Creato da blogiulia il 18/01/2008

Solo Cinema

Un blog dedicato unicamente al cinema e ai film

UTENTI ONLINE

counter
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

FACEBOOK

 
 

 

 

« Concorso Toto Oscar 2009...Operazione Valchiria (Br... »

Milk (Gus Van Sant, 2008)

Post n°88 pubblicato il 25 Gennaio 2009 da blogiulia
 

Locandina Milk

Film biografico su Harvey Milk, primo gay dichiarato ad aver raggiunto una carica pubblica negli Stati Uniti.

L'ultima fatica di Gus Van Sant è un bel film. La ricerca della ricostruzione storica perfetta, lo ha portato a scegliere di girare proprio nel quartiere di San Francisco in cui la carriera politica di Milk nasce e si realizza, ovvero Castro. Il "ghetto" degli omosessuali, l'unico posto in cui i gay si sentissero liberi di non mentire sulla loro sessualità. Harvey Milk si è fatto portavoce dei diritti civili degli omosessuali, affrontando dure sconfitte ma anche improbabili vittorie, come l'abrogazione della Proposition 6 che vietava ai gay di insegnare nelle scuole.
Il film viene distribuito in un periodo (l'elezione e l'insediamento di Obama) che inevitabilmente ci porta a riflettere sulla particolarità dell'elettorato americano. Gli americani sono capaci di stupire, sono capaci di cambiare.
Sean Penn è di una bravura immensa, direi come sempre. Tutti gli attori, comunque, danno davvero un'ottima prova, da Emile Hirsch (irriconoscibile) a James Franco.
Ottima anche la colonna sonora.
Però, c'è un però. Gus Van Sant non è stato capace di veicolare le emozioni. La storia prende per il suo interesse sociale, ma dal punto di vista emotivo non arriva come dovrebbe. Manca il livello empatico, che si concretizza solamente nella scena finale del corteo funebre.

Voto 7.5

Trailer

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/solocinema/trackback.php?msg=6378146

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Tapiroulant
Tapiroulant il 26/01/09 alle 10:37 via WEB
Beh, secondo me Sean Penn è abbastanza trascinante, anche a livello emotivo... Secondo me l'unico vero scivolone del film è rappresentato dal finale, un po' troppo a metà tra il poetico e il messianico (della serie: Milk nuovo martire), che rovina un po' il progetto nel complesso visto il realismo proto-documentaristico al quale si era votato. E' interessante comunque come non si cerchi di nascondere un elemento fondamentale della politica (di tutta la politica, anche la nostra italiana): per avere successo presso gli elettori, devi utilizzare gli stessi mezzi e modi del sistema che combatti, dagli abiti, al taglio di capelli, alla parlata, al trasformismo (il che è un po' triste, ma vero).
 
 
blogiulia
blogiulia il 26/01/09 alle 10:52 via WEB
Io non intendevo che Sean Pean non fosse trascinante, ma che il film non riuscisse a veicolare le emotizioni come avrebbe dovuto. Il limite è del film, non di S. P., che è bravissimo! La tua è una giustissima osservazione. Il bello di questo film è che offre tantissimi spunti di riflessione: è importante sottolineare (come ha fatto lo stesso Grillini su La Repubblica) quanto sia cambiato davvero poco nella considerazione sociale degli omosessuali dagli anni '70 ad oggi; è questa la vera tristezza! Il potere cattolico, dopo più di 30 anni, è ancora capace di stigmatizzare l'omosessualità come un crimine etico e sociale. Questo dovrebbe farci riflettere, soprattutto noi italiani...
 
Tapiroulant
Tapiroulant il 26/01/09 alle 16:51 via WEB
La mia riflessione però trascendeva la semplice battaglia per l'omosessualità per rivolgersi a tutti i movimenti "contro": per avere successo, sono sempre costretti ad adottare gli stessi schemi comportamentali di ciò contro cui si battono, il che significa poi scendere a compromessi col potere. E' una cosa molto triste. E riguardo a Sean Penn, intendevo dire che secondo me Van Sant lo dirige bene; e sa dosare abbastanza bene le emozioni, quando farle (attraverso di lui) sgorgare, e quando negarle...
 
tonono62
tonono62 il 26/01/09 alle 23:12 via WEB
Concordo con te, bel film ma poco emozionante, come quasi tutti i film biografici.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/01/09 alle 18:54 via WEB
Sei stata tirchietta! Io 8 l'avrei dato!
 
DolceA0
DolceA0 il 01/02/09 alle 10:18 via WEB
a me ha emozionato il momento del colpo di pistola...
 
 
Tapiroulant
Tapiroulant il 01/02/09 alle 12:39 via WEB
Sì, quello anche a me...
 
 
blogiulia
blogiulia il 01/02/09 alle 18:24 via WEB
Condivido...
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: blogiulia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 36
Prov: PA
 

SOLO CINEMA SU FB!

NEWS CINEMA BY ANSA

Caricamento...
 

BOX OFFICE ITALIA

OGGI AL CINEMA

Caricamento...
 

PROSSIMAMENTE AL CINEMA

Caricamento...
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

ULTIMI COMMENTI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

strong_passionjean29ocarlinosole713tipinotgiansartorettoqueen600sasacinemanv.fruscionetaintlessbal_zacsimonarivettaapetta68superValeryWIDE_RED
 
 

QUESTO BLOG È ISCRITTO SU...

BlogItalia.it - La directory italiana dei blog 

 

PAGE RANK

Check Google Page Rank

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom