Sul retro ..

 

 

 

 
Sul retro del
mio destriero moderno, seguo la strada del passato,
trovando centinaia di scompiglio,
dietro i bei tempi che li nascondono. Per qualche ragione
mi chiamano “la macchina del tempo”, e non è vana, che mentre
altri modellano il passato…
Lo incavo quasi con precisione.

Che siamo tutti la somma di ieri ora, non negare, sentire dispetto o tormento, se hai rettificato, imparato e andato avanti, è un pagamento che vale la pena fare.
E io sono la macchina del tempo, perché il mio passato è la mia storia intrecciata con gli altri, una grande epopea in cui ognuno svolge il proprio ruolo, ed è per questo che non ho rancore.

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr