“La moto uccide”, il post profetico di Alessio, morto a 16 anni in sella alla sua Yamaha

La moto era la sua grande passione, ed è stata proprio la sua Yamaha a condividere con Alessio Granata, 16 anni, l’ultima notte prima dell’incidente che ha spezzato la sua giovane vita. Alessio si è schiantato contro un’auto, e per lui non c’è stato nulla da fare, mentre una sorte migliore l’ha avuta l’amico in sella con lui, rimasto ferito ma vivo.

index

Basta dare uno sguardo alla pagina Facebook del giovane Alessio per capire quanto fosse appassionato di moto, tanto che gli ultimi due post pubblicati meno di 24 ore fa parlano proprio di motori rombanti: “le cose più belle della vita impennano”, scrive su una foto a cavalcioni della sua Yamaha insieme ad un amico. Proprio quella foto sta in queste ore facendo il giro delle bacheche degli amici, che la condividono increduli.

Poco più in basso, Alessio pubblicava una foto che alla luce dei fatti suona terribilmente proferica: “La moto uccide, è vero. Ma lo stesso fa una vita monotona priva di emozioni”.

“La moto uccide”, il post profetico di Alessio, morto a 16 anni in sella alla sua Yamahaultima modifica: 2017-03-12T10:26:47+01:00da ellenaellena73
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.