Blog
Un blog creato da helloween84 il 24/11/2004

ellouin84

Pippe varie di uno studente oppresso...

 
 
 

AREA PERSONALE

 

BLOG EXTRACOMUNITARI

(non è colpa mia, è Libero che è razzista) immagine
Kleinefrau
Johnny84

BzBiz
Rac
 

ALTRI LINK (IN)UTILI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 23
 

 

Migration Tool in arrivo!

Post n°181 pubblicato il 28 Ottobre 2010 da helloween84

Io e quella gentaccia brutta brutta di nessuno.org stiamo mettendo a punto un servizio che permetterà di trasferire tutti i post di un blog dalla piattaforma di Libero a quella di Blogspot. Al momento siamo riusciti (più loro di me, in realtà ) a mettere a punto l'importazione dei post e stiamo lavorando su quella dei commenti. Potete visionare la prova di importazione di questo blog qui.

A presto su questi teleschermi per le novità! :)

 
 
 

A tutti coloro che, presi dal panico per le nuove feature di integrazione di Libero con Facebook

Post n°180 pubblicato il 19 Ottobre 2010 da helloween84

stanno pensando di eliminare il proprio blog per non farsi trovare:

NON FATELO PRIMA DI AVER FATTO UN BACKUP!

Molti di noi sono su Libero da parecchi anni, e qui hanno molto di più di una semplice raccolta di post con gli scazzi del giorno... Prima di eliminare il vostro blog senza pensarci, fatene un backup sul vostro pc!

Senza backup perdete la possibilità di trasferire il vostro blog su un'altra piattaforma e se vorrete trasferirvi dovrete ricominciare tutto da capo e perdere tutti i vecchi post (e i commenti)!

Potete fare un backup del blog utilizzando QUESTO software.

Ecco come fare:

una volta installato ed avviato il software, vi troverete davanti una procedura guidata di backup del sito web che volete salvare. Cliccate su Avanti, assegnate un nome al progetto (es. Helloween84) ed inserite il percorso della cartella sul vostro pc nella quale volete salvare il blog. Cliccate avanti, selezionate come azione "Scarica il sito web" e selezionate Aggiungi url, inserendo nella finestrella che apparirà il link al vostro blog (ad esempio "http://blog.libero.it/helloween84", ovviamente senza virgolette). Cliccate il pulsante "definisci le opzioni", andate nella scheda Limiti e settate la "Massima profondità esterna" a 0. Date ok, cliccate avanti e poi su Fine. Il download partirà e una volta finito ritroverete il vostro blog nella cartella che avete scelto. A questo punto vi basterà entrare nella cartella, aprire il file index.html e potrete navigare sul vostro blog direttamente dal vostro hard disk! 

ellouin

 

(si prega di non condividere questo post su facebook, ovviamente)

 
 
 

SIAMO LA COPPIA PIU' BELLA DEL MONDO

Post n°179 pubblicato il 17 Agosto 2009 da helloween84

Lo so che manco da tanto tempo, che sono un disgraziato e che non si sparisce così, ma passare per il blog quasi per caso, dare un'occhiata allo shinystat e scoprire che la gente trova il mio blog cercando "quanti modi ci sono per farsi le pippe" e quello della mia morosa con "babbuino culo rosso foto" mi sembra decisamente un motivo valido...

 
 
 

Post N° 178

Post n°178 pubblicato il 19 Novembre 2008 da helloween84

La crisi economica ha ormai definitivamente calato le sue manacce sul nostro paese, e gli effetti più devastanti si osservano sul mercato del lavoro: tagli al personale, operai in cassa integrazione, giovani disoccupati che vagano disperati e senza meta per le piazze e sorelle che mi fregano costantemente la connessione ad internet.
Il baldo nullafacente quindi, per far fronte a questo triste scenario e non piegarsi alla monotonia dei giorni sempre uguali e senza una cippa da fare, deve continuamente inventarsi nuovi ed esaltanti passatempi per tenere impegnati i pochi neuroni che gli rimangono.
Se anche voi come me quindi, in quasi sei mesi di visite ad agenzie interinali, lettura di annunci di ricerca del personale e campagne di consegna curriculum nei posti più disparati della vostra provincia avete scovato soltanto un misero posto da promoter per il weekend, e quelli che dovrebbero essere i vostri datori di lavoro ancora non vi chiamano per dirvi quando dovete iniziare a lavorare, beccatevi la top five degli hobby di Ellouin, dalla quale potrete liberamente attingere per mantenere giovane la vostra mente ed avere giornate sempre più emozionanti:



5. Aumentare il proprio sex appeal (e quello della propria morosa) provando pose sempre più affascinanti con il programmino in omaggio con la webcam del pc... provate, la vostra autostima vi ringrazierà!



4. Approfondire la conoscenza dei propri animali di compagnia, trascorrendo almeno una mezz'oretta al giorno a chiacchierare amabilmente con Ludovico e la Crisippa, la quale ha dovuto necessariamente darsi alle nuove frequentazioni per uscire dal baratro della depressione in cui l'aveva trascinata la prematura scomparsa del suo primo compagno, Serenello. Non è ancora chiaro però quali saranno gli sviluppi di questa nuova amicizia: lui passa le giornate nascosto dietro una pianta, e non appena si azzarda a mettere il muso fuori lei scatta per rincorrerlo per tutta la vaschetta. Nonostante tutto questo movimento però, mentre Ludovico è magro come un fuscellino, la Crisy continua ad essere la controfigura per le scene di nuoto dell'omino Michelin. Il motivo è presto detto: all'ora della pappa la maggior parte del mangime finisce nella bocca famelica di lei, costringendo il povero Ludovico ad andare in cerca di cibo superstite caduto sul fondo (perchè la Crisippa è tonta... se il cibo cade, lei non se ne accorge e continua guardare stupita verso l'alto chiedendosi dove mai sarà finito il mangime che era lì fino a due secondi prima).
Comincio a sospettare che la Crisippa sia una mangiauomini che ammalia ogni poveraccio che le capita a tiro per assicurarsi l'eredità e portarlo piano piano a schiattare, per poi fischiettare con nonchalance sfoggiando la sua migliore posa da "io non c'entro niente, ieri sera mi ha dato la buonanotte, si è chiuso nella sua stanza a guardare C'è Posta per Te e stamattina l'ho trovato così".



3. Riscoprire luoghi e passatempi della propria giovinezza. D'altronde non è l'età anagrafica che conta, ma quella che ti senti dentro.



2. Ricercare i propri svaghi anche in rete (quando la sopra citata sorella mi lascia la connessione), dedicando le proprie cure non solo ad animali in ciccia e ossa ma anche a simpatici compagnucci virtuali come Vinicio, il mio coso da compagnia (non ho ancora capito che animale sia).
Vinicio è una specie di Tamagotchi, ma più brutto e più esigente: se al Tamagotchi bastava dar da mangiare ogni tanto, Vinicio ha bisogno anche di coccole, di fare visita ai suoi amichetti (Ramiro, Polly, Ursicino, Gigetto, Mestolo, Cool O e Scorreggia i più affezionati), di gareggiare con loro nella corsa ad ostacoli tornando a casa più sfinito ed affamato di prima, di fare shopping (spendendo tutti i soldi guadagnati vincendo le corse), di giocare a palla, saltare la corda e di fare tutte quelle cose che di solito rendono felici i cosi virtuali.
Se pensate che questo giochino possa tirarmi scemo più di quanto non lo sia adesso, non avete ancora visto in che stato ha ridotto la mia morosa.



