Creato da maria.carrassi il 27/02/2010

Nell'Infinito

... tentai di conoscere me stessa

 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3525 pubblicato il 29 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

Ho'Oponopono significa semplicemente sciogliere i blocchi, che sono delle memorie che ripetono gli errori del passato, quindi lasciarli andare, e così tornare al vuoto da cui poi scaturisce la luce.
Si tratta solo di ritornare a Dio, questo è Ho'Oponopono.
Il problema è in te: se cancelli il problema in te, si cancellerà anche dall'universo. Lascia andare le cose e lascia operare la divinità. È la divinità che fa il lavoro, tu non devi fare altro che essere libero. Se hai un problema, tutti abbiamo il tuo problema. Ma se lo lasci andare, lasciando fare a Dio, qualsiasi problema se ne va.
Questo è Ho'Oponopono: risolvere i problemi in te ...
Pace e Amore

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3524 pubblicato il 26 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

La scoperta del regno dei quanti ha aperto una via per seguire l'influenza del sole, della luna e del mare nel profondo di noi stessi. Io vi sto portando laggiù nella speranza che sia possibile trovarvi una più profonda guarigione. Sappiamo già che un feto umano si sviluppa ricordando ed imitando la forma dei pesci, degli anfibi e dei primi mammiferi. Le scoperte legate ai quanti ci permettono di scendere nei nostri atomi e di ricordare l'universo primordiale.

(Deepak Chopra)

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3523 pubblicato il 26 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

L'amore è la forma più elevata di energia ... la saggezza senza tempo riconosce che il motivo per cui l'uomo viene sulla terra è quello di crescere spiritualmente aumentando la capacità di amare. Questo amore non è un sentimento legato alla realtà, è l'ampliarsi dello stato di coscienza di un individuo connesso all'energia universale, cioè la frequenza d'amore ... da ciò nasce la necessità di amare ... e allora amate sempre e comunque @


Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3522 pubblicato il 25 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

La più grande storia d'amore è quella con l'infinito. Voi non avete idea di quanto la vita possa essere bella. Quando improvvisamente trovate Dio in ogni luogo, quando Lui viene da voi e vi parla e guida, la storia d'amore col divino è cominciata. ( Paramahansa Yogananda)

Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3521 pubblicato il 25 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

 

"Il Guru funge da specchio. Riflette al devoto la perfetta
immagine della sua anima".

Paramahansa Yogananda

Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3520 pubblicato il 23 Maggio 2015 da maria.carrassi
 
Tag: ANIMA

 

 

Pace e Amore * Maria Carrassi

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3519 pubblicato il 22 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

Il mondo è il risultato dei nostri pensieri e delle nostre azioni ... non è importante sapere quale sia il tuo credo ... non è importante se e come preghi ... Importante è il modo con cui ti comporti verso gli altri, come ti comporti in famiglia, sul lavoro, con gli amici, con gli esseri umani e con gli animali ... Rcorda che riceviamo ciò che facciamo ...  E' LEGGE DI NATURA ... perciò  AMATI ED AMA ... è questa la via per vivere in amore @ (M.Carrassi)

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3518 pubblicato il 22 Maggio 2015 da maria.carrassi
 
Tag: RUIZ

 

 

"L'amore è accettare te stesso così come sei, con tutti i tuoi difetti e il tuo sistema di credenze in continua evoluzione. Non sei nient'altro che ciò che sei. Non sei la persona che eri un anno fa. Non sei la persona che sarai tra un anno. Non sei nemmeno la persona che ritieni di essere ora. Semplicemente sei, e questo ti basti" ❤❤❤

Don Miguel Ruiz Jr.

 

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3517 pubblicato il 21 Maggio 2015 da maria.carrassi
 
Tag: VANGELO

 

 

"E disse: «Ecco, il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. Un'altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c'era molta terra; germogliò subito, perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò. Un'altra parte cadde sui rovi, e i rovi crebbero e la soffocarono. Un'altra parte cadde sul terreno buono e diede frutto: il cento, il sessanta, il trenta per uno. Chi ha orecchi, ascolti" (Mt 13,1-9)


Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi


 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3516 pubblicato il 19 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

"Signore dammi la forza di cambiare le cose che posso modificare e la pazienza di accettare quelle che non posso cambiare e la saggezza per distinguere la differenza tra le une e le altre." "Dammi Signore, un anima che abbia occhi per la bellezza e la purezza, che non si lasci impaurire dal peccato e che sappia raddrizzare le situazioni. Dammi un anima che non conosca noie, fastidi, mormorazioni, sospiri, lamenti. Non permettere che mi preoccupi eccessivamente di quella cosa invadente che chiamo 'io'. Dammi il dono di saper ridere di una facezia, di saper cavare qualche gioia dalla vita e anche di farne partecipi gli altri. Signore dammi il dono dell'umorismo."

(Tommaso Moro 1587: Preghiere della Torre)


Pace e Amore * Maria Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3515 pubblicato il 17 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

Avaro nell'insegnare

Racconto Zen

Un giovane medico di Tokyo, un certo Kusuda, incontrò un compagno di università che aveva studiato lo Zen.Il giovane dottore gli domandò che cosa fosse lo Zen.«Io non posso dirti che cosa sia,» rispose l'amico, «ma una cosa è certa. Se capisci lo Zen, non hai più paura di morire».«Questo è molto bello» disse Kusuda. «Voglio provarci. Dove posso trovare un insegnante?».«Va' dal maestro Nan-in» gli disse l'amico.

Così Kusuda andò a trovare Nan-in. E per appurare se l'insegnante avesse a sua volta paura di morire, portò con sé un pugnale lungo una ventina di centimetri.Quando Nan-in vide Kusuda esclamò: «Salve, amico. Come stai? Non ci vediamo da un pezzo!». Quest'accoglienza sconcertò Kusuda che rispose: «Noi non ci siamo mai visti».«È vero» rispose Nan-in. «Ti ho scambiato per un altro medico che viene a studiare qui da me».

Dato l'esordio, Kusuda perse l'occasione di mettere alla prova il maestro, e così, con riluttanza, gli domandò se poteva prendere lezioni di Zen. Nan-in disse: «Lo Zen non è una cosa difficile. Se sei medico, tratta i tuoi pazienti con bontà. Lo Zen è questo».

Kusuda andò tre volte da Nan-in. Ogni volta Na-in gli disse la stessa cosa. «Un medico non dovrebbe perdere tempo qui da me. Va' a casa tua e prenditi cura dei tuoi pazienti». Ma Kusuda ancora non capiva come questo insegnamento potesse abolire la paura della morte. E la quarta volta proruppe: «Il mio amico mi aveva detto che quando uno impara lo Zen non ha più paura di morire. Ogni volta che vengo qui tu mi dici di prendermi cura dei miei pazienti. Questo lo so. Se il tuo cosiddetto Zen si riduce a questo, è inutile che continui a venire da te».

Nan-in sorrise e batté la mano sulla spalla del dottore. «Sono stato troppo rigido con te. Ora ti darò un koan». E propose a Kusuda di studiarsi il Mu di Joshu, che è il primo problema illuminante nel libro detto "La porta senza porta". (I koan erano problemi, o piuttosto «sfide interiori» che i maestri proponevano ai discepoli per metterli alla prova. La porta senza porta, ovvero Mu-mon-kan, è un testo classico Zen, attribuito al maestro cinese Ekai, detto anche Mu-mon, che visse dal 1183 al 1260). Kusuda meditò per due anni su questo problema del Mu (Niente). Infine pensò di avere raggiunto la certezza della mente. Ma l'insegnante commentò: «Non ci sei ancora».

Kusuda continuò la sua meditazione per un altro anno e mezzo. La sua mente diventò serena. I problemi si risolsero. «Niente» divenne la verità. Egli curava bene i pazienti e, senza nemmeno saperlo, era libero da ogni preoccupazione sulla vita e sulla morte.Allora, quando tornò da Nan-in, il suo vecchio insegnante si limitò a sorridere. <3

Pace e Amore * Maria


 

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3514 pubblicato il 14 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

" La vera gioia non ha come causa niente di visibile o tangibile; è una gioia senza causa, che ci è data dalla sola sensazione di esistere come anima e come spirito. Allora, anzichè attendere di possedere qualcosa o qualcuno per potervi rallegrare, dovete fare il contrario, ossia rallegrarvi dell'esistenza degli esseri e delle cose, perchè nella gioia che essi vi danno, avete la sensazione che vi appartengano. Solo ciò che vi dà gioia vi appartiene, mentre ciò che vi appartiene, non necessariamente vi procura molta gioia. Tutto ciò che vi rallegra, voi lo possedete veramente, e più ancora che se ne foste i veri proprietari"

 

(Omraam Mikhael Aivanhov)

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3513 pubblicato il 12 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

Quando ti senti felice ... gratificato ... contento del tuo operato ...  non nascondere la gioia che c'è in te ma condividila con chi ti è vicino ... Ognuno di noi deve capire che essere se stessi è sempre la migliore cosa da fare perché l'espansione dell'anima ha il potere di contagiare gli altri e dargli momenti di ebbrezza che in particolari situazioni possono aiutare a superare le negatività della vita ... ama e lasciati amare ... Gioisci per te e per l'amico felice e sentirai in te una gioia indescrivibile @

Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3512 pubblicato il 12 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

Prova ad immaginare il tuo mondo perfetto.
Ecco: ora ascolta il tuo cuore, ascoltalo nel silenzio della mente.
Lasciati scivolare nel ritmo del tuo respiro: tutto è già perfetto, semplicemente, naturalmente.
Affidati alla Vita: Tu Sei, Tu sei solo Amore.
Al di là del Sogno: Sei.
La Donna lo sa, lo ha sempre saputo:
Qui ed ora, siamo già a casa.
E' giunto il tempo che la luna oscura lasci il passo all'argenteo femminino, e nasca il seme di luce che illuminerà il ventre dell'uomo di Vita vera.

(B. Marley)

 
 
 

FESTIVITA'

Post n°3511 pubblicato il 10 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

MAMMA
di Maria V. M. Carrassi

Tremula spunta la prima parola
Dolce il sorriso del bimbo che ti guarda
Tenerezza infinita mentre riversa
Il capo sul tuo petto
E affida la sua anima alle tue carezze ...
Vibrano insieme la tua e la sua energia ...
Non c'è verbo che possa spiegare
Quel legame sottile e indissolubile
Che lega due cuori
Con un filo sottile d'amore ...
Carne della tua carne ...
Sangue del tuo sangue ...
Illumina la notte il tuo sorriso ...
Splende di stelle il cielo
Mentre offri il tuo seno
Ad allattar la tenera creatura
Che inerme a te si affida
In totale abbandono ...
Mamma ...
Tu curi ... tu proteggi ...
Sorridi ... Sorvoli ...
Mamma ...
Un faro
nella notte più buia dei pensieri ...
Mamma ...
Roccia incrollabile
Pur nella tua fragile essenza ...
Splendido ruolo ti dette la natura
Facendo di te l'emblema del creato ...
Tu sei la vita ... tu sei l'amore ...
Tu sei la luce ... tu sei il porto sicuro ...
Tu sei ... tu sei ...
Tu sei tutto pur nell'oscurità di un ruolo
Che non richiede altisonanza
Ma che si nutre di gioia interiore
E di letizia d'amore ...
Che gode di luce riflessa ...
Che vive per dare vita ...
Che esiste per dare amore ...
Spesso mal ripagato forse perché
Si sa che il manto del perdono
Mai potrà abbandonare
Il frutto del suo amore
Mamma ...@


Buona Domenica * M. V. M. Carrassi

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3510 pubblicato il 09 Maggio 2015 da maria.carrassi
 
Tag: OSHO

 

 

CHI E' OSLO


Ha voluto essere chiamato Osho, semplicemente perché  Osho è un suono che guarisce e perché  richiama l'oceano con la sua immensa saggezza e mistero. In realtà è stato il più grande guru del nostro secolo. In india è considerato importante quando Gandhi e la comune che ha fondato a Puna è visitata da 100 mila persone ogni anno. E' scomparso nel  1990, a 59 anni, ma per quanti si sono avvicinati a lui in tutto il mondo il suo spirito continua a ispirare amore, consapevolezza, gioia. E' questo il suo messaggio: Osho promette che meditando ognuno può diventare un Buddha. Può, cioè, risvegliarsi, diventare consapevole di se stesso e del segreto della vita e quindi non soffrire più, trovare la pace. E' l'insegnamento Zen, ma arricchito della forza di consapevolezza.

(La chiave di Iside)

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3509 pubblicato il 08 Maggio 2015 da maria.carrassi
 
Tag: STEINER

 

 

Cercate la vita schiettamente pratica, materiale,
ma cercatela in modo da non lasciarvene stordire
smarrendo il senso dello spirito
che agisce al suo interno.

Cercate lo spirito
ma non cercatelo con voluttà soprasensibile,
per soprasensibile egoismo,
bensì cercatelo
con disinteressata volontà per trarne un frutto
nella vita pratica, nel mondo materiale.

Fate tesoro della vecchia massima:
"Non v'è mai spirito senza materia, né materia
senza spirito" ,così da poter dire:
noi vogliamo fare ogni cosa materiale
alla luce dello spirito
e vogliamo cercare la luce dello spirito
perché ci susciti calore in vista del nostro fare
pratico.

Rudolf Steiner Da: Parole di Verità

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3508 pubblicato il 08 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

Il grido dell'anima che non accetta violenza e piange sulla misera sorte di chi innocente viene condotto a morte, è una situazione che ormai si ripete quotidianamente ... ma quello che maggiormente stupisce e resta incomprensibile è la troppa indifferenza di fronte ad una realtà sempre più lacerante ... è inconcepibile come si possa perpetrare tanta ferocia verso i propri simili dominati ormai solo da dubbi e da paura. Sembra che il passato non ci abbia insegnato nulla ... ciò che ci ritorna è solo la triste consapevolezza che nonostante tanti orrori, nonostante i risvolti negativi ad opera di folli che hanno scatenato  sull'umanità la loro ferocia, l'uomo ancora non manifesta i segni di quel cambiamento necessario per portare la pace nel mondo. L'uomo si presenta dunque sempre uguale a se stesso e mai potrà cambiare finché il suo Dio sarà solo il denaro ed il potere.@ 

Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi

 

 
 
 

CONOSCI TE STESSO

Post n°3507 pubblicato il 06 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

 

Con la visualizzazione puoi ottenere ciò che desideri. Ma in che consiste la visualizzazione? Nel possedere l'abilità di CREARE IMMAGINI e vederle sullo schermo mentale. Ed è una capacità che abbiamo tutti. Infatti è impossibile pensare senza immaginare. Ogni parola pensata e pronunciata, dà luogo ad una serie di associazione di idee, che creano  immagini. Ci sono autori che distinguono la visualizzazione dall'immaginazione, ma qui per comodità usiamo i termini in modo interscambiabile.

Se dico GATTO, che cosa ti viene in mente? Magari un gatto che gioca inseguendo la propria coda. Pensa adesso alla parola GOL. Forse vedrai uno dei tuoi campioni preferiti mentre tira il pallone in rete. Se invece dico ROSE, vedrai bouquets, omaggi floreali, giardini colorati e profumati. Ma c'è di più: un vocabolo pensato o udito o pronunciato produce non solo immagini ma anche EMOZIONI. Immaginare vuol dire usare la creatività, la fantasia, ma ciò deve creare belle, intense emozioni e desiderio di ottenere. E per giungere a questo occorre un atteggiamento mentale positivo. Gli uomini, a grande maggioranza, sono dotati purtroppo di una dose cospicua di negatività. Infatti, solitamente spiegano perché una data cosa non può riuscire. Superfluo aggiungere che così vanno incontro a fallimenti.

Le cose invece vanno bene per chi ha un'attitudine mentale positiva. Ma la visualizzazione funziona se siete in onde ALFA. Le onde alfa sono quelle del rilassamento, che spontaneamente si hanno la sera prima di dormire e la mattina prima di svegliarsi. In quello stato particolare puoi tranquillamente dare un ordine al tuo subcosciente, perché in quel momento è particolarmente ricettivo e creativo. Ti sei coricato? Quindi ti stai rilassando e puoi dare suggerimenti al tuo subcosciente. Mentre dormirai, l'idea, il seme che hai piantato, metterà radici. Oppure, è mattina e ti sei appena svegliato. Sei fresco e rilassato e puoi dare suggerimenti al subconscio e lui ci lavorerà sopra da subito.

MENTRE RECITI LE AFFERMAZIONI, PROIETTA COME FOSSE UN FILM QUELLO CHE DESIDERI CONSEGUIRE. VEDILO CON L'OCCHIO DELLA MENTE (TERZO OCCHIO).

La capacità di visualizzare è qualcosa che ognuno di noi possiede. Come puoi utilizzarla? Stabilisci chiaramente degli obiettivi da raggiungere e mettili per iscritto. La CHIAREZZA DI IDEE è la prima condizione indispensabile per ottenere un risultato soddisfacente con la visualizzazione.

Inoltre devi possedere FEDE (CONVINZIONE INTERIORE). Pensa un attimo a Cristoforo Colombo. Non sarebbe riuscito nella sua impresa se non avesse avuto fede nelle proprie idee. La Bibbia dice che "la FEDE è la certezza di cose sperate, l'evidente dimostrazione di realtà benché non vedute" (Ebrei 11:1). In altre parole quando si ha fede, non si hanno dubbi sui risultati da raggiungere.

Le AFFERMAZIONI che "pianti" nel subcosciente, daranno inevitabilmente dei frutti, manifestandosi nella tua vita. Vuoi fare un esperimento dimostrativo? Dai al subconscio l'ordine di svegliarti ad una data ora. E vedrai che così avverrà.

Anche se appena ti sei coricato o appena ti sei svegliato sono i momenti in cui è più facile visualizzare e autosuggestionarsi, è però possibile fare l'esercizio in qualsiasi altro momento. Procedi così:

1. Siediti su una sedia o una poltrona, tenendo la schiena eretta.
2. Chiudi gli occhi e respira lentamente e profondamente.
3. Ripeti per decine di volte la tua affermazione-desiderio.
4. Visualizza come già realizzata la cosa che hai ordinato.
5. Prova contentezza, gioia, euforia e gratitudine

Qual è il segreto principale della suggestione? Dare l'ordine mentre si è in stato di rilassamento, cioè in onde ALFA. Darlo in positivo e ripeterlo parecchie volte con decisione e risolutezza. Il subcosciente è un perfetto biocomputer, esegue il programma sino a quando il programma stesso non è sostituito con uno nuovo. Devi avere fede, cioè convinzione interiore. Ci vuole massima certezza. Il dubbio neutralizza il lavoro che stai facendo. Sii positivo e sicuro: il risultato si manifesterà certamente. Ovviamente questi esercizi devi farli per almeno 21 giorni di seguito, se vuoi ottenere risultati degni di nota.

Esiste una LEGGE DI OTTENIBILITA'. La richiesta che fai al tuo subcosciente deve essere nel campo della Logica e dell'ottenibilità. Per esempio, tu non puoi diventare presidente della Repubblica se non ti occupi di politica; non puoi diventare un grande cantante se non hai una buona voce. Una volta scelti gli obiettivi, dovresti scriverli. Il fatto di scriverli ti aiuta a memorizzarli meglio. E naturalmente sei libero di leggerli e rileggerli tutte le volte che lo desideri.

Gli ordini che dai al subconscio si chiamano suggestioni. Ci sono suggestioni per la salute, per il successo, per smettere di fumare, per affrontare qualsiasi problema o situazione. Queste tecniche ci fanno abituare a lavorare in POSITIVO, mettono in moto dentro di noi dei meccanismi dinamici che ci fanno raggiungere più celermente e più facilmente gli obiettivi.

IL SUBCONSCIO LAVORA GIORNO E NOTTE, INCESSANTEMENTE.


Per esempio, puoi dargli suggestioni quotidiane del genere:

Ho una salute d'acciaio.
Mi sento benissimo.
Dormo magnificamente.
Digerisco benissimo.
Sono tranquillo e felice.
Sto diventando ricco.
Conosco nuovi amici.
Ottengo tanti successi.

Puoi creare formule suggestive a piacere tuo. L'importante è che siano espresse in positivo e che siano brevi.

Da: Visualizzare in Legge di Attrazione

Pace e Amore * Maria V. M. Carrassi

 

 

 

 
 
 

CONSAPEVOLEZZA

Post n°3506 pubblicato il 05 Maggio 2015 da maria.carrassi
 

 

 

La paura dell'ignoto è un forte handicap per molti ... Siamo consapevoli di stare male ... La vita che conduciamo ci sta stretta ma continuiamo a restare adagiati in una situazione di stallo e non facciamo niente per uscirne ... La paura del cambiamento ci annienta e preferiamo restare lì a marcire per anni senza avere il coraggio di osare ... però ci lamentiamo e diamo la colpa di tutto agli altri ... Ci consideriamo sfortunati e cominciamo a ipotizzare SE ... SE ... SE ... Con i SE non si risolvono i problemi ... Se abbiamo commesso degli errori, facciamone tesoro e cerchiamo in noi la forza di agire e modificare quello che della nostra vita non ci piace ... E' vero  ... Cambiare comporta dei rischi ma anche la possibilità di una nuova vita che può darci pienezza e soddisfazione ... "Chi cerca trova" dice il proverbio ma chi resta inerte, vive la sua morte interiore e si trascina tra la gente come un automa ... un sepolcro imbiancato i cui occhi spenti non riescono più a sorridere alla vita ... Cerca la tua vita ... Quella vera in armonia con la tua anima e troverai intorno a te un mondo sconosciuto che ti sorride e ti fa capire che la vita è bella e va vissuta intensamente @

Pace e Amore * Maria Carrassi

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

 

IL MIO SITO

 

 

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

PREVISIONI ASTROLOGICHE

 

 

 

 

 Interpretazione dei Sogni

 

 

 

 

 

TRASLATE

nonsoloanima.tv

Preleva

 

 

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

maria.carrassitony.k2antropoeticogiostradivitasifabribelladinotte16elektraforliving1963fante.59molorenzoemanueDJ_Ponhzizeronuvolettaketiuskolubopolittira0
 
 

COME APRIRE IL 3 OCCHIO

 

 

 

 

FACEBOOK

 
 

LIBRI PUBBLICATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 21
 

 

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2015 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

 

 

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom