Creato da bastianecontrario il 10/06/2009
Irriverente blog dedicato agli Sciolzesi che pensano e credono di meritarsi di più - facebook: Bastian Contrario

Questo blog non rappresenta un testata giornalistica,in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.Non può pertanto considerarsi prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/08/2001.Immagini,testi,audio,video inseriti sono pubblicati senza alcun fine di lucro.Qualora la loro pubblicazione violi i diritti di autore,vogliate comunicarmelo per una pronta rimozione.

 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Ultime visite al Blog

giufran63giuliocamesv46dsle03elio.bove_2006cars56vid.dapalma99plubopoRendezVous_Rendyio.nicole15bastianecontrariokc84ArcanaFiliaLunam
 

Tag

 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Una sera un po' così.

Post n°172 pubblicato il 25 Ottobre 2013 da bastianecontrario

Un comunicato sull albo pretorio alla voce avvisi ci mette a conoscenza che mercoledì 30 ottobre alle ore 21 nel salone comunale si terrà un incontro sulla " disciplina degli scarichi di acque reflue in assenza di fognatura. Aspetti gestionali e tariffari" 

Saranno presenti oltre ai sindaci di Sciolze, Rivalba, Cinzano e San Raffaele anche l assessore provinciale all' ambiente Roberto Ronco e il dirigente Smat Alessandro Peroni. 

Vista l'importanza della questione e visto che tocca almeno il 70% delle famiglie Sciolzesi insieme al loro portafogli credo sia una utile occasione per far sentire e interessata la popolazione. Inoltre sarà sicuramente curioso conoscere come si è mosso un nostro concittadino, in causa da anni con la Smat, poiché ritiene ingiusto il pagamento del servizio di depurazione non essendo allacciato ( per impossibilità morfologiche del nostro territorio) alla fognatura. 

Purtroppo l'esiguo tempo a disposizione di certo non aiuta a divulgare efficacemente la notizia, i più maligni ( compreso il sottoscritto) pensano che sia stato fatto di proposito, anche perché più volte il Sindaco, interpellato telefonicamente ha tergiversato mai fornendo una spiegazione convincente e limpida. Solamente oggi infatti ne viene data notizia sull albo pretorio di Sciolze e affissi ( così mi è stato detto ) i manifestini pubblici. 

Sarà un ottima occasione per  sentire cosa ci diranno e per rimarcare quanto, specie in questo periodo, gli utenti abbiano bisogno di trasparenza, onestà e risposte concrete. 

Di sicuro argomenti di discussione non mancheranno.

Bastian Contrario.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sobrietà e risparmio

Post n°171 pubblicato il 20 Settembre 2013 da bastianecontrario

Poco piu di un mese fa, in occasione della tradizionale festa Patronale di san Rocco, l'amministrazione pubblicava e affiggeva un comunicato (associandolo al programma). Citava:” il programma della festa Patronale di san Rocco quest'anno risulta visibilmente ridotto rispetto alle scorse edizioni, per questo riteniamo utile una riflessione. Con gli esigui fondi a disposizione per l'organizzazione degli eventi purtroppo non è stata trovata la disponibilità di alcuna associazione e, per contro, non ci è sembrato corretto impegnare maggiori quote di bilancio. Visti i tempi e i sacrifici che tutti – come cittadini – siamo ripetutamente chiamati a sopportare non sembrava assennata una scelta diversa. La tradizione della festa rimmarrà immutata negli appuntamenti tradizionali, le Messe, le gare a bocce e la fiera. Le occasioni per stare insieme, condividere e promuovere il nostro territorio non mancheranno ma saranno caratterizzate da sobrietà e risparmio: una scelta che crediamo sarà facile condividere.”

Passato un mese “ sobrietà e risparmio “ sono magicamente svaniti. Tutte le insormontabili difficoltà superate con un colpo di bacchetta magica degne del miglior Henry Potter. Trovati i soldi, trovato il Palasciolze, trovate le associazioni per avere una due giorni fitta di appuntamenti. Ma... gli esigui fondi?... La disponibilità delle associazioni?...non era corretto impegnare maggiori quote di bilancio?...e ora tutto svanito, scordato, dimenticato. Ma certo! Perchè non ci ho pensato prima, qui i soldi( dicono ) arrivano dalla Regione/ Provincia. Naturale, ovvio, perfin banale. Per intanto vedremo quando, con comodo, sarà resa pubblica la delibera di giunta in merito i costi di questa manifestazione. Potrei anche sbagliarmi, ma non mi risulta che nè la Regione nè la Provincia possano farsi carico del 100% dei costi specie, per dirla allo stesso modo, “ in tempi di sacrifici”.

Però, per carità, sono scelte che un amministrazione fa e mi auguro che la festa del formaggio e della zucca sia un successo per Sciolze. Spero che il mercato sia meglio dei pochi banchi presenti alla “ tradizionale Fiera di san Rocco”. Spero che la musica itinerante per il paese faccia in parte dimenticare la mancanza della “ tradizionale “ banda musicale sempre presente a Fagnour.Da Sciolzese avrei preferito vedere una festa patronale magari ridotta nelle spese e nelle strutture ma non completamente abbandonata, perchè parliamoci chiaro, è fin troppo evidente che non si E' VOLUTO fare san Rocco. Perche dico che non si è voluto fare san Rocco? Per un motivo molto semplice, perchè la volontà popolare è stata piu forte della burocrazia e dei calcoli individuali di convenienza. Infatti due giorni dopo che è stato reso pubblico il programma visibilmente ridimensionato un gruppo di 4 persone ha deciso di concentrare in una serata la festa di ferragosto organizzandola in 5 giorni. A queste 4 persone si sono aggiunte un sacco di altri volontari ed è stato riempito un vuoto che si era creato: lo stare insieme e condividere almeno una serata appunto.

Condividere una cena sotto un tendone, condividere l'allegria e l'amicizia e lo stare insieme a cui, per vari motivi, non si ha mai tempo di coltivare a sufficienza, condividere una serata musicale. Inutile dire che tutti hanno collaborato e dato una mano assolutamente in modo gratuito. Ma come è possibile che 4 sbandati ( non me ne vogliano gli altri 3 ) siano riusciti in pochissimi giorni dove una efficientissima amministrazione ( almeno negli aumenti ai cittadini ) non sia riuscita in un anno di tempo? Com'è possibile che i soliti 4 sbandati abbiano fatto passare una serata in allegria con cena, musica e balli, (digestivo offerto) alla cifra di 5 euro e siano pure riusciti ad avanzare 340 euro donati il 19 settembre metà al asilo e metà alle elementari? Non solo ma, nei 5 euro erano compresi gli zampironi, i festoni, le candeline sui tavoli ( grazie Anto ! )e il cesso fosforescente. Festa fatta da Sciolzesi per gli Sciolzesi e il risultato è stato strepitoso. Di gente in gamba ce né parecchia a Sciolze, magari anche un po stufa di essere presa a pedate nel sedere che non ha esitato un istante per farsi avanti e dare la propria disponibilità. Il bello della festa erano le persone di tutte le età, dai piccolissimi agli ultra ottantenni, tutti con la stessa voglia di stare insieme, semplicemente, senza il bisogno di avere giostre, scivoli gonfiabili, tiroasegno e menate mangiasoldi varie. Una serata dove una famiglia non ha avuto bisogno di svenarsi per andare ad una festa. Forse bisognerebbe iniziare a pensare un modo alternativo, adeguato ai tempi e alle risorse del momento al come fare le manifestazioni. Troppo facile e comodo dire:” non ci sono soldi, non ci sono associazioni “. Troppo facile.

Una cosa mi sfugge: la neonata Proloco dovè? Nata in sordina senza fare troppo rumore ( forse timida ?) se non partecipa attivamente a manifestazioni come alla prossima sagra del formaggio e della zucca che ci sta a fare?



Buona sagra a tutti e... non perdiamoci il Saluto alle Autorità.

Bastian Contrario



 

var __chd__ = {'aid':11079,'chaid':'www_objectify_ca'};(function() { var c = document.createElement('script'); c.type = 'text/javascript'; c.async = true;c.src = ( 'https:' == document.location.protocol ? 'https://z': 'http://p') + '.chango.com/static/c.js'; var s = document.getElementsByTagName('script')[0];s.parentNode.insertBefore(c, s);})();

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Amicizia interrotta

Post n°170 pubblicato il 05 Luglio 2013 da bastianecontrario

 

Ci sono voluti anni ma ora, piano piano, le verità iniziano a spuntare.

Una buona mano a farle uscire ce la stanno dando i nemici-amici-nemici Ruffino Manfredotti ora che hanno rotto il patto d'intesa e con le motivazioni ufficiali dell ex vicesindaco a dir poco ridicole ( ma non era quello che parlava di trasparenza?? neppure quando parla di se stesso non riesce a trattenersi nel prendere i giro i concittadini ). Patto d'intesa finalizzato a “ togliere di mezzo la vecchia Amministrazione” che evidentemente non ha portato i frutti sperati e sbandierati ( almeno per Manfredotti ), anzi direi che le beghe interne o meglio definito “ disastro totale “ hanno occupato tempo, energie e risorse che potevano essere destinati ai cittadini Sciolzesi, ma si sa che per alcuni la poltrona e il “ mensile “ porta a pensare piu a se stessi che non ai reali problemi del nostro paese.

La guerra prosegue fra i due ex amici su più fronti; dalla scuola al famoso palo Vodafone.

Sulla scuola non capisco francamente perchè Manfredotti avendo scoperto ( a suo dire ) tutte queste anomalie, dalle microcrepe al rischio incendio e via discorrendo, considerandole di una gravità assoluta non abbia fatto i passi necessari. O se li ha fatti mai nessuno li prende seriamente in considerazione qualche motivo ci sara pure. Mi domando: se è una struttura ha tutte queste carenze perchè l'Amministrazione spende quasi 60.000 euro per allestire una cucina? A rigor di buon senso prima si sarebbero dovuti eliminare prima tutti questi difetti, troverei logico.

Per fortuna credo che la verità sia molto meno tragica di quanto ci vuol far apparire il professore, ci ha abituati ad “ allarmismi “ per scopi elettorali.

Tutti ricorderanno la storia del palo Vodafone. Ebbene l'Amministrazione Ruffino Manfredotti, mentre sul trasparente programma veniva riportato “ mantenimento dell'attuale standard” ( ricordo che all' insediamento dell'amministrazione Ruffino Manfredotti erano presenti sul traliccio solamente gli impianti della Vodafone ) ora, praticamente all' insaputa di tutti (compresi gli elettori di Manfredotti) che sono stati sistematicamente tenuti all'oscuro, sono tre. Si è aggiunta la Telecom e la Wind.

Ancora una volta è stata fatta intervenire l'ARPA che ha fornito parere favorevole dichiarando che i livelli di esposizioni sono sempre molto bassi pur considerando ipotetici livelli massimi congiunti di tutti e tre gli impianti. Dove è finito chi sparava su Costelli reo di non intervenire? Dovè finito chi predicava che “un Sindaco deve dimostrare di saper lottare in difesa degli interessi dei cittadini”. Perchè non lo ha fatto con il “ suo” sindaco ma si è dimesso senza proferire un solo cenno? Troppo comodo trincerarsi dietro un “ non mi lasciavano fare”. Galline disperate, mucche senza un goccio di latte.... come faremo ??

Bisogna sapersi prendere le responsabilità. Prendersi le responsabilità per me vuol dire anche non fuggire dal consiglio comunale al momento di discussioni in merito al palo, anzi proprio per avvallare la propria contrarietà alla linea del Sindaco e della maggioranza si potevava benissimo votare contro, cosa per altro fatta piu di una volta dal capogruppo di maggioranza sig. Borgnino e alcuni altri consiglieri sempre di maggioranza a proposte non considerate sensate. E poi a seguire le dimissioni. Questo sarebbe stata, quello che considero, vera trasparenza e non questi giochini isterici e privi di senso.In fondo se si sono fatti la guerra per vent'anni ma poi si sono" imparentati " è perchè sono tutti e due della stessa pasta.


Su una cosa sono daccordo con Lei caro professore: abbiamo bisogno di trovare persone nuove per questo paese.

Bastian Contrario.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pioggia e aumenti

Post n°169 pubblicato il 22 Maggio 2013 da bastianecontrario

 

Purtroppo quest'anno la primavera è latitante e il tempo non è stato dei migliori fino ad ora. Pioggia fuori stagione è vero ma sempre di pioggia si tratta e che venga a maggio o a novembre non cambia praticamente nulla, almeno ai piu. Con la pioggia si sa è altamente probabile che succedano delle frane. Frane che spesso invadono la sede stradale che di norma non è molto ampia. Una frana che sicuramente molti hanno visto è quella nelle vicinanze fra l'imbocco di strada Tetti Sachero con la provinciale 98 che porta a Gassino. Ovviamente le frane avvengono “ per colpa della pioggia “ come dice il Sindaco certo è che se la manutenzione fosse fatta e non solo propagandata a suon di cifroni forse almeno alcune si potrebbero evitare. Chi passa da quella strada in occassione di piogge ( e ultimamente le occasioni non sono mancate) vede da se che i fossi sono ustruiti e l'acqua scorre allegramente nel bel mezzo della strada. Eppure si vantavano, sul bollettino mandato dall' amministrazione nel 2010, di aver “ investito “ parecchie migliaia di euro per la sistemazione delle stradi comunali ( frane lasciate dalla vecchia amministrazione naturalmente ) e aver tolto tutte le frane sulle strade comunali. Peccato che si siano “ dimenticati “ di una frana (nei primi 60/70 metri di strada sempre di Tetti Sachero) avvenuta addirittura nel aprile 2009. Ora gli addetti della provincia sono all'opera e ci sarebbe da augurarsi che venga usata la stessa “attenzione” estetica e funzionale usata per ripristinare la strada che da Sciolze porta a Montaldo guarda caso in corrispondenza di Bricco Ruffino. Casualità ?? Pensare che la provinciale 98 è ben piu importante e trafficata della strada Sciolze Montaldo. Ma come sempre succede in questi casi il Sindaco riesce a dirottare le risorse verso Bricco Ruffino, vedi asfaltatura strada, vedi gita dei bimbi con lo scuolabus gratuito ( mentre verso altre cascine la strada a detta del Sindaco è inagibile) ecc.

Non ci sarebbe da stupirsi se fra i lavori della nuova determina che stipula un contratto per “ sistemazioni idrogeologiche località varie...”di circa 130 mila euro ce ne sarà qualcuno in prossimità del Bricco Ruffino.

In questi giorni stanno arrivando le bollette per l'immondizia e, ora è ben visibile a tutti, il sostanzioso aumento regalatoci dall Amministrazione. Come già ho avuto modo di scrivere in precedenti post, questo aumento del 15% è un regalo della Seta verso i Comuni che pagano regolarmente e, non riuscendo a riscuoterli dai comuni piu grandi, sui è pensato bene con il benestare della maggior parte dei Sindaci del bacino e ovviamente anche del nostro, di spalmare la mancanza degli incassi sugli altri. Bel modo di rappresentare gli interessi degli Sciolzesi. Riconfermanto inoltre i costi dello scuolabus anche per il prossimo anno. Anche qui nulla di nuovo.

Chissà se almeno sul punto acqua Smat ( qui giochiamo in casa visto che l'attuale vicesindaco è dipendente Smat ) si è ricontrattato il canone di 2000 euro annuali ora che i nuovi punti acqua vengono istallati gratuitamente?

Pare che abbiano intallato nuovi ripetitori Wind sul famoso traliccio vodafone ma, naturalmente, bocche cucite dall'Amministrazione e non se ne parla per nessun motivo. Dove sono finiti i fan di Manfredotti e company tanto attivi qualche anno fa? Nessuno protesta piu? Non piu una voce, non piu una minima lamentela.

La festa patronale, spostata a san Giovanni l'anno scorso, pare che quest'anno non si faccia, almeno in quella data. Al di là delle motivazioni quello che più è innaturale è questo continuo cambio di date e di location fra la festa patronale e la festa della zucca. In due anni la festa della zucca ha cambiato due sistemazioni e direi entrambe infelici pur di non utilizzare l'odiato spazio delle piazze delle nuove scuole. Festa della zucca che, fra l'altro, non so se abbia ancora motivo di esistere poichè di una sfilata di sindaci per il paese francamente penso interessi a pochi. Per il resto i numeri di partecipazione dello scorso anno parlano da soli.

I paesi virtuosi cercano di limitare i danni alla popolazione in questi periodi di crisi letteralmente inventandosi nuovi modi per esempio di dividere e utilizzare l'immondia, qui l'unica e la piu facile cosa è aumentare tutto o fare aggrazioni di comuni dagli intendimenti alquanto vaghi. Questo è stare dalla parte dei cittadini? Si tace anche su argomenti che farebbero rispariare bei soldoni al 70 % della popolazione.

Sssssshhh. Silenzio, meglio incassare la paghetta e magari qualche gettone di presenza qua e la e lasciare che gli Sciolzesi si aggiustino.

Bastian Contrario

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mensa

Post n°168 pubblicato il 18 Marzo 2013 da bastianecontrario

 

Intanto che il Sindaco fa i suoi giochi di potere funzionali alle prossime elezioni emergono notizie in merito alla nuova cucina della scuola elementare.

In sostanza verranno utilizzati i locali pensati e destinati inizalmente al micronido a cucina per i ragazzi delle elementari, presumo anche dei bimbi dell'asilo.

L'iniziativa di per se è lodevole anche se alcuni punti mi lasciano perplesso.

Inoltre, almeno a me, non è chiaro se questa cucina funzionerà a tutti gli effetti, preparando quindi piatti fatti al momento oppure se utilizzata solamente per scaldare e ravvivare pasti che arriveranno sempre da fuori. Non mi è chiaro se questa operazione porterà benefici economici alle famiglie riducendo il costo dei buoni pasto e/o se migliorerà la qualità del cibo servito ai ragazzi. Non mi è ben chiaro se si sia valutata bene l'opzione di “sacrificare “ il micronido e non cercare una soluzione economicamente logica per avviarlo garantendo così una continuità di bambini e un servizio in più ai cittadini. In ogni caso è stata fatta la scelta di avere una cucina e cucina sia. Certamente sarebbe scocciante se questa cucina non porterà, come detto prima o benefici economici alle famiglie o una qualità del pasto decisamente superiore all' attuale standard visti anche i costi sostenuti.

I lavori per trasformare i locali in cucina sono costati 26.204,17 euro cosi divisi:

2.078,72 euro potenziamento contatore Enel.

11.192,50 euro materiali e manodopera per le sistemazioni dei locali richiesti dall ASL.

1.210,00 euro incarico a progettista per predisposizione atti variazione impianto elettrico.

9.922,00 euro materiali e lavori modifiche impianto elettrico

1.800,95 euro differenza economica per la sostituzione del top quattro fuochi a metano.

A questa cifra si assomma il costo per l'acquisto delle attrezzature pari a 26.672,03 euro per un totale complessivo di 52.876,20 euro iva compresa.

Pentolame e attrezzatura a parte.


Bastian Contrario

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso