Creato da cuspides0 il 19/04/2012

pensieri

fa che le parole siano il seme dei tuoi fatti

 

 

interpretazioni soggettive

Post n°244 pubblicato il 27 Agosto 2020 da cuspides0

Domenica mi sono scontrata per la prima volta con una realtà inaspettata.
Ho 57 anni, uno dei miei grandi sogni era avere figli ma non è accaduto.
Mi sono sempre avvicinata ai figli di amici e parenti con l'affetto di una zia, infatti qualcuno mi ha anche chiamata così.
Un vicino di casa 20enne deve aver travisato il mio comportamento, logicamente ho chiarito immediatamente la mia posizione ma ho iniziato a domandarmi in cosa avessi sbagliato.
non è mia la colpa(anche se farò molta attenzione d'ora in poi) e la storiella che segue spiega il perchè:

“Chi sono io?” Chiese un giovane ad un anziano
“sei quello che pensi” rispose l’anziano e te lo spiego con una storia
Un giorno, dalle mura della città, si videro sulla linea dell’orizzonte due persone che si abbracciavano.
“sono un papà e una mamma” pensò una bambina innocente
“sono due amanti” pensò un uomo dal cuore torbido
“sono due amici che si incontrano dopo tanto tempo” pensò un uomo solo
“sono due mercanti che hanno concluso un affare importante” pensò un uomo avido di denaro
“è un padre che abbraccia il figlio tornato dalla guerra” pensò una donna dall’anima tenera
“sono due innamorati” pensò una ragazza che sognava l’amore
“chissà perché si abbracciano….” Pensò un uomo dal cuore asciutto
“che bello vedere due persone che si abbracciano…” pensò un uomo di Dio
Ogni pensiero, concluse l’anziano, rivela a te stesso quello che sei.
Esamina di frequente i tuoi pensieri ti possono dire più cose di te di qualsiasi maestro

 
 
 

galli sfasati

Post n°243 pubblicato il 16 Agosto 2020 da cuspides0

Ieri notte alle 2.30 un gallo aveva deciso di svegliare il vicinato,

non so cosa può essere successo al suo orologio

ma a notte fonda non è il massimo sentirlo cantare per 5 minuti 

Mi ritengo comuque fortunata di avere questi suoni,

niente traffico,

solo galli e uccellino che fanno cagnara tra di loro...

 

 

 

 
 
 

pre-ferie 2020

Post n°242 pubblicato il 06 Agosto 2020 da cuspides0

Premessa: Il soggetto è un quasi cinquantenne che vive con mammà, definito "Prima donna" in ambito lavorativo, ha sempre lavorato sotto un unico tetto.

Ufficio con 4 persone Prima donna, Caio, Caia e Tizia
Tizio suona al citofono afferma che ha appuntamento con Caio, entra ma non conoscendo il posto si avvicina alla prima struttura vicino all'entrata (vuota), si dirige al magazzino in piena attività, ritorna alla struttura vicino all'entrata... nel frattempo Prima donna, Tizia e Caio commentano ridendo e definendo stupido Tizio che non trova l'entrata degli uffici.
Caia stufa interrompe il lavoro ed esce "Tizio l'entrata è qui", tempo trascorso al massimo 60 secondi.
Tizia dirà poi a Caia che Prima donna in quei 60 secondi ha ulteriormente commentato: Si lamenta sempre che è oberata e poi perde tempo e va a prenderlo anche per mano...

A QUESTO PUNTO UNA RISATA CI STA BENE.
Sapendo che Prima donna difficilmente si ferma in ufficio per 8 ore di seguito, il tempo lavorato sarebbe poi tutto da ricalcolare togliendo pausee, cellulare, internet...etc
Caia ha lavorato in tanti altri posti, sta in ufficio 8 ore a volte di più, e solitamente lavora le 8 ore con una pausa bagno di 5 minuti.

 
 
 

stanchezza

Post n°241 pubblicato il 30 Luglio 2020 da cuspides0

vorrei fare un lavoro importante al mio appartamento, sto valutando questa spesa
in momenti come questi sento tanto l'assenza di una persona accanto
qualcuno la chiama libertà e mi invidia, beh io invidio loro,
sono stanca di contare solo sulla mia mano,
stanca di orecchie che ascoltano mentre pensano ad altro

stanca ed è la peggior stanchezza quella psicologica

 
 
 

silenzio assenso!?!?!

Post n°240 pubblicato il 12 Luglio 2020 da cuspides0

A 30 anni ricordo che viaggiavo sui tram a Torino e mi accorsi di un signore che si era avvicinato troppo a due ragazze minorenni,me ne accorsi per lo sguardo spaventato di una delle due, senza dire nulla mi avvicinai e con la mia borsa ingombrante lo costrinsi ad allontanarsi lanciandogli uno sguardo truce.
Più o meno alla stessa età sulla metro a Milano con la scusa della ressa uno si strusciava sul ginocchio della mia amica seduta accanto a me...l'ho guardato direttamente in faccia e ad alta voce ho detto "la vuole smettere???"
A 40 anni al supermercato è capitato a me, avevo una gonna larga e lunga fino ai piedi e una maglietta normalissima niente di "invitante", pensai ad un cestino della spesa che involontariamente si fosse appoggiato al mio fondoschiena, la seconda volta il dubbio svanii feci appena in tempo a vedere il tizio che si allontanava...continuai con la spesa tenendo d'occhio le persone a me intorno, quando tentò di avvicinarsi per la terza volta aspettai che fosse a poco più di un metro e guardandolo in viso dissi a voce alta " lei resti ad almeno un metro di distanza chiaro?!?!?!"... mai più visto.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

cuspides0LoSoSoloIoChiSonoMeibimiLauretta11980prolocoserdianasergio171lubopoblack.whaleMalvenutaMedioemegliotempimoderni2019zossimorail_tempo_che_verraMARI066
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom