Creato da I_mie_racconti il 17/04/2013

L@ur@

Percorsi letterari

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

PerturbabilelascrivanaI_mie_raccontiil_parresiastarosarioterzomillennimcurrisPerturbabiIebianconigliosdarkloverallelujastellinalamezzamelawalter.marelusimia2005minoc
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Insegnami a essere figli...Insegnami a essere figli... »

Insegnami a essere figlia: I giornaletti proibiti.

Post n°3 pubblicato il 19 Aprile 2013 da I_mie_racconti
 

  maschietti femminucce.

I passi leggeri che provenivano dal lungo corridoio, mi avvertirono che mamma stava per entrare nella mia cameretta. Velocemente nascosi sotto il cuscino l'ultima uscita di Katiuscia: il fotoromanzo che Simona mi aveva prestato per leggerlo.

-Come al solito ti sei addormentata con la luce accesa...-

Mormorò mentre mi sfiorava la fronte con un bacio e aggiungendo subito dopo dolcemente: -mi spiace che la maestra ti abbia messa in punizione per colpa mia-.

Prima di scivolar via silenziosa, così com'era arrivata, spense la lampada a forma di orsetto sul comodino laccato bianco vicino al mio lettino.

Due grosse lacrime sbucarono dalle palpebre socchiuse -lo so che mi vuoi bene mamma... e che non è colpa tua se a volte esageri con me. So bene quanto sia dura la vita anche per te... ti voglio tanto bene anch'io-.

Il pomeriggio successivo mi recai nuovamente con Michele da Simona per restituirle i giornali che mi aveva prestato.

-Su dai presto entra Danila!... Ti devo fare vedere una cosa-

-Mmhh cosa sarà mai questa cosa tanto importante da farti fremere impaziente e da non darmi nemmeno il tempo di entrare?-

-Danii non immagini nemmeno che mi è capitato tra le mani mentre pulivo il bagno!-

-Oh Simona non farmi stare sulle spine... fa vedere presto!-

Prima di procedere, da' un'occhiata sospettosa a Michelino: -ma Danì dici che lui parla?-

-Ma non che ancora non capisce niente!-

-Ma sei sicura?-

-Ma sii!-

Simona, guardinga e non ancora tanto convinta che Michele potesse tenere la bocca chiusa: tira fuori da dietro lo specchietto del bagno uno strano giornalino e me lo sventola sotto il naso.

-Oh mamma! E cos'è questa roba?-

-Non vedi che è una femmina nuda!-

-Fammi vedere di che si tratta...-

Man mano che sfogliavamo le pagine, le immagini diventavano sempre più scabrose; ma ciò che maggiormente mi lasciò allibita e sconcertata: furono le foto di uomo nudo.

-Oh cribbio! Ma quando Michelino crescerà, ce l'avrà enorme così? Ma tu Simona hai mai visto i tuoi fratelli nudi?-

-Ma che dici Danila! Mica quelli si fanno vedere da me... e poi certo che anche a Michelino crescerà! Che vuoi che le rimanga sempre mingherlino così!-

-No Simona, io queste cose non le voglio nemmeno vedere, altrimenti devo andare dal sacerdote e confessarmi... io mi vergogno a raccontargli certe cose!-

-E tu non dirgliele! Chiedi perdono a Gesù e dici due Pater Nostro e venti Ave Maria per punizione-

-No... il peccato è troppo grave: dico quattro Pater e 40 Ave-

-Già che ci sei sgrana tutto il Santo rosario che fai prima-

-Dici 5 Pater e 50 Ave? Noo ... sono troppe! Guarda siccome mi sono pentita subito e chiudo gli occhi fino a che tu nascondi nuovamente il giornale; e prometto solennemente di non guardare più immagini come queste; dico un Pater Nostro e 10 Ave Maria... anzi tre! Tanto quanto le pagine che abbiamo sfogliato -.

 Continua...

L@ur@

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Narrrazioni/trackback.php?msg=12050162

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
kykky2001
kykky2001 il 20/04/13 alle 00:44 via WEB
Già i giornaletti: i maschi a guardare corpi nudi e le femmine a sognare amori romantici ( e le mamme a incavolarsi per gli uni e per gli altri) Il mondo è sempre stato maschilista.... E io che invece sognavo guardando le foto di magnifici cavalli sui giornali per gli amanti dell'equitazione! Altro che sederi al vento o storie finte!
 
 
I_mie_racconti
I_mie_racconti il 20/04/13 alle 06:47 via WEB
Se ci pensi bene, le storie non sono mai finte... in parte rispecchiano il nostro vissuto. E' ammirevole il tuo amore per gli animali... ma il mondo è bello perché vario. E certe esperienze nascono dall'educazione ricevuta.
 
Cantastorie61
Cantastorie61 il 20/04/13 alle 06:34 via WEB
Che bello rileggere il tutto :) ciao Laura, un abbraccio...C.
 
 
I_mie_racconti
I_mie_racconti il 20/04/13 alle 06:55 via WEB
Quando abbiamo iniziato a scrivere questo racconto, non immaginavamo di certo che questo ci avesse preso la mano. E ora rileggerlo dalle prime pagine, ci aiuta a capire meglio la vita che noi stessi stavamo inventando. Mi auguro che tu non voglia abbandonare questo progetto.Anzi se vuoi t'invierò tramite mail l'invito per scrivere in questo blog. ok?
 
trampolinotonante
trampolinotonante il 20/04/13 alle 19:11 via WEB
sono arrivato pure io, in questo tuo nuovo salotto. Ho letto. Molto bello. Ma c'era già dall'altroa parte o sbaglio? Un caro saluto e buona domenica. tt
 
 
I_mie_racconti
I_mie_racconti il 21/04/13 alle 07:52 via WEB
Si è vero. Ed'è ancora presente nel blog della scrivana. Qui voglio farne un edizione speciale. Buona domenica a te.
 
unpodeaunpobefana
unpodeaunpobefana il 22/04/13 alle 10:02 via WEB
Le cose sconosciute e proibite erano pane per i ragazzini. La normale curiosità. E mi fa sorridere pensare a quanto siano cambiate le cose. Leggo il prossimo che son rimasta indietro. Baciotto
 
 
I_mie_racconti
I_mie_racconti il 22/04/13 alle 10:15 via WEB
Una sensazione così forte da farci battere il cuore. Riscoprirsi donna attraverso immagini che solleticavano l'intimità, mentre un calore improvviso imporporava le gote. Gli occhi lucidi cercavano di nascondere l'improvvisa eccitazione scaturita dall'avvenenza di quelle ludiche e scabrose visioni.Il sacro e il profano, iniziavano la lotta di attrazione. La stessa che spinse Davide a seguire Danila... entrambi hanno conosciuto il desiderio attraverso quei giornali e da li hanno deciso chi fosse l'oggetto del desiderio. A davide intrigava quella ragazzina che era riuscita a scoprire nuove attrattive che fino ad ora erano ritenute solo maschili.
 
walter.mare
walter.mare il 14/03/16 alle 12:50 via WEB
La etica della Chiesa cattolica ci vieta mostrare e persino di parlare di cose che il nostro buon Dio ci ha dato per la procreazione. Una dottrina impregnata di falsità, così com'è falsa tutta la religione cristiana.....
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.