Creato da lontradelbosc il 09/06/2011

ALABURIAN

la parola inventata

 

 

« Spaventarsi dei bambùMARY »

LA LAVANDA

Post n°146 pubblicato il 11 Luglio 2013 da lontradelbosc
 

 

10 Luglio 13 003_lontradelbosc

 

C'erano le forbici sul tavolo

...che oggi   non so come  ma  volendo  potrei perfino spiegare perchè

ho ripreso a tagliare stoffa ragionando sulla scelta di un modello

da realizzare. Voglio farmi un vestito nuovo  perchè ritengo

d'aver troppo a lungo rinunciato all'idea di sembrare un'altra me.

 

Lo so che l'abito non fa il monaco. Se vedo uno con il saio

tuttavia, l'idea  che  sia un monaco  ce l'ho.

Ora,  non è che io voglia cucirmi un saio, nè tantomeno somigliare a un monaco.

Semplicemente voglio un vestito nuovo che esalti di me

quel che c'è   - nel bene e nel male -  qualunque cosa sia.

 

E chi mi vede col vestito nuovo dica d'istinto: ecco, quella è lei,

la riconosco dal vestito nuovo.

 

C'erano le forbici sul tavolo e un po' più in là il ditale, il filo, l'ago, il metro,

e sul mio naso gli occhiali che  permettono di vedere da vicino e che mi stancano

un casino - lo so -  non è un gran termine,

ma esprime l'entità  del disturbo che mi danno.

 

Di tanto in tanto mi toglievo gli occhiali  per posarli accanto alle forbici - sul tavolo -

poi mi avvicinavo alla finestra a ragionare

sui benefici degli alberi là fuori, specie i tigli,  che saziano l'aria

di dolcezza,  come la vista gli oleandri di mediterranea bellezza.

 

E' così che da lontano mi è saltata agli occhi la lavanda nel fulgore

della piena fioritura  - che troppo poco dura -  ha bofonchiato il gatto

-  così mi è parso.

 

Ho scacciato di brutto il gatto,  e dalla mente  quel che forse aveva detto

- e  io  capito -

- anzi - lì per lì ho deciso che era ora di darci  un taglio  alla lavanda,

riprendendo a ragionare seriamente sui benefici di un bel vestito  nuovo.

 


 


 

 

9 Luglio 13 006_lontradelbosc

 

la stoffa_lontradelbosc

la stoffa del vestito

 



 



 

 

 

 

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Festa Mobile

da una copertina mi fissava

Hemingway,

come fosse l'unico a capire

 

 

" - Dobbiamo andare e non fermarci finchè non siamo arrivati.

- Dove andiamo?

- Non lo so, ma dobbiamo andare. "

 


 

GangStarrWallpaper

 

    

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

trampolinotonantelontradelboscpescipiccolifrabonviPerturbabileTiIngoioclaudia.sognofata.noirsfreccraffaella_TOsatiro78bobby44fleurs10eridanias
 

Harvest

 

 

Il bambino gridò: - ALABURIAN! -

La mamma gli chiese: - Che cosa vuol dire? -

- Tutto quello che invento per sentirmi felice -

rispose il bambino.

 

 


 

13 Maggio 13 7_lontradelbosc



 

 


 

 


 

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

Stelle

 

Care stelle, siete molto belle

quando luccicate nel cielo.

Spero che un giorno veniate sulla terra,

cosi' potrò vedervi meglio

e prendervi per mano.

Care stelle, vi voglio tanto bene,

gli uomini non vi scrivono nessuna lettera

perchè hanno troppi impegni.

Voi stelle servite molto ai marinai:

quando vi vedono sanno dove andare.

Matteo



 

 

I miei links preferiti:

http://giardinodeipoeti.wordpress.com/2013/07/18/amina-narimi/

 

 

Sto leggendo:

Orwelll: La fattoria degli animali

Orwell: 1984


 

Da dove ti sto chiamando, Carv


I miei libri sono qui:

www.anobii.com/theanguana/books

 

 


 

 

 





"...Io volerò a te...sulle ali invisibili

della Poesia...Tenera è la notte e

felicemente la Luna Regina è sul suo

trono...ma qui non c'è luce..."

(dall' Ode all'usignolo di John Keats)

 


 

 


 


 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 

AREA PERSONALE

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova