RendiamograzieaDio

Preghiere, novene, rosari, coroncine

 

 

« Gesù, liberaci da tutti ...La freccia d'oro di Gesù Cristo »

Novena a Santa Filomena

Post n°23 pubblicato il 18 Maggio 2013 da rendiamograzieadio

 

 

NOVENA A SANTA FILOMENA

Che si vuol fare da’ suoi devoti, o per preparazione alla sua festa, o in tempo di tribolazione o tentazione, per implorare la sua intercessione molto valida, perché è di una Sposa e Martire di Gesù Cristo fonte di ogni grazia e da Maria tesoriera delle grazie.

* Deus in adjutorium meum intende.

* Domine ad adiuvandum me festina. Gloria Patri, et Filio, et Spiritui Sancto etc.

1° Supplica

Purissima Verginella, fedelissima discepola del Vangelo, e fortissima Martire di Gesù Cristo: Voi, che foste piena di grazia e purità arricchita di fede e di fortezza in mezzo ad un mondo infedele e corrotto, e specialmente in Roma, ove stava il trono dell’idolatrìa, della tirannia, e di ogni infernale superstizione, e la scuola di tutti i vizi più deformi, perciò non era altro quella Città idolatra, che un orribile babilonia di prostituzione; e Voi in mezzo a questa capitale del mondo pagano e corrotto vi conservaste forte nella fede, e tutta pura al vostro Sposo celeste sino all’ultimo respiro della vita sacrificata per tanti atroci martirii, vi preghiamo per tanti vostri altissimi meriti ad implorarci dal trono del misericordioso Padre celeste il dono della perseveranza della fede, e della purità della mente e del corpo, e di farci morire colla grazia di Gesù Cristo.

Così sia. Un Pater, Ave, Gloria e Credo

2° Supplica

Fortissima Martire, e fedelissima Vergine di Gesù Cristo Voi per conservare intatto e immacolato il tesoro della purità e della fede al nostro Dio, vi contentaste di essere precipitata coll’ancora al collo nel fondo delle acque per essere soffocata, e ne foste dal celeste Sposo liberata, vi chiediamo umilmente la vostra intercessione, acciò in tempo delle acque delle amarezze e delle angustie delle nostre tribolazioni, che continuamente ci circondano, possiamo essere forti, e liberati dal naufragio delle colpe, o essere liberati dalla morte delle anime, e non essere soffocati dalle acque delle tentazioni.

Cosi sia. Un Pater, Ave, Gloria e Credo.

3° Supplica

Amatissima Sposa, e risoluta Martire di Gesù Cristo Voi per conservarvi vergine costante e forte nella fede, vi contentaste di essere ignuda esposta agli occhi di tanti sozzi e scellerati pagani in mezzo a Roma idolatra, e per la difesa della verginità e della dottrina del Vangelo rinunciaste a’ diletti della carne, alle delizie e pompe del mondo, ed alla vita istessa del vostro purissimo corpo, e vi esponeste ai flagelli di cuoio armati di anello di metallo, e così sotto un diluvio di colpi crudeli foste ricoperta di piaghe e sangue, e diventasti tutta simile al vostro divino Amante, implorate a noi miserabili peccatori e dilicati mondani la fortezza necessaria per vivere lontani dalle lordure delle colpe, e morire, costanti nella fede della Chiesa Romana come Voi, anche a costo di qualunque pena, disonore, e della stessa morte.

Cosi sia. Un Pater, Ave, Gloria e Credo.

4° Supplica

Zelantissima Guerriera della verginità e fede di Gesù Cristo per quella e invitta e allegra costanza, che dimostraste nell’esporvi di nuovo per le altre tre volte ignuda colle vergini membra nella stessa Roma per essere ferma nella dottrina di Gesù Cristo e fedele nella vostra purità, e vi contentaste di essere per tre volte trapassata da frecce taglienti e crudeli, e così vi arricchiste di tante palme e corone, per quante furono le mortali ferite, che pel vostro celeste Sposo e Signore tolleraste, impetrate a noi deboli osservatori della divina legge quella fortezza tanto necessaria alla nostra eterna salute, onde possiamo con santa rassegnazione tollerare tutt’i dolori e pene di questa vita, e le frecce e dardi infernali, che contro alle anime nostre sono scoccati dalle tentazioni del demonio.

Così sia. Un Pater, Ave, Gloria e Credo.

PREGHIERA ULTIMA

Inclita e gloriosissima Martire e sposa di G. C. non contento il vostro celeste Amante di tanti atroci martirii da Voi soferti, perciò non permise alla morte di accostarsi, ed estinguere la vostra preziosa vita, per non metter termine alle vostre pene e amare battaglie tre le ferite, tra il sangue, e tra i dolori, e così riserbandovi in vita, vi preparò più feri attacchi e spaventevoli cimenti per arricchirvi di altre vittorie, palme, trionf e corone immortali; e così vi rese una Sposa e martire più ammirabile innanzi agli Angeli nel regno della sua gloria, e più distinta tra i Martiri coronati e trionfati. Per questo celeste consiglio, carica di catene foste di nuovo trascinata innanzi ai tiranni di Roma, per essere di nuovo tentata sopra la purità e santità della fede; e disperati gl’inumani vostri nemici di vincere la celeste costanza del vostro purissimo e fedelissimo cuore, foste condannata al taglio del vostro venerando capo; e così ricca di meriti e di corone foste introdotta nel regno del vostro Sposo tutta gloriosa e trionfante.

Ora in questa sacra Novena (o in questo giorno) vi supplichiamo a darci un’occhiata di carità dal seno della vostra grandezza, e degnatevi di consolarci con un segno della vostra accettazione di tutti i nostri poveri ossequi, che v’abbiamo presentati, e impetrateci quelle grazie che desideriamo, purché siano confacenti alla nostra eterna salute, e quelle altre che voi vedete dal Cielo essere necessarie alle anime nostre, per essere liberati dalla morte eterna tante volte da noi meritata per i nostri gravi peccati. Mentre in questa speranza respiriamo, cioè di essere consolati dalla vostra celeste carità, benediciamo con profondo ossequio l’Augusta SS. Trinità, che in terra vi prevenne di tante benedizioni di purità, di fede, di costanza e di tante altre che vi resero così santa in vita, e poi gloriosa in Cielo, ove vi condusse vittoriosa e trionfante di tutti i vostri nemici in mezzo a tanti cimenti orribili e forti, assistendovi con i suoi doni.

Ringraziamo ancora l’Immacolata sempre Vergine Maria Madre di Dio, Regina e conforto dei Martiri, che colla sua materna e potentissima assistenza vi rese trionfatrice di tutti i vostri mortali tormenti. Questo speriamo alla venerazione de’ vostri meriti, ed alla fausta rimembranza de’ vostri felici trionfi. Così Sia.

(A chiunque recita la presente sono concessi 40 giorni d’indulgenza da S. E. Mons. Vescovo Fornisani)

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: rendiamograzieadio
Data di creazione: 01/04/2013
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nefertariirserviziparrocchialiligauecelestegio253mariateresa.benassirodolfo.mariluciacortiRONDINELLA30sirena85blualbaioriomaxel29MarikonsLUCY1003ninanigrojianjy23
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom