RADIO REBELDE

Una sola religione, una cultura unica, un'unica lingua e un'unica verità, e di tanto in tanto spade messianiche si levano per ripetere le gesta della redenzione

Creato da Darksideblues il 27/08/2006

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

alphabethaarolveronafugadaipiombimax_6_66ninokenya1stefgamberiniborrezzocuorediselvaggialo_snorkiVEDO.TUTTOdan.andreaclaudio.olenasexylillaluigisalvi97centauro55_2011
 

Ultimi commenti

Chi pu scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« SONO TORNATO!SUPERENALOTTO, VINCITA SICURA »

Una finanziaria necessaria?

Post n°298 pubblicato il 14 Ottobre 2010 da Darksideblues

Leggevo in questi giorni i punti salienti della Finanziaria che presto varerà il nostro amato ministro leghista Tremonti. Pur non essendo un genio della finanza creativa, mi sono reso conto che non si tratta altro che di un'operazione che leverà un po' a tutti, riducendo di fatto gli investimenti sul futuro a zero.

D'accordo nella decurtazione di alcuni super stipendi  delle alte cariche nelle pubbliche amministrazioni (il che paradossalmente non include quello delle numerose e ben remunerate cariche politiche), ma si tratta anche di tagli incredibili sulla Sanità e la Ricerca che andranno ad incidere profondamente sullo sviluppo del Paese nel quale viviamo. Passi anche la caccia all'evasione fiscale che colpirà sicuramente la media-piccola impresa piuttosto che i soliti pescecani (che, non possiamo dimenticarlo, hanno sempre dalla loro parte la minaccia di cassa-integrazione e delocalizzazione), ma non mi va proprio giù l'azione che andrà ad incidere sugli strati più poveri della popolazione con l'ulteriore assottigliamento dello Stato Sociale.

Siamo sull'orlo del baratro, là dove stanno nazioni come Portogallo, Grecia ed Irlanda. Questa manovra non aiuterà nessuno, meno che mai tutti quei fiduciosi ma poveri che continuano imperterriti a votare un governo che non farà  mai i loro interessi.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog