Lavoro nero in calo? No, sono diminuiti gli ispettori che controllano

Il lavoro nero continua a essere una delle piaghe dell’economia italiana. A prima vista la sua portata sembrerebbe essersi ridotta in questi anni, dal momento che grazie alle attività ispettive sono stati rilevati circa 20mila lavoratori sommersi in meno dal 2010. All’epoca infatti erano 57.186, mentre nel corso del 2017 ne sono stati trovati 38.775. Parliamo del 33% in meno. L’Italia ha quindi svoltato? Non proprio, il problema persiste eccome.

I problemi ispettivi sul lavoro nero

lavoro neroIl dato che a prima vista sembra molto positivo, in realtà va letto alla luce di un altro dato. Il numero degli ispettori si è più che dimezzato durante questo lasso di tempo, passando da 4000 a 1945. A causa del blocco del turn-over nel settore pubblico, la consistenza della forza ispettiva è andata in continua e costante diminuzione. Siccome il numero di accessi ispettivi è rimasto più o meno lo stesso (si è passati dai 148.694 del 2010 a 142.357 nel 2017), questo vuol dire che lo stesso numero di ispezioni è stato svolto dalla metà degli addetti. Di conseguenza è stato fatto con minore profondità. Peraltro il personale ispettivo viene utilizzato anche in attività diverse dalla vigilanza.

C’è però anche un altro aspetto che sminuisce la portata del minor numero di irregolarità riscontrate. Da quando sono stati aboliti i voucher, moltissimi giovani vengono arruolati in nero con il preciso diktat di lavorare da casa. Il che rende molto più complicato il controllo. Inoltre il notevole incremento che hanno avuto le forme contrattuali di lavoro flessibile in alcune zone ha finito per comportato una consistente riduzione di fenomeni di lavoro nero “tout court». Le hanno quasi sostituite.

Si può quindi dire che si è ben lontani dal dire che siano diminuiti i lavoratori in nero. Oltre alla necessità di risollevare il numero degli ispettori, è altresì necessario ideare nuove formule contrattuali che semplifichino i rapporti di lavoro. Insomma la piaga del lavoro nero va combattuta su più fronti.

Lavoro nero in calo? No, sono diminuiti gli ispettori che controllanoultima modifica: 2018-07-22T12:38:06+02:00da nonsparei

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.