Benvenuti!

Ape bianca ronzi, ebbra di miele, nella mia anima e ti torci in lente spirali di fumo..

 

CHARLIE CHAPLIN

Ti criticheranno sempre,
parleranno male di te
e sarà difficile che
incontri qualcuno
al quale tu possa andare
bene come sei.

Quindi vivi come credi,
fai quello che ti dice il cuore
la vita è come un'opera di teatro
che non ha prove iniziali.

Canta, ridi, balla, ama
e vivi intensamente ogni
momento della tua vita
prima che cali il sipario
e l'opera finisca senza applausi

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 87
 

CHE TEMPO FA.. QUI!

 

NO!

No violence..

 

UN BLOG PARTICOLARE

MARIA LUISA SPAZIANI


A sipario abbassato

 

 

Letture e riflessioni

Post n°1685 pubblicato il 27 Gennaio 2020 da Vince198

 

E’ probabile che non sia a conoscenza dei più il fatto che del celebre “Bacio” di Francesco Hayez ne esistono diverse riproduzioni, tre le più celebri del pittore di origine veneziana: tutte incarnano ideali tipici del periodo del romanticismo e il “riflesso” lo si può ben vedere in questi amanti, travolti dalla passione, mentre si salutano - forse - per l’ultima volta.
L’uomo bacia e accarezza dolcemente il viso della sua amata, sembra essere in procinto di andarsene o, forse, sta fuggendo da qualche pericolo incombente. La donna, a lui abbandonata (non "aggrappata"), sembra manifestare estrema fiducia in un destino favorevole per entrambi.
C’è chi, in questo pur celebre bacio, oltre quando sopra riportato, ha inteso vedere la rappresentazione storica dell’alleanza franco/italiana contro l’impero asburgico (nella regione dove risiedo le testimonianze sono molto palesi specie nella bella Trieste), che ambisce a liberarsi da un abbraccio ritenuto “mortale”, nella consapevolezza che solo con una ferma volontà perseguita nel tempo sarà possibile raggiungere l’unità d‘Italia (come poi è avvenuto). Quindi – in fin dei conti -  un sottinteso significato storico molto importante.
Personalmente focalizzo la mia attenzione sul significato originario di questa disamina, ricordando ancora una volta che i dipinti sono tre: il primo, datato 1859, è conservato nella Pinacoteca di Brera (a Milano), il secondo è conservato da privati (1861) e si distingue per il colore del vestito di lei – nella prima bianco, nella seconda azzurro - infine l’ultima versione, dipinta nel 1867, che si distingue oltre che per l’abito azzurro di lei, per un velo bianco sugli scalini.
Quest’ultima opera è rimasta proprietà del pittore veneziano fino alla sua morte (probabilmente a lui la più cara).
Ho scelto  la seconda versione per il colore dell’abito di lei che trovo, a mio modo di vedere, più appropriato, che l’immagine riesce a trasmettere a chi la osserva. Il particolare del bacio esprime una grande dolcezza volta ad un futuro “roseo”, promettente..

 

 

 

Il bacio di Hayez - particolare

 

 

 

E mentre facevo queste riflessioni, aiutato anche da alcune ricerche nel web quando decisi di creare il blog, sono rimasto a lungo a pensare, meditare sul sottotitolo, cosa scrivere che potesse riflettere sensazioni intime di quel periodo della mia vita.
Fu così che mi soffermai su quei versi del poeta cileno Pablo Neruda, riportandoli, versi che sono l'incipit dell’ottava poesia di una raccolta intitolata "20 poesie d’amore e una canzone disperata" (1924).
Non è la prima volta che ne faccio cenno nel mio blog e credo che non sarà l’ultima: mi piace immensamente provare e riprovare quel brivido caldo dentro me, brivido che rende il sangue denso, il respiro irregolare, quasi affannoso..


..


Ape bianca, ebbra di miele, ronzi nella mia anima
e ti torci in lente spirali di fumo.

Sono il disperato, la parola senza eco,
quello che ha perduto tutto, quello che tutto aveva.

Mio ultimo ormeggio, in te cigola la mia ultima ansia.
Nella mia terra deserta sei l'ultima rosa.

Ah silenziosa!

Chiudi i tuoi occhi profondi. Lì aleggia la notte.
Ah denuda il tuo corpo di statua timorosa.

Hai occhi profondi dove batte le ali la notte.
Fresche braccia di fiore e grembo di rosa.

I tuoi seni sembrano conchiglie bianche.
Si è addormentata sul tuo ventre una farfalla d'ombra.

Ah silenziosa!

Ecco qui la solitudine del luogo ove non sei.
Piove. Il vento del mare caccia gabbiani erranti.

L'acqua cammina scalza per le strade bagnate.
Da quell'albero si lamentano, come malati, le foglie.

Ape bianca, assente, ancora ronzi nella mia anima.
Rivivi nel tempo, snella e silenziosa.

Ah silenziosa!

..

Resto, alla fine, anche io silenzioso..

 

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Vince198
Data di creazione: 21/07/2006
 

JESHUA

Jeshua
A. Carracci

 

MUGHETTI

mughetti

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Vince198Nuvola_volamilite70lascrivanaacquasalata111missely_2010MadamePANTERAlunetta_08glo.ferrarinina.monamoursolosorrisoavvbiaNORMAGIUMELLIcollineverdi_1900
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

ADDIO KOBE, R.I.P.


Il mio cestista preferito, da sempre

 

CIAO VIGOR..

Vigor Bovolenta
.. non ti dimenticheremo!

 

CIAO SIC..

Simoncelli
La tua vera vita non è finita, no!
Inizia proprio ora..

 

A ROS, CON AFFETTO..

"Ciao Vince carissimo! Attraverso i tuoi scritti e i tuoi pensieri si evince il tipo di persona che sei! Oltre che intelligente ed istruito, hai una personalità forte e determina. Ma sei anche gentile e discreto e sai stare al posto tuo. Esprimi le tue idee senza sopraffare gli altri argomentandole egregiamente. Mai mi sognerei di dire che sei un litigioso, infatti ho solo detto, ma amabilmente, "che belli i battibecchi di Th con Vince!". Sono stata chiara?:-)) Concordo sul tuo pensiero riguardo la parità dei diritti fra uomo e donna. E' risaputo, ad esempio, che in numero delle docenti nelle scuole medie e nelle superiori supera abbondantemente quello dei colleghi maschietti. Però, guarda caso, quando s arriva ai vertici della dirigenza, ci accorgiamo che le donne occupano mediamente il 20% di tali posti. La donna, per occupare un posto di prestigio, DEVE dimostrare di essere + brava del collega maschio. I telegiornali Rai,(e non solo) fino a una quindicina di anni fa, erano una prerogativa maschile. Poi, qualche "vertice", maschile ovviamente, ha pensato che anche una donna, poteva ricoprire tale incarico. E così è iniziata l'era de La Sorella, la Gruber e via dicendo. Mi unisco al tuo augurio, auspicando x la donna il raggiungimento pieno e paritario di tutti i diritti, indipendentemente dal suo aspetto esteriore. Ricambio un grande abbraccio x te, estensibile alla padrona Th, che ancora vaga x la sua casa, cercando di capire se dorme, o se è già desta! Ahahahahha( Scherzo Th, un bacione!)Ciaooo a tutti, Ros.. (Inviato da Ros il 20/05/08 @ 00:24 via WEB sul blog "gemme")"..


Grazie Ros, sono lusingato! Tanto ti dovevo per la tua genuina.. sincerità!
Vince