Creato da carmen46c il 27/06/2007

CARMEN AULETTA

I ricordi, certi ricordi, sono come tatuaggi, non vanno più via, sono parte della tua anima, della tua vita.

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

annarusso.87fosco6wanda.didarimario1985rmvercingetorige25305my_way70santiago.gamboasilenzioso.cuorekiwaiste.ale_2009carmen46clubopopantaleoefrancalumil_0tobias_shuffle
 

ULTIMI COMMENTI

Anatroccolo? Si...
Inviato da: carmen46c
il 13/03/2016 alle 07:25
 
Socrate52....non riesco a modificare il post e nemmeno a...
Inviato da: carmen46c
il 13/03/2016 alle 07:04
 
Eh si....hai centrato il punto! C'è qualcosa che bolle...
Inviato da: carmen46c
il 12/03/2016 alle 13:32
 
Carissima Carmen ! Dire che sono contento per te è...
Inviato da: socrate52
il 12/03/2016 alle 13:17
 
BUON ANNO....c'è la speranza che sia un po'...
Inviato da: fosco6
il 31/12/2013 alle 11:27
 
 
 

 

« RECENSIONE su Carmen Aul...‘A ‘MBASCIATA D’ ‘O VIUL... »

Recensione di Luisa Sordillo

Luisa Sordillo.

 Avvocato, scrittrice.

Parlare di Carmen Auletta presenta un’unica grande difficoltà, riuscire ad essere concisi!
Non ci si può fermare in superficie parlando di questa poetessa straordinaria, occorre intrufolarsi nella sua ecletticità, nella sua poliedricità, nella capacità di ripercorrere le tappe della sua stessa vita, dolorosa e sofferta, con un sorriso che illumina e ritempra chi legge le sue composizioni: creazioni profonde, riflessive, penetranti, che non lasciano mai il lettore insoddisfatto, rimandandolo sempre a pensieri oltre i soliti schemi, non banali, al valore della vita, al rispetto dell’attimo di felicità, alla ricchezza degli affetti.
Carmen ha l’abilità di parlare della sofferenza e della solitudine con le braccia allargate alla gioia, alla serenità, alla forza, vestendo un cuore nudo con abito a festa.
Lei stessa ha fatto delle esperienze del suo viaggio di vita, “a lunghi tratti oscurato da perturbazioni e turbolenze” ,un punto di forza, un bastone con cui farsi strada tra sentieri tortuosi e bui con la torcia dell’amore e dell’allegria. La sua napoletanità si riscopre anche in questo, nella veridicità, nella genuinità, nella straordinaria assenza di ipocrisie, nel desiderio di raccontarsi e non di stupire.
La musicalità e la bellezza delle sue opere permangono nell’animo del lettore, imprimendo un sigillo di fede, di speranza e di energia.
L’abilità dell’autrice si completa nell’affiancare a parole profonde e virtuose, immagini di cornice fantastiche, con i suoi quadri a tema che colorano, impreziosendolo, il suo mondo interiore, ricco e generoso.
Un plauso speciale dunque a questa nostra artista, splendida poetessa e pittrice, che fa vibrare corde, talora apparentemente irraggiungibili, dell’animo umano, donandogli un brivido di immortalità.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog