Un blog creato da Fool4ever il 09/05/2006

NO MORE SEX

Ovvero: un cinghiale che ha deciso di praticare la castità.

 
 
 
 
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

FACEBOOK

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

I SEGRETI DEL SEDUTTORE

Post n°166 pubblicato il 19 Ottobre 2006 da Fool4ever
Foto di Fool4ever


Sei single? Non ti cagano nemmeno le prostitute? Non sei ricco, ne bello, ne affascinante? Ucciditi! Ma se vuoi vivere per vedere come andrà a finire la Moto GP e per vedere se anche quest’anno l’Inter vincerà un cazzo, ecco come fare per diventare un seduttore e trovare una donna.

Conquistare una donna è un’arte che si può imparare. E non solo quando si tratta di una ragazza qualsiasi, ma anche di quella che, lasciata a se stessa, non ci prenderebbe mai in considerazione. Per farla capitolare la strategia è ben precisa e articolata in tre mosse vincenti: attirarla, metterla a sua agio e infine sedurla. Sono le promesse di quello che in tutto il mondo è conosciuto come il Metodo di Mystery e che scommette: la seduzione non è un fatto di fiori e cioccolatini, ma in primo luogo una questione di cervello.

 

Il metodo Mystery è stato inventato, come riferisce il settimanale Grazia, da un single canadese, Erik von Markovik.
Il suo metodo spiega che la prima regola del perfetto Don Giovanni è ricordarsi che seduttori non si nasce e che occorre molta pratica. Per questo Mystery invita i suoi seguaci a dedicarsi ad un intenso allenamento sul campo, dedicando alla conquista quattro sere a settimana, avvicinando tre ragazze all’ora. Calcolatrice alla mano questo significa 200 approcci al mese, un giusto numero per vincere la timidezza e togliersi l’ansia di sentirsi rifiutati.

Per attirare una bella donna il metodo migliore è quello di abbordare tutto il suo gruppo di amici, mostrandosi abili nella conversazione e addirittura ignorando l’oggetto principale del desiderio. Sbagliato anche eccedere con i complimenti: meglio prenderla un po’ in giro, magari facendole notare qualcosa che non va nel suo aspetto. Un esempio? “Belli i tuoi capelli, sei  bionda naturale? No? Be’ sono belli lo stesso.” Sì anche alla strategia di darsi una finta scadenza programmata, cioè fingere di andarsene per un altro impegno: se si è abbordato tutto il gruppo, il distacco dispiacerà a tutti, compresa la ragazza del cuore.

E ad un certo punto arriva il momento del contatto fisico. Come si fa a capire che il momento è quello giusto? Innanzi tutto bisogna imparare a leggere il linguaggio del corpo. Per arrivare al bacio, servono almeno tre “indicatori di interesse” da parte sua: ad esempio, lei ti tocca, ride alle tue battute, riprende la conversazione quando tu la lasci cadere. Il vero nemico a questo punto è il ripensamento che lei può avere all’ultimo momento. In questo caso la cosa strategia migliore è assecondarla e riprendere da dove si è sviluppata la resistenza.

Ma davvero il metodo Mystery funziona? Secondo gli antropologi, il vero asso nella manica dei playboy è la capacità a volte inconscia di leggere e interpretare i messaggi non verbali, come gli indicatori di interesse di cui lo stesso Mystery parla: in questo senso, affinando questa abilità il metodo può essere davvero un valido aiuto.

Bene. Quindi, se non siete degli uomini con DNA del seduttore, io i consigli ve li ho dati.

