Chi è davvero Gianluigi Paragone, il grillino che salta da una bandiera all’altra

Se è vero che il potere logora chi non ce l’ha, i grillini logorati lo sono stati. Eccome. Perdendo la propria anima anti-sistema, finendolo per sposare. Mentre ovunque governino a livello locale (cosa che accade raramente, visto che si presentano sempre da soli), finiscono per deludere, litigare, peggiorare la situazione.

L’elenco dei flop amministrativi sarebbe troppo lungo. Ma in testa vede due città molto importanti come Roma e Torino. La prima rovinata dal consociativismo tra malapolitica trentennale a loro precedente e affaristi locali. La seconda invece ben governata da sempre dalla sinistra e ora quasi irriconoscibile.

L’ultimo tra i volti più importanti a ricevere il beneplacito da parte della elite del M5S la sera di San Silvestro è stato Gianluigi Paragone. Noto giornalista di Rai e La7, già direttore de La Padania e vice di Libero.

Tuttavia, analizzando la biografia di Paragone, si scopre che più che un grillino, è una cicala. Dei potenti. Eccola di seguito.

CONTINUA A LEGGERE

Chi è davvero Gianluigi Paragone, il grillino che salta da una bandiera all’altraultima modifica: 2020-01-08T13:36:01+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).