Creato da solosorriso il 17/01/2008

CertePiccoleVoci

E' bellissima da dentro la fine delle poesie, sapere che non c'è più tempo e dirti le mie...

 

In questo sole d'autunno...

Post n°2598 pubblicato il 12 Ottobre 2017 da solosorriso

SIEDONO INSIEME SULLA VERANDA

Siedono insieme sulla veranda,
il buio quasi sceso, la casa dietro di loro, buia.
La cena finita, hanno lavato e asciugato i piatti
– solo due adesso e due bicchieri, due coltelli, due forchette, due cucchiai –
poco da fare per due.
Lei siede con le mani ripiegate sul grembo,si riposa.
Lui fuma la pipa.
Non parlano,
e quando alla fine parlano è per dire
ciò che l'uno sa che sa anche l'altra.
Ora hanno una mente in due che infine,
per quante ne sappia, non saprà esattamente
chi prenderà per primo la porta buia, dando la buonanotte
e chi rimarrà a seder da solo ancora un po'.

Wendell Berry

Quella che vedo io non è una veranda ma un terrazzino dell'appartamento di fronte al mio...Conosco benissimo quell'appartamento, molto grande e bellissimo, perchè fino a qualche anno fa ci vivevano due persone che conoscevo da sempre...E' stata venduta interamente, così com'era rimasta...compresi i mobili che ancora ricordo perfettamente...
Ora invece ci vive una bellissima coppia di anziani che, in questi giorni senza pioggia e con tanto sole (quasi estivo al pomeriggio!), si siedono sulle loro poltrone sistemate vicine come fosse un divanetto...
Si gustano il panorama verso le montagne che inizia a rosseggiare tra il verde degli abeti infiniti oppure il rosa dorato di un tramonto che si disfa contro le cime di un grigio brillante.
Osservano e se la chiacchierano fitto fitto. Sorridono lievemente forse per il gracchiare di quella gazza malefica che si sta aggirando da qualche tempo nel nostro giardino... è fastidiosa se si ha mal di testa come me ma a loro invece sembra non dare fastidio...
Non riesco a definire bene l'età di entrambi, presumo siano vicino all'ottantina...capisco solo che devono essere stati bellissimi...
Lei, piccolina e magrissima, ha capelli candidi che un tempo saranno stati sicuramente lunghi e biondi ed ora sistemati in un raccolto morbido che lascia scappare qualche ciocca come fosse un vezzo per il suo uomo...Sì perchè lui ogni tanto glieli accomoda con gesti amorevoli...Ha braccia sottili e bianche che noto quando stende i panni con un' eleganza ed una grazia da farlo sembrare un gesto nobile...Non guarda mai nessuno mentre si muove sui balconi...è concentratissima o forse non le importa di quello che c'è oltre le sue mura che sembrano già piene di quello che le serve...La definirei distante, un pò algida, ma non superba...

Lui invece è un "giovanottone" ancora molto atletico...Lo invidio per come fa la rampa dei garage (niente affatto semplice) in sella alla sua bici...se non fosse per il caschetto di protezione che indossa, mi potrebbe ricordare mio padre...E' distinto nel portamento, alto e dritto come una pertica e quando saluta sembra fare un accenno di inchino...che sia stato un militare? Non lo escluderei...Non socializzano oltre il minimo dell'educazione e quindi nessuno sa molto di loro.

Per tutta l'estate brani di opere e musica classica provenivano dalla loro direzione e la sera c'è sempre una lampada accesa che favorisce sicuramente una lettura perchè non si vedono flash di luci tipiche di una tv...
Mi incuriosiscono da morire queste due persone e scommetto con me stessa che prima o poi avrò modo di parlare con loro...

Insomma, sembrano ormai vivere quello che si può tranquillamente definire il sereno ménage di una coppia di una certa età che, avendo ormai figli adulti e sistemati (forse) riscoprono un’esistenza a due.
Una tranquilla e complice intimità, che non sembra affatto noiosa nel suo calmo e abitudinario ripetersi...quella tranquillità che potrebbe persino sembrare un oziare amoroso in attesa di chiudere gli occhi...e questa bella poesia sembra quasi dedicata proprio a loro...

Ogni tanto li guardo e non li osservo...no, non li osservo, semplicemente li invidio un pò.

 
 
 

Etciuuuuuuuuuuu

Post n°2597 pubblicato il 08 Ottobre 2017 da solosorriso

Etciuuuuuuuuuuuuu etciuuuuuuuuuuuuuuuuuu etciuuuuuuuuuuuuuuuuuu Influenza ne abbiamo? A profusione!!! Non mi faccio mancare niente eh

Ufffffffffffff perdonatemi se stasera non riesco a passare da tutti ma proprio non riesco a stare seduta a lungo...

Vi auguro una buona serata ed una bella settimana

 
 
 

D'ottobre...

Post n°2596 pubblicato il 03 Ottobre 2017 da solosorriso

Sparge ottobre,

col dolce movimento,

del sud,

le rosse e le dorate foglie

e nel cader delle sue chiare spoglie, 

porta il pensiero all'infinito attento.

JUAN RAMÓN JIMÉNEZ 

 

Ed eccolo qua l'ottobre dai mille caldi colori...si aprono le porte all'autunno vero...alle giornate nebbiose ed ai primi freddi...situazioni che ci fanno apprezzare il rientro a casa...di correre in quel tepore consolante...Poi mi stufo ma per ora dico: che bello!


 
 
 

Buon fine settimana :-)

Post n°2595 pubblicato il 30 Settembre 2017 da solosorriso

Ecco, archiviato spazzolone, ammoniaca, aspirapolvere, stracci e straccetti, dichiaro ufficialmente chiusa anche la stagione delle pulizie profonde...Lo so che le persone normali le fanno in Primavera ma io, per motivi vari, sono fuori giro da due anni...Sono stanca morta ma soddisfatta ...detesto sapere di avere la casa non perfettamente pulita e quando lo è, mi sento più leggera...

Ora, come sempre succede, non capiterà che arrivi qualcuno ad ammirare questa meraviglia (che rende poco eh!) e sì perchè per me è un classico avere gente quando ho la casa sporca o disordinata ahahahahahah vabbè dai...tutto sommato chi se ne frega...principalmente lo faccio per me

Questi due giorni mi voglio riposare e lo stesso spero sia per tutti Voi a cui auguro un sereno fine settimana


 
 
 

Sorridi, come tu sola sai...

Post n°2594 pubblicato il 25 Settembre 2017 da solosorriso

OGNUNO PORTA CON SE' IL SORRISO DI UNA DONNA 

«Già da bambino, intuivo che quel singolarissimo sorriso rappresentava per ogni donna una strana, piccola vittoria. Sì, un'effimera rivincita sulle speranze deluse, sulla grossolanità degli uomini, sulla rarità, in questo mondo, di cose belle e vere. Se allora avessi saputo dirlo, avrei chiamato quel modo di sorridere 'femminilità'». 
È l'incipit di un bellissimo libro di Andreï Makine, Il testamento francese, e potrebbe essere per molti uomini la descrizione di uno dei ricordi più intensi che ciascuno si porta dentro: un sorriso di donna. Per me, quello di mia madre." (Umberto Veronesi)

 

 

 
 
 

Buon autunno :-)

Post n°2593 pubblicato il 23 Settembre 2017 da solosorriso

Gioia d'autunno dorato,

affusolato e diafano,

come le dita di una tenera fanciulla.

Aleksandr Puskin

Bene...mentre io oggi chiudo  ufficialmente i festeggiamenti per il mio compleanno a cui avete partecipato tutti molto simpaticamente e ancora vi ringrazio di cuore, quatto quatto è tornato l'autunno
Pare che sia cominciato ieri sera alle 22.02, anche se le temperature ce l'hanno fatto percepire già da qualche giorno...Tra poco ci sarà da ammirare un tripudio di c
olori caldi e meravigliosi...lo scricchiolio delle foglie secche sotto i piedi regalerà una musica che solo la natura sa suonare...arriveranno le serate nel calduccio delle case profumate di castagne e vino...Mi piace l'autunno...adoro camminare nelle foglie secche...
E quindi buona domenica e buon autunno a tutti Voi con la speranza che sappia donarvi sensazioni che solo questa stagione sa dare

 
 
 

Olè...

Post n°2592 pubblicato il 13 Settembre 2017 da solosorriso

LA DISCESA

Sì, questa sera non è un'immagine,
le nubi sono rose, sì,
le rose sono vita, sì.

Questa sera tu sei tu,
non è nube l'amore in me,
è vita la rosa in me.

Juan Ramon Jiménez

Vi lascio un saluto profumato di rose...Mi fermo per qualche giorno perchè da domani avrò ospiti a casa...amici spagnoli che non vedo da moltissimi anni e sarà sicuramente emozionante rivedersi dopo tantissimi anni...

Dovrò dedicarmi più che altro alla cucina e questo mi stressa non poco ma insomma...in qualche modo me la caverò...tra sapori italiani, nacchere e sangria

Un affettuoso Olèèèèèèèèèè  a tutti voi...a presto

 
 
 

E tu...

Post n°2591 pubblicato il 09 Settembre 2017 da solosorriso

TU

Ognuna mi ha dato solo quello che poteva
darmi, a ognuna ho dato solo quello che
poteva prendere da me
                                   Hermann Hesse

Non so in che modo
entri nel territorio segreto
che mi abita

Mentre cammini
- Come riconoscendomi -
la api di giugno popolano il mio sguardo

Ti lascio attraversarmi.
Ti racconto i miei segreti.
Ti avvolgo con le mie risate.

So che vai di fretta.                                                                                                                                               
Non ti tratterrò.

M. CLARA GONZÁLEZ.

Sarà la giornata che dà un primo assaggio d'autunno...sarà questa lettura...non so però mi sono ritrovata immersa dentro ricordi profondi che portano un pò di malinconia...Eh sì, capita anche a me...capita anche a me di sprofondare nei ricordi di un amore andato....proprio come in questa poesia che mi ha attratta particolarmente...un amore  perduto che torna attraverso gli sconosciuti territori del sogno e non rimane che abbandonarsi ai ricordi...
Tramite i sogni si rifugge dalla realtà correndo su una strada colorata di verde, di speranza che sembra condurci in un posto dove trovare rifugio e sicurezza...un posto felice dove niente ci fa più paura...
Dobbiamo sempre aver cura dei nostri sogni e coltivarli come piantine preziose perché senza di essi la nostra vita sarebbe davvero un gelido deserto.

Buon fine settimana a tutti

 

 
 
 

Settembre...

Post n°2590 pubblicato il 04 Settembre 2017 da solosorriso

DOVE CI TROVEREMO L'ESTATE PROSSIMA?

Dove ci troveremo l'estate prossima?
Domanda che sempre affiora  in autunno
quando con l'auto attraversiamo
la pianura del nord, a mezzogiorno,
e ognuno  pensa a una felicità, solo, senza dir nulla.
Settembre, vastità del giorno, muri frondosi,
             la luce marina e i rapidi venti e sempre pensi
i baci sono durevoli, sempre pensi - che cosa pensi?
             Ancora una volta l'hai scampata, quest'estate.

C.  MECKEL 

Settembre andiamo è tempo di migrare...sembra essere il motto delle rondini che si stanno preparando al loro viaggio...ci sentiamo tutti un pò rondini nella dolcezza malinconica di settembre...
E l'abbiamo scampata sì questa lunga e calda estate che volge al termine...è fresco in questi giorni (forse anche troppo) un assaggio della stagione fredda che è proprio dietro l'angolo...con i suoi colori nuovi e la continua ricerca del tepore di casa...Ci prepariamo al tempo dell'attesa...  

Buona settimana e buon settembre a tutti

 
 
 

Una dedica speciale per Norma :-)

Post n°2589 pubblicato il 02 Settembre 2017 da solosorriso

(Immagine elaborata per Te da Nuvola Franci)

Cara Norma...eccoci qui a donarti i nostri auguri sinceri attraverso questo mezzo che ci unisce ormai da tempo...Ognuno di noi ti ha preparato e dedicato un pensiero per colorare, con il nostro affetto, il giorno del tuo compleanno....

Comincio io eh 

Nasceva

Oggi la

Radiosa e

Magica

Amica mia 

"Scrivono insieme

il cuore e la bambina

su un foglio senza tempo"

    Lucia Griffo 



Buon compleanno Bell'Amica Mia...Ti voglio Bene davvero Louise, nonché Thelma nonché Norma   smackkkkkkkkkkkkkk

 

Ed ora cedo la parola al Sommo Valerio :

Oggi só' ... nun ze dice!!

Nun ce se pô penzà, ma è propio vero
Oppuro me lo só inzognato ch'oggi
Ricóre er comprianno de 'st'amica?
Magara je potevo fà 'na rima!
Auguri, Norma bbella, amica nostra,

Già che cce sémo, te manno 'n'abbraccio,
Inzieme a Ccarmen, tant'affezzionata.
Un'antra cosa che tte vojo dì:
Meravijoso ggiorno co' li tua
E ttanta ggioia da matina a ssera!
Li doni, si cciavrai 'n po' de pacenza,
L'avrai pe' pposta ... solo quarche ggiorno!
Intanto, t'arigalo 'n po' d'affetto!

 


La parola ora passa alla nostra Francesca (una delle Thelme/Louise)

N essuna è come te
O de a te creatura fantastica
omantica e fantasiosa la tua penna vola
M agica
A uguri amica mia 

Ed ecco il nostro caro Vince cosa deve dirti:

"Ciao Norma, ho sempre pensato che i migliori auguri siano quelli fatti con il cuore e con il cuore te li faccio perchè sei un'amica speciale. Che questa, come le prossime 100 *__^ sia una giornata indimenticabile, in seno agli affetti a te più cari, cui associo questo mio breve, modesto ma sentito pensiero. Ancora affettuosi auguri! Vince"

 

Questo invece è il turno di Gina:

"Norma tu sei una persona speciale e il tuo compleanno  è una ricorrenza particolare....con i tuoi racconti mi fai fantasticare e giovane mi fai tornare... auguri con tutto il cuore a te che sei uno splendore... Gina" 

Ora la parola a Zia Rosa:

"Sembra incredibile, ragazzi, ma è passato proprio in fretta quest'ultimo anno! E, nonostante le peripezie che ognuno di noi vive nella vita, oggi ci si ferma, si rimanda tutto a domani. Perché? Perché oggi è un giorno 'speciale'...Un compleanno 'speciale'!
Sì, ci fermiamo e ci riuniamo tutti, per fare gli auguri alla nostra 'amica dell'estremo nord'! Chi? Ma sì, che la conoscete! Suvvia! Scorrazza qua e là con il suo bolide rosso e fiammante, sui tornanti della sua Valtellina e tra le righe dei nostri blog.

Come? Volete altri indizi? Uhmmm...Ok! Eccoli...

Datemi una N!

N ota, sei

E poi una O!

O ndeggiante

E anche una R!

R omantico

Mi serve anche una M!

M elodioso

E per concludere una A!

A rabesque

Il suo nome è... *N*O*R*M*A*!

Cara amica mia, sei bella, come la musica e le margeherite. (So che le ami tanto entrambe!)   Come sarebbe il mondo senza loro e... senza di te?

Felice compleanno, mia cara! Un mondo di bene, per te!

Zia Rosa"

(video scelto per Te da zia Rosa)


E concludiamo abbracciandoti forte forte e dicendoti tutti insieme 

Grazieeeeeeeeeee di essere come sei ma soprattutto grazie di essere nostra Amica 

  AUGURIIIIIIIIII CARA!!!! 

 

 

 
 
 

Shhhhhh

Post n°2587 pubblicato il 31 Agosto 2017 da solosorriso

C'è sempre
un silenzio che ci imbroglia,
perché lì,
sentiamo
tutte le parole che ci spaventano.

Cesare Pavese

 

E arrivano queste parole come bolle di sapone...Ma io le adoro le bolle di sapone!

 

 
 
 

Buona settimana :-)

Post n°2586 pubblicato il 28 Agosto 2017 da solosorriso

Stamattina una coccolina di Pato incontrato mentre andava, mattiniero, a fare i suoi bisognini ed il sorriso puro di una pupetta di pochi mesi mi hanno illuminato la giornata...è brutto il lunedì, sempre...ma a volte basta davvero poco per farselo piacere...

Fa ancora molto caldo...un'afa incredibile e pazzesca ufffffffffff non finisce più quest'anno...dicono che ha i giorni contati ma io sto trovando infinito...

Vabbè dai...tanto il tempo fa ciò che vuole e quindi cominciamola questa ultima settimana di agosto

Buona settimana ed un sorriso per tutti

 

 
 
 

... e 30!!

Post n°2585 pubblicato il 17 Agosto 2017 da solosorriso

Domani è il 18 agosto...un giorno d'estate come tanti...ma per me invece una data importante, impressa nella memoria e sulla pelle...ricorre un personalissimo trentennale...

Già...mi sembra un soffio ma sono passati trent'anni da quella sera in cui cambiava la mia vita...mi liberavo dalla gabbia genitoriale senza sapere se soccombevo o mi rafforzavo... Perdevo delle basi di sicurezza, soprattutto sotto l'aspetto economico, ma mi liberavo da una forma di soffocamento di cui a volte i genitori nemmeno si accorgono...un pò per egoismo e un pò per protezione...
Me ne andavo di casa e rischiavo in prima persona; poche cose con me...qualche indumento e oggetto preso alla rinfusa in un borsone di carta e via...Avevo già preso in affitto una casa da qualche mese ma non trovavo il coraggio di tagliare quel cordone ombelicale...Sapevo quindi dove andare a dormire ma non sapevo come mi sarei svegliata...
All'epoca mi vivevo una storia d'amore contrastata ed insicura che mi avrebbe fatto più male che altro...una storia destinata a finire...ma in quel momento mi sembrava la più bella del mondo...anche se io ero sicurissima che me ne andavo di casa per me e per nessun altro...
Insomma, partivo da zero...mi dovevo costruire tutta da sola...non avevo nulla...nemmeno lo spazzolino del cesso, solo qualche brutto mobile in un appartamentino che aveva già visto diversi passaggi...ma dentro quelle quattro mura c'era la mia libertà che pagavo a caro prezzo sotto tutti gli aspetti...In quegli anni una donna che andava a vivere da sola doveva per forza essere una poco di buono...oggi per fortuna le ragazze si rendono autonome con grande facilità e senza paura di giudizi e pregiudizi...Ma io guardavo tutti con aria di sfida fregandomene di pettegolezzi e pregiudizi.

Man mano che passava il tempo mi rafforzavo e mi costruivo...crescevo con la mia dignità e la mia casa iniziava a prendere forma...parlava di me con i miei colori, i miei profumi, la mia personalità...Era sempre piena di amici (forse anche troppi per come era piccolina) ed i primi due anni di libertà sono stati i più intensi ed i più belli di tutta la mia vita...Li ricordo sempre con immenso piacere, ero felice e mi divertivo come non mai...ho fatto tutte le follie e scemenze che fanno i giovanissimi, solo che io di anni ne avevo ben 26.
Il lavoro mi dava soddisfazioni e progredivo...mi beavo della stima dei miei superiori e un pò meno della cattiveria di alcuni colleghi...ma si sa, quelli te li trovi dovunque...Anche i rapporti con la famiglia piano piano si misero a posto...capirono o forse meglio dire si rassegnarono alla mia scelta...ma non mi sono mai sentita figliol prodigo...ho dato molto di più di quello che avrei dovuto e qualcuno ne ha approfittato alla grande...Non mi pento, lo rifarei...oggi so che la mia famiglia erano i miei genitori e li vorrei qui con me adesso perchè il tempo mi ha fatto capire che non c'è niente di più sincero e amorevole come le braccia di tua madre o tuo padre...

L'unica cosa che presto prese una brutta piega fu l'amore...la storia finiva (inesorabilmente per sempre) ed io con lei...il cuore si era cementificato un muretto invalicabile...ed io decisissima (e anche un pò vigliacca) a non volerne più sapere...La ferita era troppo profonda per viverne altre e quindi diventavo arrogante, cinica e superba...stronza...sì anche un pò stronza. Ero giovane, ero corteggiata...Ahhhh quanti uomini ho maltrattato...non con tradimenti o botte eh...ma con i miei atteggiamenti...la mia arroganza sembrava la frusta di un domatore di leoni...il primo che osava avvicinarsi al mio spazio, senza permesso, veniva sbranato...il mio quasi disprezzo li allontanava...e non so se qualcuno ha fatto lo sforzo di capire che la mia era solo una forma di difesa, che non volevo più soffrire...onestamente non me lo ricordo...so solo che non avrei svenduto per nessuno la mia libertà così duramente conquistata...

E oggi dopo trent'anni ho di nuovo l'impressione di sentirmi quella di allora...con poche cose in mano per ricominciare...basi traballanti che devo puntellare con la mia volontà...un lume per illuminare un percorso nuovo, oggi che sono più vecchia di allora ed  ho più paura...l'incoscienza della gioventù non c'è più...quell'incoscenza che fa sentire forti ed invincibili e con la certezza di avere ancora tanto tempo davanti.
Ma il tempo passa inesorabile...e pur se ci si stanca anche di lottare come leoni, io sono pronta a guardare di nuovo avanti...
Ho avuto mesi difficili in questo ultimo periodo...ora ve lo posso anche dire...Sono stata sull'orlo di una depressione terribile...ero avvolta da un senso di delusione che mi aveva destabilizzato moltissimo...non ero più io...non mi riconoscevo.
Portavo con me tutto il giorno un broncio continuo e avevo solo voglia di silenzio...Quando è così io preferisco allontanarmi da tutto e da tutti...ho solo voglia e bisogno di raccogliermi in me stessa cercando risposte a dei perchè che, in questo caso, non avevano risposta logica, e la voglia di lasciarmi andare dentro un baratro che sentivo sotto i piedi mi era sembrata la soluzione più facile...
La delusione profonda di alcune persone (anche a me molto vicine) di cui mi fidavo ciecamente, mi aveva portato a mettermi in forte discussione, a sentirmi inadeguata e a dovermi fare un'analisi spietata...e per quanto ho pensato e ragionato non ho trovato colpe in me oppure non ne sono stata capace...Io non amo i vittimismi, li detesto ma questa volta hanno proprio sparato sulla croce rossa centrando il bersaglio perfettamente...

E quindi, pur se la ferita è molto profonda ed inaspettata,  proprio grazie a questi trent'anni di me, sono capace ancora di guardare avanti e, se mi volto indietro è solo per capire che il passato è servito per insegnarmi tutto quello che doveva insegnarmi...Così come mi ha dato tutto quello che poteva darmi e mi ha tolto tutto quello che doveva togliermi...
E di quello che sarà il mio futuro...non lo so e non ci voglio pensare...qualunque cosa accadrà, succederà perchè doveva succedere...
Il futuro è solo un'immagine confusa a cui sicuramente diamo più importanza di quella che meriterebbe.

Dopo questi trent'anni posso solo dire che tutti i giorni che ho vissuto, belli o brutti, sono serviti a fare di me quella che sono, ma i momenti più brutti della mia vita, loro sì sono stati, indubbiamente, i miei migliori maestri di vita.

Ecco, sono consapevole che questo post è decisamente lungo e che non avrete letto in tanti...(magari lo lascio qualche giorno finchè non mi tornerà la voglia di cazzeggiare un pò) Forse ne avevo bisogno, i tempi erano maturi per sfogarmi un pò e quindi, detto ciò mi sa che non ci resta che brindare, no? 

 
 
 

:-)

Post n°2584 pubblicato il 14 Agosto 2017 da solosorriso

 

 

Davanti a noi stanno cose migliori di quelle che ci siamo lasciati alle spalle.

Clive Staples Lewis

 

Buona settimana e buon Ferragosto a tutti

 
 
 

Notte di stelle...

Post n°2583 pubblicato il 10 Agosto 2017 da solosorriso

Se vedete una stella cadente, trattenetela nel vostro cuore:
è l'anima di qualcuno che è stato capace di dare amore in questo mondo.
Bisogna sempre dare il meglio di noi stessi, e il meglio arriverà.
Sergio Bambarén

C'è vento stasera...forte...freddo e fastidioso...non è proprio la notte giusta per guardare stelle anche se il vento ha spazzato via i nuvoloni....Già...Stelle, sogni, sospiri...ricordi e disincanto...pazienza nell'attesa di vederle cadere e  poi magari nemmeno cadono e ti deludono pure loro!

Mah...chissà...eppure anche tra le stelle più belle sento una nota stonata...mi rendo conto che è davvero triste essere fatti di tutto quello che ti hanno fatto gli altri... E quindi...Fanculo pure le stelle!

Ma a tutti voi auguro di vederne una pioggia e che possano soddisfare ogni vostro desiderio

 


 
 
 

Come un gioco...come un sogno....

Post n°2582 pubblicato il 02 Agosto 2017 da solosorriso

LA PIAZZA

1.

Mi piace questa piazza. Più è deserta e più mi piace.
Posso popolarla di chi voglio, incontrarci, camminando,
gli altrimenti introvabili.
C’è mio padre che pure, a quanto so,
da queste parti non c’è mai venuto
ma sembra contento di passeggiare
(lui diceva, mi ricordo, flâner)
sotto i portici, o di scrutare
l’interminabile crepuscolo
seduto a un tavolino del caffè
fumando lentamente una delle sue Turmac con il filtro.
C’è mia madre, molto più giovane
di quando m’ha lasciato
(dai vestiti si direbbe persino che la guerra
debba ancora scoppiare):
sta aspettando l’autobus, forse,
o forse invece guarda i manifesti
della stagione di prosa, stupita
da tutti quegli attori e quelle attrici
che non ha mai sentito nominare.
E c’è, appena in ritardo, mio fratello
al volante d’una vecchia MG
(sì, per lui si può fare un’eccezione,
aprire per un attimo al passato l’isola pedonale),
così magro, così bello, un ragazzo di cinquant’anni!
e vedo che sorride,
che mi fa segno con la mano
come a dire “ci vediamo più tardi”
ma con l’aria di volersene andare,
di voler proseguire già stasera
per dove fa più caldo o c’è più neve.

2.

Oppure ecco di colpo le tue gambe meravigliose
sui primi tacchi alti della tua adolescenza.
Ti spio fra una colonna e l’altra, è fuori,
è alla gran luce che cammini, svelta e indolente,
dandoti arie d’avere i sedici anni
che non avrai che a maggio.
Come sbanda per tenere il tuo passo vittorioso,
con che delizia s’affatica
di decennio in decennio
a inseguirti fin dove non c’è traccia
né di me né di noi
la mia smodata tenerezza.

Giovanni Raboni

Trovo che questa poesia sia fantastica...ispira la fantasia del cuore, dei ricordi...come un gioco di bambini...Una piazza vuota e le figurine della nostra vita...quelle che non ci sono più e quelle che ci sono ancora. La dolcezza della nostalgia fa popolare la piazza con personaggi cari...la freschezza degli amori di gioventù...le chiacchiere e le risate, i bambini che rincorrono i palloni...mio padre che mi insegna ad andare in bicicletta...Divertirsi a mettere e togliere in base all'affetto ed all'umore...ma vuota non resterà mai...

Su, su...giochiamo...Io intanto la chiudo al traffico e voi chi ci mettete?

 

 
 
 

In-forma ;-)

Post n°2581 pubblicato il 30 Luglio 2017 da solosorriso

Dicono che tutti i giorni dobbiamo mangiare una mela per il ferro e una banana per il potassio.
Anche un'arancia per la vitamina C e una tazza di thé verde senza zucchero per prevenire il diabete.
Tutti i giorni dobbiamo bere due litri d'acqua, anche se poi per espellerli richiede il doppio del tempo che hai perso per berli.
Tutti i giorni bisogna bere un Actimel o mangiare uno yogurt per avere gli indispensabili bacilli L. Casei Defensis, che nessuno sa bene che cosa cavolo siano, però sembra che, se non ne ingoi per lo meno un milione e mezzo tutti i giorni, finisci per vedere sfocato.
Ogni giorno un'aspirina per prevenire l'ictus, e un bicchiere di vino rosso contro l'infarto, più un bicchiere di bianco per il sistema nervoso, ed uno di birra che già non mi ricordo per che cosa era.
Se li bevi tutti insieme, ti può provocare un'emorragia cerebrale, ma non ti preoccupare, perché non te ne renderai neppure conto.
Tutti i giorni bisogna mangiare fibra. Molta, moltissima fibra, finchè riesci a cagare un maglione.
Si devono fare tra i 4 e i 6 pasti quotidiani, leggeri, senza dimenticare di masticare 100 volte ogni boccone. Facendo i calcoli, solo per mangiare se ne vanno 5 ore.
Ah, dimenticavo, dopo ogni pasto bisogna lavarsi i denti.
Ossia, dopo l'Actimel e la fibra lavati i denti, dopo la mela i denti, dopo la banana i denti, e così via, finchè ti rimangono 3 denti in bocca.
Senza dimenticarti di usare il filo interdentale, di massaggiare le gengive e di fare il risciacquo con Listerine.
Bisogna dormire otto ore e lavorare altre otto, più le 5 per mangiare fa 21.
Te ne rimangono 3, sempre che non ci sia traffico.
Secondo le statistiche, vediamo la tele per tre ore al giorno.
Già, non si può, perché tutti i giorni bisogna camminare almeno mezz'ora, facendo attenzione a tornare indietro dopo 15 minuti, se no la mezz'ora diventa una.
Bisogna mantenere le amicizie, perché sono come le piante, da annaffiarsi tutti i giorni.
E bisogna pure tenersi informati, leggendo almeno due giornali e un paio di articoli di rivista, per una lettura critica.
Ah, importante, si deve fare l'amore tutti i giorni, però senza cadere nella routine.
Bisogna essere moderni, creativi e rinnovare la seduzione.
Bisogna anche avere il tempo per spazzare per terra, lavare i piatti, i panni, e non parliamo se hai un cane o magari dei figli.
Insomma, per farla breve, i conti danno 29 ore al giorno.
L'unica possibilità che mi viene in testa è fare varie cose contemporaneamente.
Per esempio ti fai la doccia con acqua fredda e con la bocca aperta, così almeno ti bevi i due litri d'acqua.
Mentre esci dal bagno con lo spazzolino in bocca fai l'amore (tantrico) col compagno/compagna che nel frattempo guarda la tele e ti racconta, mentre tu lavi per terra.
Ti è rimasta una mano libera? Chiama qualche amico! O i genitori!
Bevi il vino, perché, dopo aver chiamato i tuoi, ne avrai bisogno.
Il Bio Puritas con la mela te lo può dare il tuo partner o la tua partner, mentre si mangia la banana con l'Actimel, e domani fate cambio.
Mi è venuta la confusione mentale....
Adesso ti lascio, perché tra lo yogurt, la mela, la birra, il primo litro d'acqua e il terzo pasto con fibra della giornata, già non so più cosa sto facendo. So che devo andare urgentemente in bagno. E ne approfitto per lavarmi i denti.
Però, se ti rimangono due minuti liberi, portate tutto questo a conoscenza dei vostri amici, che devono essere annaffiati come una pianta. E se per caso l'aveste già fatto e non ve lo ricordate, vi perdoneranno perchè capiranno che è l'Alzheimer che, nonostante tutte le cure, non siete ancora riusciti a debellare. (dal web)

Ahahahahahahah proprio così....

 
 
 

Indaco dagli occhi del cielo...

Post n°2580 pubblicato il 25 Luglio 2017 da solosorriso

L'indaco è un colore bellissimo...lo si scorge all'alba ed a volte anche al tramonto...si mischia ai colori stupendi del sole quando ci saluta...Se poi lo si accompagna a questa canzone di Zucchero, il tutto si trasforma in un incanto...Leggendo qua e là ho scoperto che pare che la nostra aura assuma proprio questo colore...


Nella cultura New Age esiste anche la teoria dei bambini indaco...non ci sono prove scientifiche che confermino questa teoria ma è comunque interessante conoscerla.

Dei bambini indaco si sentì parlare per la prima volta negli anni 70. Sono bambini molto particolari...dotati di mentalità tecnologica ed elevate doti morali. Sono empatici, curiosi e con grande forza di volontà. Estremamente intelligenti ed intuitivi ma, al tempo stesso, iperattivi e disattenti. Bambini incapaci di usare il pensiero in modo lineare come fanno tutti ed assolutamente insofferenti a qualsiasi forma di autorità. Questi bambini presentano un lato emotivo molto sviluppato,  che richiede costanti attenzioni spirituali. Queste caratteristiche di solito, li porta ad avere una visione della vita basata sull'amore ed i buoni principi.

E proprio a causa di queste loro caratteristiche,  potrebbero avere notevoli difficoltà nel relazionarsi con i loro coetanei. Anche gli adulti avrebbero difficoltà a gestire questi bambini che possiedono un modello comportamentale del tutto nuovo che lascia sorpresi e spiazzati.

Chi sostiene questa teoria, crede che i bambini ritenuti affetti da sindrome da deficit di attenzione potrebbero essere bambini indaco. Questo significherebbe trattare con psicofarmaci dei bambini per cercare di riportarli ad una normalità che non gli apparterrà mai e quindi per questo motivo è nata una guerra contro la comunità scientifica.

Mi affascina molto questo discorso...non so se questo tipo di bambini esista davvero ma l'idea di un nuovo seme di umanità mi allarga il cuore. Sarebbe davvero bello vedere dei ragazzi capaci di fare delle proprie emozioni, capacità e doti morali, il fulcro della loro esistenza. Sono fermamente convinta che, sia che si tratti di bambini indaco o no, ignorare o soffocare il potenziale di un bambino perché ha caratteristiche insolite è comunque una forma di violenza, di ingiustizia. 

Ognuno di noi ha caratteristiche ed emotività diverse ed è proprio questo che ci rende unici... Il pensiero dell'esistenza di questi bambini "colorati" mi fa sorridere...mi intenerisce...Sì, perchè in fondo abbiamo tutti un bisogno impellente di nuovi punti di vista e di nuovi orizzonti.

 

 
 
 

1, 2, 3 Prova!

Post n°2579 pubblicato il 22 Luglio 2017 da solosorriso

Nessuno di noi è preparato. Né lo saremo mai. Ma questo è ugualmente il nostro destino: cambiare.
Si cambia con lentezza, la stessa lentezza che muta la primavera in estate, l’estate in autunno, l’autunno in inverno.
Non ci si accorge mai in quale momento la primavera diventa estate:
una mattina ci alziamo e fa caldo; l’estate è giunta mentre dormivamo.

Oriana Fallaci

 

Spero che questo post vada a buon fine...mi hanno detto che ora libero ha sistemato i problemi...vediamo se è vero...

Sereno fine settimana a tutti

 
 
 

L'AMORE S'INCONTRA, SI BACIA E SI ATTRAVERSA

Post n°2578 pubblicato il 10 Luglio 2017 da solosorriso

(Ali e Nino)

Una struggente storia d'amore. Ali e Nino, gli amanti che hanno ispirato la statua colossale in riva al mare di Batumi, in Georgia.
La vicenda, prima raccontata nel romanzo austriaco del 1937, è la triste storia di due innamorati.
A differenza delle tragedie tradizionali come Romeo e Giulietta, a separare Ali e Nino è la prima guerra mondiale e non delle famiglie in lotta. Ali, un azero musulmano, si innamora di una principessa georgiana, Nino, ma purtroppo, dopo che sono finalmente in grado di stare insieme, la guerra colpisce la sua casa e Ali muore. L'autore del romanzo è sconosciuto, accreditato con lo pseudonimo di Kurban Said. Nonostante le origini sconosciute, il titolo è diventato un classico della letteratura caucasica ed è considerato il romanzo nazionale dell'Azerbaigian.

Questo famoso amore ha ispirato l'artista georgiana Tamara Kvesitadze che nel 2010 ha realizzato una scultura in movimento. L'opera monumentale di metallo, conosciuta anche come la Statua dell'Amore, si compone di due figure un po' trasparenti in segmenti sovrapposti. Ogni giorno alle 19 di sera a Batumi (Georgia), le due figure si incontrano, baciano e "attraversano".

Trovo tutto questo semplicemente affascinante e meraviglioso....vale la pena perdere due minuti per guardare il video  Buona settimana...

 
 
 
Successivi »
 

NORMA E LE SUE PAROLE

(clicca)

 

INIZIATIVE

 

 

@@@@@@@@@@@@@@

 

AREA PERSONALE

 

 

hit counter

Per chi volesse farci un giretto, questo è il mio blog di immagini...dove siete liberi di attingere, se vi va :-) LaViaDeiColori

 

   

     

 

BASTA CON LE VIOLENZE

QUESTO BLOG E' CONTRO OGNI TIPO DI VIOLENZA SU DONNE E BAMBINI

 

ULTIMI COMMENTI

Buon w.e. e un abbraccio:)
Inviato da: ranocchia56
il 20/10/2017 alle 10:36
 
ci@o Carmen, buona serata e buon w.e. Myla :)
Inviato da: Myla03
il 19/10/2017 alle 18:59
 
Il tuo racconto, molto bello e coinvolgente, mi ricorda che...
Inviato da: coluci
il 19/10/2017 alle 18:33
 
Buon mattino_)Pasq
Inviato da: pasqualina2008
il 19/10/2017 alle 01:39
 
Ciao..splendida serata ^_^
Inviato da: molto.personale
il 17/10/2017 alle 15:59
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

ranocchia56Myla03colucipasqualina2008costanzatorrelli46molto.personalevalerio.sampieriNORMAGIUMELLIangeladipinto2007virgola_dfdalogabelettodoosarascappaturaaldo.formenton
 

UN SORRISO

Sorridi

Sorridi al sole che illumina la
terra e fa germogliare la vita
Sorridi al passero che si posa sul tuo davanzale
in cerca di poche briciole
Sorridi al vecchio che ti regala i suoi saggi consigli
e aiuta la sua mano tremante
ti benedirà
Sorridi all'amico quando cerca il tuo sguardo
ti chiede aiuto e sicurezza
Sorridi all'ammalato senza speranza
il tuo sorriso sarà per lui la medicina più preziosa
Sorridi al sorgere di ogni nuovo giorno
perché è un dono di Dio
Sorridi al timido bocciolo di un fiore
anch'esso ti annuncia il miracolo della vita
Sorridi al frastuono dei bimbi
essi sono la speranza di un mondo migliore
Sorridi all'amore in qualunque forma si manifesti
esso vince il tempo e lo spazio
Sorridi davanti alle meschinità della gente senz'anima
il tuo sorriso forse la farà ricredere
Sorridi quando ascolti note armoniose
la musica è linguaggio universale
Sorridi al tuo fratello dalla pelle più colorata
è in tutto simile a te
Sorridi e troverai la pace nel tuo cuore
e in quello degli altri. (
Ishak Alioui)

Un grazie per questi pensieri per me alla mia Amica Marie
StellaDanzante
 
Un pensiero di luce per la mia mamma
(Dono dell'amica Ale del blog Momenti-damadivetro)

 

 

 

 

Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi sul verde cupo della collina
così il mio corpo non lascia sfregi su di te e non lo farà mai
Oltre le finestre nel buioi bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio come manette fatte di neve
il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola si perde nei nostri abbracci
come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare un momento nell'aria
così come la tua testa sul mio petto
così la mia mano sui tuoi capelli
e molte notti resistono senza una luna, senza una stella
così resisteremo noi quando uno dei due sarà via, lontano.

Leonard Cohen

 

ERO UNA PICCOLA CREATURA

 

Ero una piccola creatura nel cuore

prima di incontrarti,

niente entrava e usciva facilmente da me;

eppure quando hai pronunciato il mio nome

sono stata liberata, come il mondo.

Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti.

Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri

stupidamente sono scappata da te;

ho cercato in ogni angolo un riparo.

Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito.

Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto.

Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto.

Restituendomi al tuo abbraccio.

Mary-Elizabeth Bowen

 

CONTATORE

Web stats powered by www.ninestats.com

 

LE MIE ORIGINI

 


Rossano (CS) - Chiesa Bizantina di San Marco

 

IO STO CON LORO

 

IMPARIAMO DAI BAMBINI

Nella società moderna abbiamo spesso la tendenza a trascurare le qualità umane naturali: bontà,compassione, spirito di collaborazione, capacità di perdonare.
Nell'infanzia invece si lega facilmente. Non ci si chiede che mestiere fa l'altro o a che razza appartiene. L'importante è che sia un essere umano come noi, e che nasca un rapporto.

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione dell'autrice e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della L. n.62/2001.
La maggior parte delle immagini e dei video provengono dal web, il copyright è dei loro rispettivi creatori anche se sconosciuti. Se il loro uso violasse diritti di autore, dietro segnalazione, provvederò alla loro rimozione.
Il mio grazie sincero va a tutti coloro che si adoperano con la grafica e consigli e rendono disponibile a tutti la loro creatività.  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 102
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.