Creato da Word_User il 22/04/2015

WORD'U

wU

 

« SeORGOGLIO E PREGIUDIZIO »

ALTROVE di Katartica_3000

Post n°13 pubblicato il 10 Maggio 2015 da Word_User
 

 

Aprire la mente, allargare i confini: quasi una missione, pensò tra sé, mentre risoluta varcava l’accesso del velivolo diretto a Malaga.

Allarga la mente, apri i confini: Marta sorrise di quello strano mantra. Si può giocar con la Parola e le metafore, come anche con la Vita e la sua essenza,  e non sentirne affatto rimorso!

Proseguì fino alla seduta assegnatale, accanto al finestrino, rigorosamente area non fumatori.

Pur non conoscendo un solo vocabolo di spagnolo, aveva deciso d’istinto, abbandonato una professione, un amore, una figlia…Oppure, a voler essere sinceri, si era ritrovata sola, senza essi, a dar la colla ai cocci di una vita infranta!  Ma nel nome sta il proprio destino, e la sua anima guerriera non poteva più celarsi dietro quella maschera di perbenismo.

A portellone chiuso, l’hostess si impegnò  con un sorriso artificiale a indicare in multilingua le procedure di emergenza.

Marta non le prestò la minima attenzione. Lei e il pericolo avevano trascorso assieme tante di quelle notti da poter giurare di conoscerlo nel profondo: sapeva come sedurlo, come piegarlo al suo volere, tra un lenzuolo ed un caffè insonne…Sapeva sempre lei, come rialzarsi da una catastrofe.

Prima di disattivare il cellulare, indugiò sulla galleria delle immagini: lo sguardo si posò su una foto, scattata mentre spirava il vento degli innamorati in un’assolata Sicilia. Vi era ritratto il particolare di una fontana: un cavallo maestoso, con le zampe anteriori sollevate, sicure contro il cielo, ribelli a qualsivoglia guida.

Quell’immagine l’affascinava e la intimoriva: era uno sprone subliminale alla sua inerzia, un richiamo alla libertà, all’autonomia, a mostrarsi davvero ”rampante”, come la stessa vita richiedeva.

Ora, stava provando ad alzar le zampe contro chi l’aveva imbrigliata ed umiliata. Cercava un Altrove, un luogo geografico dove ricominciare, dove cambiar numero e anche immagine sul profilo.

Si domandò se quella fuga era da codardi: ma fu un attimo, un istante tacitato dall’ambizione di risorgere, novella fenice, dalle sue ceneri, in un luogo dove respirare aria buona.

Altrove, valeva la pena di tentare ..Altrove, sarebbe andata meglio…

“ALLACCIATE LE CINTURE E RIMANETE SEDUTI AL VOSTRO POSTO….”

Marta guardò fuori dall’oblò, socchiuse gli occhi e giurò  che quella sarebbe stata l’ultima volta: sì, l’ultima volta in cui rimaneva inchiodata per volontà altrui!!

Mister Altrove l’attendeva già, dall’altra parte della Libertà: la sua parte migliore.

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

UN EBOOK IN 40 POST

 EBOOK [JE SUIS CENACOLO']

sfoglia qui

note sulla pubblicazione: Issuu automatizza la foliazione automatica, ma non è un sito per EBOOK fai da te il tuo libro, in automatico.
Tutto il materiale di JE SUIS CENACOLO' è impaginato con programmi professionali per la stampa vera e propria
.

 

VOTAMI..

Votazioni concluse come da regolamento: grazie per aver partecipato

  [JE SUIS CENACOLO]:gong!

i risultati 

 

UNA ROCCIA SUL MARE di MARCEL_MIU

 

ULTIME VISITE AL BLOG

amorino11misteropaganoSky_EagleburntcoffeeWord_UserannaincantocolomboenricoecElemento.Scostantebartriev1oscardellestellediegonobile.dmassimo.sbandernomgf70cile54letizia_arcuri