1. Darsi al modellismo. Ma siccome la manualità di Ellouin è nota per essere degna di rivaleggiare con quella di Godzilla che gioca a shangai, avevo bisogno di qualcosa che mi permettesse di iniziare dalle basi, così da ridurre lo choc iniziale ed i danni a cose e persone circostanti. Immaginate quindi la mia gioia quando ho visto la pubblicità dell'elicottero di Topolino: quattro uscite settimanali, gancio acchiappamalviventi avvolgibile, commissario Basettoni ai comandi, Topolino appendibile alle maniglie esterne (come nelle migliori puntate di Squadra Speciale Cobra 11) ed elica funzionante!

La vita da disoccupato comincia a farsi appassionante, eh sì!

 
 
 

Post N° 177

Post n°177 pubblicato il 10 Giugno 2008 da helloween84

Qualcuno tra i lettori di questo blog (che poi, definire lettore uno che passa periodicamente da un blog e puntualmente vede che non c'è una cippa da leggere mi sembra un po' una forzatura) sarà già a conoscenza di un paio di novità che riguardano il suo autore, ma la maggior parte probabilmente le ignora, per cui ho pensato che forse sarebbe ora di farmi vivo e di portare al mondo, che tanto è stato in apprensione durante questo lungo silenzio stampa, qualche notizia sul suo amato beniamino:

- da fine dicembre non sono più un panaio. Lo so, il tatto non è esattamente uno dei miei pregi e qualcuno dei Sospetti (non faccio nomi) sarà già preda delle lacrime al ricordo delle padelle di pizza e dei chili di pane che imperversavano in alcuni raduni, ma la vita è crudele. A fine anno i miei hanno venduto il forno permettendomi di riscoprire - con mia grande sorpresa - che la sera alle nove, anche in estate, esistono posti in cui la temperatura è inferiore ai quaranta gradi.

- la seconda notizia è che da qualche settimana il sottoscritto non può più nemmeno fregiarsi del titolo di studente oppresso: considerati i millemila esami indietro, i miei trascorsi non propriamente da studente modello e, non ultime, le ormai scarse motivazioni a finire, ho deciso per ora di mettere da parte gli "studi" da aspirante informatico e di mettermi in cerca di un lavoretto e di un minimo di indipendenza ("che è ora", sì lo so).

Perse un po' le speranze per quanto riguardava la ricerca di un lavoro estivo in zona morosa, visto che ormai per la stagione al mare sembra essere un po' tardi per mettersi a cercare, mi sono messo il cuore in pace e ho cominciato a buttare giù un curriculum da mandare a destra e a manca (dato che, considerando la mia totale inesperienza praticamente in TUTTO, temo di dovermi preparare ad una ricerca piuttosto lunga prima di trovare qualcuno che sia abbastanza malato da assumermi). Qui è sorto un problema: foto? (coro di "NO, PER FAVORE!") Non foto? ("Se vuoi sperare che qualcuno ti chiami almeno per un colloquio...") E se foto, che foto?
E' stato allora che ho cominciato a guardare le fototessere fatte negli ultimi anni per cercarne qualcuna che fosse almeno guardabile, e oltre a rendermi conto che effettivamente il coro non ha tutti i torti, ho notato diverse cose che, negli anni, sono rimaste costanti, se non addirittura peggiorate:









- lo sguardo allucinato che rivolgo sempre alla macchina fotografica (e che mi rende estremamente appetibile ad un potenziale datore di lavoro, per le mie evidenti doti di lucidità, attenzione e perspicacia)

- il processo inesorabile di disboscamento della mia cute, conclusosi come tutti sanno in tragedia (come si vede dall'ultima foto)

- la mia fantasia nell'ideare e dare forma ad acconciature sempre nuove per la mia barba, che nella quarta foto raggiunge l'apice del suo splendore

Ok, forse - ma forse - la foto è meglio non metterla...

 
 
 

Post N° 176

Post n°176 pubblicato il 21 Maggio 2008 da helloween84

Se vieni svegliato da un fracasso infernale nel quale solo dopo qualche minuto riesci a distinguere abbastanza parole da capire che non hai sentito la sveglia e che sei terribilmente in ritardo
Se nel portare la colazione alla Crisippa e a Serenello - i due pesciolini che da qualche giorno abitano su una mensola della mia stanza e dei quali avrei voluto parlare in un post che avrei scritto in questi giorni - ti accorgi che Serenello ancora dorme, e senza dare troppo peso alla cosa pensi "Quella furba della Crisippa si fregherebbe tutto il mangime, meglio mandare un sms più tardi a mia sorella e chiedere a lei di nutrire i miei nuovi coinquilini"
Se nonostante il colossale ritardo riesci a prendere l'autobus, ma sei ancora talmente addormentato che non appena appoggi le chiappe sul sedile risprofondi tra le braccia di Morfeo e in uno stato d'incoscienza che manco la Bella Addormentata nel bosco, e vieni svegliato da un amico che ti chiede se hai intenzione di scendere o di farti un giro turistico di Ferrara in corriera per tutta la giornata
Se mentre sei a lezione ti si scarica pure l'unico cellulare - dei tre che hai - che nella fretta ti eri ricordato di portare con te
Se - guarda caso - tuo padre cerca di chiamarti un numero imprecisato di volte per avvisarti che anche lui è a Ferrara, e che quindi al tuo ritorno non potrà passarti a prendere alla fermata dell'autobus, ma volendo ti potrebbe raccattare direttamente lì dove sei, ma tu ovviamente non ne sai nulla perchè sei isolato da tutto e tutti, per cui ti tocca farti tre chilometri a piedi per tornare a casa, beccandoti pure il cazziatone perchè non rispondi al telefono
Se, finalmente rincasato, ti precipiti a vedere come sta il tuo pesciolino e lo ritrovi nella stessa posizione in cui l'avevi lasciato dodici ore prima, e i disperati tentativi di salvarlo o di scorgere in lui un minimo segno vitale sono tutti vani

allora forse non è la tua giornata fortunata.

 
 
 

RICORRENZE

Post n°175 pubblicato il 29 Aprile 2008 da helloween84

La RagazzaQualsiasi, la prima volta che esci con lei, ti porta a fare una passeggiata in spiaggia, al cinema, in libreria o - al più - in pizzeria.
La RagazzaStrana™ ti invita alla Sagra della Porchetta della Ridente Cittadina, per una passeggiata romantica tra le teste di maiale appese ai ganci delle bancarelle e il profumo degli assaggi delle salsicce.

Per la RagazzaQualsiasi, la serata ideale è qualcosa tipo "aperitivo con gli amici, cena fuori (masoloqualchestuzzichinopercaritàcheiosonoadieta), pub, discoteca fino alle quattro di notte, colazione con bomboloni all'alba e a casa non prima delle sei del mattino".
Se vuoi far felice la RagazzaStrana™ per una sera, proponile un piatto di cappelletti della Casa delle Aie, un divano, un telefilm, una partita a MarioKart e l'incontro con il cuscino non più tardi delle nove di sera (non a caso, uno dei suoi mantra recita "Cibo, pigiama, letto... la triade del Nirvana").

La RagazzaQualsiasi ricorda qualsiasi data che riguardi la storia con l'attuale moroso, dal primo bacio alla prima volta che lui le ha tossito in faccia dimenticandosi di mettere la mano davanti alla bocca.
La RagazzaStrana™, per ricordarsi del mesiversario con il proprio moroso, metterà promemoria ovunque, dall'agenda del cellulare al pc, per poi accenderlo in sua presenza mostrandogli tronfia il messaggio lampeggiante in bella mostra sullo schermo: "Non dimenticare: Ciccino".

La RagazzaQualsiasi si preoccupa dei gusti del proprio ragazzo e sta sempre attenta a non preparargli qualcosa che potrebbe non essere di suo gradimento.
La RagazzaStrana™, ben sapendo che il suo moroso è presidente onorario del Comitato AntiVerdureEdOrtaggiTutti Italiano, chiederà a sua madre con aria tenera e supplichevole: "Mammina Mammina, per stasera ci compri le melanzane, che piacciono tanto a Mirko?".

Per una RagazzaQualsiasi, il moroso è l'essere più bello e affascinante della Terra, ed il suo sguardo è sempre quello fiero ed affascinante dell'uomo che non deve chiedere mai.
La RagazzaStrana™, guardando una foto che vi ritrae insieme, dirà qualcosa tipo
"Come sei carino in questa foto!"
"Ehm... sicura? Sono venuto con una faccia da culo allucinante..."
"Beh, ma questa è la tua faccia..."

La RagazzaQualsiasi, se per qualche motivo non le rispondi al telefono, ti mette il muso e non ti parla per una settimana.
La RagazzaStrana™, dopo il trentaseiesimo tentativo di chiamarti andato a vuoto e dopo altrettanti sms senza l'ombra di una risposta, andrà in crisi esistenziale pensando che non la vuoi più, che sei scappato alle Hawaii con la tua cugina biondabonaericcioluta per vivere la vostra incestuosa tresca senza seccature da parte dei parenti o che ti sei lanciato dal balcone perchè ti eri perso nel vortice dei ricordi e ti è venuto in mente di quando lei ti ha detto che hai la faccia da culo. E quando le dirai che ti eri abbioccato e ronfavi della grossa da quattro ore, alla faccia sua e delle sue paranoie, invece di farti passare la notte appeso per gli attributi alla ringhiera del terrazzo ti dirà che ti ama tantotantotantissimo e che questa è l'ennesima conferma del fatto che non potrebbe vivere senza di te.

Oggi è un anno che mi sopporti, e non mi interessa se non scrivo più da mesi e torno senza un minimo di spiegazioni per scrivere un post che farebbe venire la nausea persino ad happyshallala, stasera si festeggia sul divano a guardare i Goonies, come un anno fa.
Ti amo ciccipatasbirisprippolina


 
 
 

CAPODANNO A CASA AUS

Post n°174 pubblicato il 02 Gennaio 2008 da helloween84


Metti due gioiosi esponenti della gioventù emiliano-romagnola che,
a tre giorni dal capodanno, ancora non hanno una benchè minima
idea di
- dove andranno
- cosa faranno
ma soprattutto
- dove e cosa mangeranno
la fatidica ultima serata del 2007

Metti due voglie prossime allo zero di infilarsi in feste affollate,
casiniste, sudate, rumorose e fuocoartificiose organizzate in
fighissimi locali della riviera.

Metti un Ellouin di ritorno da un tour de force natalizio in Puglia tra
parenti, domande sulla morosa, sull' università, su qualsiasi cosa
riguardi chiunque tranne i miei interlocutori, ma soprattutto TANTO
CIBO (il "pranzo" di Natale si è protratto dalle due di pomeriggio
fino alle sei di sera ).

Metti sempre un Ellouin che, durante il suddetto tour de force, si
becca un simpatico virus che lo costringe a letto per i successivi tre
giorni, in balia di una morosa - per l' occasione trasformata
nella protagonista femminile di Misery - che lo cura
amorevolmente con ettolitri di tisane e di tanto in tanto lo
minaccia - ma sempre amorevolmente - affinchè egli possa
finalmente e serenamente trovare l' ispirazione per ritornare a
scrivere qualcosa sul blog.
(questo post è frutto unicamente della mia irrefrenabile voglia di
scrivere e di raccontare a tutto il blog-universo il modo in cui si è
svolto il mio Capodanno, sisi )

Metti un divano, due sbrilluccicosissimi pigiami (abbondantemente
riempiti dalle nostre carni ), una mooorbida coperta, un
bellissimo berrettino azzurro omaggio di Cacciatrice&Potterina che mi
sta un bijou , una spettacolare torta di riso e un sacchetto di
biscotti al cocco comprati appositamente la mattina stessa, una
bottiglia di Amaretto di Saronno e la trilogia completa di Shrek
in DivX a nostra disposizione.
Shakera abbondantemente e otterrai il capodanno di Ellouin&Ausdauer,
nella migliore tradizione pantofolaia dei due ragazzuoli.
D' altronde perchè spostarsi, prendere del freddo, del fumo, dei pestoni
sui ditini dei piedi e ritrovarsi in mezzo alla bolgia, ai petardi e a gente
ubriaca persa quando puoi benissimo rimanere in casa al caldo,
divertirti molto di più e andare a nanna quando ti pare? (nel caso
specifico, all' una e tre quarti si ronfava già come due segherie)





Buon Anno A Tutti!

 
 
 

POVERINO... E' TANTO UN BRAVO RAGAZZO, MA FREQUENTA BRUTTE COMPAGNIE

Post n°173 pubblicato il 30 Agosto 2007 da helloween84

Un paio di giorni fa in negozio dai miei capita U., un signore che non vedevo da millenni, dato che aveva lavorato con me nella leggendaria "Campagna pere Estate 2001". Pian piano, parla che ti riparla, vengono fuori tutti gli aneddoti di quel periodo, tanto che rimaniamo lì a chiacchierare dei bei tempi andati (quando i suoi baffi erano ancora scuri e i miei capelli... ehm, vabbè lasciamo stare) circa un' oretta, durante la quale tra le altre cose mi chiede se sono ancora in contatto con F., uno degli altri due ragazzi della mia età che quella stagione avevano lavorato lì. Rispondo che effettivamente sì, ogni tanto ci sentiamo ancora, ma mi viene in mente che in effetti l' ultima volta che l' ho visto risale a due anni fa, quando alla pizzata del mio compleanno chiamò il filippino che stava cercando di vendere rose ai signori del tavolo di fianco al nostro, ne comprò una, venne in ginocchio da me e me la consegnò... io lo presi, lo bloccai in un angolo e finsi di baciarlo appassionatamente, tra gli applausi di mezza sala.

Ormai sopraffatto dalla nostalgia e sull' orlo delle lacrime per via di quel ricordo tanto commovente decido quindi di mandargli un sms per vedere se è vivo e raccontargli dell' incontro:



E: "Ciao brutto uomo... E' una vita che non ci si sente! E' appena venuto U. in negozio dai miei e ci siamo messi a ricordare di pere marce in faccia e brevetti per l' automatizzazione della raccolta della frutta. Tu come stai?"

F: "Buon giorno..nn c allarghiamo cn le parole x favore: brutto sn brutto, ma uomo proprio no eh! Skerzi a parte qui va abbastanza bene e d grosse novità nn ce ne sn..solita routine, ke nn è una ruota piccola! Tu invece,spero tt ok." (il che, anche tralasciando il fatto che ci ho messo mezz' ora solo per capire cosa mi avesse scritto, vi può già dare un' idea del tipo di personaggio - niente paura, i prossimi sms li riporterò direttamente tradotti in italiano)

E: "Direi di sì, a parte il fatto che io e l' estate non andiamo troppo d' accordo e al momento mi sto sciogliendo... Tu però devi togliermi un dubbio: io ho pure un altro numero tuo, devo tirare a caso ogni volta che ti scrivo qualcosa o uno dei due posso cancellarlo?"

F: "Sai che sei un fenomeno perchè anche io ho due tuoi numeri... e non so perchè! Il fatto è che questo non lo avevo.. insomma un casino! Comunque, questo è il mio numero ufficiale, l' altro lo uso solo per le missioni segrete... è talmente segreto il numero stesso che ho perso la sim! Un genio!"
E: "Ah, allora siamo in due ad essere furbi. Pure io ho due numeri, ma l' altro non lo guardo da almeno un mese perchè ho il telefono in assistenza, per cui quando ti manco tanto tanto e hai bisogno di scrivermi usa tranquillamente questo"

F: "Ma come abbiam fatto a non conquistare il mondo mi chiedo?! Almeno a ottenere il potere sconfiggendo Leone, il capo coglione. Allora, l' altro numero lo terrò, ma userò solo l' omnitel per una questione di messaggi gratis... sennò divento povero. Bon, ora vado che tra un po' devo essere a lavorare. Stammi bene ometto della farina del mulino bianco. Un abbraccione grande grande. At voi ben bèlo!" (Traduzione: "Ti voglio bene bello!")



A questo punto sono combattuto: se io alla gente che viene a dire A ME che non sono normale cominciassi a presentare qualcuno dei miei amici, dite che potrebbero considerarli un' attenuante o un' aggravante? 

 
 
 

Post N° 172

Post n°172 pubblicato il 29 Giugno 2007 da helloween84

Chi non ha mai provato a stare senza parla facile... come sempre, solo quando qualcosa ci manca ci rendiamo conto della sua importanza. E così mi tocca sorbirmi un sacco di "dai, cosa vuoi che sia... poco tempo e vedrai che torneranno" e "ma poi che te ne fai"?. Gente insensibile. Gente che non può capire perchè non ci è mai passata. Ma mi piacerebbe vedere loro al mio posto. Un attimo prima sei felice, loro sono lì con te e pensi che niente potrà separarvi ancora per tanto tempo. Poi ti distrai mezzo secondo e... BAM! La catastrofe. Che poi sarebbe più appropriato "ZAC!", ma "BAM!" ci stava meglio.
Mi ricordo ancora quando è toccato a lui, quanto ho sofferto allora e quanto ancora soffro a ripensarci.

Porca vacca, ho sbagliato una curva sistemando una basetta e l' ho demolita. E siccome Ellouin senza basette è un po' come Malgioglio senza ciuffo biondo, ho preso la sofferta ma saggia decisione di amputare per intero la mia folta chioma.

Tenero, piccolo Ellouin lisssio lisssio. Come un bimbo


 
 
 

Post N° 171

Post n°171 pubblicato il 14 Giugno 2007 da helloween84

A volte ritornano (per fare i test)
Qualcuno probabilmente, data la prolungata assenza del sottoscritto da questo blog, si immaginava già Ellouin sdraiato al sole delle Maldive a crogiolarsi sotto una palma con un Mojito in mano, o magari impegnato a fare il missionario in Uganda, a predicare castità e rettitudine come pilastri di un' esistenza sana ed illuminata. Ebbene, io avevo già le valigie pronte... ma qualcuno, preoccupato dai lamenti di agonia del mio blog in fin di vita, ha pensato bene di passarmi l' ennesimo test-catena, per cui - per ora - partenza rimandata (ma mi devi un piatto di cappelletti ).

INCIPIT LETTERARIO
Il giochino consiste nel pigliare cinque libri ai quali, per un motivo o per un altro, si è particolarmente legati e riportarne le prime righe. Io, essendo un lettore piuttosto pigro, tendo ad affezionarmi ad un autore o due per poi divorarmi tutta la sua bibliografia in un tempo più o meno lungo (dipende dalla voglia del periodo) e ricominciare a guardarmi intorno solo ad impresa conclusa. Dato che mettere nel test 624 libri dello stesso autore sarebbe stato un po' riduttivo (oltre che noioso da leggere), ne ho presi cinque che rappresentassero piuttosto efficacemente i vari generi che solitamente mi interessano (oggi ho mangiato un vocabolario):

Gli avvenimenti risalgono al 1932, quando il penitenziario di stato si trovava ancora a Cold Mountain. E là c’era anche naturalmente la sedia elettrica.
I detenuti scherzavano sulla sedia, come sempre si fa delle cose di cui si ha paura, ma da cui non ci si può sottrarre. La chiamavano Old Sparky, come dire lo Scintillante, o Big Juicy, la Scaricona. Circolavano battute sulla bolletta della luce e su come e dove Moores, il direttore del nostro carcere, avrebbe cucinato il suo pranzo del Ringraziamento, quell’autunno, con la moglie Melinda troppo malata per mettersi ai fornelli. Ma in quelli che dovevano veramente sedervisi, la voglia di scherzare si spegneva in un baleno. Nel periodo da me trascorso a Cold Mountain ho presieduto a più di settantotto esecuzioni (questo è un numero sul quale non ho mai fatto confusione; me lo ricorderò sul letto di morte) e credo che, per la maggioranza di quegli uomini, la verità di ciò che stava accadendo li colpisse finalmente come una legnata quando venivano loro bloccate le caviglie alla solida quercia delle gambe di Old Sparky. In quel momento (vedevi la consapevolezza riempirgli pian piano gli occhi, una specie di freddo sgomento) si rendevano conto che le gambe avevano concluso la loro carriera. Dentro vi scorreva ancora il sangue, i muscoli erano ancora reattivi, ma avevano chiuso lo stesso; non avrebbero percorso più nemmeno un metro di un sentiero tra i boschi, non avrebbero più ballato con una ragazza a qualche festa di campagna.
Il miglio verde, Stephen King. Io sono di parte, perchè se mi dicessero che l' etichetta dell' Anitra WC l' ha scritta Stephen King, la leggerei tutta d' un fiato senza esitare, ma questo è uno dei più bei libri che abbia mai letto. E per far venire giù la lacrimuccia ad un uomo tutto d' un pezzo come Ellouin ce ne vuole

Questa è la storia di un uomo chiamato Eddie e comincia dalla fine, con Eddie che muore sotto il sole. Potrebbe sembrare strano iniziare una storia dal finale, ma ogni fine è anche un principio. Solo che, quando sopraggiunge, lo si ignora.
Eddie trascorse la sua ultima ora di vita, come gran parte delle altre, al Ruby Pier, un parco divertimenti prospiciente un vasto oceano grigio. Il parco aveva le solite attrazioni, un lungomare di legno consunto dalle intemperie, una ruota panoramica, le montagne russe, l' autoscontro, una bancarella di dolciumi e un locale con le macchinette automatiche, in cui si poteva sparare un getto d' acqua nella bocca di un clown. Di recente aveva acquisito una nuova grande attrazione, la Freddy' s Free Fall, ed Eddie sarebbe morto proprio lì, in un incidente destinato ad occupare le prime pagine dei giornali dell' intero Stato.
Le cinque persone che incontri in cielo, Mitch Albom. Questa è la classica folgorazione da libreria: guardi distrattamente lo scaffale, vedi un titolo che ti attira e pensi "e sto Mitch Albom chi cavolo è?". Poi dai un' occhiata alla trama e due secondi dopo, senza rendertene conto, stai uscendo bel bello col tuo libro dentro la sportina assieme allo scontrino. Letto in tre giorni, mi è piaciuto da morire. Ed è l' unico libro che sono riuscito a far leggere pure a mia sorella

Sei mesi dopo Powell e Donovan avevano cambiato idea. Le fiamme roventi di un sole gigantesco avevano lasciato il posto alla dolce oscurità dello spazio, ma il variare delle condizioni esterne incideva ben poco quando si era alle prese con i robot sperimentali e i loro ingranaggi. Qualunque fosse l' ambiente, si trattava di sondare le profondità imperscrutabili di un cervello positronico, che secondo i geni del regolo calcolatore avrebbe dovuto funzionare in questo e quel modo.
Ma in realtà il modo non era esattamente questo e quello. Powell e Donovan l' avevano scoperto dopo meno di due settimane che si trovavano sulla stazione.
Essere razionale, Isaac Asimov (che in realtà è un racconto breve e non un romanzo... ho sempre fatto la voglia di avvicinarmi alla fantascienza ed in particolare ad Asimov. Qualche mese fa ho trovato questa raccolta di racconti, e in mezzo a qualcuno di semidecente, qualcuno carino ed altri più carini, questo è decisamente il migliore)

15 luglio 391 d.C.
Una terra sconosciuta
Una luce fioca e palpitante guizzava bizzarramente nella tenebra della galleria. Un uomo vestito d' una tunica di lana che gli scendeva sotto il ginocchio si fermò e alzò sopra la testa una lampada a olio. Il chiarore fievole illuminò una figura umana racchiusa in una bara d' oro e cristallo e gettò un' ombra grottesca e tremula contro la parete levigata. L' uomo dalla tunica fissò per qualche attimo gli occhi ciechi, quindi abbassò la lampada e si voltò.
Tesoro, Clive Cussler. Questo è il classico autore di americanate grosse come una casa (per chi volesse farsi un' idea, da uno dei suoi libri è stato tratto Sahara, uscito al cinema l' anno scorso mi pare), con l' inflazionatissimo schema "scoperta archeologica del secolo - cattivone di turno che vuole fregarla/distruggerla - figaccione+donnina di turno+amico sfigato del figaccione che cercano di impedirglielo - finale con il figaccione e la donnina che fanno le cosacce rotolandosi sui preziosissimi reperti del XVII secolo a.C., che alla fine ti chiedi 'non potevi portartela in albergo all' inizio del libro ed evitare di rompere le balle a mezzo mondo?'". Lo schema è SEMPRE quello, i personaggi principali pure, però a me le tamarrate americane piacciono, che ci volete fare?

Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale Ovest della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti delle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione.
Questo pianeta ha, o meglio aveva, un fondamentale problema: la maggior parte dei suoi abitanti era afflitta da una quasi costante infelicità. Per risolvere il problema di questa infelicità furono suggerite varie proposte, ma queste perlopiù concernevano lo scambio continuo di pezzetti di carta verde, un fatto indubbiamente strano, visto che ad essere infelici non erano i pezzetti di carta verde, ma gli abitanti del pianeta.
Guida galattica per gli autostoppisti, Douglas Adams (Ancora fantascienza. Lettura ancora in corso, ma per ora mi sta prendendo parecchio)

Adesso in teoria dovrei passare la catena ad altri quattro disgraziati, ma siccome è un pezzo che non posto niente qui ed è tutto un po' impolverato, uno potrebbe ripassare di qua a Ferragosto ed accorgersi solo allora che gli ho passato la patata bollente... per cui facciamo che chi vede il giochino e lo reputa carino viene e se lo prende, così mi evito pure accidenti vari ed eventuali

 
 
 

Post N° 170

Post n°170 pubblicato il 23 Marzo 2007 da helloween84

Dato che un paio di mattine fa mi sono svegliato ritrovandomi sul groppone un anno in più, i miei hanno avuto la bella pensata di regalarmi una fotocamera digitale.
Ingenui, non immaginavano certo che avrebbero risvegliato il Giapponese™ che c' è in Ellouin.
Una saggia zia mi ha detto "Anche tu scommetto che starai ore a fotografare qualunque cosa i primi giorni, anche la polvere".
Ci ha preso in pieno. Nel giro di una giornata sono riuscito a scaricare due Energizer a lunga durata facendo foto alla scrivania, al letto, alla mensola, alla sorella mentre dormiva, al cestino, al Peschereccio del Mulino Bianco e pure un dettagliato reportage ai graffi del portatile.
Ieri mattina l' illuminazione: "Dai che vado a farmi un giro in bicicletta, così faccio qualche foto del paesaggio rurale ferrarese e mi apro un blog fotografico per fare concorrenza alla saggia zia".
Ebbene, sento che dentro di me già scalcia l' anima dell' artista... ben pochi bloggari pseudofotografi possono vantare capolavori come questo, pfui.


immagine

 
 
 

Post N° 169

Post n°169 pubblicato il 13 Febbraio 2007 da helloween84

Qualcuno dei Soliti Sospetti già lo sa: mio padre ha la
pessima abitudine di appiopparmi dei simpatici personaggi da scarrozzare in giro per farGLI fare bella figura con gli amici. Al raduno romagnolo del 6 gennaio è stato il turno della quindicenne di Porto Tojje: quel giorno ero a pranzo coi miei in un ristorante di Savignano assieme a degli amici (suoi) e dopo mangiato avrei raggiunto - assieme a mia sorella - una Sospetta al famoso "distributore di legno della Tamoil", mi sarei fatto raccattare (perché un vero uomo scrocca un passaggio ogni volta che può) e assieme avremmo poi trovato il resto dell' allegra combriccola a MarAIna di Ravenna (Comandante docet, anche se poi se ti devi far indicare la strada da lui rischi di ritrovarti a Cuneo).
Peccato che il già citato papino, nei giorni immediatamente precedenti, avesse più volte detto all’ amico
“Domenica porta anche tua figlia, che a pranzo c’ è mio figlio… poi lui nel pomeriggio deve trovarsi con degli amici: magari fanno amicizia e vanno via insieme”
Tutto questo io ovviamente l’ ho saputo dopo che gli accordi erano già stati presi. E ho saputo dopo anche che si trattava della stessa figlia che quest’ estate voleva raggiungerci a Mirabilandia e che mio padre stava probabilmente organizzando il tutto per cercare ancora una volta di progettarmi il matrimonio.
L' inizio non è dei migliori… nei pressi dei Lidi Ferraresi avviene l’ incontro: la ragazza piomba nella Stilo nel bel mezzo di Radio/Video dei System Of A Down ed esordisce con un “Oddio, cos’ è sta roba?”, riuscendo alla fine a convincere anche mia sorella (che pure ama i SOAD) a mettere a segno un golpe sull’ autoradio, condannandomi per il resto del viaggio ad ascoltare l’ ultimo cd della Pausini (che, l’ ho detto più volte, io non disdegno… ma la cover de “Il Mio Canto Libero” di Battisti non me la doveva fare immagine).
Fortunatamente poi, superato quasi senza danni il pranzo (forse perché, dato che la tavolata era piuttosto numerosa, eravamo sistemati a diversi posti di distanza), la simpatica e vivace ragazzotta decide, una volta incontrati gli altri radunisti, di socializzare perlopiù con personaggi del calibro di Ric e del Comandante, turbandoli con un saggio dal titolo “Vizi e virtù dei ragazzi di oggi” (Comandante e Ric che, immolandosi al posto mio, mi hanno permesso di arrivare a sera senza particolari segni di squilibrio mentale e di raggiungere poi il ferrares e in completa tranquillità, dato che la ragazza, sfinita dall’ estenuante opera di scassamento di balle altrui, ha trascorso l’ intero vi aggio di ritorno semisvenuta sul sedile posteriore della Stilo senza nemmeno le forze per opporsi ai cori di Ellouin e sorella che, ripristinato l’ equilibrio naturale delle cose, cantavano a squarciagola “Welcooooooooomeee tooo the soldieeer siiideeee” assieme ai System Of A Down). I due martiri (soprattutto Ric) portano ancora i segni di questa terribile esperienza, ma saranno ricordati per sempre per il servizio reso ai compagni.

Ma quello non è stato certo il primo (e temo nemmeno l’ ultimo) episodio di questo genere: a Natale infatti ero giù in Puglia coi miei per l’ annuale (e graditissssima) visita ai parenti… una sera ci si è ritrovati a cena a casa di amici e tra un discorso e l’ altro è venuto fuori che uno dei (SEI immagine) figli degli amici in questione aveva trovato lavoro a Ferrara (da Foggia… ehm), e che a partire da gennaio si sarebbe trasferito in un appartamento nella ridente e nebbiosa cittadina emiliana. Poteva mio padre in quel momento occupare la bocca prendendo selvaggiamente a morsi una braciola di maiale pur di non proferire le magiche parole “Beh, ma di Ferrara chi conosci? Sei da solo?? Mirko, scambiatevi i numeri, così quando viene su vi sentite e al sabato esce con te e i tuoi amici!”? A quanto pare no.
Per più di un mese ho cercato in mille modi di evitare di portare a termine l’ incarico con le scuse più ignobili, tipo “ieri sera siamo rimasti a giocare all’ allegro chirurgo fino alle quattro in casa”, “eravamo stanchi e non siamo andati a Ferrara” (quando a Ferrara ci siamo invece tutti i sabati, dato che in provincia i posti dove andare sono pochi) o “ho provato a chiamare Marco un casino di volte, ma non mi ha risposto”, ma stavolta ero proprio in trappola: sabato sera dovevo accompagnare mia sorella ad una cena con delle sue amiche a Ferrara
“Chiama Marco, così poi vi vedete”
E dai pur, chiamiamo sto Marco… ovviamente solo in tarda serata e previo incontro con il resto della compagnia, dato che io 1) da solo ho la verve e la comunicatività di Puffo Selvaggio… e Marco a malapena lo conosco
2) io mi perdo dietro casa mia e per trovare la sua avevo bisogno di un navigatore.

Riassunto della serata:
- siamo riusciti a raccattare l’ omarino solo dopo due telefonate e svariati giri della zona industriale di Ferrara
- ho intrattenuto le sue giovini ed innocenti orecchie con interpretazioni inedite di “I Get Around” e “Barbara Ann” dei Beach Boys
- siccome eravamo in pochi (e assonnati): “che si fa?” “andiamo a giocare a bowling?” (classica ed inflazionatissima opzione che salta fuori un sabato sì ed uno no… stavolta peròce l’ ho fatta a non arrivare ultimo: Marco è più triste di me, tiè!)
- a fine partita, con il morale sotto le scarpe perché il vincitore si era portato a casa il match con il punteggio record di 70 punti o giù di lì (l’ ho detto che eravamo in forma) e il navigatore (acciaccato da malanni vari perché la vecchiaia inizia a farsi sentire) che aveva rotto le balle a tutti raccontando che questa settimana voleva chiedere un aumento al capo ma gli è toccato rimandare perché è andata a fuoco l’ officina dove lavora, nessuno aveva più la forza di proporre un posto dove andare e si è optato per il ritorno a casa

mi sa che aspetterà un po’ prima di farsi risentire immagine

 
 
 

MA SI VEDE COSI TANTO CHE ULTIMAMENTE NON HO UNA CIPPA DA SCRIVERE?

Post n°168 pubblicato il 25 Gennaio 2007 da helloween84

GIOCHINO CRETINO
(Rapina di gruppo a casa della Mede)
Prendete winamp o quello che usate per ascoltare la musica. Andate col miscelatore o Riproduzione Casuale e associate ad ogni domanda le canzoni nell'ordine in cui escono.

Cosa Pensi Di Me?
Nirvana - You Know You' re Right (come dire "ai matti si dà sempre ragione")

Avro’ Una Vita Felice?
Metallica - Devil' s Dance (ecco, questo mi ha già fatto il malocchio pure per il DOPO)

Cosa Pensano I Miei Amici Di Me?
REM - All The Way To Reno
(questa era un po' criptica, ma la Ciottola mi ha illuminato:
Ellouin: Cosa Pensano I Miei Amici Di Me?
REM - All The Way To Reno
Ellouin: sto cercando di trovare un collegamento
Ciottolina: uhm......
Ciottolina: il Reno è un fiume.... affogati)

Le Persone Pensano A Me Con Lussuria?
Europe - Scream Of Anger
(non è proprio lussuria, ma almeno mi pensano)

Cosa Pensa la mia ragazza di me?
Elio e le Storie Tese - Mio Cuggino
(un lato positivo si trova sempre in tutto... metti che non ero singol: come gliela spiegavo alla signorina in questione la scritta sullo specchio "Bbenvenuto nell' aids?"   immagine)

Come Posso Essere Felice?
Gamma Ray - Rebellion In Dreamland immagine

Cosa Devo Fare Con La Mia Vita?
Khymera - Alone immagine
(Mede... mi presteresti mica la tua colonna per favore?)

Perche’ La Vita A Volte E’ Cosi’ Dolorosa?
Leonard Roseman - Robocop Theme
(spetta che questa me la segno: forse è meglio se la smetto di trovarmi da litigare con quelli più grossi di me)

Avro’ Figli?
Bob Marley - No Woman No Cry
(qua comincia già a piangere la madre, figuriamoci poi i figli)

Moriro’ Felice?
Khymera - All Is Gone
(giusto nel caso che me lo dimenticassi)

Puoi Darmi Un Consiglio?
Iron Maiden - The Mercenary
(devo arruolarmi o andare sulla Romea e vendere i miei favori in cambio di denaro?)

Cos’e’ La Felicita’?
Lynch Mob - Tooth & Nail
(felicità è andare dal dentista e poi a fare la manicure?)

A Letto Come Sono?
Korn - One More Time
(omo basso... immagine)

In Amore Come Sono?
Europe - The Final Countdown
(no aspè, quello non ero io, era il Comandante! 24... 23... 22... 21... immagine)

 
 
 

ELLOUIN DIVENTA FAMOSO

Post n°167 pubblicato il 13 Gennaio 2007 da helloween84

Da un paio di mesi a questa parte a Ferrara spopola un simpatico giornaletto gratuito dal nome evocativo: Maial  immagine
Io, bazzicando un forum sul quale tale giornaletto viene promosso, poco meno di un mesetto fa sono venuto a sapere di un aperitivo-incontro con i redattori, e prontamente mi ci sono fiondato, per placare la mia sete di conoscenza riguardo i giovani talenti giornalistici locali (e anche perchè su Maial di dicembre faceva bella mostra di sè un simpatico coupon: "Aperitivo gratis se mi porti con te").
Così, tra un crodino ('nci posso far niente, lo spritz mi fa schifo), 38 fette di salame e svariati quadratini di pizza ho fatto due chiacchiere con la redazione (e alla faccia della redazione... su quattro che sono, tre son donne... e ce ne fosse una brutta immagine), ho ottenuto la licenza di distributore ufficiale di Maial (nel senso che ne piazzo un po' di copie in negozio sul bancone e chi lo vuole se lo raccatta) e fatto qualche foto cretina.

Qualche giorno fa
SorellaEllouin: "Per caso ti hanno già portato il numero nuovo di Maial?"
Ellouin: "No... non li ho ancora sentiti. Perchè?"
SorellaEllouin (ridendo sguaiatamente immagine): "L' ho visto stamattina... c' è la tua foto. L' ho vista perchè tutti a scuola mi chiedevano 'ma c' è tuo fratello sul giornale??'"

Ieri, giorno dell' incontro col mio spacciatore, ricevo la scorta dei giornali... vado a dare un' occhiata e la vedo:
oh, con tre o quattro foto che abbiam fatto assieme, proprio quella in cui son da solo (e quindi impossibilitato a confondere la mia faccia da culo tra le altre) dovevano mettere? Cioè, ma questa vi pare una foto da diffondere tra il grande pubblico?


immagine

(Mashiro Tamigi mi fai 'na pippa)

 
 
 

Post N° 166

Post n°166 pubblicato il 10 Gennaio 2007 da helloween84

(Nota: il proprietario del blog si dissocia dai contenuti del seguente post, che doveva apparire firmato da jlenia89, ma Libero rompe le balle dicendo che non posso invitare a scrivere sul mio blog un profilo associato alla mia stessa mail immagine)

Ciao a tutti, è la prima volta che scrivo un post (sotto consiglio del Rik……grazie Rik!)
Mio fratello dice che adesso diventerò amica di quelle che hanno il blog tutto sbriluccicoso, ma non è vero…io non sono così!!!!! immagine
Sabato pomeriggio mi sono troppo divertita… siete tutti pazzi, è impossibile non adorarvi:
- la Aus che nonostante il raffreddore, la gamba mezza tranciata e il suo sapersi orientare per la Romagna è riuscita ad esserci
immagine
- il Rik che riesce ad aspettare anche un anno prima di mettersi un paio di pantaloni perché prima deve trovare le scarpe in tinta e che a insaputa di tutti riesce anche a fare dei discorsi seri (al ristorante con la “Porto Tolle”)….sei un grande Rik
- il Comandante che ha scoperto di avere una figlia sparsa per il mondo…non so se sia stata una fortuna o meno!
- il Dottore e la Bestiola che sono semplicemente straordinari, ci si affeziona solo a sentirli parlare

Non mi sono dimenticata degli altri è solo che ancora non li conosco…
Forse qualcuno penserà che sono masochista, ma io non vedo l’ora di rivedervi tutti….dopo tutto sono la sorella di Mircucciolino….o Manga per gli amici più stretti!!!!!!!!

immagine

(Piccolo ricordo di sabato... questa foto passerà alla storia, e per questo il Rik mi odierà a vita! immagine)

 
 
 

Post N° 165

Post n°165 pubblicato il 03 Gennaio 2007 da helloween84

Visto che i fans reclamano un nuovo post e io non ho una cippa da scrivere...
1. Quando ti sei guardato allo specchio stamattina cosa hai
pensato?
‘ial che luce… poi ho capito che era il riflesso della lampadina sul mio crapino
2. Mai fatto uso di droghe?
Non mi servono, grazie
3. Una parola che fa rima con Papera. àpera
4. Pianeta preferito? Plutone… piccolo, tondo ed emarginato. La storia della mia vita
5. Chi è la quarta persona delle tue chiamate perse nel tuo cellulare?
Mia sorella
6. Qual è la tua suoneria preferita del cellulare?
La Samsung è plumona e non mette i cavetti usb nella confezione del cellulare (o almeno non lo faceva quando
ho preso il mio), per cui mi tocca tenermi il mio remix della nona di Beethoven
7. Che maglia stai indossando?
Una di quelle mezze rovinate che uso per andare
a lavorare… però sotto ne ho una rossa con un maialozzo disegnato che dice “Scusate
la faccia”
8. Cosa stavi facendo venti minuti fa?
Parlavo in msn
(liberate questo schiavo del piccì)
9. Che marca di scarpe stai indossando? Ciabattone ultramorbide pelose
blu… sopra c’ è scritto “Feel Adventure”… in effetti ci faccio sempre le scale
al buio rischiando l’ osso del collo
10. Camera buia o illuminata?
Illuminata… di solito anche alle tre di notte si
può vedere la luce della mia lampada che tengo sopra al letto filtrare da sotto
la porta. Che poi si riesca a sentire anche il mio “respiro notturno da
segheria” è un’ altra storia
11. Se sei in una stanza su due letti su quale dormi?
In
camera ne ho tre… letto a castello con materasso a scomparsa in un cassetto sotto
al letto più in basso. Dormo in quello sopra a quello nel cassetto (‘nsècapitonasega)

12. Cosa indossavi a mezzanotte di ieri sera?
Il
pigiama

13. Cosa diceva l’ultimo sms che hai ricevuto?
"Ciao, non faccio in
tempo a venire… te lo porto un’ altra volta”

15. Una parola o una frase che dici spesso?
Minchia! (che Word mi ha
prontamente corretto con “Mischia”)
16. Chi ti ha detto per ultimo di amarti?
Probabilmente Knack (Knack scrive: quanto mi vuoi bene?)
17. L’ultima cosa pelosa che hai toccato?
Mia sorella
18. Quante droghe hai assunto negli ultimi tre giorni?
So quanti caffè
19. Quanti rullini usi per le tue foto?
Le foto di solito le faccio col
cellulare
20. L’età in cui sei stato più felice?
Mmm… le elementari?
21. Chi è il tuo peggior nemico?
Certe persone che se non trovano ogni
giorno qualcosa per litigare, stanno male
22. Cos’hai al momento sul desktop?
Millemila icone e uno sfondo blu
23. Qual è l’ultima cosa che hai detto a qualcuno?
"occhio, un bruder
munito di coltello proprio dietro di te"
24. Tra un milione di euro e la possibilità di volare cosa scegli? La prima che
hai detto
25. Ti piace qualcuno?
Ho smesso
26. L’ultima canzone che hai ascoltato?
Lady Writer dei Dire Straits
27. Se l’ultima persona con cui hai parlato venisse uccisa con un’arma da fuoco
cosa faresti?
Allora… l’ ultima persona con cui ho parlato nel vero senso della
parola è mia sorella… vabbè, si libera la stanza piu grande e mi trasferisco.
Però fino a due minuti conversavo con Ausdauer via msn… non ci provare, sabato
dobbiamo duettare e far schiattare d’ invidia il Comandante
28. Se potessi tirare un pugno in faccia a qualcuno, chi sarebbe?
La persona
della domanda 21
29. Qual è l’oggetto più vicino al tuo piede sinistro?
Il mio piede destro (altrimenti sarei un po' preoccupato)
30. Dì una cosa profonda!
“Quando ti vidi sdraiato sul letto / guardai il tuo
culo all’ improvviso / capii che aveva soltanto un difetto: / era identico al
tuo viso” (cit.)

 
 
 

Post N° 164

Post n°164 pubblicato il 23 Dicembre 2006 da helloween84

Bene, dopo 304 panini, 689 coppie, 40 filoni, 14 sfogliate,
7 mantovane, 16 montasu, 14 carciofi, 22 arabi, 34 tartarughe, un po’ di altra
roba spicciola che non mi ricordo e un giro del pane trasformato in giro degli
auguri a tutti i vecchietti e le vecchiette del paese (e limitrofi) sono
ufficialmente pronto per la fantastica tre giorni natalizia che mi attende:
domattina presto (= verso le 9, visto che i miei metteranno la sveglia alle 6,
la spegneranno e si gireranno dall’ altra parte) parto per le terre foggiane,
in un' altra sfacchinata di tre giorni come questa 

 immagine

La Ellouin&Sorella
s.p.a. augura a tutti buone feste


immagine

Ci si risente quando torno (martedì. Forse)

(lo so che mia sorella in sta foto non sembra normale… l’ ho
messa apposta)



 

 
 
 

Post N° 163

Post n°163 pubblicato il 15 Dicembre 2006 da helloween84

Vagabondavo per blog quando il Fagiano mi ha fatto venire in mente uno dei fantastici regali di compleanno (o Natale, che non mi ricordo) che mi fanno sempre i miei amici, e prontamente sono andato a ravanare tra le millemila cianfrusaglie che ho ammassate in camera per poterlo mostrare al mondo intero...


IL TOPO CON LA TOPA
immagine


immagine

(notare l' abilità di ellouin nel fare le foto... la macchia di colore indefinito nell' angolo in basso a sinistra è il mio onnipresente ditino, ehm)

 
 
 

Post N° 162

Post n°162 pubblicato il 06 Dicembre 2006 da helloween84

immagine

E ogni volta che torno da un raduno mi sorprendo in macchina a sorridere da solo come un cretino…

Sorrido pensando a Carmen e Ellouin coalizzati contro il Comandante

alla Cri che mi vuole adottare come fratellino minore per poi presentarmi le sue amiche (ho sempre sognato una sorella maggiore che mi presenta le amiche... l’ unica amica carina e con età salva-carcere di mia sorella è della sponda sbagliata, e a 18 anni è fidanzata in casa)... eppoi finalmente ai raduni c’ è qualcuno più basso di me immagine

alla Honda HRV

al rambo che a momenti mena Claudio perché voleva fotografare un quadro con le chiavi della macchina

sempre a Claudio, che quella mattina voleva esprimere tutto sé stesso (non è colpa mia Clà, è che quando penso alle cazzate mi vieni in mente tu)

alla Mavi, che ha voluto venire nonostante l’ influenza, perché voleva vederci (o forse l’ ha fatto apposta, uhm…)

A Or.well, che suona uno strumento più alto di me

alla piazza del duomo di Brescia, che è identica a quella di Ferrara, a parte il McDonald, il Mel Bookstore, il porticato e il duomo (uff… però le assomiglia, oh) immagine

a Turner, ai dipinti a quattro mani e alla mezz’ ora che abbiamo impiegato per realizzare che i tre nomi erano tutta roba sua

a Davide e Golia

ai pupazzetti che ci ha regalato la Cri

all’ accento bresciano, che è caratteristico tanto quanto quello ferrarese (ma il Comandante è un uomo attaccato alle tradizioni e continuava a prendere per il culo sempre e solo me… anche se forse un po’ mi sa che me lo sono meritato)

a Riccardino, che vuol farmi aprire un panificio-galleria d’ arte a Tresigallo (anzi, TresigaLLLo)

 

immagine

 
 
 
Successivi »
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: helloween84
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 33
Prov: EE
 

ULTIME VISITE AL BLOG

abbb2017emilytorn82e.d.ail.mio.paese.laespressocoffeefiumechevagrea3.7gianmaria_bottoniCicinaPasticcinacivilwarcassetta2ChildOfMurderflykornradiofreccia64cborini
 

ULTIMI COMMENTI

Grazzie!
Inviato da: Ma cuisine
il 08/08/2013 alle 11:18
 
Grazzie!
Inviato da: Roman policier
il 05/08/2013 alle 10:05
 
Salve. Avrei bisogno di chiederti un'informazione?...
Inviato da: Marcus
il 06/03/2011 alle 23:57
 
non è solo una questione di "possibilità", almeno...
Inviato da: helloween84
il 22/10/2010 alle 14:22
 
Per andare dove? In un altra piattaforma blog dove comunque...
Inviato da: pippo
il 22/10/2010 alle 12:55
 
 

immagine

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom