Creato da eric.trigance il 02/05/2008

L'urlo della civetta

Osservare, descrivere il mondo di oggi...

 

 

Il movimento si indurisce

Post n°3314 pubblicato il 13 Dicembre 2019 da eric.trigance
 

Questa mattina si indurisce il movimento di protesta: 5 raffinerie (ci sono 8 raffinerie in Francia) sono bloccate, i camionisti annunciano dei blocchi lunedi, i lavoratori dell'industria elettrica annunciano un blackout dell'energia elettrica la settimana prossima. Tutti i sindacati sono uniti contro la riforma, il paese oggi è completamente fermato, a Parigi le persone litagano per salire sugli autobus, c'è un traffico enorme. Oggi dobbiamo porci la domanda: E si il problema della Francia non era la riforma ma Macron?

 

 
 
 

Un buco nell'acqua

Post n°3313 pubblicato il 12 Dicembre 2019 da eric.trigance
 

Grande messinscena per il discorso del primo ministro ieri. Questo discorso doveva allentare le tensioni e distruggere il movimento sindacale! Doveva. Perché l'effetto avuto è tutto il contrario: oggi il movimento riparte più forte. Anche la polizia si unisce alla rabbia del popolo. Un appello a una grande manifestazione è iniziato per martedi prossimo contro il governo, contro la riforma Macron. La conclusione di tutto questo è che abbiamo un governo di dilettanti. E questa cosa à la porta aperta per l'estrema destra in 2022: la Francia sarà governata dal partito di Marine Le Pen. Amen.

 
 
 

Macron gioca a chi ce l'ha pił grande...

Post n°3312 pubblicato il 11 Dicembre 2019 da eric.trigance
 

Il Re Macron gioca a chi ce l'ha più grande ma c'è il fuoco a casa sua.

Macron, Merkel, Poutine e Volodymyr Zelensky per l'apertura dell'incontro sull'Ucraina, il 10 dicembre 2019. Nello stesso tempo, mobilitazione generale in Francia contro la riforma della pensione ma soprattutto contro Macron in un paese tutto bloccato.

 

 

 
 
 

Il paradosso francese

Post n°3311 pubblicato il 10 Dicembre 2019 da eric.trigance
 

Da giovedi scorso è bloccato il paese : nessun trasporto pubblico (metro-treno-bus) nelle grande città, le scuole sono chiuse, gli infermieri, gli avvocati non lavorano più, i camionisti bloccano le raffinerie di carburante, ci sono degli ingorghi mostruosi del traffico. Questo movimento di protesta contro la prossima riforma della pensione. Il paradosso è che la legge non è ancora scritta. C'è solamente un progetto di legge: si parla di una pensione "a punti", di un pensionamento più tardivo. Ma sono solamente delle "voci di corridoio". Il problema è che la comunicazione di questo cazzo di governo non è chiara. Si dice tutto e niente. Allora siamo nella strada. Aspettiamo domani il discorso del primo ministro che, normalmente, dovrebbe chiarire la situazione. Dovrebbe.

Oggi a Parigi   

 
 
 

Zona vietata

Post n°3310 pubblicato il 09 Dicembre 2019 da eric.trigance
 

Nel cuore della più grande città, c'è una zona vietata alla gente perbene. Questa zona è il paradiso dei monelli: a questi ragazzi non piacciono le regole. Pisciano contro i platani, aggrediscono le ragazze inconsce che passano in questo posto. Sono dislocati in tutta la zona che i media chiamano "La Zona Vietata". La violenza ci fiorisce in qualsiasi stagione ed i genitori si strappano i capelli: quando il loro figlio sparisce in questa zona, non vale la pena di aspettarlo: è proprio la fine, il figlio non ritornerà. Questa zona è come il ramo morto dell'abete di natale: non è possibile tagliarlo senza  un bagno di sangue.

 

 
 
 
Successivi »
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

massimocoppaeric.triganceMB356e_d_e_l_w_e_i_s_sdiego238Drogon04AvvCammarotolucre611greta.rossogeranioglodestmaps.14freedandlifechannelfyJoddey