieci lavorano(delle volte anche gratis) fino a 38 ore a settimana. Questi sono alcuni dei risultati dell'indagine "Il lavoro parasubordinato a rischio di precarietà in Italia".

immagineMa chi lavora con contratti di collaborazione?

Praticamente quasi tutti. Infatti, si va dai traduttori, psicologi, giornalisti, geometri, tecnici informatici, webmaster per finire con gli operatori dei call center. Questi contratti dovrebbero permettere di gestire il lavoro in maniera autonoma, ma purtroppo non è così. Infatti, l'80% lavora presso la sede del committente, il 77% deve garantire una presenza minima e il 71% deve rispettare un orario di lavoro. Il tutto senza una paga adeguata. Infatti, il 31% guadagna meno di 800 euro al mese, il 26% arriva a guadagnare una cifra che varia tra le 800 e i 1000 euro. Solo uno su dieci riesce a guadagnare oltre 1.500 euro.

Ma il problema più grave, secondo gli autori della ricerca, è che i lavoratori si rassegnino alla precarietà e non abbiano più prospettive professionali. Inoltre, questa precarietà comporta un altro problema, quello dell'impossibilità di dar vita ad un progetto familiare. Infatti, il 51,2% di chi ha più di 35 anni non ha figli e la media sale all'82% se si considerano tutti senza distinzione d'età.

immagineGiovanna Altieri, presidente dell'Ires e coordinatrice della ricerca ha dichiarato "Le collaborazioni corrispondono a un modello di flessibilità basato sulla riduzione del costo del lavoro. Ma usare forza lavoro in termini di riduzioni dei costi non aiuta il Sistema Italia. Le persone vanno intese come capitale sociale e come valore delle imprese".

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CLASSIFICA

 

AMICIZIA, AMORE E COPPIA

 

I "MIEI" AMORI

 

LAVORO

 

VARIE

 

LICENZA

Ove non altrimenti specificato, i contenuti pubblicati in questo blog vengono rilasciati sotto Licenza Creative Commons 2.5 pertanto tutti testi e le immagini, tranne dove espressamente vietato, sono ripubblicabili e ridistribuibili nei termini della licenza indicata. Per il materiale di terzi, laddove possibile, sono indicati la fonte e i termini di licenza.

 
Maxso's Blog

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 101