Creato da mister_leonardo il 06/03/2008
“The charms of the passing woman are generally in direct proportion to the swiftness of her passing (Marcel Proust)

Ultime visite al Blog

enzobiancheraintasata_menteITALIANOinATTESARossellaAlfanoChoderlosCercoTIRESIA06anastasiaxxpiccolofioredesertonuts0roccus0francyyyxmatelda29vostra.noisetteinverno_77mister_leonardo
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

I miei link preferiti

 

« Dio e la DonnaEuphrosyne »

Di necessità virtù ... lo strano caso del dr. James Miranda Stuart Barry

Post n°13 pubblicato il 09 Marzo 2008 da mister_leonardo
Foto di mister_leonardo

Non è nota l'esatta data di nascita di questo personaggio realmente esistito, che per ben 46 anni ha lavorato come Ispettore Generale dell'Ospedale Militare nell'Esercito britannico. Alcune fonti riportano la data del 1792, mentre altre indicano il 1795.
James Miranda Stuart Barry dovrebbe essere nato più o meno ngli anni in cui Thomas Jefferson stava perfezionando la Costituzione Americana, mentre in Francia si preparava la Rivoluzione.
La tesi più accreditata riporta che il dr. Barry sia nato in Irlanda come Margaret Ann Bulkley, figlia di Geremia (un venditore di frutta e verdura a Cork) e Mary-Ann Bulkley, sorella del più famoso James Barry (e omonimo del nipote), artista irlandese e professore di pittura presso la Royal Academy di Londra.
La chiave di prova di questa verità verrebbe da circa due dozzine di lettere scritte dall'adolescente studente in medicina, molto meticoloso, che firmava le lettere come James Barry e sulla busta come mittente scriveva Miss Bulkley.

Alcuni storici sostengono invece che sia figlio illegittimo di un membro della nobiltà inglese, e che questo sia provato dalla sua stessa carriera e dagli appoggi influenti di cui godette per fare carriera.

Nel 1803, Geremia Bulkley fu imprigionato per debiti, lasciando la moglie e la figlia diseredate. Mary-Ann fece appello a suo fratello,  Barry l'artista, con la speranza che potesse aiutare Margaret a finire la sua istruzione, per poterle dare una vita rispettabile.
Barry l'artista (Bilancia dell'11 ottobre) frequentava un circolo liberale i cui membri erano sostenitori dell'istruzione delle donne, e discusse di questo problema familiare con due amici, il medico Edward Fryer e il generale Francisco Miranda, rivoluzionario venezuelano che ogni tanto si fermava a Londra.
Lo zio James morì improvvisamente, nel febbraio del 1805, espulso dalla Royal Academy of Arts a causa dei continui litigi con gli accademici e visse in povertà, perchè versava le 1000 sterline che gli passava l'Academy in un fondo per la giovane Margaret.
Alla morte dello zio James, nel giro di pochi mesi Margaret e sua madre si trasferirono a Londra, e per i successivi tre anni, la ragazza studiò prendendo lezioni da Fryer e sfruttando l'ampia ed elegante biblioteca del generale Miranda.
Il denaro era poco e il 19 maggio 1806, scrivendo da Brook Street (ora Stanhope Street), la sedicenne Margaret stava cercando di ottenere un posto di lavoro, presumibilmente come insegnante, a Camden Town nella casa dell'avvocato Reardon, al quale aveva scritto: "E' molto utile per la signora Bulkley (mia zia) avere un gentiluomo che si prenda cura di lei in un paese straniero", firmandosi "James Barry".
Questo indicherebbe, secondo gli storici, il momento esatto in cui la metamorfosi di Margaret ha avuto luogo.
Sfortunatamente, in quell'epoca solo gli uomini potevano essere ammessi alle scuole mediche in Gran Bretagna, mentre alle donne non era permesso di studiare.
La storia non rivela quando il piano per l'educazione di Margaret divenne un complotto per fare un medico, ma solo che nel complotto erano implicati il dott. Fryer, il generale Miranda, l'avvocato Reardon, i fratelli Somerset, Charles (futuro governatore della colonia di Città del Capo) e Fitzroy (comandante in capo delle forze di Sua Maestà) e William Godwin, vedovo di Mary Wollstonecraft, il cui libro "Rivendicazione dei diritti della donna" era stato pubblicato nel 1792 (Godwin era stato uno stretto amico dello zio James).
L'unica scappatoia per Margaret per poter accedere alla scuola di medicina era dunque quella di assumere un'identità maschile e fare l'audace passo di alterare il suo aspetto e la sua persona per apparire un uomo giovane e sostenere l'inganno fino a dopo la fine degli esami: la scoperta del vero sesso del giovane studente di medicina avrebbe rovinato qualsiasi possibilità di successo.
Il piano per l'istruzione di Margaret era diventato molto più ambizioso, perchè il generale Miranda (uomo dalla mente aperta ed eccentrica) aveva avanzato l'ipotesi di dare a Margaret un posto di lavoro in Venezuela, dopo aver liberato il Paese dagli Spagnoli, sicché il giovane medico avrebbe potuto riprendere la sua identità femminile, una volta laureato.
Così, il giovane James fu accettato nell'Università di Edimburgo come "studente di medicina e letteratura" nel 1809 e si imbarcò già vestito da ragazzo.
La scomparsa di Margaret Bulkley e la sua cancellazione dalle pagine della storia, e la comparsa di James Barry erano state attentamente pianificate. Ella potreva essere riconosciuta a Londra, ma era sconosciuta a Edimburgo, ed è stato fondamentale che dovesse essere così. Assumendo l'identità di James Barry (l'artista), con l'aggiunta del nome del generale Miranda e quello dell'avvocato Reardon (Stuart), il giovane studente di medicina raccontava di avere altri fratelli (Giacomo, Giovanni, Patrick e Mary Ann) e un fittizio padre putativo, tutti rigorosamente morti.
In una lettera dell'11 maggio 1810, scriveva all'avvocato Reardon (l'unico a conoscere la metamorfosi): 'Non è affatto necessario dare il mio indirizzo a nessuno dei miei amici inglesi o irlandesi, in quanto non mi piace essere molestato con lettere". La corrispondenza arrivata al suo vecchio recapito doveva essere racchiusa all'interno di una nuova busta e indirizzata a James Barry, studenti, Università di Edimburgo.

Ma si sa .... l'uomo propone e Dio dispone, e la legge di Murphy è sempre in agguato. Gli eventi successivi presero difatti una piega del tutto diversa.
Nell'estate del 1812, al momento in cui James Barry, studente di medicina, dava l'esame finale e discuteva la tesi di laurea, purtroppo il generale Miranda fu tradito dal suo protetto Simon Bolivar e imprigionato dagli spagnoli (restando in carcere fino a quando morì di tifo).
Il sogno venezuelano era venuto meno e il neo-laureato dottor James Barry fu messo di fronte ad un bivio: scegliere di rivelare la sua identità e affrontare un futuro molto problematico, o continuare ad essere il dottor Barry e trovare sicuro impiego.
Scelse la seconda strada, facendo carriera nell'Esercito britannico e arrivando al grado di Ispettore Generale dell'Ospedale Militare.
Se non l'esercito venezuelano, perché non l'esercito britannico? Dopo tutto, le guerre napoleoniche infuriavano, e l'Esercito della Regina aveva necessità di reclutare buoni chirurghi.

Qualcuno si è chiesto come abbia potuto il giovane James eludere l'esame di routine, parte integrante del procedimento di assunzione presso l'Esercito: come ha potuto la nuova recluta evitare di essere scoperto quando si fosse spogliato?
Per quanto abbia potuto adottare stragemmi ingegnosi, la presenza del seno e la mancanza di genitali maschili sono dettagli anatomicamente impossibili da trascurare!

Semplice!
La nuova recluta aveva presentato lettere da un eminente chirurgo (dott. Fryar) che attestava di aver visitato James Barry e di averlo trovato in eccellente stato di salute, e da Lord Buchan, amico del generale Miranda, che aveva organizzato altre lettere dal contenuto simile sfruttando le sue influenti connessioni con il mondo della medicina. L'esame fisico di routine era così scongiurato.

Dapprima solo come Aiuto, ma ben presto nominato Chirurgo titolare, Barry prestò servizio presso vari Reggimenti, finché, a partire dal 1820, ricevette diverse destinazioni al di fuori dei confini nazionali. Il primo di tali incarichi fu a Città del Capo, dove le brillanti doti professionali e umane del giovane medico ebbero modo di esplicarsi ed essere apprezzate. Durante la permanenza in quella località, Barry si adoperò per migliorare le condizioni dei soldati di stanza delle guarnigioni inglesi in Sud Africa, per dare un'assistenza decorosa ai lebbrosi locali e per impedire che venissero poste in vendita -come spesso avveniva- preparazioni mediche di scadente qualità.

Di grande abilità chirurgica, nel 1826 realizzò quello che è ritenuto il primo parto cesareo compiuto in Sud Africa (e uno dei primi al mondo), al quale sopravvissero sia la madre sia il neonato. Successivamente prestò servizio a Malta, dove si distinse prodigandosi durante un'epidemia di colera e fu per questo che, ormai scalati i gradi più alti della carriera militare, ricevette la nomina più prestigiosa, quella a Ispettore Generale degli ospedali militari inglesi. Fu inviato poi in Crimea, in Inghilterra, in Canada.

Di modi solitamente cortesi e gentili, Barry diventava rude e intransigente solo quando si trattava di difendere l'onore militare e il buon nome del Regno Unito. Famoso rimase, a questo proposito, uno scontro avuto con Florence Nightingale, poco dopo che questa aveva pubblicato le sue "Note sulla situazione sanitaria dei militari inglesi in Crimea", nelle quali si esprimevano dure critiche alla gestione dei comandanti e degli ufficiali medici.

Incontrata per strada la Nightingale, dominandola dall'alto senza scendere dal suo cavallo e di fronte a un gruppuscolo di soldati, Barry la apostrofò in malo modo accusandola in maniera piuttosto pesante. "Devo dire" ricorderà anni dopo la Nightingale "che [Barry] era la creatura più dura che abbia mai incontrato".

Solo dopo la sua morte, avvenuta nel 1865, si scoprì il suo segreto: quel medico non era affatto chi diceva di essere.
A gettare i primi sospetti sulla questione fu l'attendente che si  occupò di ricomporre la salma per la sepoltura, rivelando che il corpo de dr. James Barry aveva inconfondibili forme femminili.

L'affermazione era troppo sconvolgente per essere accettata  dagli alti gradi dell'esercito, che avrebbero perso completamente credibilità se avessero ammesso di essere stati vittime di una tale mistificazione per 56 lunghi anni (e che pertanto continuarono a sostenere che Barry fosse un uomo), ma anche dagli stessi colleghi del dottore, che non volevano in alcun modo riconoscere che una donna potesse eguagliarli o addirittura superarli in abilità professionale.

L'autopsia rivelò inequivocabilmente il sesso del dr. Barry: si scatenarono i pettegolezzi da parte dei vecchi commilitoni che confessarono alla stampa inglese di aver sempre saputo quale era il vero sesso della persona, ma di aver sempre taciuto per onorare una promessa di silenzio. Quelli che frequentavano Barry solo occasionalmente, dissero di aver sempre nutrito forti dubbi a causa dei comportamenti non proprio maschili di Barry e del fatto di non aver mai visto, sul suo volto, tracce di barba o baffi.

Nessuno comunque seppe spiegare i motivi dell'inganno (da ricercare nella tenace passione per la medicina), nè quanto tutto questo fosse costato a Margaret/James in termini di impegno fisico e psichico, e se la sua scelta l'abbia costretta a reprimere i suoi istinti naturali. 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog