ELEONORA e la luna

Nuda nella notte, i capelli sciolti sulle spalle, affacciata alla finestra sul mare, Eleonora osservava la luna e inspirava il profumo dell’acqua salata.

Francesco dormiva sereno dopo aver fatto l’amore con lei. Anche Eleonora si era addormentata, completamente appagata dal rapporto, ma poi si era svegliata, come richiamata da qualcosa, e dalla sua posizione aveva visto la luna piena.

Si era alzata silenziosamente per non svegliare Francesco e si era diretta alla finestra… aveva scostato la tenda e si era affacciata: piccole onde si rincorrevano e la luna si specchiava in acqua. Quel movimento lento e costante la ipnotizzava mentre cresceva in lei la sensazione che l’acqua pian piano la penetrasse delicatamente come un amante esperto e invadesse ogni angolo del suo corpo. La sensazione di essere posseduta in quel modo la eccitò al punto di provocarle un orgasmo. Si stupì di quella reazione inattesa che lasciò sfogare senza muoversi dalla finestra e tornando a guardare la luna si sentì riempire della sua energia femminile.

Quando tutto si calmò, si diresse verso il letto e si sdraiò vicinissima al suo uomo, pelle contro pelle. Lui la percepì nel dormiveglia, si girò, la guardò un attimo negli occhi e realizzando il desiderio di lei, avvicinò le labbra alle sue e ricominciò da dove avevano finito la sera precedente…

La finestra aperta « Ponza Racconta

ELEONORA e la lunaultima modifica: 2021-03-17T00:00:46+01:00da panteradicuori

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.