Creato da maria.carrassi il 27/02/2010

Nell'Infinito

... tentai di conoscere me stessa

 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3910 pubblicato il 23 Marzo 2017 da maria.carrassi
 

 

 

Manuale per gli ESSERI umani

Quando sei nato qui, non ti hanno dato il manuale d'uso della tua vita. Desidero passarti qualcosa al riguardo.

1. Ora hai un corpo. Dovresti amarlo, farai comunque fatica, ma l'unica certezza è che resterai con lui fino la fine del suo utilizzo.

 2. Con questo corpo imparerai tante cose. Sarà come essere in una scuola e tutte le persone che troverai, saranno i tuoi insegnati e ogni situazione del tuo percorso, corrisponderà a lezioni pratiche.

 3. Per ogni errore che commetterai, non sarai punito, ma potrai rifarlo, ossia ... le situazioni che non sistemerai, si ripresenteranno di continuo, finchè capirai che le devi guarire o imparare da esse!

4. Dunque, qui non ci sono errori, ma solo opportunità.

5. Se non imparerai per bene, o facilmente, le lezioni diventeranno più difficili. Il tuo mondo esterno, sarà il riflesso di come sei dentro, così avrai un suggerimento su come puoi risolvere le questioni in sospeso e che si stanno riproponendo ciclicamente. Guarda te stesso e la tua casa, l'apparenza, la salute e l'ambiente ... dicono tutto di te.

6. Ogni volta che imparerai una lezione, avverrà in te un cambiamento. Non potrai non fare cambiamenti nella tua vita e non devi aver paura di prendere il voto più alto (ciò significa che lo meriti), sta solo avvenendo il "cambiamento"! La pratica E' la trasformazione.

7. "Li" non è meglio di "qua"... non esiste altro posto migliore di quello dove sei.Ma se desidererai cambiare, cambia pure, ricordandoti però, che porterai sempre "te" con "te".

8. Se percepirai qualcosa che non ti va, in qualcuno, rifletti molto su questo aspetto. Non sarà più possibile non amare gli altri, e sarà così quando capirai che, ogni persona, è il tuo specchio.

9. Solo tu puoi decidere per te ... Questo vuol dire che non puoi decidere la vita di nessuno. E se sceglierai male, non fare la vittima. Se hai lasciato la tua felicità nelle mani di qualcuno, sarà dipeso solo da te e sarà solo un tuo problema.

10. Riuscirai in tutto quello che vuoi ... solo se deciderai di chiederlo e di meritarlo veramente. Avrai nella cartella (subconscio) tutto quello che ti necessita per svolgere i tuoi compiti, in modo giusto. Nessuno quaggiù è meglio dell'altro... siamo solo in "classi diverse". Un bambino che è in prima elementare, non è lì a caso, non può essere in quinta ... Semplicemente, deve crescere e quindi sarà il passo successivo, al momento opportuno ..., o no?

11. Non esiste giusto o sbagliato, ma ci sono le conseguenze. Non servirà fare il predicatore, né giudicare alcuno. Fai su di te quello che vorresti dagli altri e sii tu l'esempio che loro copieranno positivamente. Fai il meglio che puoi.

12. Ricordati di divertirti e di ridere tanto, poiché, questo, aiuta a vedere la Terra e la vita come la cosa più bella che possa mai essere stata creata.

13. Ama tantissimo il corpo e l'identità che porti, però ricordati che Tu, non sei la tua mente; quella pensa per conto suo e ti proporrà tutte le sfide possibili per incastrarti.

14. La lezione avrà il suo esito positivo, solo quando imparerai ad usare la mente per creare la tua realtà, controllando i tuoi pensieri e amando incondizionatamente

15. T'innamorerai tante volte, ma ricorda che nessuno di coloro che amerai, potrà essere considerato di tua proprietà e che, anche i grandi amori, hanno un ciclo che può finire per rincominciare con un altro.

 16- I tuoi figli non sono tuoi.

17. Nella maturità Imparerai che non si deve far nulla contro la propria volontà per accontentare gli altri. Se "loro" ti amano, capiranno le tue scelte.

18. Nella vita avrai l'opportunità d'amare anche altre creature di forme diverse, chiamate animali. Loro sono l'essenza divina senza l'ego, anche se verranno erroneamente considerati "inferiori".

19. I bambini sono umani in un piccolo corpo, gli anziani sono umani con un corpo vissuto. Nella loro parte più intima e profonda,"l'anima", non esiste età, sono tutti come te

20. Vedrai un mondo materiale e avrai molte informazioni di mondi immateriali. Impara presto che quello che vedrai è solo una parte di quello che esiste, perchè sei limitato nella e dalla materia.

21. Il tuo corpo è la chiave che potrà portarti all'origine "nel passato" e avanti tempo. Dentro questo corpo, che forse non ami nel modo appropriato, esiste la meravigliosa comunicazione del "Multiverso" e i portali per tutti i tempi di questo mondo e ... degli altri mondi...che non sei capace di comprendere, finchè non fai l'esame finale, ossia; lasciare il corpo con gioia ... per proseguire gli studi, da qualche altra parte.

- dal Web -

 

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3909 pubblicato il 17 Marzo 2017 da maria.carrassi
 
Tag: OSHO

 


"Rischia tutto per la consapevolezza ma non rischiare mai la consapevolezza, per nessuna cosa. Questo è l'impegno di un sannyasin: essere capace di perdere persino la vita ma non la consapevolezza, lui ha trovato un valore più grande della vita stessa. Non esiste un valore più grande della consapevolezza. La consapevolezza è il seme della divinità che è dentro di te. Quando arrivi ad una consapevolezza totale, al massimo livello, sei arrivato a soddisfare il tuo destino. Appena diventa più profonda, le tue azioni forse non saranno così efficienti ma avranno una nuova qualità, la qualità della grazia, che è ancora più valida. Nessuna macchina può avere la qualità della grazia. Le tue azioni, le tue parole avranno una bellezza per conto proprio. Il modo in cui vive un uomo consapevole, in ogni momento, è pieno di grazia e di una tremenda bellezza; tutto questo viene riflesso nelle sue azioni, anche la più piccola - proprio solo nei gesti delle sue mani o nel modo in cui guarda, nella profondità dei suoi occhi o nell'autorità delle sue parole o nella musica del suo silenzio. Solo la sua presenza è una festa."

( Osho )

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3908 pubblicato il 13 Marzo 2017 da maria.carrassi
 

 

 

Conosci te stesso - significato di questo precetto

Dio è in noi e fuori di noi, e lo stesso vale per il nostro Sé superiore, che vive nelle regioni sublimi e vive anche in noi. Ma come possiamo percepire la presenza di quell'entità divina che è tutta luce, tutto amore e tutta potenza? È difficile, certo, ma dobbiamo cominciare cercando in noi stessi tutte le tracce di questa presenza, sapendo che è essa il nostro vero Sé. È stato detto: «Conosci te stesso». Per conoscersi veramente, è necessario conoscersi in alto, nel mondo divino. Finché l'essere umano non avrà coscienza di esistere in alto come una particella della Divinità, non si conoscerà. "Conoscersi" significa trovare se stessi e al contempo trovare Dio. Trovando Dio, si trovano l'amore, la luce, la libertà e la gioia, e li si trova non solo in se stessi, main tutti gli esseri umani, e anche negli animali, nelle piante e nelle pietre! Quando si è trovato Dio dentro di sé, Lo si scopre ovunque, e questo significa veramente conoscersi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3907 pubblicato il 13 Marzo 2017 da maria.carrassi
 

 

 

"Il meraviglioso non suscita in noi nessuna sorpresa
perché il meraviglioso è ciò con cui abbiamo la più profonda confidenza ...
la felicità che la sua vita ci procura sta propriamente nel fatto
di veder confermata la verità dei nostri sogni"

- Ernst Jünger -

 

 
 
 

