Creato da perlanaturale il 29/03/2004

Penelope scrive....

tutto ciò che mi passa per la mente

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

andywebbla.cozzadaunfioreIlGrandeSonnoCoulomb2003camosciodgl1occhiodivolpe2discretoperte1perlanaturalemaruska2023mariomancino.mbagninosalinaroIl_Pianista80queenfrancy
 

ULTIMI COMMENTI

tanti auguri .... :) bacio , e.
Inviato da: occhiodivolpe2
il 20/12/2013 alle 18:34
 
.
Inviato da: occhiodivolpe2
il 19/10/2012 alle 18:16
 
Ossignore :-) rido! sinceramente io ricordo un davanzale...
Inviato da: pal_jazz
il 03/11/2011 alle 00:06
 
Che peccato per il panorama .. in ogni senso della parola...
Inviato da: eccomiqui4
il 21/09/2011 alle 21:43
 
E a te che dire???? Mi manca il tuo sigaro acci.... tutti...
Inviato da: perlanaturale
il 21/09/2011 alle 18:45
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 

 

Nell'anno 2004...

Post n°869 pubblicato il 14 Maggio 2012 da perlanaturale

ho aperto questo blog.

I motivi per cui mi lanciai in questa avventura erano molteplici.

Non erano molti i blog allora ed io mi lasciai catturare dalla possibilità di comunicazione che mi dava.

Ora dopo 8 anni, penso sia giunto chiudere questo capitolo della mia vita, che fu oltrettutto molto importante,perchè la mia stessa vita non è più quella di allora.

I cambiamenti non sono così radicali come potrebbe sembrare, ma oggi mi sento una persona diversa e sento e percepisco e ragiono in modo diverso.

Non voglio verificare o confrontare quello che sono con quello che ero.

Va bene così e, come è naturale sia, visto che sono un po' curiosa e che ho un bisogno costante e inesauribile di dialogare, mi sono cimentata a cosa nuove tipo come facebook o twitter.

Ma in effetti, forse vista l'età o la mia poca elasticità mentale, non mi sono ritrovata e avevo perso sia l'entusiasmo, sia la capacità di partecipare, così è nato un periodo di astinenza dal pc.

Non è sofferta la mia assenza, dettata forse di più da risvolti della mia vita personale, che hanno cambiato priorità e necessità.

Ora sento il desiderio di riprendere possesso di un piccolo spazio cibernetico, che mi permetta di mettermi a scrivere e parlare se ne avrò voglia e tempo, con forse uno spirito diverso ma sempre un po' uguale a ciò che sono.

Forse argomentare sarà diverso, forse sceglierò qualcosa che si avvicini di più a quella che sono ora o forse no. Mi piacerebbe però dare spazio ancora ai pensieri, alle idee, alle riflessioni, magari impostando tutto in maniera diversa. Non so ancora.

Quindi qui credo proprio che non scriverò più. Cancellare mi dispiace, non ho salvato nulla delle pagine scritte e c'è troppo di me stessa, delle persone ivi conosciute, delle amicizie nate e conservate; c'è tutta l'avventura di una donna che ha voluto provare a confrontare se stessa con gli altri e quindi lascerò tutto come sta, libero permettendo.

Ogni tanto avrò la possibilità di venire a verificare quanto sia cambiata o sia rimasta sempre la stessa.

Vi abbraccio cari amici

Imma

 
 
 

Ed ecco ciņ...

Post n°868 pubblicato il 21 Settembre 2011 da perlanaturale

che Volpe ha anticipato con la sua domanda nel commento...

Pensavo di darci il titolo " Vi ricordate dei muratori che hanno costruito i palazzi fronte casa mia?"

Finalmente anche l'ultimo appartamento è stato venduto ed ora al posto di quel mini bosco che avevo davanti agli occhi ogni giorno, dove piante di almeno cento anni erano cresciute per regalarmi ad ogni primavera lo spettacolo del risveglio e cancellato dalle ruspe nell'arco di due mattine, c'è, anzi... ci sono questi due palazzi  di cemento e costruiti secondo i dettami moderni, dove lusso e comodità si sprecano.

Anche il miniattico, ossia un loculo di 30 metri quadrati, venduto ad un prezzo davvero spropositato, fra poco avrà degli abitanti.

E quindi ora, ad ogni mia uscita nel terrazzino.... ho 9 appartamenti che si affacciano in gran parte, proprio di fronte a me.

Fonte inesauribile di novità e curiosità che hanno messo a dura prova la mia, diciamo così...fantasia.

Ormai mi sono fatta un'idea abbastanza precisa degli inquilini che nel corso degli anni sono venuti ad abitare, anche se questo ha comportato una grande concentrazione sui movimenti che carpivo ad ogni uscita, giustificata dalla sigaretta tra le mie dita.

Penseranno certo che sono una tabagista perduta e destinata al cancro...e forse è così. Ma di sicuro senza ostentazione e a volte frutto di casualità ho colto gesti o parole o atteggiamenti che mihanno fatto conioscere meglio i dirimpettai.

Ora...ciò che mi sta occupando la testa è l'inquilino di un mini. Uno dei primi ad abitare lì, ma che solo quest'anno ha frequentato con una certa assidità il terrazzo.

Uomo di mezza età, sui 55 anni, fisico asciutto, che spesso espone al sole sdraiandosi sulla brandina nel suo terrazzo. Non deve avere molte inibizioni, perchè oltre a stare sempre a torso nudo, per altro non sembra abbia pancia, spesso è in costume e altrettanto spesso in mutande; entra ed esce da casa con indifferenza, mettendo a repentaglio le coronarie di chi, volendo o nolendo se lo trova lì, di fronte senza possibilità di ignorarlo e non sono solo le mie coronarie  ad essere in pericolo, visto che non sono la sola che si affaccia da quel lato e so...che anche altri come me hanno notato la cosa.

Mi si può dire.."Ma che te ne frega?"

Ed è vero, non me ne frega niente...non ho paura di rovinargli la reputazione, non credo che gliene possa fregare di meno. Il comportamento è di una persona che è al di sopra di qualsiasi condizionamento esteriore.

Naturalmente su quel terrazzo vi è movimento di altre persone che fanno parte du quadro ancora tutto da definire.

Ma....ripensavo ad una scena di quattro anni fa...quei ragazzi che stavano costruendo il palazzo...ripenso a quei muscoli lucidi di sudore, guizzanti e muscolosi...ripenso a quando si bloccarono con i secchi pieni di malta, ad osservare a bocca aperta, quel mucchio di donne appollaiate le une sulle altre in quei pochi metri di terrazzo, che stavano sbirciandoli apertamente (Era un raduno di blogghers a casa mia, ne feci anche un post).

 Ripenso..  alle sensazioni che ho provato, quando senza pensare potesse ancora succedere, hanno suscitato il mio interesse, risvegliando ricordi peruti nel passato e quanto quelle sensazioni non avessero nulla di lascivo o peccaminoso per una signora di quasi 60 anni, ma che invece mi avevano dato la prova che ancora il tempo non era finito, che l'età offre una capacità maggiore di visualizzazione e che non determina necessariamente l'azzeramento delle potenzialità individuali.

Paragonavo tutto ciò con quello che ora quell'uomo offre al mondi intero senza alcuna ritrosia...paragonavo il suo sguardo sfuggente con quello diretto di quei muratori, paragonavo il loro sudore pieno di energia e di fatica con il suo...risultato di ore e ore di ozio cosparso solo di inutilità e.....

E di sicuro nel confronto hanno vinto i muratori........

Buona serata

Perla   

 
 
 

Non finisce mai di stupirmi...

Post n°867 pubblicato il 05 Settembre 2011 da perlanaturale

Mi aspetta sempre......pieno di curiosità.

Il sorriso di benvenuta e il silenzio di chi non vuole dire nulla che possa farmi fare un passo indietro e defilare.

Nessuno si aspetta una mia visita e nessuno saprà che a volte ho nostalgia. Come nessuno sa che lo amo così tanto da non trovare la forza di chiudere per sempre.

(No, non è vero l'ho ampiamente vociferato in giro! Tutti lo sanno).

E' come se volessi tenermi a portata di mano un'altra possibilità e nello stesso tempo uso spesso la porta di sicurezza, per darmela a gambe quando la nostalgia si fa forte. Con essa il rammarico di aver mollato e di non aver lottato per mantenere almeno qualche blando contatto, qualche barlume di conversazione e di aver ripetutamente detto agli altri quanto mi manca, quanto parte della mia vita degli ultimi dieci anni ha riempito e di non aver fatto nulla per tenere vivo il rapporto. 

( A dire il vero, ci ho provato, ma i tentativi sono falliti. Forse per stanchezza? Forse perchè ho passato l'età? Forse perchè le motivazioni non erano abbastanza forti come prima?)

Eppure quando torno da lui, lo trovo sempre placidamente calmo...il tempo non esiste e se volessi potrei intrecciare nuovamente questa complicata relazione, fatta di tante cose...emozioni, sentimenti, sogni....

Ogni volta la voglia è forte, ogni volta lo saluto con rammarico e gli sorrido; ogni volta sento il ricordo e il rimpianto.

Amo questo diario ed è per questo che non mi decido a cancellarlo definitivamente dalla mia vita.

Forse quando.....chissà....non si sa mai....

Per ora resta tutto così!

 

 

 
 
 

Mi domando come....

Post n°866 pubblicato il 14 Maggio 2010 da perlanaturale

facevo una volta, ossia fino a un paio di anni fa, a stare sempre alla pari con messaggi e post e commenti del mio blog e quello degli amici.

O sono diventata più lenta col passare degli anni o mi soffermo di più su ogni pagina che sfoglio o la mia vita invece che darmi sempre maggiori spazio man mano che i figli crescono, mi stringe ancor più forte nella morsa delle cose di ogni giorno.

Eppure....quante volte vorrei avere il pc a portata di mano per poter esternare un pensiero, un'idea, una riflessione o solo condividere qualcosa che ha colpito la mia mente, lo sguardo, i sensi ...

Cerco di fermare tutto in quel luogo frequentatissimo che è la memoria, ma poi, quando finalmente ho il tempo e il momento giusto, devo fare i conti con la mia testa, dove tutto è pigiato, come nei sacchetti sottovuoto e sono così tante le cose..che va a finire che le parole si assiepano una sull'altra e non scrivo niente... dopo un giro più o meno lungo, ci rinuncio.

Però mi piace questo vagare qui e là, scoprire nuovi posti da visitare, nuove persone da conoscere...a volte mi sento già soddisfatta così, contenta di scoprire che anche oggi, che il numero di blog è altissimo, esiste concreta l'opportunità di comunicare e scoprire nuovi amici.

Non c'è nulla di più entusiasmante, che vedere aprirsi dinanzi l'opportunità di conoscere altre persone, che piano piano diventano sempre più familiari e delle quali senti la voglia di sapere sempre di più e nel contempo sentire rinascere dentro la spinta ad aprirsi e raccontare di sè, per farsi a sua volta conoscere meglio.

Oggi sono reduce da una lunga passeggiata, in angoli sconosciuti di Treviso, insieme alla mia futura consuocera, che conosce molto meglio di me la storia della città, essendoci nata e grazie al suo lavoro di archivista, che l'ha portata a fare ricerche approfondite e precise dalla nascita della città fino ai giorni nostri.

C'è un luogo un po' nascosto, non una metà così frequente, una passeggiata lungo le mura del trecento, che segue un'ansa del Sile, dove il fiume scorre gagliardo, ricolmo solo dei suoni che l'acqua fa gorgogliando e dai tuffi che gabbiani impazziti improvvisamente, compiono spezzando il silenzioso rumore del fiume in cammino. Vi sono anatre che col becco alzano schizzi d'acqua e cigni dal collo lungo ed elegante...ma soprattutto c'è l'atmosfera ideale dove puoi fermarti e lasciare che tutto scivoli via...

E' un posto di una bellezza inaudita...puoi anche fantastuicare su chi ha percorso quel viottolo antichissimo, chi si  è fermato e si appoggiato al muretto di cinta per riposare, qualche secolo fa, lo stesso muretto al quale noi, lo sguardo sul fiume, abbiamo sostato, interrompendo le mille cose che ci stavamo raccontando, concendoci una pausa suggerita dalla pace che regnava intorno.

Pensate che questo posto che prima di oggi, non ricordo di aver mai visto, si trova nel centro di Treviso, scostandosi appena un po', dal centro, dove pullulano un sacco di persone che si fermano a guardare le tante vetrine di negozi di abbigliamento che lo riempiono.

Questa città, dove abito da più di 40 anni, ancora oggi, mi riserva scoperte eccezionali, che mi riempiono l'animo di sensazioni impensabili, ma che mi insegnano  una volta di più, che ogni giorno....la vita può regalarmi sorprese e momenti unici e irripetibili...

E allora cosa voglio di pù dalla vita????? 

Buona serata a tutti

Perla

 
 
 

Ora spiegatemi...

Post n°865 pubblicato il 08 Maggio 2010 da perlanaturale

dove mi hanno messo il Blog di Aramis...

Ci sono arrivata per caso, mi è piaciuto al volo e ho cercato di aggiungerlo alla mia lista.

Le cose mi sono apparse molto facili stavolta. Una volta era più complicato l'operazione, ora ho cliccato a lato a destra del suo blog, dove diceva se volevo aggiungerlo alla lista e da allora.....non ho più traccia nè sul blog, nè sullle mie impostazioni del suo blog...

Sempre difficili queste cose per me....

Ora ci riprovo, ma se qualcuno intanto mi dice come fare, gliene sarei davvero grata.

Perla

 
 
 
Successivi »