Community
 
redcat63
   
 
Creato da: redcat63 il 05/07/2007
IL NOSTRO FUTURO...

Contatta l'autore

Nickname: redcat63
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 51
Prov: PR
 

Area personale

 

NOI DUE

 cirl

 redcat63

 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

scuoladantescasienasavana_eakmartinapiccinifausto.parizzilucianapirchiounamamma1redcat63dolcefondentequi.e.oraiononmale43formybzandrea.ghisuguy61cercoilmiocentro
 
 

TEMPO

 

Ultimi commenti

E che vuoi che ti dica? I pensieri li avrà pur anche lei....
Inviato da: review
il 18/11/2009 alle 14:07
 
ciao stellina!!! 1 bacio! simo
Inviato da: simoveganblu
il 05/05/2009 alle 16:34
 
Stiamo organizzando tra i blogger un eco progetto, un...
Inviato da: rigitans
il 20/03/2009 alle 19:37
 
serena notte un abbraccio
Inviato da: monnalisa_1953
il 22/01/2009 alle 21:36
 
Una buona serata ed un buon inizio settimana Isa... (clicca)
Inviato da: briciolabau
il 28/12/2008 alle 19:49
 
 

 

La Vita

La vita è un’opportunità, coglila.

La vita è bellezza, ammirala.

La vita è beatitudine, assaporala.

La vita è un sogno, fanne una realtà.

La vita è una sfida ,Affrontala.

La vita è un dovere, compilo.

La vita è un gioco,Giocalo.

La vita è preziosa,abbine cura

La vita è ricchezza,conservala.

La vita è amore, godine.

La vita è un mistero,scoprilo.

La vita è promessa , adempila

La vita è tristezza, superala.

La vita è un inno, cantalo.

La vita è una lotta, accettala.

La vita è un’avventura, rischiala.

La vita è felicità, meritala.

La vita è la vita, difendila.

(Madre Teresa di Calcutta)

 

SAGGEZZA: LA PIETRA

Il distratto ci inciampa...Il bruto la usa come un proiettile.

Drummond l’ha poetizzata.....David ci uccise Golia,

e Michelangelo ne ha realizzata la più bella scultura.

E in tutti questi casi, la differenza non era nella pietra, ma nell’ uomo !

Non esiste "pietra" nel nostro cammino che non possa essere sfruttata per la  nostra crescita ...

Dalle opportunità traiamo il miglior profitto,

forse  non avremo un’ altra occasione.

http://lucideimaestri.altervista.org

 

Tag

 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

***********

DISCLAIMER E DECLINAZIONE DI RESPONSABILITÀ:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto non viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

L'autore non è responsabile per il contenuto di Articoli, Commenti, Recensioni inseriti da altri utenti. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

 Il blog non ha alcun fine di lucro e contiene immagini, video e copertine di libri prelevate dalla rete pertanto tutti i diritti rimangono dei rispettivi autori ed editori. Se dovessero esserci infrangimenti a regole di Copyright non è intenzionale e in caso di violazione di eventuali diritti, le immagini, i video e le copertine in questione saranno rimosse dietro avviso e prova di autenticità.

Il blog contiene links ad altri siti internet ma sono forniti solo come informazione e non pubblicità pertanto l'autore non è in alcun modo responsabile del loro contenuto, della loro veridicità, della loro legalità e per eventuali danni provocati dalla visione di essi.

I pensieri scritti: per quelli che rappresentano una citazione viene chiaramente indicata la fonte, per gli altri sono pensieri personali dell'autore che NON ne autorizzata la copia.

 

 

 

 

 

 
« LINKS DI RICETTE ALTERNA...Messaggio #59 »

RTSO VENERE....buono.........

Post n°58 pubblicato il 21 Agosto 2007 da redcat63

...Oggi a pranzo mi sono fatta un bel piatto di riso venere allo zafferano......colpa della pioggia......mi fa respirare aria autunnale.................cosa ne pensate di questo riso nero profumato?????

Il cibo degli imperatori

Insolito, esotico, ricco di proprietà nutritive… e magico fin dal suo nome. Si chiama riso nero Venere, ed è persino un tuffo nel passato nella storia di una coltivazione che ha origine antichissime, letteralmente dall'altra parte del nostro piccolo pianeta: in vaste aree della Cina e dell'India si ritiene che la coltivazione sia iniziata tra il 2.800 e il 2.200 a. C.

Il colore nero del pericarpo del 'Venere' è una rara caratteristica che in passato i contadini cinesi coltivavano solo per l'imperatore e la sua corte. Il granello del 'Venere' dopo l'asportazione delle giumelle, si presenta naturalmente lucido e col colore dell'ebano dovuto ad una sottile pellicola ricca di pigmenti che in natura sono presenti anche nel mirtillo e nelle uve nere e soprattutto sono pigmenti che hanno una funzione antiossidante che è sempre più apprezzata da dietologi e studiosi dell'alimentazione.

 Un'altra caratteristica tutta orientale del riso Venere è il profumo che si sprigiona soprattutto durante la cottura. Si tratta di un aroma dovuto alla presenza di esteri che, con l'aumento della temperatura, evaporano e danno origine ad un profumo che ricorda il pane appena sfornato o il legno di sandalo.

  • Completo di molti microelementi quali il Calcio, il Manganese, lo Zinco, il Fosforo, il Ferro ed il Selenio.

    Per mantenere integre le sue caratteristiche, questa qualità di riso viene solo sbramata (riso integrale) e può essere cucinata nei modi desiderati ( risotti, bollito, pilaf, minestre, insalate ecc.).

    Il riso nero degli imperatori è pertanto una piacevolissima sorpresa e non solo dal punto di vista  alimentare.

  • poteri afrodisiaci ?????????? provarlo non costa nulla ...........;-)

  • (esiste anche la farina ma non l'ho mai provata.........mescolandola alle patate può essere un idea per fare degli gnocchi di colore insolito :-)...ci proverò....prima o poi....

    Idee x farlo:

    Riso Nero Integrale con Crema di Zafferano

    Ingredienti per 4 porzioni:

    320 gr. di riso nero venere - 2 dl. di panna da cucina vegetale - 10g di margarina veg. (o olio iextra v.) - dado vegetale (la punta di un cucchiaino) - 1 bustina di zafferano

    Preparazione:

    Far bollire il riso in acqua salata per 40-45 min. Nel frattempo preparare la crema: in un pentolino scaldare a fiamma bassissima la margarina veg., aggiungervi la panna e il dado vegetale.

    Sciogliere lo zafferano in un poco di acqua di cottura del riso ed unirlo al resto degli ingredienti.

    Terminata la cottura, scolare il riso e disporlo nei piatti singoli a "montagnetta". Fare un incavo nel quale introdurre la crema di zafferano.

     Alla zucca

    Ingredienti per 4 persone: 

    250 gr di riso Venere - 60 gr di margarina veg.  -- 150 gr di zucca gia' pulita e tagliata - brodo vegetale q.b. - cipolla - un bicchiere di vino bianco - rosmarino - olio extravergine d'oliva - sale

    Preparazione:

    Rosolare la zucca tagliata a piccoli cubetti in un po' di olio e 20 gr di margarina veg.; regolare il sale e portare a cottura; passare poi alcuni minuti nel forno gia' caldo a 190 gradi; far imbiondire la cipolla affettata nei rimanenti 40 gr di margarina ed il rosmarino; aggiungere il riso, tostarlo, poi bagnare con il vino, farlo evaporare, poi cuocere il riso aggiungendo poco a poco il brodo vegetale.

    Dopo 15 minuti aggiungere la zucca e continuare la cottura; al termine il riso dovrà essere cotto e la zucca quasi spappolata.

  • MAI FATTO....MI INCURIOSISCE...........

  •  Riso nero alla rosa

    Ingredienti per due persone:

    • Una tazza di riso nero Venere
    • Quattro rose commestibili
    • Cinque tazze di brodo vegetale
    • Olio extra vergine di oliva
    • Bicarbonato di sodio per lavare le rose

    Preparate un brodo vegetale secondo le usuali ricette.

    Rosolate per pochissimi istanti nell'olio extravergine di oliva il riso nero Venere. Aggiungete due o tre tazze di brodo ed i petali di due rose, dopo averli lavati con acqua e bicarbonato. Proseguite la cottura del riso seguendo le istruzioni, di solito 18 minuti. Aggiungete poco per volta il brodo, tenendo un leggero bollore.

    Disponete il riso nei piatti, aggiungendo una rosa come decorazione (anche questa lavata in acqua e bicarbonato e delicatamente asciugata).

    Nota del cuoco
    ==================

    Il riso nero non deve essere cotto come quello bianco. Di solito si preferisce un po' più al dente. Assaggiatelo spesso, le prime volte, per trovare il punto giusto per i vostri gusti e quello dei vostri ospiti. Non rosolatelo troppo per evitare che si danneggi il colore.

    Se decidete di passare in cottura con del vino, sceglietene uno scuro di struttura semplice, per non coprire il sapore del riso e quello della rosa.

    Non aspettatevi di sentirla molto, la rosa. Il uso sapore è appena percepibile e proprio in questo consiste l'intimità dell'abbinamento

  • BUON APPETITO......

  •  
    Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
     
     
    Vai alla Home Page del blog