FestiivtÓ

Post n°3906 pubblicato il 07 Marzo 2017 da maria.carrassi
 
Tag: 8 MARZO

Buon 8 Marzo a tutte le donne

con l'augurio che siano sempre rispettate come è giusto che sia

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3905 pubblicato il 05 Marzo 2017 da maria.carrassi
 
Tag: BRIZZI

 

 

Il controllo e l'utilizzo cosciente delle forme pensiero consiste in ciò che solitamente chiamiamo - magia -

Essere ancora identificati con le proprie forme pensiero equivale invece al venirne inconsapevolmente controllati e utilizzati... e questa è schiavitù
Ogni volta che pensiamo a qualcuno, da noi parte un'energia che si dirige verso quella persona. Chi possiede i sensi sottili molto aperti la può osservare anche fisicamente. Il fatto che tale energia arrivi effettivamente all'altra persona è tutta un'altra questione, in quanto ciò dipende dalla forza con cui tale pensiero viene inviato. Un pensiero casuale di pochi secondi non raggiunge l'obiettivo, ma un pensiero ripetuto - quindi una forma pensiero legata a quella persona -, ancora di più se associata a un sentimento d'amore o a uno d'odio, sicuramente incontrerà il suo obiettivo.
Forme pensiero di rancore, oppure di vendetta possono rivelarsi molto potenti. Lo stesso vale per l'amore, sia quando è un moto del Cuore, sia quando è legato a un sentimento di possesso e gelosia. Inconsciamente spediamo degli "oggetti" o addirittura dei "legamenti" ad altre persone. Ma quando arrivano sull'obiettivo cosa accade esattamente?
Se la persona è mentalmente impegnata in un lavoro - se si trova cioè in uno stato "attivo" - la forma pensiero sorvola la sua aura fino a quando non trova le condizioni adatte per entrare, le quali si verificano quando essa torna in uno stato "passivo", ossia non appena la sua mente non è più concentrata su un obiettivo e vaga senza una meta precisa nell'immaginazione oziosa.
In che misura una persona può venire danneggiata da questa forma pensiero negativa proveniente dall'esterno? Nella misura in cui il suo essere entra in risonanza con tale energia. Vi faccio un esempio: se mi arriva una forma pensiero di odio dal mio ex fidanzato e dentro di me esiste dell'odio - ancor di più se quest'odio e rivolto proprio a lui - allora essa potrà farsi largo al mio interno e incrementare la mia capacità di provare odio, che io poi riverserò su altri soggetti o eventi della mia vita.
La persona in questione può giungere ad ammalarsi, oltre che psichicamente, anche fisicamente. La reale causa della malattia non sarà però la forma pensiero in sé, ma l'odio che tale forma è in grado di risvegliare dentro quella persona. Ma deve già essere presente in lei una certa capacità di odiare. Le emozioni negative che noi reiteriamo per lungo tempo al nostro interno provocano il logoramento dei nostri organi e l'indebolimento del nostro sistema immunitario.
Se noi inviamo dell'odio a Gesù o a un qualunque altro iniziato di alto grado, quest'odio innanzitutto troverà quel personaggio in uno stato di Presenza costante, in uno stato sempre "attivo", per cui sarà ben difficile che la forma pensiero penetri nella sua aura. Ma quand'anche possa farlo, o l'iniziato consenta di farlo allo scopo, per esempio, di trasmutarla, tale energia non potrà entrare in risonanza con il suo essere, in quanto nel suo essere non c'è odio per nessuno. Egli potrà dunque controllarla e utilizzarla come una "sostanza" a lui estranea, senza subirne le conseguenze.
Chi invece possiamo avere la sicurezza che verrà sempre danneggiato da una forma pensiero di odio? Ovviamente chi la invia. Infatti l'odio che io sto provando non è detto che raggiunga la persona in questione, per i motivi che abbiamo esposto, ma sicuramente danneggia me, perché è da me che è partita e quindi il suo primo effetto nefasto lo provocherà all'interno della mia stessa aura, inquinandola e rendendola sempre più soggetta a malesseri psicologici e malattie fisiche.
Se l'iniziato si disinteressa o nemmeno si accorge dell'odio che gli è stato inviato, questo rimbalzerà contro la sua aura e prenderà la via del ritorno seguendo la linea di minor resistenza, la quale non potrà che essere quella già tracciata durante il percorso di andata. Per cui chi prova rancore verso un'anima elevata ne subirà le conseguenze due volte: nel momento in cui lo prova, in quanto danneggia la sua stessa aura, e in seguito per effetto del "ritorno a casa" della forma pensiero.

- S. Brizzi -

 

 
 
 

PREGHIERA

Post n°3904 pubblicato il 03 Marzo 2017 da maria.carrassi
 
Tag: TAGORE

 

 

 

Preghiera

Dammi il supremo coraggio dell'amore.

Questa è la mia preghiera:

coraggio di parlare,di agire, di soffrire,

di lasciare tutte le cose, o di essere lasciato solo.

Temprami con incarichi rischiosi,

onorami con il dolore,
e aiutami ad alzarmi ogni volta che cadrò.

Dammi la suprema certezza dell'amore.

Questa è la mia preghiera:

la certezza che appartiene alla vita

nella morte,

alla vittoria nella sconfitta,
alla potenza nascosta nella più fragile bellezza,

a quella dignità nel dolore che accetta l'offesa,
ma disdegna di ripagarla con l'offesa.

Dammi la forza di amare sempre e ad ogni costo...


- Rabindranath Tagore -

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3903 pubblicato il 24 Febbraio 2017 da maria.carrassi
 
Tag: STEINER

 

R. Steiner

 

"Una malattia non viene perchè "deve" colpire un uomo,

ma perchè prima qualche cosa non era in ordine.

Così la guerra non è inviata all'umanità dal mondo spirituale per amore della guerra,

ma perchè quello che c'era prima non era in ordine.

Non è la guerra quello che è abnorme: proprio come la malattia viene

(il processo morboso c'è appunto per questo)

per compensare qualcosa che nell'organismo non è in ordine,

così è anche per la guerra."

(R. Steiner) 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3902 pubblicato il 17 Febbraio 2017 da maria.carrassi
 
Tag: OSHO

 

 

 

La vera vita di un uomo sta nel suo eliminare le menzogne che gli altri gli hanno imposto. Spoglio, nudo, naturale, è ciò che è. Qui si tratta di essere, non di diventare. La bugia non può diventare verità, la personalità non può diventare anima. Non c'è modo di rendere essenziale ciò che non lo è. Ciò che non è essenziale rimarrà tale, e l'essenziale rimarrà essenziale, non sono cose convertibili. Inoltre, se lotti per il vero non fai altro che creare una confusione maggiore. La verità non deve essere conseguita, non può essere conquistata - esiste già. Occorre solo lasciar cadere le menzogne. Tutte le mete e i fini e gli ideali e gli scopi e le ideologie, tutte le religioni e i sistemi per migliorare e per crescere, sono menzogne. Guardatene! Riconosci questo fatto: così come sei, sei una menzogna. Manipolato, coltivato dagli altri. Lottare per raggiungere il vero è una distrazione e un rimandare. È il modo che le menzogne usano per nascondersi. Osserva la bugia, guarda profondamente nella menzogna della tua personalità. Vedere la menzogna, decreta la sua fine. Non mentire più significa non cercare più alcuna verità - non è necessario. Nel momento in cui la menzogna scompare, la verità appare in tutta la sua bellezza e nel suo splendore. Quando vedi la bugia, questa scompare, e ciò che resta è la verità.

- Osho -

This Very Body The Buddha Chapter 6

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3901 pubblicato il 03 Febbraio 2017 da maria.carrassi
 

 

 

Sapete qual è il metodo più facile per meditare? Stancarsi ...

la nostra mente si oppone sempre al desiderio del cuore di lasciarsi andare e crea problemi...

fa venire in mente pensieri e quanto più noi poniamo resistenza tanto più i pensieri ci assalgono...

questo è stress che impedisce di fluire...

ecco allora che il metodo più semplice per meditare o canalizzare è accettare i pensieri...

pensate, pensate e quando sarete stanchi di pensare non avrete più la forza di opporre resistenza e tutto diventerà facile...

voi entrerete in una sorta di mondo magico e riuscirete a lasciarvi andare...

diventerà facile meditare... diventerà facile canalizzare @

Maria Carrassi

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3900 pubblicato il 27 Gennaio 2017 da maria.carrassi
 

 

 

Ogni giorno è un nuovo giorno... nella mente frullano i pensieri... i ricordi... quelli belli e quelli che fanno male come nella giornata di oggi... ma il nostro pensiero deve essere rivolto sempre al bene allontanando da noi ogni nefandezza di cui l'uomo è capace... oggi non voglio ricordare solo lo sterminio degli Ebrei ma il pensiero corre alle Foibe, ai massacri recenti, alle torture che dilaniano la nostra anima ogni giorno incessantemente come se la storia nulla avesse insegnato... e a tutte le vittime di aggressione e violenza io dedico un fiore @ Maria Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3899 pubblicato il 24 Gennaio 2017 da maria.carrassi
 
Tag: OSHO

 

 

FANTASTICO ESERCIZIO DI MEDITAZIONE.

La meditazione in realtà è un trascendimento del processo del sognare. Voi state sognando continuamente - non solo di notte, non solo mentre siete addormentati: sognate tutto il giorno. Questo è il primo punto da capire. State ancora sognando quando siete svegli.
Provate a chiudere gli occhi in qualsiasi momento del giorno. Rilassate il corpo e sentirete che il sognare è lì. Non scompare mai. Viene solo nascosto dalle nostre attività quotidiane. Proprio come le stelle durante il giorno: di notte vedete le stelle; di giorno non potete vederle, ma sono pur sempre lì. Vengono solo nascoste dalla luce del sole.
Se scendete in un pozzo profondo, allora potete vedere le stelle in cielo anche di giorno. Per vedere le stelle è necessaria una certa oscurità. Perciò scendete in un pozzo profondo e guardate dal fondo, e sarete in grado di vedere le stelle anche di giorno. Le stelle ci sono. Non è che ci siano di notte e non ci siano di giorno. Ci sono sempre.
Chiudi gli occhi, le stelle sono lì. I sogni sono lì. C'è un'attività continua.


(Osho, "Il libro dei segreti, pag. 112")

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3898 pubblicato il 18 Gennaio 2017 da maria.carrassi
 

 

 

E' uscito il mio nuovo libro '' dal sogno alla conoscenza di sè''

Imparare a interpretare i sogni significa imparare a conoscere se stessi. I sogni sono un messaggio dell'inconscio che più del nostro sentire ci fornisce gli elementi guida nelle scelte spesso problematiche della vita. Con l'aiuto degli esempi in appendice e della scheda guida, inclusa nel presente testo, ognuno può creare i suoi simboli che saranno la chiave per interpretare con facilità i propri sogni e procedere serenamente nel proprio cammino.

costa euro 11,90

per informazioni potete contattarmi alla mia email

maria.carrassi@libero.it

http://www.youcanprint.it/psicologia/psicologia-generale/dal-sogno-alla-conoscenza-di-s-9788892643611.html

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3897 pubblicato il 14 Gennaio 2017 da maria.carrassi
 

 

 

Ci hanno fatto credere che l'amore, quello vero, si trova una volta sola, e in generale prima dei trent'anni. Non ci hanno detto che l'amore non è azionato in qualche maniera e nemmeno arriva ad un'ora precisa.
Ci hanno fatto credere che ognuno di noi è la metà di un'arancia, che la vita ha senso solo quando riusciamo a trovare l'altra metà. Non ci hanno detto che nasciamo interi, che mai nessuno nella nostra vita merita di portarsi sulle spalle la responsabilità di completare quello che ci manca: si cresce con noi stessi. Se siamo in buona compagnia, è semplicemente più gradevole.
Ci hanno fatto credere in una formula chiamata "due in uno": due persone che pensano uguale, agiscono uguale, che solamente questo poteva funzionare. Non ci hanno detto che questo ha un nome: annullamento. Che solamente essere individui con propria personalità ci permette di avere un rapporto sano.
Ci hanno fatto credere che il matrimonio è d'obbligo e che i desideri fuori tempo devono essere repressi. Ci hanno fatto credere che i belli e magri sono quelli più amati, che quelli che fanno poco sesso sono all'antica, e quelli che invece ne fanno troppo non sono affidabili, e che ci sarà sempre un scarpa vecchia per un piede storto! Solo non ci hanno detto che esistono molte più menti "storte" che piedi.
Ci hanno fatto credere che esiste un'unica formula per la felicità, la stessa per tutti, e quelli che cercano di svincolarsene sono condannati all'emarginazione. Non ci hanno detto che queste formule non funzionano, frustrano le persone, sono alienanti, e che ci sono altre alternative. Ah, non ci hanno nemmeno detto che nessuno mai ci dirà tutto ciò. Ognuno di noi lo scoprirà da sè. E così, quando sarai molto innamorato di te stesso, potrai essere altrettanto felice, e potrai amare qualcuno."


- John Lennon -

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3896 pubblicato il 11 Gennaio 2017 da maria.carrassi
 
Tag: JUNG

 

 

QUELLO A CUI OPPONI RESISTENZA PERSISTE

"Quello a cui opponi resistenza persiste" è una citazione che appartiene al psicoanalista e antropologo svizzero Carl Gustav Jung, e attraverso la quale egli ci spiega come tutto ciò che non abbiamo portato alla coscienza, e che quindi non abbiamo accettato interiormente, torna sotto forma di destino nel mondo esteriore. Cosa significa esattamente? Significa che non ha senso opporre continuamente resistenza in tutto ciò che si presenta nella nostra quotidianità, sperando così di poter vivere una vita migliore o addirittura migliorare il mondo, è tutto inutile. Per "vedere" dei cambiamenti nella nostra vita e nel mondo nel quale viviamo, dobbiamo entrare in un nuovo stato di coscienza, che non tende a opporre resistenza, ma tende ad accettare ciò che noi in realtà vogliamo. Perché sembra un paradosso, sembra una situazione tragicomica, ma se ci fate caso, vi accorgerete come noi tendiamo a dare importanza a ciò che in realtà non vogliamo, quindi opponiamo resistenza, e così facendo stiamo indirizzando la nostra energia, la nostra concentrazione, le nostre attenzioni, verso ciò che ... NON vogliamo!

Ecco perché questo mondo "gira al contrario", perché siamo proprio noi che sfidiamo le leggi Universali che lo regolano, in quanto ogni volta che opponiamo resistenza a ciò che si è "manifestato" non facciamo altro che aggiungere energia e potere a quell'avvenimento o a quella circostanza. Chi è contro la guerra crea altre guerre, chi è contro la droga crea la nascita di altre droghe, chi combatte il terrorismo crea altro terrorismo e via dicendo. Guardatevi attorno con sincerità e capirete che è realmente così, perché questa è la legge dell'Universo, e Jung quando disse "Quello a cui opponi resistenza persiste" intendeva proprio questo. La gente crede che per eliminare un problema sia necessario concentrarsi su di esso; ma tutto ciò è fuori luogo, che senso ha per noi focalizzare tutta la nostra energia per quel particolare problema anziché concentrarci sulla soluzione? In tutto ciò mi viene in mente la geniale affermazione di Madre Teresa di Calcutta quando la invitarono ad una manifestazione contro la guerra e rispose: "Non prenderò mai parte a una manifestazione contro la guerra, ma se ne organizzate una a favore della pace invitatemi". Questo significa "non opporre resistenza", che non vuol dire tralasciare il problema come in molti suppongono, ma significa focalizzare l'attenzione, quindi pensieri ed energia, in ciò che è la soluzione del problema. Invece di essere contro la guerra, siate a favore della pace, invece di essere contro il terrorismo, siate a favore dell'integrazione. Avrete notato, ad esempio, che alle elezioni politiche vince quasi sempre il candidato a cui la gente è spesso contraria! E secondo voi, perché succede?

Per le persone vale la stessa legge come per le situazioni e gli avvenimenti, più ricevono pensieri e attenzioni dalla folla, più diventano potenti. Ecco perché vale il detto del grande (pare fosse alto 1,91cm!)Oscar Wilde "Bene o male, purché se ne parli". Ed è il motivo per cui tutti tendono a comparire in Tv: più se ne parla, più attenzioni ricevono, e di conseguenza, maggiore energia e più potere. Se fossimo più "furbi" e non focalizzassimo l'attenzione su certe situazioni o persone, queste stesse smetterebbero di esistere, il problema si dissolverebbe e svanirebbe in breve tempo. Ma il mondo "gira al contrario" e alle persone piace focalizzare le proprie attenzioni sugli eventi negativi del mondo e in questo modo altro non fanno che amplificare questa negatività, come delle antenne trasmettitrici, introducendo nel contempo altre cose negative in questo mondo ma anche nella loro vita, perché per risonanza il simile attrae il simile. Quando vi appare una persona, un'emozione, una situazione o un'immagine che voi non volete, sta a voi cambiare il vostro modo di pensare ed emettere un nuovo segnale che sia di "soluzione". Pensate che i Telegiornali trasmettano "per caso" notizie di cronaca, morti, stragi e brutte notizie in generale? Certo che no e la colpa di queste notizie è soltanto nostra. Se gli indici d'ascolto s'impennano ogni volta che succede una catastrofe nazionale o internazionale, un motivo ci sarà, o no? I giornali e le tv ci forniscono un numero maggiore di notizie di cronaca, perché è questo che chiediamo noi come massa.

Il mondo tornerà a girare come natura comanda quando inizieremo a concentrare le nostre attenzioni su ciò che realmente vogliamo anziché su ciò che NON vogliamo. Noi, per il semplice fatto di esistere, abbiamo un grande potere, quello di creare la nostra realtà, ma dobbiamo imparare ad usarlo a nostro favore, per il nostro bene e per quello degli altri. Quando vi concentrate sulle cose buone, e vi sentite bene, state pur certi che porterete altre cose buone al mondo.

Ricorda:

"Quello A Cui Opponi Resistenza Persiste" C. G. Jung

e ripetilo come un mantra

 

 
 
 

BUON ANNO

Post n°3895 pubblicato il 28 Dicembre 2016 da maria.carrassi
 

 

 

Auguro con tutto il cuore una buona fine e un fantastico inizio

sperando che il 2017 vi regali più gioie che tristezza

TANTI AUGURI

Maria Carrassi

 
 
 

Natale

Post n°3894 pubblicato il 24 Dicembre 2016 da maria.carrassi
 
Tag: NATALE

 

 

Ciò che conta nella vita è l'amore che si riesce a dare...

solo donando si può provare la sensazione della pienezza interiore e così possiamo capire il grande atto d'amore di Gesù che ha dato la vita per la nostra salvezza...

se sappiamo fare dono del nostro cuore allora la vita sarà sempre per noi una gioia continua... Buona Vigilia di Natale...

con affetto sincero sempre...

A mezzanotte mandiamo tutti all'Universo un pensiero d'amore @

Maria Carrassi

 

 
 
 

Natale

Post n°3893 pubblicato il 19 Dicembre 2016 da maria.carrassi
 
Tag: NATALE

 

 

Cari amici

Eccoci arrivati ad un nuovo Natale... la ricorrenza collegata al ritorno della Luce... si perché questo è un giorno particolare e non perché Il Cristo sia nato veramente in questo giorno, ma perchè in armonia con il ritorno astronomico della luce. Infatti questo è il giorno in cui le giornate diventano più lunghe. La notte del 25 è la più lunga. A partire da quella data, le notti iniziano ad accorciarsi e i giorni si allungano. Vi è più luce, più calore, più vita e ciò si riflette su tutte le creature.

La luce ritorna e rappresenta in qualche modo una "Rinascita" anche per noi. È solo un momento di consapevolezza perché di fatto, Cristo nasce in noi ogni giorno, non sicuramente soltanto a Natale. Ogni giorno Cristo nasce in noi, nel sorriso delle persone, nello stormire delle fronde, nella brezza che ci accarezza il viso, nella bellezza di un tramonto.
Cristo rinasce in noi ogni volta che siamo insieme nella gioia, e lo ricordiamo nelle sue parole: "Ogni volta che due o più saranno riuniti nel mio nome, lì ci sarò".


La festa della Luce, quindi è la Festa del Sole e di conseguenza la Festa del Cuore, delle emozioni positive e luminose.
Quelle emozioni che il Cristo ha insegnato, per condurci sulla Via della bellezza, sulla via della gioia, dell'armonia, della comprensione sempre maggiore di sé.
Quella Luce e quella Bellezza che sono in noi da sempre e che il Natale ci permette di riscoprire per conoscere noi stessi nella consapevolezza delle nostre potenzialità.
E' la festa che incita il nostro Essere a dischiudersi a nuova vita, a nuova bellezza, a nuova Armonia. Ma senza questa consapevolezza si perde la possibilità che la ricorrenza ci vuole offrire.
Cristo Luce del Mondo. Cristo che, con la sua presenza, ci ha detto che anche noi siamo e possiamo essere come lui, luce per il mondo. Cristo quindi ci ha indicato la strada a quello che possiamo fare, a quello che possiamo essere.
Ci ha detto che possiamo cambiare il nostro Corpo, divenire persone diverse, nuove, vibrare su una frequenza più elevata, scoprire davvero le nostre potenzialità per rinascere davvero rinnovati, dalle ceneri di quello che è stato, verso un luminoso futuro che ci attende, abbandonando tutte quelle credenze che da sempre ci hanno limitato.

Una giornata, quindi, per capire chi siamo davvero, per illuminare i nostri cuori, e festeggiare la discesa della Luce che illumina dentro e fuori di noi.
Quella luce che ci fa capire chi siamo davvero, dove è la nostra profonda bellezza, e quello che davvero siamo, e che dobbiamo tornare ad essere.

Cristo ci ha aperto la strada. Ora tocca a noi!

Buon Natale a voi e alle vostre famiglie.

Maria Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3892 pubblicato il 15 Dicembre 2016 da maria.carrassi
 

 

 

 

 

Il Natale è per sempre, non soltanto per un giorno,

l'amare, il condividere, il dare, non sono da mettere da parte

come i campanellini , le luci e i fili d'argento

in qualche scatola su uno scaffale.

Il bene che fai per gli altri è bene che fai a te stesso.

- Norman Brooks -

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3891 pubblicato il 05 Dicembre 2016 da maria.carrassi
 

 

 

Né la pura terra né l'inferno esistono al di fuori di noi:
entrambi esistono nei nostri cuori.
Chi si risveglia a questa verità è chiamato Budda,
chi vive nell'illusione è chiamato comune mortale.

- Sutra del Loto -

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

 

IL MIO SITO

 

 

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

PREVISIONI ASTROLOGICHE

 

 

 

 

 Interpretazione dei Sogni

 

 

 

 

 

TRASLATE

nonsoloanima.tv

Preleva

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

velosposamaria.carrassicastello_niceElemento.ScostanteDoNnA.SlubopoSAL313un_uomo_della_follachiarasanyAnima.in.Voloamorino11LolieMiuGiuseppeLivioL2Meme_nto
 
 

COME APRIRE IL 3░ OCCHIO

 

 

 

 

FACEBOOK

 
 

LIBRI PUBBLICATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

 

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom