Hanno ucciso l’Uomo ragno: è stato il Politically correct

uomo_ragno

“Hanno ucciso l’uomo ragno” cantavano negli anni ’90 i mitici 883. Dove Spider man rappresentava metaforicamente la parte buona ed eroica dell’uomo, nonché i valori positivi della società, che venivano uccisi dal mito dal consumismo, dai poteri economici e dalla pubblicità (il brano cita anche la “Mala“).

Oggi però ad uccidere Spider man una seconda volta – dato che quei nemici nel corso degli anni sono diventati ancora più potenti – è il Politically correct. Quello che sta facendo strage di personaggi: dal maggiordomo di Batman, a la Sirenetta, passando per 007 e Lupin III.

La decisione è stata presa dalla Disney, che lancerà sul canale Disney + la serie “Spider Man and His Amazing Friends“. Ma con una censura per motivi razziali. Cosa avrà mai combinato l’uomo ragno di così offensivo?

CONTINUA A LEGGERE

Hanno ucciso l’Uomo ragno: è stato il Politically correctultima modifica: 2020-12-08T09:40:12+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Related posts