Creato da IOLOFACCIOMEGLIO il 17/01/2007
PULCINI AVVOLTI DALLE FIAMME NEL ROGO SVILUPPATOSI DENTRO LE LORO GABBIE IN UN ALLEVAMENTO INTENSIVO. E' successo a Vicenza, il 9 gennaio 2007

Contatta l'autore

 
Nickname:
Se copi, violi le regole della Community Sesso:
Età:
Prov:
 

MOTIVI, PERCHE' VEGAN

 

SOLO ALCUNI DEI MOTIVI PER DIRE FINALMENTE STOP alla carne nella dieta dell'uomo:

Perche' anche gli animali gridano di dolore
Se li bruci, lo sentono. Se gli fai l'elettroshock, lo sentono. Gli animali provano dolore nella stessa esatta maniera, e con la stessa intensita' di noi umani.

...CONTINUA QUI

 

 

I miei link preferiti

 

E L'ANELLO?

 
E L'ANELLO?

 immagine

NON TI E' MAI STATO DETTO DELL'ANELLO MANCANTE?

"La fabbrica sta sfornando prodotti tutti belli e impacchettati.... sull'etichetta si legge "CARNE"....

Un occhio è un occhio, una vita è una vita - questo credo non ha più valore.


E ogni giorno le catene di produzione dimenticano questa farsa....


Ora sei seduto a tavola sorridente..., non pensi al crimine. Il tuo cervello non ti porta più lontano di:  immagine "E' da friggere o da fare alla griglia?".

Ti lamenti della carneficina delle balene  e delle foche..... Non ha mai avuto una pelliccia, pensi sia crudele per il visone. Bene, ma allora la mucca, il pollo, il maiale, la pecora? Loro non ti fanno pensare?..... Non ti è mai stato detto dell'anello mancante?
(Poesia di Morrissey - "The Smiths" Album - Stampa Alternativa Editrice)
 

 

DEDICATO PROPRIO A TE...

 
Dedicato a tutti quelli che continuano a cercare delle scuse...

(P.S.: Fate doppio click sul video per vedere il filmato direttamente sul sito originario di libero.  Così non vi affaticate la vista e vi sembrerà di essere al cinema!!).

 

CI SIAMO PERSI UN ANELLO...

 

Oggi noi non ammazziamo direttamente le nostre vittime, ma ci serviamo di intermediari che spesso non vediamo: i dipendenti dei mattatoi, i cacciatori, i pescatori.

In questo modo perdiamo un anello importante della catena che unisce l’animale alla nostra tavola...e questo sicuramente ci aiuta a giustificare, in qualche modo, una tale ed inutile violenza.

 

UNO SPUNTO

 
  • COLAZIONE: un succo di frutta e una briosche o delle fette biscottate con la marmellata
  • PRANZO: un risotto o un bel piatto di pasta o una insalatona arricchita con noci (x fare il pieno di proteine)
  • CENA: ...hai presente le proposte "That's amore" della Findus? Ecco, un po' ho dato l'idea: o un bel minestrone ricco di verdure, legumi, ecc.; oppure: radicchio rosso e legumi; oppure hamburger di soia (MA IO PREFERISCO L'HAMBURGER DI SEITAN... almeno x una volta, assaggialo!! Poi mi saprai dire... Anche i carnivori più convinti si sono dovuti arrendere alla bontà dell'hamburger di seitan scaldato su una padella antiaderente!!).

VEGETARIANO può essere:

  • familiare come un piatto di pasta al pomodoro;
  • rilassante come un minestrone di verdure e legumi;
  • simpatico come un piatto di radicchio rosso e fagioli bianchi;
  • divertente come una bella pizza fatta in casa con sopra patate anziché mozzarella;
  • veloce come un barattolo di piselli già belli che pronti!!  E sono così tanto ricchi di proteine!!!
  • rinforzante, come un piatto di spinaci da gustare dentro una bella tigella calda;
  • allegro, come una tigella ripiena di spinaci (...quindi, la tigella con spinaci è sia allegra, sia rinforzante...)
 

MA L'UOMO E' DAVVERO CARNIVORO? FALSO!!

 

Chiediamolo agli esperti...

L’uomo è carnivoro?
FALSO!

L’uomo non è carnivoro. L’organismo dell’uomo, contrariamente a quello dei carnivori, non è fatto per mangiare cadaveri di animali perché ne rimane

...CONTINUA QUI:

 http://www.societavegetariana.org/noi%20siamo%20vegetariani/pag9/uomo%20carnivoro.htm

 

NEL NOME DEL PADRE...

 
 

QUANDO MANGERETE UN POLLO...

 
 

NON ABBIATE TIMORI A FARE DEL BENE

 

George Bernard Shaw,
il grande letterato e drammaturgo inglese,
divenne vegetariano a 25 anni
andando contro il parere dei medici
che sostenevano che sarebbe morto presto se l’avesse fatto.
Molti anni dopo, quando gli chiesero perché non fosse tornato
da quei medici per dimostrare loro che si sbagliavano, rispose:
“ Avrei voluto farlo, ma purtroppo sono tutti morti…….”. 

George Bernard Shaw è vissuto in perfetta salute,
mangiando vegetariano, fino all’età di 94 anni.

 

E LA SFIDA HA INIZIO...

 

immagine  www.vegfacile.info

Ricordate: Non esistono aminoacidi essenziali che non siano presenti in qualche cibo vegetale! Se vi dicono che esistono aminoacidi essenziali che si trovano solo nei cibi animali, rispondete pure trannquillamente a queste persone dicendo che o sono ignoranti o mentono. Fatevi dire quale aminoacido essenziale secondo loro manca: vedrete che si troverà invece o nei cereali o nei legumi o altre verdure! Nei paesi occidentali, il vero problema è invece che si mangiano troppe proteine, non troppo poche. Mediamente ogni giorno mangiamo il doppio di proteine rispetto al necessario per una buona salute. Un eccesso di proteine sottopone il rene ad un superlavoro per eliminare le scorie, abbreviandone la vita.

 

Area personale

 
 

Tag

 
 

Archivio messaggi

 
 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

 
  Trova
 

FACEBOOK

 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 28
 

Ultime visite al Blog

 
lingcrilo_snorkiemily1987fontamaxfranco.re2007EappianiskarbusRoses_and_Peppervalery90210nadiniavaroneunamamma1palmisanobrunaanto.megapsicologiaforensehopelove10
 

Ultimi commenti

 
sei un tesoro insostituibile!!!
Inviato da: IOLOFACCIOMEGLIO
il 08/04/2008 alle 14:39
 
Buonissima domenica ^_____________________^
Inviato da: aaltopiiri
il 05/04/2008 alle 19:40
 
Buongiorno :))) Io prendo appunti, come sempre ;))))
Inviato da: aaltopiiri
il 31/03/2008 alle 13:32
 
ciao amici tutti, purtroppo il tempo con me è sempre...
Inviato da: IOLOFACCIOMEGLIO
il 26/03/2008 alle 15:34
 
^_^
Inviato da: IOLOFACCIOMEGLIO
il 26/03/2008 alle 15:31
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

E SE LA CARNE DA MANGIARE FOSSE DI ...

 

immagine

Copio e incollo il commento da bella.puledra ;-) grande!! ---------------- Io non capisco come si faccia a dire che si è a conoscenza della sensibilità degli animali, che si comprende la loro sofferenza e dire che si continuerà comunque a mangiare carne...

Io rimango allibita di fronte a tanta sfacciataggine (o a tanta ipocrisia).

immagineE' chiaro, se l'animale da mangiare fosse il suo micio smetterebbe (e con effetto retroattivo ... da ieri) di mangiar carne...

 
 

 

 
« CI STATE AD AIUTARE I BAMBINI?20 MILIARDI DI MOTIVI...... »

COSA SONO E COME VIVONO LE GALLINE ?

Post n°186 pubblicato il 21 Marzo 2008 da IOLOFACCIOMEGLIO
 
Foto di IOLOFACCIOMEGLIO

Intanto sono uccelli, bellissimi uccelli provenienti dal Sud-Est asiatici.

Oggi invece sono diventate quasi spellacchiate a causa delle agonie patite in vita e in morte.

Sono rinchiuse in gabbie di rete di superficie uguale a 450 centimetri quadrati per animale, equivalente ad un rettangolo di 22 cm per 22,5 cm cioè inferiore ad un normale foglio A4 e studiate per ospitare 3-4 galline.

In queste gabbie non riescono ad aprire neanche le ali, non possono camminare e sono quindi obbligate ad una sola posizione, in fila lungo la mangiatoia.

La rete che fa da pavimento è necessaria per far cadere le feci, ma ferisce inevitabilmente le zampe.

Di solito le gabbie sono sovrapposte fino a 4-5 piani.

Lo stress per gli animali è inevitabile, ed è tanto elevato che li porta ad una continua irritazione che spesso sfocia in atteggiamenti aggressivi con gli altri animali.

Per questo motivo si taglia loro il becco quando sono ancora dei pulcini. Il taglio del becco lascia scoperti terminali nervosi che provocano ininterrotto dolore durante tutta la loro breve vita.

Vengono allevati in gabbia in Italia 40 milioni di galline con la produzione di 12 miliardi di uova all'anno.

La vita in gabbia dura 2 anni (termine oltre il quale gli animali in queste

condizioni non riuscirebbero comunque a sopravvivere) dopo tale periodo le galline

vengono avviate al macello.

Le condizioni di allevamento di polli e galline è quindi inevitabilmente innaturale e porta ad una continua sofferenza dovuta al mancato soddisfacimento dei propri bisogni etologici e fisici.

Basti pensare che in natura vivevano abitualmente in gruppi di 4-5 femmine ed un

gallo liberi di razzolare girovagando alla ricerca di cibo e dormendo sugli alberi.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog