Racconto parte 1-©

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Mondo assurdo, inesistenza del tempo, mancanza di significato, un luogo dove tutto è possibile. La vera libertà.

Lascio andare la mia mente, tolgo le catene, è come un animale selvatico che vuole solo correre libero, mi avvicino a lei e lei mi guarda con volto consapevole.
– “Oggi è un gran giorno” dico.
Lei mi guarda e ringhia, diventa irrequieta, allento i suoi legami e la lascio libera, lei corre, vuole correre e nessuno la fermerà, ama il vento in faccia, è come il miscuglio di tutti gli animali che conoscevo una volta, è ognuna di loro in un momento diverso, in modo astratto subisce cambiamenti a piacimento e mentre la seguo per riprenderla vedo mille e una situazioni, vecchi tempi, storie assurde e alcune meno.

La mia mente va in una stanza dove c’è quello che sembra essere un giudizio:

– “Lascia entrare l’accusato” disse il giudice.
Stavo entrando e mi hanno colto di sorpresa, mi ha guardato con la faccia di pochi amici e mi hanno fatto sedere sul molo, dopodiché uno strano ragazzo ha iniziato a parlare, era basso e diceva cose che erano molto incoerenti secondo me, cosa non importa cosa, è il mondo dell’impossibile.

– “E ‘accusato di non accusarsi” ha detto il ragazzo.

I volti stupiti delle persone all’interno della stanza mi hanno spaventato, mi sono innervosito e non ho capito niente, in quel momento un ragazzo che era accanto a me si è fermato e ha interrotto chiedendo di parlare,

– “questa accusa manca di basi, triangoli, quadrati e ipoteni “.

Quel ragazzo sembrava essere la mia difesa e di fronte a qualcosa di così assurdo la difesa sembrava essere altrettanto inverosimile, ma a quanto pare è stato molto efficace perché le persone si parlavano e con le loro facce davano credito a questa strana situazione, subito dopo si avvicinò me e ha detto nel mio orecchio:

-non preoccuparti. Io ti aiuterò.

“Avanti, signor Accusatore”, gli disse il giudice.

Che con i suoi occhi selvaggi spaventava più di chiunque altro, mentre guardava fuori dalla finestra quello che sembrava uno stagno dove le rane ballavano cantando.

– “Quanto è grande il fiume, quanto è grande il mare.
Se il mio pianto lo aumenta, quanto grande non deve essere.”

Quella canzone suonava familiare e mi ha lasciato perplesso … c’è qualche situazione significativa al mondo in cui sono stato tenuto prigioniero? …

– “È accusato di pensare e mettere in discussione la vita in modo razionale, cosa puoi dirmi a riguardo”
L’accusatore sorrise, come se quello che aveva detto fosse la sua più grande carta da giocare.

Ho guardato quello che sembrava essere il mio avvocato e lui mi ha guardato con un’espressione impotente. È stato allora che mi sono fermato, ho chiesto di parlare e ho detto …
– “la vita non è altro che un insieme di cose senza significato apparente, situazioni sconnesse, concavi e convessi, azioni e reazioni analitiche da circo, con accenti di pensieri distruttivi e accenti carnevaleschi medievali, azioni vichinghe e canti di bardi ubriachi” .. .

Il mio avvocato sembrava orgoglioso, l’accusatore mi ha ascoltato e ha parlato.

– “HANNO VISTO CON QUALE AUTORITÀ DICE IL SUO PARERE, COME SE FOSSE INDISPENSABILE”. A cui ha continuato.

– Lo accuso di non ballare in pubblico e di rendere la vita amara agli altri.

In quel momento le persone si sono parlate e si sono guardate, tutto si è fatto di nuovo teso e il giudice ha chiesto silenzio e ordine, oltre a un branco di capre. A parte questo ha detto

– “questo sta diventando buono”, parlando con una delle rane nello stagno.

In quel momento ho affrontato la situazione e ho detto loro –

NON CAPISCO NULLA, spiegami cosa succede qui, devi dimostrare la mia colpevolezza in qualche crimine o mancante, ora vedo solo vaghe accuse e nessun fondamento apparente.

Fu allora che il mio avvocato mi interruppe e disse

– Dichiaro il mio imputato con demenza razionale, incongruenza temporanea di atti e pensieri, chiedo anche un paio di uova fritte.

– Assolutamente giusto, rispose il giudice. Questo ragazzo non sembra quello che è, anzi forse non è quello che sembra, fintanto che dichiaro che mi piace, sarà libero dalle catene dell’oppressione della ragione, come per non ballare in pubblico e rendere amara la vita per Per altri, verrà imposto un ordine restrittivo, oltre all’applicazione di un filtro di sincerità, nel mondo terreno devi andare in incognito e non far notare il tuo “pensiero astratto libero o incongruo applicato”, l’ordine di usa il pensiero razionale nel mondo umano, come misura precauzionale avrai visite limitate nel nostro mondo fintanto che i mandati di cui sopra non saranno rispettati. La sessione è aggiornata, ha detto con entusiasmo.

Mentre il mio avvocato mi ha guardato si è avvicinato e mi ha abbracciato, ha detto

– L’abbiamo preso a buon mercato, avrebbero potuto sospenderti e persino bandirti da questo posto, e dopo di ciò ha chiesto al giudice che fosse ancora lì.

– Quanto in alto è aggiornata la seduta, signor giudice?

A cui le persone hanno iniziato a parlare tra loro, come se la domanda avesse perfettamente senso. Mentre questo accadeva ho visto la mia mente correre sotto forma di cavallo verso quella che sembrava essere una montagna, me ne sono andato correndogli dietro …©

Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr