Creato da sughrue il 28/06/2004
tra sbuffi e sbalzi di vento

Area personale

 

FACEBOOK

 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultimi commenti

traslocando,trovai un ritaglio di Repubblica in un libro,Ho...
Inviato da: raffaella
il 23/01/2017 alle 10:37
 
Grazzie!
Inviato da: Art gastronomique
il 02/08/2013 alle 16:59
 
Thanks for agenzia investigativa roma taking this...
Inviato da: vsmashin
il 20/09/2012 alle 10:05
 
I especially appreciate the information and advice you have...
Inviato da: vsmashin
il 20/09/2012 alle 10:05
 
Thanks for your article. I strongly agree with you ...
Inviato da: vsmashin
il 20/09/2012 alle 10:04
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

immagine

 

 

« Messaggio #28Messaggio #30 »

Post N° 29

Post n°29 pubblicato il 24 Gennaio 2005 da sughrue
 
Foto di sughrue


 
La signora dirimpetto

Signò, voi che vi affacciate dirimpetto
alle finestre della mia dimora
avete suscitato nel mio petto
un fuoco che da tempo mi divora

Procacemente siete ben provvista
di certe forme che sono un bisciù
ca chi ve tene mente a prima vista
difficilmente se ne scorda cchiù

Nella controra spesso vi mettete
succintamente in ampio decoltè
e languida, disfatta vi stendete
per far la siesta sopra il canapé

Senza curarve 'e me ca tengo mente
stennite 'e ggambe, che felicità
mentre che la vestaglia lentamente
cade perchè spaccata per metà ..

Signò, 'nzerratavillo stu balcone
facitemi sta grande cortesia
muovetevi 'nu poco a ccumpassione
primma 'e me fa piglià 'na malatia

Di sera poi lasciate 'a senga aperta
mentr'io dalla finestra faccio 'a spia
non una volta sola vi ho scoperta
ca ve jate a cuccà, signora mia

Non vi so dir l'effetto che mi fate,
signò nun me chiammate faccia tosta
quanno 'nnanze all'armadio vi spogliate
mettendo in luce...tutta 'a rrobba vosta

Intanto dal mio posto di vedetta
sento il calore che mi da alla testa
mentre che vi levate 'a camicetta
mentre ca ve sfilate 'a sottovesta

È sempre con grandissimo diletto
lo sguardo scruta queste .. scollature
ma quando vi sganciate il regipetto
allora bonanotte 'e sonature

Quindi spegnete 'a luce e andate a letto
senza supporre ciò che avete fatto
lasciando l'inquilino dirimpetto
sfinito, sdilinquito e ... liquefatto.


Guglielmo Somma da "Salerno Controluce", 1962


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog