Creato da Word_User il 22/04/2015

WORD'U

wU

 

« ALTROVE di Katartica_3000Pezzi di Ricambio »

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

Post n°14 pubblicato il 11 Maggio 2015 da amoon_rha_gaio
 

http://static.kiabi.it/images/costume-napoleone-nerobianco-uomo-fm586_1_zc1.jpg

Mi sono accorto di Marco una mattina di settembre quando mi sono iscritto in palestra. Per poterla raggiungere serviva la macchina e il percorso obbligato mi faceva percorrere sempre una piccola stradina. Proprio lì mi accorsi di lui: non bello, un ragazzo come altri. La sua particolarità che, di fatto, lo rendeva "diverso" era il suo abbigliamento. A dispetto dei suoi 17 anni Marco si vestiva come un uomo dell'ottocento. Qualcuno lo paragonava a Napoleone, altri al conte Vlaad quello di Dracula.

Capelli raccolti in una coda di cavallo ad incorniciare un viso pallido impreziosito spesso da piccoli occhialini scintillanti. Era solito girare per la piccola città di provincia, indossando una sorta di doppio petto con bottoni in stoffa, dello stesso colore, e un grande mantello di panno scuro, quasi a voler sottolineare il contrasto con quella sua carnagione chiara.

Quando l'ho visto per la prima volta io, gay, mi sono detto: "ma guarda quello come si è conciato". E ogni volta che lo notavo un sorriso  di scherno mi si dipingeva sul volto.

E così per mesi durante i quali però la mia mente non ha potuto però sottrarsi dal fare una riflessione: quel ragazzo vestito come uno di quelli che si leggono sui libri di storia non si curava minimamente degli altri. Camminava fiero, orgoglioso come se fosse proprio Napoleone Bonaparte, assecondando quella che era evidentemente una sua passione.

Marco mi ha fatto pensare alle volte precedenti in cui ero stato io, che spesso parlo e scrivo di diritti e di pregiudizi verso gli omosessuali, ad essere superficiale nei suoi confronti. Lui invece, nonostante i 17 anni e la vita in una città di provincia, spesso noiosa e bigotta, aveva saputo dare un pizzico di eccentricità e brio al suo essere, sfidando il pregiudizio anche di quei coetanei che spesso riescono a ferire neanche avessero delle lame di coltello al posto della lingua.

Qualche giorno fa Marco ha perso la vita in un incidente: chissà se mai saprà che quel modo bizzarro di vestirsi è servito da insegnamento a molti come me.

Amoon

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

UN EBOOK IN 40 POST

 EBOOK [JE SUIS CENACOLO']

sfoglia qui

note sulla pubblicazione: Issuu automatizza la foliazione automatica, ma non è un sito per EBOOK fai da te il tuo libro, in automatico.
Tutto il materiale di JE SUIS CENACOLO' è impaginato con programmi professionali per la stampa vera e propria
.

 

VOTAMI..

Votazioni concluse come da regolamento: grazie per aver partecipato

  [JE SUIS CENACOLO]:gong!

i risultati 

 

UNA ROCCIA SUL MARE di MARCEL_MIU

 

ULTIME VISITE AL BLOG

annamatrigianoWord_UserLa_Cura_dglthick_fogpoeta.sorrentinoElemento.Scostantefantomas_62onlyemotions71chiarasanymakavelikaEMMEGRACEpaneghessaSky_Eaglematelettronica