Creato da pantouffle2011 il 28/09/2011

JAMBOREE

dove parlo, sparlo e soprattutto sproloquio

 

 

« Non son giorniBelli di mamma »

Vedo, non vedo, stravedo

Post n°227 pubblicato il 13 Ottobre 2013 da pantouffle2011
 

Una quarantina d’anni, un camice bianco, l’andatura sicura e autorevole di chi sembra sapere quello che fa: un siffatto bell’uomo s’aggirava stamattina nella struttura sanitaria dove lavoro io.

Intorno a lui la quotidiana babilonia delle 8 e mezza: solita fila all’accettazione, solito anziano perso e riacciuffato dalla badante ucraina (Fai bravo nonno, sennò Ivanka fa niente banana per te capito? Niente banana!). Solita routine insomma. Quanto basta per non destare sospetti. Quanto basta per entrare in un ambulatorio libero, far entrare qualche paziente e poi chissà.

Dopo un po’ s’è eclissato, così com’era venuto, senza lasciare né traccia né sconcerto. Come non fosse mai successo nulla.

Aveva lo sguardo penetrante, ha detto un’infermiera. Si vedeva che aveva un passato sofferto, ha aggiunto l’altra.

C’aveva anche un gran bel culo, ha aggiunto la Lilli.

Ma manco una che avesse dato una sbirciatina al cartellino con il nome. Figurarsi chiedersi chi fosse.

Il tutto me lo racconta Carlo, il tecnico informatico. Anche lui in camice bianco inamidato, anche lui con le sembianze di un dottore.

“A me nessuno chiede mai di essere visitato, nemmeno un consiglio per la dieta mi chiedono, niente”, si lamenta. Forse perché è alto 1 metro e 1 giuggiola, ed indossa il camice del Dr.Spilungone, alto 1.90. Con i bordi a sfiorare il pavimento, in un improbabile strascico, Carlo più che un medico, sembra Pisolo. E se non sei Biancaneve di lui di fidi poco.

“A volte mi sembra di essere invisibile…”, confessa. Sembra deluso, amareggiato.

“Scusi, sa mica dov’è il bagno? – gli chiede in quel momento un anziano signore – Eh…pessima compagnia la prostata… vedrà, vedrà…prima o poi capiterà anche a lei”.

Difficile dire se abbia notato la toccata di zebedei che ne è seguita.

Mentre ce la ridiamo sotto i baffi (io), e rivalutiamo l’importanza di essere invisibili (Carlo), non posso fare a meno di pensare a quanto sia importante per ognuno di noi essere in qualche modo “visti”, riconosciuti e apprezzati. E come il finto medico non sia altro che il desiderio di visibilità di Carlo portato all’ennesima potenza.

Quindi, date retta a me: se un ex compagno di classe molesto vi bloccherà per baciarvi, indicandovi a figli e parenti, abbiate pietà: vi sta solo evitando di travestirvi un giorno da Mago Zurlì.

Ciao guys.

 


 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: pantouffle2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 107
Prov: EE
 

 

ULTIMO FILM VISTO

 

 

ULTIMO LIBRO LETTO

 

 

 

 

 

MA QUANTI SIAMO?

tracker

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 136
 

ULTIME VISITE AL BLOG

volim_t_ealberto9la.cozzacassetta2martin.talesmaristella750fedechiaranatalydgl7Lilli1982dglardizzoia.nataliaaniram1959mauriziocamagnasibillixAVV_PORFIRIORUBIROSA
 

ULTIMI COMMENTI

Qualquadra non cosa.
Inviato da: cassetta2
il 13/05/2020 alle 18:04
 
TAnti auguri ovunque tu sei..... :-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2020 alle 10:19
 
...eeeeeeeeeeee NON ciiiiiiiiiii seiiiiiiiiii...
Inviato da: alberto9
il 14/04/2019 alle 10:33
 
:-)
Inviato da: sweetness752002
il 12/01/2019 alle 13:04
 
Un anno di assenza. Anche se tu non mi pensi, di certo tu...
Inviato da: camnisi1943
il 19/06/2016 alle 22:14
 
 
 

Gentile omaggio di Alberto9 :-)

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

"Giochiamo a nascondino?"

"Okay, ma se ti trovo ti bacio."

"Va bene. Se non mi trovi sono dietro la porta."