Hanno ucciso l’Uomo ragno: è stato il Politically correct

“Hanno ucciso l’uomo ragno” cantavano negli anni ’90 i mitici 883. Dove Spider man rappresentava metaforicamente la parte buona ed eroica dell’uomo, nonché i valori positivi della società, che venivano uccisi dal mito dal consumismo, dai poteri economici e dalla pubblicità (il brano cita anche la “Mala“).

Oggi però ad uccidere Spider man una seconda volta – dato che quei nemici nel corso degli anni sono diventati ancora più potenti – è il Politically correct. Quello che sta facendo strage di personaggi: dal maggiordomo di Batman, a la Sirenetta, passando per 007 e Lupin III.

La decisione è stata presa dalla Disney, che lancerà sul canale Disney + la serie “Spider Man and His Amazing Friends“. Ma con una censura per motivi razziali. Cosa avrà mai combinato l’uomo ragno di così offensivo?

CONTINUA A LEGGERE

Hanno ucciso l’Uomo ragno: è stato il Politically correctultima modifica: 2020-12-08T09:40:12+01:00da LucaScialo
Share via emailSubmit to redditShare on Tumblr

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).