like a rat in a cage

darkEden

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

primaiopoituicy.n.deepclasisssunrougecolucihedericagattomaciounamamma1maridaurbanoQBa38Moltheniacassetta2maskera67pgmmadolcemente.severo
 

 

RESOCONTO DI FINE FERIE

Post n°294 pubblicato il 23 Agosto 2009 da clasiss

10 Giorni ...questo è il tempo che ho trascorso lontano dal lavoro ed essendo una lavoratrice molto precaria, anzi forse non sono neanche una lavoratrice ma un'apprendista senza forma e sostanza, l'unico posto per le mie vacanze non poteva essere che la casa di mamma e papà.
Diciamo che mal comune mezzo gaudio perchè questa crisi generalizzata ha fatto sì che più di una persona rimanesse in città e quindi non è stata una desolazione come a volte è successo.
Arrivata il 14 Agosto, mi sono fatta 2 giorni di mare consecutivi a Capitolo, nota località balneare in prov. di Monopoli che mi hano portato nell'ordine... rossore, bollicine, e spellamento che non è ancora terminato, il che indica che mi sono presa un'ustione di quelle supermegagalattiche, nonostante la protezione solare n. 32.
Le giornate sono trascorse, incontrando gli amici di sempre che ormai vivono altrove ma che continuano a darmi sempre quella serenità e spensieratezza che li contraddistingue. In questi giorni li osservavo, ognuno con le sue abitudini, ognuno con il proprio modo di fare, influenzato dal posto dove si vive per il resto dell'anno, con le proprie preoccupazioni, con i propri sogni...epure c'è chi si è perso. Eppure c'è chi, pur restando qui, si è perso, si è lasciato andare, ha abbandonato ambizioni, sogni e speranze per omologarsi ad un futuro degno di chi non ha aspettative, di chi nasce, cresce e muore con il pensiero che siamo fatte noi donne per sposarci ed avere figli e vivere all'ombra degli uomini.
Come sono lontane le chiacchierate fatte con il naso all'insù, mentre si aspettava che cadesse una stella dal cielo, in cui ci sembrava che avremmo cambiato il mondo, che non saremmo stati solo un numero ma che avremmo inseguito la felicità d sentirci realizzate. Quanto tempo è passato....e quante cose sono cambiate. E' svanita l'ingenuità dei 16anni, è svanita la purezza della gioventù che ha lasciato spazio alle gelosie, all'invidia, a sentimenti così poco nobili che credevamo non ci sarebbero mai appartenuti.
Ancora una volta, trova conferma il detto che una persona nata tonda, non può morire quadrata. Eri una bella persona...magari non avevi un carattre forte ma avevi mille qualità ed ora in te non ne ritrovo neanche una...
Il mio pensiero va a te...sei stata una buon'amica, certo con me hai sbagliato tante volte ma l'affetto per te è stato sempre curativo ma adesso, non vedo + la persona a cui voglio bene...sei diventata una prsona nella folla per cui ti auguro solo Buona fortuna.

 

P.S. nel corso della scrittura, il post ha preso un'altra piega...non doveva essere così ma ormai mi conoscete, quando lascio i pensiri a guidare la mano, il risultato è sempre incerto.

 
 
 

Segmenti di emozioni precarie

Post n°293 pubblicato il 18 Agosto 2009 da clasiss

E pensare che le premesse erano delle + deludenti ed invece...a 5 giorni da quando sono arrivata, tutto sta procedendo bene.
In famiglia, le incomprensioni sembrano, non dico sparite, ma perlomeno accantonate, forse siamo riusciti in corner a riprendere quella serenità che come famiglia ci ha sempre contraddistinto, tanto da andare al mare con loro stamattina :P
Da quando sono qui mi sono immersa nelle giornate di mare, sole ed ahimè anche ustioni perchè non sono stata molto costante con la crema solare ma sono nata per soffrire  e soffrirò, però se il risultato è essere nera come il carbon ehehe :D
In questi giorni sto pure riuscendo a lavorare, con moderazione ma sto lavorando perchè ormai mi rendo conto che questo lavoro è entrato troppo dentro di me, al punto che mi sembra naturale continuare a lavoricchiare. Devo aggiunger che la cosanon mi disturba affatto in quanto sto riuscendo a ritrovare un pò la serenità perduta, condizione che mi rende di buon umore e che pertanto mi allevia anche adempimenti che nella normalità avrei definito, a dir poco, faticosi.
Sarà anche dovuto al fatto che sto dormendo come una matta? Sto uscendo tutte le sere con gli amici di una vita e quindi tra una cosa e l'altra, si fa sempre notte fonda, molto fonda, la mattina la sveglia suona sempre presto perchè voglio vivere la giornata in todos ed il pomeriggio, nella pennichella post pranzo ci do dentro almeno 3 ore...cioè incredibile...qui mi vengono addirittura a svegliare e pensare che a Roma, se riuscivo a dormire un'ora, era già un traguardo.
E per quanto riguarda l'amore...ho una piccola novità da raccontare in quanto il giorno in cui sono partita, mi ha accompagnata alla stazione e ci siamo salutati e, a differenza delle altre volte, ho sentito che l'avrei ritrovato al mio ritorno ed ho sentito che qualcosa nel nostro rapporto stava evolvendo in meglio. Ho chiesto a lui se provava la stessa sensazione e mi ha detto di sì...che il tempo stia curando e sue ferite? Che il tempo trascorso insieme gli stia infondendo quel coraggio che per il momento gli è mancato? Quel coraggio che porterà quel ti voglio bene a diventare altro?
Mi manca da morire...vorrei dirglielo sempre, ma so che non posso farlo...so che non devo farlo, so che devo aspettare, però aspettare con questi piccoli segnali mi sembra meno duro, mi sembra che posso farcela e che possiamo farcela...
Come tanti anni fa... mi ritrovo a sentire quella sensazione...sentirmi come un liquido da 2 litri in una bottiglia da 1 litro...Voglio rigenerarmi...sto guardando il mare in questi giorni e la gente che lo affolla ed il cielo che si confonde con esso e penso che sono troppo giovane per vivere il tempo che ho, tra le lacrime e le tristezze e che sono sicura, anche io potrò essere felice e voglio essere felice e farò di tutto per esserlo perchè tutti abbiamo diritto di essere felici.

 
 
 

Resoconto di una notte di Mezza Estate

Post n°292 pubblicato il 29 Luglio 2009 da clasiss

Domani è 30 Luglio e per molti, come per me, NON sarà uno degli ultimi giorni di lavoro perchè, quest'anno mi tocca lavorare anche la prima ed ultima settimana di Agosto, considerando altresì, che ho un trasloco da iniziare ed ultimare nella seconda settimana di Agosto.
Pertanto, facendo due calcoli, 4 settimane meno 2 di lavoro, una per il trasloco....rimango con un'unica e direi anche inutile, settimana di "vacanza".
Già!!! Perchè, pur non lavorando, non sarà una vacanza, ma un'altra occasione di discussioni, malumori e tristezze varie che si avvicenderanno con il lento trascorrere del tempo.
Nell'ultimo periodo ho vissuto vari screzi con quasi tutte le persone che "frequento" giornalmente, a partire dalla mia pseudo relazione sentimentale che fra i vari pensieri, ci mette proprio il carico da 90.
Il pensiero si basa su una sola considerazione che io mi sono innamorata di lui e lui no. Tutti penserete, che la soluzione migliore sarebbe quella di lasciarsi e vi giuro che ci ho pensato anche io, ma NON ci riesco, a causa del mio sentimento ed a causa di una promessa che gli ho fatto.
Purtroppo devo sottacere una circostanza particolare a cui è legata la mia promessa ed il mio impegno ma essa riguarda solo lui e credo che sarebbe irrispettoso da parte mia, "confidarlo" al mio diario cybernetico.
Ho fatto una promessa e sto cercando di mantenerla ma è difficile, cazzo se è difficile!
Amare qualcuno in attesa che un giorno lui possa ricambiare...Amare qualcuno cercando di mostrargli la parte migliore di te ed aspettare che lui se ne accorga...Amare qualcuno e continuare a farlo giorno dopo giorno, facendoti bastare quella parte infinitesimale che riesce a darti...Amare qualcuno e cercare di non pensare alle volte in cui non ti chiama, alle volte in cui non ti dice buongiorno, alle volte in cui non c'è spazio per te...Amare qualcuno e sentirsi sempre sbagliata sotto ogni aspetto.
E' difficile...è difficile credere che possa essere tutto qui...è difficile credere di essersi sbagliati...è difficile credere di aver perso quella serenità tanto sudata.
Non ho speranze...aspetto di vivere l'attimo in cui tutto questo finirà e respirare il sollievo intriso di lacrime che inevitabilmente la situazione produrrà.
Ad acuire questa già grave situazione, segnalo le incomprensioni famigliari incentrate su un unico argomento...i soldi maledetti. Mi sono vista sensibilmente ridurre il mantenimento di mia madre e non ho detto "PA". Ho accettato la sua scelta e mi sono chiusa...chiusa in me stessa perchè al momento nessuno sarebbe in grado di capirmi, nè di darmi conforto...a volte alche la mia adorata musica fallisce.
Capisco le spese che sostengono e la spesa che rappresento io per loro ed è per questo che non ho opposto alcunchè...lo so, hanno tanti pensieri lì,...avrei preferito che fosse successo più in là, ma mi tocca stringere i denti e rimandare ancora...
Continuare a svegliarmi la mattina ed andare a lavorare per quei pochi soldi che adesso mi toccano e stare attenta ad ogni singola spesa, calibrarla, soppesarla e rinunciarviin attesa di "tempi migliori"!
E dulcis in fundo, ho anche discusso con la mia adorata Stefania che proprio venerdì scorso mi ha "sonoramente" sgridata per non aver portato a termine un controllo che si era raccomandata di farmi fare ma mi è mancato il tempo materiale di farlo, non ci sono riuscita ed alle volte, volte come queste, non basta provarci...Bisogna riuscirci e non importa quanto ti costa...conta solo il risultato.
A me dispiace di non essere riuscita a farlo, ho cercato di rimediare...io vorrei essere perfetta, perfetta per tutti...la migliore amante per il mio fidanzato, la migliore amica per i miei amici, la migliore figlia per i miei genitori e la migliore collaboratrice per Stefania ma è così devastante accorgersi che, il massimo a cui puoi ambire è il livello della sufficienza.
Sono le 19e57 ed invece di correre a casa sono ancora qui...a scrivere sul mio blog...a prendere qualche minuto per me, per la mia anima, devastata come il bersaglio dopo un torneo di freccette.
E' ora di andare a casa e fare finta che vada tutto bene, quando mi sento morire dentro. Che strano, continuare  respirare, mangiare, parlare e sentire l'odore della morte, della desolazione, della solitudine dentro di sè.

 
 
 

Post N° 291

Post n°291 pubblicato il 09 Luglio 2009 da clasiss
Foto di clasiss

 
 
 

Sogno di una notte di "inizio" estate

Post n°290 pubblicato il 28 Giugno 2009 da clasiss

Ore 4:11 del 28.06.09

Sono le prime ore di questa domenica di fine Giugno ed il sonno sembra essere molto lontano da me, i pensieri sembrano girare vorticosamente dentro la mia testa, accompagnati da qualche parola scambiata con il ragazzo con cui mi frequento sulle storie d'amore passate, su come si cambia e su come il mondo esterno ci cambia.
E' da poco che ci frequentiamo, ma ci stiamo vedendo spesso ed i problemi da affrontare, specie da parte mia, sono innumerevoli ed alcuni di essi anche molto pesanti da tollerare. Non so il motivo per cui ho deciso di accettare questa sfida. Non so se è dettata solo dal fatto che io mi voglia mettere alla prova o se è dettata dall'affetto per lui, che comincia a cristallizzarsi dentro di me. So che quando lo guardo, mi piace quello che vedo. So che quando ha i suoi rari momenti di tenerezza, sono sentiti veramente. So anche che è lontano anni luce da quello di cui ho bisogno. Penso di avere la necessità di essere protetta, cercata, abbracciata e queste cose arrivano solo a singhiozzi e cerco di farmele bastare perchè quello che ho visto in lui, è qualcosa di immensamente stupendo e voglio arrivare ad assaporarlo.
Purtroppo per farlo, devo tenere duro, perchè c'è uno scoglio molto grande che ci impedisce di vivere il rapporto che stiamo cercando di costruire.
Penso che avrò bisogno di tempo e pazienza "q.b. = quanto basta" come è solito trovare nelle ricette di cucina, perchè l'alternativa sarebbe far scivolare via tutto insieme alle giornate piene di impegni e perdere quel tanto di buono che alcune situazioni della vita riescono comunque a darci.
A volte mi sembra di potercela fare, altre invece mi sento morire ed altre ancora mi lascio trasportare...vivo tra quello che vorrei fare e le conseguenze del mio voler fare una volta messo in atto...vivo tra i miei mille doveri, le mie regole, i miei sensi di colpa e il mio desiderio di ottenere ciò che voglio o almeno provarci.
Non mi è mai piaciuto accontentarmi, non mi sono mai accontentata altrimenti sarei ancora a casa con mamma e papà ad atteggiarmi da praticante avvocato, a prendere il caffè in un bar sul mare alle 15:00 e uscire in Piazza del Ferrarese con un bel cocktail alcolico in mano mentre si chiacchiera sull'apertura delle stagione estiva delle discoteche più rinomate del litorale.
Ci sono momenti, come questo in cui mi accorgo che vivere è difficile, vivere a pieno, vivere ogni singolo momento fino in fondo, vivere il sentimento qualunque esso sia e viverlo intensamente...che sia di rabbia, di passione, di vuoto, di tristezza...qualunque esso sia. Vivere come io vivo, è faticoso. I sentimenti che ti trapassano ogni volta, in modo più forte o in modo più blando, ti lasciano dei segni, ti lasciano sempre una traccia e da lì tocca ripartire e chiamare a rapporto tutte le forze per poter svegliarsi ancora il giorno dopo e pensare che c'è una nuova giornata da vivere a tutto tondo.
E' difficile rimanere fedeli a se stessi, alla propria essenza e preservarla, senza cedere alla superficialità, al vivere quello che è necessario e lasciarsi assopire la mente ed il cuore davanti un telefilm trasmesso in prima serata dalla TV.
Non voglio assopirmi.
Perciò vado avanti per la mia strada...

 
 
 
 
 

INFO


Un blog di: clasiss
Data di creazione: 13/02/2005
 

PROPOSITI 2009

1)Tagliare con i fantasmi del passato
2)Abilitarsi
3)Dimagrire
4)Fare un viaggio oltre confine prima dell'Estate

 

APPUNTAMENTI DELLA MIA VITA

30/06/07 GODS OF METAL- Milano

4-15/07/07 La tempesta -Globe Theatre-Roma

21-5/07(8)/07 Sogno di una notte di mezza estate -Globe Theatre-Roma

30/08/07  Tetes de bois - Bari

8/09/07  La notte Bianca ---> Franco Battiato

11-12/09/07  Notre d'ame de Paris- Stadio dei Marmi -Roma

22/10/07 Seduta di Laurea

25/10/07 Giulietta & Romeo - Gran Teatro-Roma 

17/11/07 Porcupine tree + Anathema - Tendastrisce -Roma