Uomo sulla Luna è un falso? Ecco le prove dei complottisti

Cinquant’anni fa l’uomo approdava per la prima volta sulla Luna, con Neil Armstrong, comandante dell’Apollo 11; l’ultimo fu invece Eugene Cernan, nel dicembre 1972. Gli USA battevano così l’URSS nella corsa alla conquista lunare, dopo che vi era stato ivi l’invio di alcune sonde prive di equipaggio umano, tra il ’59 e il ’66 (anche di una sovietica, nel ’66) per perlustrare il satellite.
Dal 1972 non vi sono stati più approdi da parte dell’uomo sulla Luna; anche se vari progetti sono in corso, anche da parte della Cina, che in realtà fin dall’inizio aveva sognato di superare le due superpotenze nella corsa allo spazio, diventando un loro terzo incomodo.

In realtà, come credo ben sapete, da più parti vi sono voci che vorrebbero l’allunaggio una sorta di clamoroso falso mondiale che l’America vuole farci credere.
Io ovviamente mi schiero tra questi. Dico ovviamente poiché ho imparato ad avere nel mio DNA un incalzante o San Tommasesco “beneficio del dubbio” e pertanto difficilmente credo fin da subito in ciò che mi dicono, soprattutto eventi di questa grandezza.

Del resto, mia madre mi ha raccontato che già durante la diretta Tv, mentre lei la guardava allattando mia sorella, mio padre disse: “nun è darett, è tutt fint!“.

Ma ecco le prove che i complottisti espongono.

CONTINUA A LEGGERE

Uomo sulla Luna è un falso? Ecco le prove dei complottistiultima modifica: 2019-07-20T10:10:46+02:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).