Creato da monellaccio19 il 12/10/2010
scampoli, ritagli, frizzi e...lazzi

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Area personale

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 169
 

Ultime visite al Blog

surfinia60saturno.leoambradistellecassetta2monellaccio19volami_nel_cuore33vittoriocorradog1b9Lalla3672icavallidirosse_d_e_l_w_e_i_s_sbozovujovicmariateresa.savinolascrivana
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

 

« RICCHI E POVERI: NO QUEL...E LE STELLE STANNO A GUARDARE... »

LE FAVOLE CAMBIANO E LA MORALE NO?

Post n°3666 pubblicato il 08 Settembre 2020 da monellaccio19
 
Foto di monellaccio19

 

Un giorno, una sarta stava cucendo un vestito mentre  era seduta vicino al fiume. Improvvisamente il suo ditale cadde nell'acqua. Quando urlò con disperazione, il Signore apparve e le chiese:   "Cara figliola, perché piangi?". La sarta rispose che il suo ditale era caduto nel fiume e che ne aveva bisogno per continuare a cucire e aiutare così  suo marito a mantenere la famiglia. 
Il Signore allora, immerse la mano nell'acqua e tirò fuori un ditale d'oro con zaffiri.

"E' questo il tuo ditale?", chiese il Signore. "No non è questo..." rispose la donna.

Il Signore di nuovo immerse la mano nel fiume e tirò fuori un ditale d'oro con rubini. 
"E' questo il tuo ditale?" chiese il Signore. Di nuovo la sarta rispose "No!" 
Il Signore immerse nuovamente la mano nell'acqua e tirò fuori un ditale in pelle.   "Allora è  questo il tuo?" chiese il Signore. 
"Si!" rispose la sarta. 
Il Signore fu contento dell'onestà della donna e per premiarla le dette tutti e tre i ditali. 
La sarta tornò a casa felice. 

Qualche anno dopo, la sarta stava camminando con il marito accanto al fiume quando, accidentalmente, lui cadde  e scomparve fra i flutti. 
Quando la donna urlò, il Signore tornò e chiese: "Donna, perchè piangi?" 
La sarta rispose, "O Signore! Mio marito è caduto nel fiume!".  Il Signore immerse la mano nell'acqua e tirò fuori Can Yaman.



"E'questo tuo marito?" Chiese il Signore. "Sì!" urlò la donna. Il Signore si adirò: "Hai mentito vero?". La sarta con il capo chino rispose: "Perdonami Signore, c'è stato un equivoco. Se avessi detto no a Can Yaman, avrebbe tirato fuori dal fiume Brad Pitt .




Avessi detto no anche a lui, avrebbe pescato dall'acqua mio marito e, dicendo la verità, avrebbe premiato la mia onestà dandomi tutti e tre!  Signore io non sto tanto bene in salute e sicuramente non avrei potuto mai prendermi cura di tutti e tre i mariti. Perciò ho detto sì a Can Yaman!".
Cosi il Signore, colpito dall'arguta osservazione, permise alla sarta di tenere Yaman con sè.

 Morale della storia:

Quando una donna mente,
è per un motivo giusto e onorevole, 
ed è sempre per l'interesse di tutti.

Mah.....funziona veramente così o anche le favole nel tempo sono cambiate?

E le donne? Che ne pensano le donne?



 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog