DA CUORE A CUORE

SOFFI DI VITA

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

I STAND IN AWE OF YOU

 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

mare66sELY_DEmynamesabriRahab777frattale58animasugcrazy_21_1945Lunicaviasimone.alberganticassetta2fra873Federico.Scifo.dgllucyvanpelt64MarquisDeLaPhoenixoscardellestelle
 

ULTIMI COMMENTI

<3<3<3
Inviato da: Rahab777
il 24/03/2013 alle 11:29
 
"...e sempre ricordarti dell'immenso valore che...
Inviato da: simpal
il 20/03/2013 alle 21:02
 
Se vuoi passa dal mio blog e leggi i post n° 79, 72, 61, 59...
Inviato da: perpoche1
il 12/03/2013 alle 16:14
 
Forse non riesco a spiegarmi. Sono d'accordo con te...
Inviato da: Rahab777
il 12/03/2013 alle 15:20
 
Si si, tornare a vivere con lui significherebbe morire....
Inviato da: perpoche1
il 11/03/2013 alle 23:23
 
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

 

« Adesso so che Dio era lì...

Cos'è l'interiorità?

Post n°52 pubblicato il 06 Luglio 2015 da Rahab777

Cos'è "l'interiorità"?

 A volte quando si parla di interiorità, di spiritualità si pensa a qualcosa di molto vago e di molto serio, qualcosa che "non è alla portata delle persone normali".
 Invece credo che sia un cammino, alla fine, di umanizzazione... ossia, un cammino dove si impara a vivere sempre più pienamente quello che si vive. Non è questione di essere "più bravi", ma è questione di vivere "di più", di rendersi conto che vivere "così" non mi basta. Si, posso FARE un sacco di cose, AVERE cose sempre nuove ma...
 MA non mi basta.

 Il punto è poter vivere pienamente per quello che sono, per quello per cui sono stata "progettata".

 Infatti, una cosa determinante del cammino con Dio é la scoperta di se stessi. All'inizio dipendi molto dal giudizio delle persone, da quello che gli altri pensano di te (che dovesti essere), e anche se questa dimensione non se ne va mai completamente ( é chiaro che amiamo essere accolti ), quando accetti questo cammino di capire veramente quello che tu sei, di non dover essere schiavo di ciò che gli altri pensano, e credono e dicono... ALLORA scopri di avere dentro qualcosa (per me l'immagine più evidente è uno spazio decorato, un giardino), in cui puoi imparare ad essere te stessa.

 La svolta, la cosa che mi ha permesso questo inizio di cammino é stato l'incontro con Gesù: in questa relazione mi sono sentita accolta per quello che sono, (e non per quello che si pensa che Lui voglia che io sia, come tra i "religiosi ipocriti"), ed ho potuto così accettare di provare a togliermi quelle maschere che mi ero costruita nel tempo, scoprendo quindi che C'È una via possibile, che é fantastica perché è vera... non devi più stare attento a quello che gli altri pensano di te, ma puoi cominciare a seguire quello che é la tua via.

 Il cammino é iniziato da lì, e da lì inizia una scoperta sempre nuova di chi sei. E questo fa si che non cerchi più le novità fuori, perché è come se tu potessi camminare sempre "più dentro" alle cose che succedono.
 Possiamo scegliere se vivere sulla superficie oppure un pochino sotto...e ci sono livelli sempre più profondi.
 E più vai in profondità più trovi la Vita, perché è in quella corrente sotterranea che scorre nel tuo giardino che c'è la Vita. Quindi, più vai in fondo in te, più la vita ce l'hai vicina! Emoticon smile

 E non é una cosa per eremiti, perché questa vita che scorre in te, é la stessa vita che scorre nelle persone che incontri, nelle cose che tu fai. Quindi, più vai a fondo, più incontri anche una comunione. Non è vero che é un cammino di solitudine. Certo, hai bisogno ANCHE di solitudine e silenzio per rimettere insieme i momenti... ma in realtà è l'unico cammino che ti apre.

 Rilke scrive:
 "Voglio vivere tutte le cose fino in fondo perché siano degne di Te e vaste"

 Il cammino spirituale é tutt'altro che noioso... Ora mi rendo conto che é ovvio che la gente si annoia se non vive un pò in profondità: possono cercare novità in eterno, ma se non scendono in profondità non basteranno mai, non "troveranno" mai.

 Invece, nella misura in cui "vai sotto", allora le cose diventano più interessanti e belle. É come quando vedi qualcosa da lontano: si, vedi qualcosina, ma non osserverai mai i particolari...o nel rapporto con una persona: se l'ascolti per cinque minuti ...ok, finisce lì magari. Se invece ci cammini per del tempo scopri sempre più cose, é una cosa sempre nuova...c'è sempre spazio in più.

 Diventa tutto molto più intenso. Diventa uno spazio dentro di te in cui camminare, dove scopri stanze sempre nuove che stanno intorno alla stanza centrale dove abita Dio, che ti chiama
 (Si si...Il riferimento al Castello interiore di Teresa d'Avila NON è puramente casuale ).

 In questo modo passi la vita a scoprire dentro di te, dentro agli altri, dentro le cose che vivi, questo Qualcosa che c'è oltre. Le cose che succedono sono l'occasione, ma non é necessario che siano cose sempre diverse, che ti emozionino molto o che ti piacciano particolarmente...perché è comunque la via in cui Lui passa.

 Ed è alla portata di tutti.
 Anche di te che stai leggendo.
 Dentro di te c'è una sorgente, ma quella sorgente é ricoperta di sassi... il cammino é questo: scoprire questa sorgente, (Gesù), togliere i sassi e la sabbia affinché possa bere a quell'acqua. E quando l'hai scoperta inizia la vera vita.
 Questa è la vera avventura che vale la pena di essere vissuta.
 Un grazie al Dio della mia vita!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: Rahab777
Data di creazione: 03/03/2013
 

AS THE DEER

 

 

SONS OF KORAH PSALM 117 LIVE

 

INNO ALL'AMORE

 

I MIEI LINK PREFERITI