Ripensando a quella che è stata la mia vita da seduttore, visto il buon numero di povere pazze che hanno osato sfidare le leggi della Fisica venendo con me, devo dire che io comunque avevo una tecnica che funzionava sempre.
In pratica non mi è mai andata buca perché ho sempre provato con ragazze che nutrivano un certo interesse nei miei confronti.
Normalmente accadeva che io non cagassi mai nessuna donna. Non è che facevo il “bel tenebroso” anche perché non sono bello. Piuttosto era perché ero talmente ubriaco la sera in disco che la passavo quasi tutta nel parcheggio del locale a cercare l’auto o a vomitare per poi addormentarmi e risvegliarmi in auto alle 5 della mattina.
E quindi capitava che una donna mi addocchiasse al sabato sera. Vedeva che non la cagavo e allora alla domenica mi faceva pervenire una sorta di messaggio in cui lei dichiarava la sua attrazione nei miei confronti.
E infatti, la domenica mattina, dopo che mi ero svegliato intorno all’una, sentivo suonare il campanello. Aprivo e mi si presentavano davanti un paio di signori vestiti in gessato nero che esordivano mollandomi una testata in faccia. Poi, mentre uno mi teneva, l’altro mi picchiava con una mazza da baseball. Dopo una decina di minuti quello che sembrava il capo si avvicinava e mi sussurrava all’orecchio, con voce tipo Marlon Brando ne “il Padrino”:
”Nostra sorella si è invaghita di te…cerca di farla felice che altrimenti torniamo e ti facciamo male”
”Beh, dicevo io, anche adesso non è che vi siete risparmiati”
Poi se ne andavano.
Io mi lavavo dal sangue , mi vestivo e andavo dalla loro sorella che si era invaghita. Solo che lei vedendomi pesto come Apollo Creed in Rocky 4 mi rifiutava.
La sera, sentivo suonare il campanello. Erano ancora i due in gessato:
”Tu nostra cugina non la devi più vedere”
E dopo un paio di sediate sulla schiena con un paio di costole rotte se ne uscivano fischiettando.

Ecco cosa inizia a convincermi che è meglio lasciar perdere con le donne. Ormai non ho più sedie da farmi rompere sulal schiena. Mi è rimasta una credenza in noce massiccio che peserà 130 kg.
 

 
 
 

FOOL vs NICOLA

Post n°165 pubblicato il 18 Ottobre 2006 da Fool4ever
Foto di Fool4ever


FOOL: Spiegami una cosa o ammasso di sterco bovino marcio, perché te ne sei saltato fuori con questa storia del No More Sex?

NICOLA: Semplice, o idiota. Gran parte delle nostre nevrosi sono causate da aspettative che noi creiamo nei confronti degli altri. Per esempio, se portiamo a casa una donna ci aspettiamo che poi si vada a letto insieme. Se questo non accade ci sentiamo frustrati e di malumore. Così come se dopo aver fatto l’amore il nostro partner (questo esempio è rivolto alle Ladies) si gira dall’altra parte e si addormenta senza farci le coccole, restiamo deluse perché ci aspettiamo che lui dopo ci abbracci, ci sbaciucchi, ci sussurri cose gentili.
In entrambi i casi, caro il mio coglionazzo, si tratta di aspettative disattese che ci creano nervosismo e stress.
Ora, il solo compito che ho nella vita è quello di soffrire il meno possibile. Quindi, visto che aspettarmi dalla mia donna sesso è un errore, perché significa crearsi l’aspettativa di andare a letto insieme quando ci vediamo, sono riuscito ad eliminare questo pensiero dalla mia testa. E così con le altre.
Obiettivamente quante possibilità ho di fare sesso tutte le volte che ne ho voglia?

FOOL: Le stesse possibilità che ha Gibernau di vincere il Mondiale della Moto GP…

NICOLA: Esatto, tradotto per i non amanti della Moto GP…ZERO. Quindi pensare al sesso e non poterlo fare crea solo nevrosi. Visto che noi non vogliamo diventare dei vecchi nevrotici, dal momento che siamo già dei vecchi sfigati e questo basta, ecco che eliminando il pensiero del sesso eliminiamo una fonte di stress.

FOOL: Quindi, fine della carriera amatoria?

NICOLA: Certo, almeno fin quando non avremo la possibilità di avere una vita sessuale soddisfacente.

FOOL: Ho capito…mi faccio l’abbonamento dall’oculista che qua presto diventerò ceco a furia di pugnette…

 
 
 

POSITIVO - NEGATIVO

Post n°164 pubblicato il 18 Ottobre 2006 da Fool4ever
Foto di Fool4ever


POSITIVA 1:
il pendaglio sembra addormentato. E con esso la mia voglia di sesso. Troppo bello. La cosa fantastica è che non mi sonodovuto far asportare i maroni per ottenere questo. Speriamo solo che se un giorno dovesse capitare il miracolo che una mi voglia scopare, “lui” riprenda a funzionare. Altrimenti MINCAGA! Ho la lingua, ho le mani…

POSITIVA 2:
sembra che sul mio eremo arrivi l’ADSL. Mi sembra una cazzata ma dal sito di Alice dicono che c’è. Quindi, dopo aver accertato la veridicità della notizia, finalmente anche io potrò connettermi con un po’ più di velocità.
Questo farà si che quando mi collego in cam la gente non mi vedrà muovere a scatti come se facessi un passo di breakdance ma il movimento sarà più fluido. Ebbene si…su MSN mi collego con la cam, nudo (come un vero porcellone fa), così dimostro a chi è collegato che sono davvero cesso. Il solo problema del collegamento con la cam è che se ti scaccoli vieni beccato. E anche se ti stai facendo una sega perché stai visionando nel frattempo un video porno si capisce, con conseguente figura di merda.

POSITIVA 3:
come immaginavo, andare in palestra e seguire la dieta mi ha fatto tornare energia e voglia di uscire la sera. Ora che non mi tira più l’uccello…a che serve aver ritrovato la voglia di uscire la sera?

NEGATIVA 1:
ho scoperto di essere gay. Non proprio busone ma diciamo un po’ frou frou. In effetti mi piace sempre la figa, e mi fa schifo sempre l’uomo. Quindi, per quello che riguarda i gusti sessuali sono a posto. Ma è che, ormai da tempo, la musica “unpogaia” mi fa effetto. Ieri sera, mentre tornavo a casa sulla mia nuova Foolmobile (la Grandepuntomultijietamisci di colore grigio) ascoltavo un cd raccolta di 200 brani circa della mia collezione privata. Ebbene, quando sento Bobby-O, Village People, Immagination e altri gruppi un po’ “scentrati” vengo preso da una irrefrenabile voglia di ballare.
Tempo fa lessi che per vedere se un uomo è gay o no, bisogna vedere la sua reazione quando ascolta un pezzo dei Village People. Se balla è gay.
Del resto, vivendo solo, le pulizie le faccio io e non è difficile vedermi in boxer, ciabattone tigrate o modello “Tirolese” (scamosciate, che si calzano tipo mocassino alto con il pelo) con magari Macho Man o anche Hot Stuff di Donna Summer, ballare e usare lo Swiffer Duster a mo di microfono. Un po tipo Hugh Grant in Love Actually quando balla sulle note di Jump delle Pointer Sisters.
Quest’estate mi sono esibito sulle note di Just an illusion degli Immagination nella hall dell’hotel in Tirolo…la mia girl è rimasta schoccata..e per fortuna che in quel momento non c’era nessuno in giro.    


POSITIVA BATTE NEGATIVA 3 : 1 A voi studio!

 
 
 

NO SEX

Post n°163 pubblicato il 17 Ottobre 2006 da Fool4ever


Yessss! Finalmente.
Ci ho provato un sacco di volte. Ho passato ore e ore a cercare su internet una soluzione naturale al problema, qualche erba, qualche sostanza strana ma tutto inutile. Tutti hanno inventato farmaci per aumentare il desiderio sessuale ma nessuno ha fatto qualche cosa per diminuirlo.
Si vede che sono in maggioranza quelli che non hanno voglie invece di quelli che hanno il sesso come chiodo fisso.
Comunque sia: sono un uomo rinato. Mi sono liberato dalle catene del sesso. Cioè, non è che il problema fosse che facevo troppo sesso. Il problema era che ne avevo una voglia incredibile ma non lo facevo.
Quindi: ho eliminato la voglia. Ho fatto delle prove. Guardato filmati di lesbiche, di gang bang, di donne nude che nuotavano in una piscina colma di lasagne. Nulla. Non si è mosso. Nemmeno vedere le scene più arrapanti mai girate ha fatto sussultare il mio “desperado”.
A dire il vero…domenica, quando in staccata Pedrosa ha perso l’anteriore finendo per terra e tirandosi dietro Hayden ho avuto un orgasmo. Ma poi più nulla.
Ho un Wuberino attaccato lì che no nda segni di vita. Troppo bello…troppo felice.
Che il calo di desiderio sessuale è una iattura se stai con una tipa normale. Una cioè che ama il sesso. Ma se stai con una a cui il sesso non interessa (o meglio, il sesso con me non le interessa) è un disastro. Quando hai voglia si sta male sul serio. Volevo fare come si fa ai gatti quando li sterilizzi e cioè farmi tagliare i maroni ma il veterinario non mi ha accettato (nel senso di preso non accettato nel senso dell’accetta intesa come arma da taglio…che per fare l’operazione mica usano l’accetta…spero) e allora mi sono concentrato. Ed ha funzionato. Ora sono un uomo libero. Che si scopi o meno…MINCAGA
!
Per festeggiare mi mangerò 15 Duplo (così poi mi viene il cagotto...).

 
 
 

TEMPO! PREZIOSO!

Post n°162 pubblicato il 13 Ottobre 2006 da Fool4ever
Foto di Fool4ever


Il traguardo è la camera da letto, ma per arrivarci, spesso, i signori uomini le devono provare proprio tutte. Un rituale di preliminari, corteggiamenti e riti propiziatori, che parte dal mazzo di fiori, passa per il ristorante carino per concludersi, spesso senza successo, con carezze, sguardi, baci e coccole. Tutto questo potrebbe non servire a nulla e, la scienza conferma, spesso sarebbe meglio passare subito al dunque. Alla camera da letto. Questo perchè, così svela uno studio canadese, uomini e donne impiegano lo stesso tempo per raggiungere l’eccitazione. A che serve quindi il lungo cerimoniale iniziale?

 

La convinzione diffusa, per la quale le donne avrebbero bisogno di una lunga fase di preliminari sarebbe quindi secondo Irv Binik, professore di psicologia, fondatore e direttore del servizio di terapia sessuale e di coppia della rinomata McGill University di Montreal, del tutto falsa. Lo psicologo ha pensato di misurare per la prima volta in una ricerca di questo genere il tasso di eccitazione sessuale con il ricorso alla termografia, tecnologia basata sull'uso una telecamera a infrarossi che serve a verificare il calore emesso da un corpo.

Binik ha raccolto i dati relativi a 28 uomini e 30 donne, nudi dalla cintola in giù, dei quali, durante la visione di filmati di genere molto diverso, è stata misurata la temperatura dell'area genitale, grazie a una termocamera che la rilevava a distanza con un'approssimazione fino a 1 centesimo di grado, inviandola poi a un computer per l'analisi comparativa.
La prima misurazione, volta a stabilire la temperatura di base dell'area genitale, è stata effettuata mentre i soggetti guardavano filmati privi di potenziale erotico, come quelli di paesaggi canadesi.
Successivamente la misurazione è stata ripetuta con spezzoni di film horror, poi della serie televisiva comica Mr Bean e per finire di film pornografici.

 

Le persone coinvolte nel test guardavano scorrere le immagini attraverso speciali occhiali che impedivano la visuale dell'ambiente circostante, a evitare distrazioni.
Il computer ha registrato un incremento della temperatura della regione genitale, in media di 2 gradi, esclusivamente di fronte alle immagini di sesso esplicito.
Il dato più rilevante, che scuote i luoghi comuni su tempi e modalità dell'eccitazione femminile, è che tanto le donne quanto gli uomini, a prescindere da ogni romanticismo, hanno manifestato i primi segni di eccitazione sessuale entro 30 secondi dall'inizio del film porno.

L'unica differenza riscontrata è stata quella relativa al raggiungimento della massima eccitazione: agli uomini ha richiesto 664,6 secondi (circa 10 minuti), alle donne 743, uno scarto temporale ritenuto trascurabile. 

Quindi ci hanno sempre ingannato. Tutti a dire che i preliminari sono importanti… BAGGIANATE!
Quanto tempo ci hanno fatto sprecare… Magari uno per una trombata stava li, baci, carezze, quando è sufficiente qualce minuto. Ti spogli, lo metti dentro, ti rivesti, “Ciao” e potevi poi fare altro, che so, levigare la porta del garage, tagliare l’erba in giardino, fare shopping al Brico, giocare con la Playstation.

Visto? Ecco perché le donne dopo un po’ mi evitano come la peste. Io sto li a menare il torrone per ore con carezze, massaggi, baci e leccate varie quando bastano pochi istanti.


COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: VISTE LE CONTINUE CRITICHE CHE MANCO FOSSE LA FINANZIARIA, LA RUBRICA “VENERDì PESCE” È SOSPESA. D’ORA IN POI SOLO FIGA!   

 
 
 
Successivi »
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Coulomb2003djdome79Pro_te_stantefede.rizzatoquariapinzeddosara.ganassaliASDCAVASOgreatkingrat0monet29antoninorosaliamarcolinosilverdanielemenBubY790mahk
 
 
 
 
 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31