Creato da solosorriso il 17/01/2008

CertePiccoleVoci

E' bellissima da dentro la fine delle poesie, sapere che non c'è più tempo e dirti le mie...

 

Venerdì 17

Post n°2551 pubblicato il 17 Febbraio 2017 da solosorriso

 

Lasciatemelo dire ma questo 2017, tra cose personali e non, mi pare che ha già fatto una strage uffffffffff...quante cose brutte stanno succedendo....e chissà quante ancora. Provo una certa ansia...una strana inquietudine e quindi ho provato a leggere qualcosa sul simbolismo che si nasconde dietro a questo numero 17 che pare sia un pò ostico alle popolazioni di origini latine e greche.

E proprio da queste letture mi sta venedo il dubbio che forse mi sto ammalando di eptaidecafobia  E' chiamata così la fobia legata a questo numero. 

Sembrerebbe che l'origine della superstizione secondo la quale il numero 17 porti sfortuna, sia legata al fatto che in numeri romani si scrive XVII, che è l'anagramma di VIXI (vissi), per cui morte...
Soltanto noi italiani però leghiamo il 17 ed il venerdì come massimo segno di sfortuna, correlandolo molto probabilmente al Venerdì Santo, giorno in cui si presume sia avvenuta la crocefissione di Gesù.

Anche nella smorfia napoletana il 17 rappresenta la disgrazia.

Nell'automobilismo il 17 è stato eliminato dopo la morte di tre piloti che gareggiavano con questo numero.

Secondo la cabala ebraica la creazione dell'universo avvenne il 17.10.3761 a.C. Se si sommano i numeri dell'anno, si ottiene nuovamente 17.

Nell'Antico Testamento il diluvio universale cominciò il diciassettesimo giorno del secondo mese e terminò il diciassettesimo giorno del settimo mese.
Nel Vangelo di Giovanni, in riferimento alla pesca miracolosa,  si parla di 153 pesci. E 153 è la somma di tutti i numeri interi da 1 a 17.

Nel Corano la forma di tutte le cose del mondo è il 17 e rappresenta l'equilibrio.

Per i pitagorici il numero 17 era una fastidiosa irregolarità tra i regolarissimi 16 (quadrilatero 4x4) e 18 (quadrilatero 3x6) mentre i matematici ne sono affascinati perchè è la somma dei primi quattro numeri primi (2, 3, 5, 7) ed è la somma di due quadrati (12+ 42) e ancora la somma delle cifre del cubo di 17 dà come risultato sempre 17.

Nel sistema numerico binario il numero diciassette è palindromo (10001), può cioè essere letto correttamente sia da sinistra verso destra che da destra verso sinistra.

Vabbè...giusto qualche stupidaggine  per augurare a superstiziosi e non, un buon venerdì 17

 
 
 

San Valentino

Post n°2550 pubblicato il 14 Febbraio 2017 da solosorriso

Questo giorno è riservato, da sempre, agli innamorati "da rose e cioccolatini", a quelli che vivono il momento beato, a quelli che forse sono più innamorati dell'amore che non di una persona, a quelli che negli occhi hanno solo cuoricini svolazzanti. Insomma a quelli che, forti anche della gioventù e  dell'inesperienza, viaggiano davvero a qualche metro dall'asfalto e che, prima o poi, qualche amara delusione li riporterà con i piedi a terra con conseguente crollo delle fette di salame dagli occhi... trasformando quei cuoricini svolazzanti in una serie di "cose" che non si vedevano o non si volevano vedere...
Io, ormai più disincantata (sono vecchia!) avendo molto a cuore questa  frase di Sant'Agostino: "Dell'amore di uno si accende l'amore dell'altro", oggi voglio invece privilegiare la forza dell'amore non corrisposto.

Sì, perchè anche un amore non corrisposto è carico di una forza incredibile. Un sentimento profondo è come una piccola goccia che, dirigendo la propria energia sempre e soltanto nello stesso punto, che sia ferro, roccia o un cuore, lascia comunque un suo segno.

Sant'Agostino, con le sue parole, spinge chi ama di un amore non corrisposto, a non perdere la speranza...a non demoralizzarsi...ma armarsi di tanta pazienza....valutando bene a chi è rivolto il sentimento e le motivazioni per cui non viene ricambiato...Se sono solo paure ingiustificate, freni psicologici o questioni di opportunità, non è una perdita di tempo continuare ad alimentare il sentimento che ci portiamo dentro.

Si dice che perseverare è diabolico ma io credo che, se un sentimento è sincero, prima o poi verrà ricambiato.

Comunque la pensiate e comunque lo viviate, buona giornata degli innamorati a tutti

 

 
 
 

:-))

Post n°2549 pubblicato il 12 Febbraio 2017 da solosorriso

Il sorriso sulla bocca di una persona

è come una lanterna sulla porta di una casa:

indica che c'è un'anima dentro.

(Proverbio Giapponese)

 

Ecco...quindi speriamo di poter sorridere tutta la settimana


 
 
 

La terza gioventù...

Post n°2548 pubblicato il 08 Febbraio 2017 da solosorriso

PER VAVA

Con te io sono giovane
quando laggiù gli alberi minacciano
e il cielo vanisce in lontananza
i tuoi occhi mi toccano.

Quando ogni passo si perde sull'erba
quando ogni passo sfiora le acque
quando le onde mi fervono in testa
e dall'azzurro qualcuno mi chiama.

Con te io sono giovane
cadono i miei anni come foglie
e qualcuno colora le mie tele
allora esse brillano di te.

E sul tuo volto il sorriso è radioso
più chiaro assai delle nubi più chiare
allora io corro dove sei
dove mi pensi e dove mi attendi.

Marc Chagall

Questo nomignolo così simpatico apparteneva a Valentina Brodsky, che fu la compagna di vita, durante gli anni della maturità, del grande pittore Chagall. A farli incontrare fu Ida, la figlia del pittore, poichè riteneva che il padre, dopo la morte della prima moglie, fosse troppo solo e spento come uomo e come artista...
Vava diventò così la sua segretaria e sei mesi dopo sua moglie con una notevole differenza di età...Questi versi sono proprio dedicati a lei e vogliono rappresentare un dolcissimo ringraziamento per quella passione vissuta in età matura e che lo fece sentire nuovamente giovane, motivato e più forte....

In fondo ci si innamora anche nelle case di riposo...The power of love


 

 
 
 

Di domenica...

Post n°2547 pubblicato il 05 Febbraio 2017 da solosorriso

ASCOLTANDO LA MANDOLA DI UN PRETE BUDDISTA

Ha una mandola il prete buddista di Chou:
scende dalla montagna dei Sopraccigli
verso Ponente, e la suona in onore mio.
I suoni vibranti somigliano al brusio
d'una foresta di pini mossa dal vento.
Come se uscisse lavato dall'acqua d'un fiume
il mio cuore si sente purificato.
La dolce melodia
s'unisce ai rintocchi d'una campana lontana.
Insensibilmente scende attorno il crepuscolo,
e i monti si smussano nella nebbia leggera.

§§§

Mi chiedi perché io viva nelle montagne azzurre.
Sorrido e non rispondo, il cuore tranquillo.
I fiori di pesco se ne vanno lontano, galleggiando leggeri sul torrente.
È un altro mondo, diverso da quello degli uomini.

Li Po


In questa domenica dove fuori un pò piove...un pò nevica...dove il vento di tormenta fa stare a casa volentieri  in serenità e tranquillità...
E proprio questo infonde la lettura di questo poeta cinese...Ho letto qualcosa della sua vita ed ho capito che sapeva vivere con spensieratezza, forse anche troppa visto che morì annegato mentre, ubriaco, cercava di catturare i riflessi della luna in un lago.
Trovo questi suoi versi semplici ma in armonia con l'universo...sembra di sentirlo il suono di questa mandola che si mischia con il rintocco di una campana, proprio come la musica rilassante per meditare che unisce, magistralmente, i suoni con il canto del mare o del bosco.

Buona domenica e buona settimana

 

 

 

 
 
 

Dedicato...

Post n°2546 pubblicato il 31 Gennaio 2017 da solosorriso

Dedico questa piccola poesia alla mia amica Pasq...un piccolo pensiero...per condividere il suo momento di dolore per il grave lutto che l'ha colpita...ti abbraccio cara, in silenzio ma con affetto...


Dietro quella maschera di donna forte c'era una sensibilità speciale.
Non una di quelle sensibilità millantate.
Una sensibilità vera, essenziale.
Di quelle che piangi nascosta dal mondo.
Di quelle che muori dentro ma sorridi fuori.
Di quelle che c'è sempre qualcuno di cui occuparsi,
ma avresti bisogno di occuparti di te,
ogni tanto...

Angelo De Pascalis

 

 
 
 

Giorni della merla...

Post n°2545 pubblicato il 29 Gennaio 2017 da solosorriso

Ed ecco che sono arrivati i tre giorni più freddi dell'anno, i famigerati giorni della merla...anche se oggi, a dire il vero, non è che abbia fatto poi così freddo...c'era un sole tiepido...i giacinti già stanno spuntando così come qualche violetta coraggiosa inizia a fare capolino tra le foglie un pò gelate...la primavera non è poi così lontana

Ma come mai questi tre giorni si chiamano proprio così? La leggenda narra che ai tempi in cui Gennaio aveva 28 giorni ed i merli erano bianchi, una merla, con i suoi piccoli, veniva continuamente strapazzata dal freddo che il mese sadicamente le mandava addosso ogni volta che lei tentava di uscire dal nido per procacciarsi del cibo. Stanca di questo trattamento, un inverno la merla fece sufficienti provviste per giungere alla fine del mese. Proprio in quell'ultimo giorno, pensando di aver ingannato il gelo, uscì dal suo nido a cantar vittoria. Gennaio, permaloso, per vendicarsi, prese in prestito tre giorni a febbraio e sferzò gelo e neve, tanto che la merla ed i suoi piccoli, per salvarsi, dovettero rifugiarsi in un caldo comignolo. Quando ne uscirono erano neri di fuliggine ma, per la gratitudine di essere salvi, rimasero neri per ogni generazione futura.

Mi raccomando, ad ogni buon conto, copritevi bene e passate una buona settimana



 
 
 

Per non dimenticare....

Post n°2544 pubblicato il 27 Gennaio 2017 da solosorriso

Nel Giorno della Memoria, ricordiamoci di guerre assurde senza senso, di forni accesi pronti a uccidere anime innocenti.
Nel Giorno della Memoria, ricordiamoci di urla non ascoltate, di quell'indifferenza al dolore di chi è morto ingiustamente.
Nel Giorno della Memoria, ricordiamo di quanto l'uomo sia una vera bestia, di quella morale persa a combattere.
Nel Giorno della Memoria, ricordiamoci dell'atrocità di ogni assurdo gesto compiuto, di quelle vite che non ci sono più.
Nel Giorno della Memoria, ricordiamoci dei fatti, di quegli orrori compiuti, di chi non c'è più. Di vite colpite senza colpe. 
(Silvana Stremiz)

E non solo il 27 gennaio!!!

 
 
 

Giorni di neve...

Post n°2543 pubblicato il 23 Gennaio 2017 da solosorriso

In un inverno freddissimo, un uccellino volava su un campo innevato.
Avendo le zampette piene di neve cercava un posto dove appoggiarsi.
Dall'alto tutto sembrava ricoperto di neve. Scendendo più in basso, però,
si accorse che c'era una pietra che ne era priva, allora l'uccellino si avvicinò e chiese al sasso: "scusami, sono infreddolito e ho le zampette piene di neve, posso appoggiarmi su di te per qualche istante?"

Il sasso lo guardò e subito disse: "ma certo!" L'uccellino si posò, si asciugò le zampette e dopo qualche minuto riprese il viaggio.

Nel ripartire disse alla pietra: "grazie, sei stato veramente gentile, sei l'unico su cui potevo poggiarmi...ti sarò per sempre debitore"...Ma il sasso rispose: "Grazie a te!  Ora non mi chiederò più che ci sto a fare!"    (Respiro Sacro)

Di questi tempi non c'è molto altro da aggiungere...

Buona serata e serena settimana

 

 
 
 

Questione di civiltà....

Post n°2542 pubblicato il 18 Gennaio 2017 da solosorriso

Stamattina dopo aver visto il tg, con ancora notizie sui disagi del gelo nelle zone terremotate, del fuoco intorno a Genova, dell'esondazione dei fiumi in Abruzzo, mi veniva in mente una canzone di Gaber che dice: "io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono!"
Già...poveri italiani...ogni giorno, se guardiamo un telegiornale ci sembra di assistere a veri e propri bollettini di guerra...siamo sempre sotto attacco...Questa volta sembra un feroce  accanimento su quelle povere terre già martoriate dai terremoti dei mesi scorsi...non bastavano le bufere di neve, il gelo e tutti i disagi che questi poveretti ancora vivono? No, non bastavano...oggi ancora scosse...Viene naturale chiedersi ma cosa hanno fatto di male sti poveretti?  Hanno provato a rialzarsi con tanti sacrifici dopo il primo terremoto ed ecco subito la scossa del 30 ottobre, la più grande nevicata dagli anni 50, le temperature più basse degli ultimi 25 anni...Che dire? Sono davvero senza parole e mi chiedo come facciano a non abbandonarsi totalmente alla disperazione questi poveri cristi...abbandonati da tutti...a questo punto anche da Dio...Chi si è salvato dalle macerie sta rischiando di morire di polmonite...

Dopo ogni evento catastrofico, assistiamo alle sfilate di politici e addetti ai lavori, nei luoghi dei disastri....loro con quelle facce meste, addolorate e posti in prima fila ai funerali....E poi? poi...cala il solito e notorio silenzio...
La generosità degli italiani ha dato molto a quei numeri verdi di solidarietà...e dove cacchio son finiti sti soldi? Perchè non sono stati usati subito per mettere al sicuro e soprattutto al caldo questa povera gente? Non voglio nemmeno pensare che siano confluiti nelle risorse che hanno coperto le ruberie di Montepaschi!

Dobbiamo assolutamente essere vicini e solidali con queste persone, questi italiani martoriati ormai da troppo tempo...e urge dargli la massima priorità altrimenti dobbiamo pensare che non viviamo in un paese civile....No, perchè la civiltà è un'altra cosa...la civiltà non ti abbandona nella neve, non ti lascia isolato al freddo, senza poterti muovere agevolmente, senza corrente, senza acqua, luce, scuole e riscaldamento per giorni e giorni!!!  Una società civile si occupa anche degli animali e non li lascia morire nel freddo.
Una società civile non risponde con vane parole ma con fatti concreti e immediati e non approfitta dell'opera del volontariato!!!

 
 
 

Brrrrrrrrrrrr

Post n°2541 pubblicato il 14 Gennaio 2017 da solosorriso

Ormai è già qualche giorno che fuori i pinguini fanno la hola per la felicità...io un pò meno eh!

E' freddo uffffffffffffffff e pensare che non ha nemmeno nevicato tanto...giusto quel pò che crea quei bei lastroni a terra così simpatici che al mattino, quando esci di casa, ti fai il segno della croce sperando di riportare a casa tutt'e due le gambe
Io sopporto tutto ma non il ghiaccio...quello, nonostante il sale e la sabbia, mi fa davvero paura...
In questi giorni si aspetta il "gelicidio"...parola davvero inquietante, sembra un vero e proprio attacco della natura...e non è nè brina, nè galaverna e allora ma che cavolo è? 
Questa è la definizione che ne dà wikipedia:
"Il fenomeno accade quando a livello del suolo è presente uno strato di aria fredda, con temperatura inferiore a 0°C, mentre sopra c'è uno strato d'aria più calda che consente la fusione della neve che cade dalle nubi (il gelicidio non si forma quasi mai da nubi calde, cioè da nubi da cui cade acqua allo stato liquido). Quando le gocce vengono a contatto con una superficie congelano all'istante, formano uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo, liscio e molto scivoloso, racchiudendo i rami degli alberi, gli arbusti, gli steli dell'erba, i cavi elettrici all'interno di un involucro assai duro di acqua cristallizzata e trasparente. Il deposito di ghiaccio che si forma sugli oggetti è detto spesso vetrone o popolarmente vetriore."

No dico...ma ci rendiamo conto? Ma non esiste!!! mi ci manca solo più questo ahahahahahahahahah credo sia davvero difficile mantenersi in piedi con questo coso qua...magari pure spinti dal vento forte e gelido di oggi...

Ho capito va...ad ogni buon conto me ne sto chiusa in casa

Auguro a tutti voi un sereno fine settimana e copritevi mi raccomando

 
 
 

Tiè :-(

Post n°2540 pubblicato il 08 Gennaio 2017 da solosorriso

Ecco...oggi giornata dedicata ad archiviare il Natale....a riportare la casa alla normalità, con gli oggetti di sempre che la contraddistinguono...
Smontare gli addobbi di Natale è sempre un pò faticoso...come il viaggio di ritorno dalle vacanze...sembra sempre più lungo di quello per la partenza.

E poi...ti dimeni tra scatole e scatoline, luci e lucine...ma chissà perchè non stanno mai tutte nelle stesse scatole da cui le hai tolte?

E poi...il sali scendi dalla cantina...che ti fa credere che tutto sia a posto...chiudi la porta alle tue spalle e mentre con un misto di stanchezza e soddisfazione, pensi "Oh ecco anche questo è fatto!", l'occhio viene attratto da un punto particolare e...eccolo lì, sìììì proprio Lui!!!
Il solito addobbino dimenticato che sembra guardarti con aria beffarda ed un ghigno malefico...Lui che anche quest'anno ha vinto la sua battaglia...
Lui che si fa beffe del tuo sconforto, dei fumi della tua rabbia e sembra dirti "ihihihih pensavi di aver finito eh...invece no! Tiè!" mentre ti fa il gesto dell'ombrello

E poi...e poi durante l'anno ogni volta che ti passa sotto gli occhi ti chiedi  "Ma che ci fa quest'addobbo qui?"

Buon fine della domenica e buona settimana

 
 
 

D'inverno...

Post n°2539 pubblicato il 04 Gennaio 2017 da solosorriso

Mi sono affezionata all'inverno perchè sento che è vero, non come l'estate che vola via e sembra così divertente e allegra ma non lo è, perchè il sole è sempre di corsa e lascia tutti con l'amaro in bocca. L'inverno non pretende di confortare, ma in fin dei conti sento che è consolante, perchè una si raggomitola su se stessa e si protegge e osserva e riflette, e credo che soltanto in questa stagione si possa pensare per davvero... M. Serrano

Non sono perfettamente d'accordo con tutto ma in effetti l'inverno fa apprezzare di più il tepore di casa...tisane calde, divano e copertine che non sempre spingono al sonno ma in effetti favoriscono i pensieri...riflessioni di ogni tipo... Diciamo che io è da giovedì scorso che sto chiusa in casa riflettendo e adesso ne avrei anche basta eh! Sono una belva in gabbia uffffff dovevano essere ferie questi giorni!!!!!

E vabbè dai...domani esco...al massimo avrò la ricaduta


 
 
 

Nel 2017...

Post n°2538 pubblicato il 31 Dicembre 2016 da solosorriso

E ci accingiamo ad accogliere e festeggiare un nuovo anno...Io lo chiudo con l'influenza purtroppo...Ammazzate che botta uffffff!!!
Oddio, a me come numero sto 2017 non è che mi ispira tanto ma ritengo che peggiore del 2016 non potrà essere...cos'altro ancora deve capitare? Già...sarebbe bello saperlo visto che è
prerogativa dell'essere umano voler sempre conoscere il proprio futuro...sapere con anticipo tutto quello che gli accadrà.
Io non leggo oroscopi e non credo nella previsione del futuro ma, in questi giorni leggendo un articoletto su internet, ho trovato una serie di profezie che dovrebbero interessare proprio il 2017.

Il famosissimo terzo segreto di Fatima può essere annoverato tra le profezie per il 2017 dato che, a seconda dell'interpretazione, prevedrebbe in questo periodo una terza guerra mondiale (ma non è già cominciata?!) oppure l'inizio dell'Apocalisse e la venuta di Cristo. Hmmmmm già troppa roba per i miei gusti. 

Un professore dell'Università di Mosca, seguendo la teoria delle onde di Kondatriev (non voglio manco sapere che sono!), ritiene che nel 2017 si concluderà un ciclo di sviluppo economico con l'arrivo di una profonda crisi (???? ancora di più?) ed uno stato di guerra planetaria.

Petro Régis, un contadino brasiliano, nel 2005, dopo un'apparizione mariana, profetizzò che "gli uomini del terrore raggiungeranno il Vaticano. La piazza sarà piena di cadaveri. L'umanità vedrà l'azione malefica degli uomini dalla grande barba. Il Colosseo crollerà." Non ha però specificato l'anno in cui questo dovrebbe accadere, per cui i più superstiziosi lo vogliono inglobare proprio nel 2017.
Questo fa davvero paura e sarebbe inaccettabile, per cui speriamo che sia una grande bufala!

Pare che anche Isaac Newton prevedesse il futuro, applicando complicati calcoli matematici alle profezie bibliche. Partendo dal libro di Daniele, secondo i suoi calcoli, la fine del mondo sarebbe prevista per il 2060. Ma lo studioso J.S. Elios ha rilevato alcuni errori nei calcoli di Newton e, correggendoli, ritiene che la data della fine del mondo sarebbe proprio il 2017. Andiamo bene! 

Richard Shirreff, vice comandante Nato in Europa, invece ha previsto  in un suo libro, che nel 2017 la Russia invaderà i Paesi Baltici scatenando una guerra. Una curiosità: secondo questo libro, al momento dei fatti, il presidente degli Stati Uniti sarà una donna. Quindi si è sbagliato!

Tra tutte ste profezie nefaste però  ne ho trovata anche una positiva perché una certa Teresa Neumann, mistica bavarese, aveva previsto un periodo di 18 anni, precisamente dal 1999 al 2017, in cui avrebbero trionfato "l'ignoranza, il disprezzo per la cultura, l'arroganza, la superbia, la violenza, il materialismo", diciotto anni in cui "l'asino avrebbe dettato legge al leone." Il 2017 dovrebbe dunque essere l'ultimo anno di questa triste situazione dell'umanità.
Questo sì che sarebbe bellissimo! Ed io proprio a questa profezia mi voglio attaccare!

Auguro a tutti un Anno Nuovo pieno di serenità ed armonia, di amore e soddisfazioni, di buona salute e qualche soldino in più che quelli servono sempre!

Buon Anno e baciamoci sotto il vischio va che è meglio!


 

 
 
 

Bellezza nelle parole...

Post n°2537 pubblicato il 28 Dicembre 2016 da solosorriso

IL PARADISO

Se un uomo in sogno attraversasse il paradiso e gli
dessero un fiore come prova di esserci stato e al
risveglio si trovasse con quel fiore in mano... e allora?
Coleridge

Ho attraversato il paradiso in sogno
e mi diedero un fiore.
Il fiore era lì quando mi svegliai,
sulle lenzuola. Era bellissimo.
Lo mostrai a mia madre
che viveva chiusa nel cuore di un carciofo,
filando la seta dei suoi occhi, intessendola
in meravigliosi sudari di mille colori.
Sono stata in paradiso, mamma - le dissi.
E lei prese dalla tasca
un fiore secco, uguale, identico.
E allora seppi
che non bastava
essere stati in paradiso.

Dolors Miquel

L'ultima volta che ho potuto partecipare al mio corso di letteratura ci è stata proposta questa poesia che mi ha incantata per la bellezza...mi ha colpito come questa poetessa catalana imbastisce i suoi versi intrecciando sogno e logica che restano in fondo mondi incompatibili...
Ma quanto bello sarebbe poter fare un giretto in Paradiso e portarsi dietro un pegno...un souvenir di quel viaggio magico...poterci incontrare e riabbracciare qualcuno di caro e poi tornare giù...con quel fiore in mano?


 

 

 

 
 
 

Buon Natale...

Post n°2536 pubblicato il 24 Dicembre 2016 da solosorriso

 

Alla ricerca dell'Anima del Natale

 

Si avvicina davvero questo Natale...con la sua atmosfera, le corse dei ritardatari per i regali...(ma riusciranno a fare un buon acquisto con la fretta?), cene e pranzi da programmaree preparare....E più si avvicina il Natale e più ci rendiamo conto che, pur se la magìa di un tempo si va dissolvendo, i nostri ricordi e gli occhi dei bambini sono in grado di regalarci ancora tutto l'incanto che meritano questi giorni.

A prescindere che adoro la Thun e tutti i suoi manufatti, ho trovato questo video che hanno creato per il Natale di quest'anno, veramente splendido...delicato e magnifico nel suo contenuto...se non lo avete già visto in pubblicità o su qualche canale internet, perdeteci due minuti perchè scalda il cuore davvero...

L'ho scelto per augurare a tutti Voi ed alle Vostre famiglie un Natale di pace e armonia...capace di regalare serenità ad ogni cuore. Non si potrebbe chiedere dono migliore

Vi auguro Buon Natale davvero, sentendo tutta la magica forza di cui quest'augurio è capace....Un abbraccio...

Carmen


 
 
 

Il Generale Inverno...

Post n°2535 pubblicato il 21 Dicembre 2016 da solosorriso

L'inverno è il tempo del conforto, del buon cibo,
del tocco di una mano amica
e di una chiacchierata accanto al fuoco:
è il tempo della casa. 
Edith Sitwell

In effetti è arrivato... questo inverno che comincia oggi con il solstizio....non mi piace molto l'inverno ma bisogna ammettere che c'è un certo fascino anche nei suoi rigori...ha il suo incanto con la neve che, silenziosamente, riesce a cambiare le cose...Ha nevicato lentamente per un giorno ed una notte ma la pioggia di questi due giorni ha quasi cancellato quel candore che illumina persino queste notti così lunghe e buie...
E' vero, è il tempo in cui si sta più volentieri dentro casa...in quel tepore che solo lei sa darci...In questi giorni a casa riesco a starci davvero poco...poco a tal punto che faccio faticare pure i corrieri, sono il loro incubo ahahahahahaha

E oggi a casa ho un pacco per me...è lì in mezzo ai regali...sono curiosa come una bambina io con i regali...non resisto alla curiosità e li apro subito per poi rimpacchettarli con cura e riporli insieme agli altri...Questo invece l'ho osservato per un bel momento, l'ho soppesato, annusato, scosso...così, giusto per capire cosa contenesse. Niente! Da questi gesti non sono riuscita a percepire niente...cavoli devo resistere...lo aprirò a Natale...l'ho promesso ed io mantengo sempre le mie promesse...



 
 
 

C'è Natale e Natale...

Post n°2534 pubblicato il 18 Dicembre 2016 da solosorriso

Eccomi...in questi giorni ho dovuto dare priorità ad alcune cose...niente corsa al consumismo, no...I mieri regali sono pochi e si limitano alle persone care...quelli a cui voglio più bene...e ogni anno mi accorgo che il cesto dove li tengo, man mano che sono pronti, è sempre più scarso....

Ho dato priorità assoluta ad un paio di amiche che, proprio in questi giorni, hanno perso le loro mamme...La prima ha perso una mamma vera, una donna energica e molto simpatica fino a qualche anno fa, poi la vita, improvvisamente, se l'era portata altrove imprigionandola in un mondo tutto suo...un mondo parallelo dove si poteva vivere i ricordi che voleva lei...a casaccio; un mondo dove poteva essere tutto ed il contrario di tutto meno che la madre che era stata...L'Alzhaimer è un killer silenzioso e devasta non solo gli ammalati stessi ma anche chi vive con loro.
L'altra invece ha perso una "figura materna", un riferimento affettivo, perchè la sua mamma l'aveva persa già da bambina...Una donna anche lei molto importante per questo paese...un'amica di tutti e le sue sofferenze private l'avevano portata ad accogliere tutti, ad avere parole e gesti buoni e di grande solidarietà nei confronti di chiunque avesse un problema e si rivolgesse a lei per risolverlo. Una Donna davvero fantastica di una carica umana notevole, a cui si dava del Lei perchè la sua figura, pur se dolce, incuteva un rispetto reverenziale. Una donna speciale che mancherà anche a me perchè ho avuto l'onore di essere sua amica...dalla quale ho imparato come si vive con coraggio nonostante le avversità della vita, facendo il bene degli altri cercando di trovare il proprio.
Due forme di madri diverse ma il dolore delle mie amiche è lo stesso...il vuoto è uguale...I figli sono di chi li cresce dicono e sicuramente è così...Insomma...giorni tristi e freddi sotto tutti gli aspetti...ma mi hanno fatto capire, per l'ennesima volta, che una mano tesa verso chi soffre forse è il più bel dono di Natale...e ho anche capito che quando mi rattristo pensando che il mio Natale non sarà esaltante, devo invece pensare che quest'anno ci saranno moltissime persone che lo vivranno peggio di me e per svariati motivi...

Con il passare degli anni, si ha più consapevolezza delle sofferenze altrui...si fa il conto degli assenti (per varie ragioni) ed il numero è in crescita esponenziale.
E quelli che ci sono, ognuno a suo modo, vivono disagi e sofferenze spesso tenute nascoste per orgoglio. E scoprirli è compito davvero difficile...I sorrisi dignitosi che mascherano un senso di inadeguatezza alla vita, sono numerosissimi e non li vedi di sicuro partecipare a manifestazioni che sembrano obbligarci ad una solidarietà che forse il più delle volte maschera inganni schifosi a discapito di chi avrebbe davvero necessità impellenti ma non chiede niente...ma tant'è...la vita è dei furbi e di chi sa piangere bene...

Ecco, spero in questa settimana pre natalizia, di trovarlo davvero questo benedetto senso del Natale ed una volta trovato, viverlo davvero come un dono bellissimo. E lo stesso auguro a Voi tutti insieme alla serenità che accompagni questa nuova settimana  



 

 
 
 

Persona speciale...

Post n°2533 pubblicato il 12 Dicembre 2016 da solosorriso

Le persone più belle che abbiamo conosciuto sono quelle che hanno conosciuto la sconfitta, la sofferenza, lo sforzo, la perdita, e hanno trovato la loro via per uscire dal buio.
Queste persone hanno una stima, una sensibilità, e una comprensione della vita che riempie di compassione, gentilezza e un interesse di profondo amore.
Le persone belle non capitano semplicemente...si sono formate.
Elisabeth Kubler-Ross

E c'è molto da imparare da queste persone...

 
 
 

Eccomi...

Post n°2532 pubblicato il 09 Dicembre 2016 da solosorriso

E rieccomi...sono uscita con le ossa rotte da questo Referendum (mai come Renzi ) ma piano piano mi riprendo....

La stanchezza è arrivata tutta insieme sigh sigh ma la casa, trascurata da un pò, aveva bisogno di tutte le mie attenzioni...decorazioni comprese

E' ora...si respira quell'aria che solo il Natale regala...l'atmosfera unica che fa tornare bambini...la tradizione...l'attesa...la preparazione...l'albero...il presepe...le luci...ed io mi ci perdo ancora tra quelle scatole che, pur sapendo cosa contengono, ogni volta mi incanto toccando ogni piccolo oggetto...per ognuno un ricordo....per ognuno un senso anche quello che non c'è più....

Vi auguro una notte serena ed un fine sattimana gioioso

 

 
 
 
Successivi »
 

NORMA E LE SUE PAROLE

(clicca)

 

INIZIATIVE

 

 

@@@@@@@@@@@@@@

 

AREA PERSONALE

 

 

hit counter

Per chi volesse farci un giretto, questo è il mio blog di immagini...dove siete liberi di attingere, se vi va :-) LaViaDeiColori

 

   

     

 

BASTA CON LE VIOLENZE

QUESTO BLOG E' CONTRO OGNI TIPO DI VIOLENZA SU DONNE E BAMBINI

 

ULTIME VISITE AL BLOG

solosorrisothe.pink.shadeLolieMiuNORMAGIUMELLIIrisblu55ranocchia56molto.personaleNuvola_volavirgola_dfFanny_Wilmotdonadam68colucivalerio.sampierimariasan19
 

UN SORRISO

 

Sorridi
Sorridi al sole che illumina la
terra e fa germogliare la vita
Sorridi al passero che si posa sul tuo davanzale
in cerca di poche briciole
Sorridi al vecchio che ti regala i suoi saggi consigli
e aiuta la sua mano tremante
ti benedirà
Sorridi all'amico quando cerca il tuo sguardo
ti chiede aiuto e sicurezza
Sorridi all'ammalato senza speranza
il tuo sorriso sarà per lui la medicina più preziosa
Sorridi al sorgere di ogni nuovo giorno
perché è un dono di Dio
Sorridi al timido bocciolo di un fiore
anch'esso ti annuncia il miracolo della vita
Sorridi al frastuono dei bimbi
essi sono la speranza di un mondo migliore
Sorridi all'amore in qualunque forma si manifesti
esso vince il tempo e lo spazio
Sorridi davanti alle meschinità della gente senz'anima
il tuo sorriso forse la farà ricredere
Sorridi quando ascolti note armoniose
la musica è linguaggio universale
Sorridi al tuo fratello dalla pelle più colorata
è in tutto simile a te
Sorridi e troverai la pace nel tuo cuore
e in quello degli altri. (
Ishak Alioui)

Un grazie per questi pensieri per me alla mia Amica Marie
StellaDanzante
 
Un pensiero di luce per la mia mamma
(Dono dell'amica Ale del blog Momenti-damadivetro)

 

 

 

Il vero amore non lascia tracce

Come la bruma non lascia sfregi sul verde cupo della collina
così il mio corpo non lascia sfregi su di te e non lo farà mai
Oltre le finestre nel buioi bambini vengono, i bambini vanno
Come frecce senza bersaglio come manette fatte di neve
il vero amore non lascia tracce
Se tu e io siamo una cosa sola si perde nei nostri abbracci
come stelle contro il sole
Come una foglia cadente può restare un momento nell'aria
così come la tua testa sul mio petto
così la mia mano sui tuoi capelli
e molte notti resistono senza una luna, senza una stella
così resisteremo noi quando uno dei due sarà via, lontano.

Leonard Cohen

 

ERO UNA PICCOLA CREATURA

 

Ero una piccola creatura nel cuore

prima di incontrarti,

niente entrava e usciva facilmente da me;

eppure quando hai pronunciato il mio nome

sono stata liberata, come il mondo.

Non ho mai provato una così grande paura, perché ero senza limiti.

Quando avevo conosciuto solo mura e sussurri

stupidamente sono scappata da te;

ho cercato in ogni angolo un riparo.

Mi sono nascosta in un bocciolo, ed è fiorito.

Mi sono nascosta in una nuvola, e ha piovuto.

Mi sono nascosta in un uomo, ed è morto.

Restituendomi al tuo abbraccio.

Mary-Elizabeth Bowen

 

CONTATORE

Web stats powered by www.ninestats.com

 

LE MIE ORIGINI

 


Rossano (CS) - Chiesa Bizantina di San Marco

 

IO STO CON LORO

 

IMPARIAMO DAI BAMBINI

Nella società moderna abbiamo spesso la tendenza a trascurare le qualità umane naturali: bontà,compassione, spirito di collaborazione, capacità di perdonare.
Nell'infanzia invece si lega facilmente. Non ci si chiede che mestiere fa l'altro o a che razza appartiene. L'importante è che sia un essere umano come noi, e che nasca un rapporto.

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione dell'autrice e comunque non sistematicamente. Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della L. n.62/2001.
La maggior parte delle immagini e dei video provengono dal web, il copyright è dei loro rispettivi creatori anche se sconosciuti. Se il loro uso violasse diritti di autore, dietro segnalazione, provvederò alla loro rimozione.
Il mio grazie sincero va a tutti coloro che si adoperano con la grafica e consigli e rendono disponibile a tutti la loro creatività.  
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 99
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.