**TEST**
 
Creato da paolafarah il 19/07/2012
SCRIVERE ZEN

 

Archivio messaggi

 
 
 << Febbraio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29  
 
 

 

Area personale

 
 

Tag

 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
dolcesettembre.1DiVinoRossoSangueio_deja_vumauriziocamagnaQuartoProvvisoriosquaw04birillowiskyamorino11IrrequietaDmoschettiere62Tony_058prefazione09pilu1961thesunshiine0kora69
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

 

 
« VITA E ROMANZOLO SPAZIO FRA LE COSE »

I VOLTI DEI PERSONAGGI

Post n°2 pubblicato il 24 Luglio 2012 da paolafarah
 
Foto di paolafarah

I personaggi di un romanzo devono avere un volto, esattamente come i personaggi dei film e delle commedie teatrali, un volto fatto di rughe, di rossetto, di panico, di gioia, ed ogni dettaglio del volto deve riflettersi nella mente del lettore creandone l’immagine. E’ così. L’attenzione visiva è la forma di attenzione più facile ed un romanzo deve riuscire a catturarla esattamente come un film, come una commedia. Vedere il volto aiuta ad amare/odiare il personaggio, aiuta a capirlo, aiuta a vivere con ansia o con dolcezza le sue storie, aiuta a non perdersi, pagina dopo pagina, ad affezionarsi anche, a ricordare. Viceversa un personaggio senza volto è una sfida, intrigante e sottile, artistica, sofisticata. Non dev’essere per caso o dimenticanza. Anche il personaggio senza volto può catturare l’attenzione, anche di più, ma nella mente del lettore deve stagliarsi nitido un contorno scuro fatto di rumori, di passi, di voci, di abitudini, un contorno scuro fatto quindi di mistero ed essenzialmente di attesa: l’attesa d’incontrare un volto, che forse non s’incontrerà mai.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog