Creato da: a_bi_ci il 18/06/2006
Letture,riletture e ascolti.

Poesia del guanciale

Perché fino alla punta delle dita
sei presente, perché hai desideri,
per come pieghi i ginocchi
e mi mostri le chiome,
per il tuo tepore
e la tua oscurità;
per le tue frasi dipendenti,
i gomiti non prepotenti
e l’anima materiale
che nella fossetta
sopra la clavicola balugina;
perché sei andata
e venuta, e per tutto
ciò che di te non so
queste mie esili sillabe
son troppo poco – o troppo.
H.M. Enzensberger

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

jackhunter77mariomancino.mangelinolamendoladade2410annapaola_delucapoirot73giuseppeconsuelofrancesca.1976Alesssssssmario.rotilign51annabe1urbana3greco.toresupergengi
 

Ultimi commenti

baci...by giusy
Inviato da: freddissima
il 16/05/2008 alle 18:00
 
bacetti e auguri anticipati per pasqua!
Inviato da: freddissima
il 16/03/2008 alle 14:28
 
DOVE SEI????
Inviato da: luisa.gandi
il 10/03/2008 alle 22:20
 
buon giorno...non torni piu'???? dai che ti aspettiamo...
Inviato da: luisa.gandi
il 15/01/2008 alle 07:05
 
pretendo gli auguri!!
Inviato da: freddissima
il 06/01/2008 alle 11:45
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
immagine 
 
 
 
immagine
 

 

 

SUL DIALETTO

Post n°206 pubblicato il 03 Ottobre 2007 da a_bi_ci

Lingua e dialettu
Ignazio Buttitta

Un populu
mittitilu a catina
spughiatilu
attuppatici a vucca
è ancora libiru.
 
Livatici u travagghiu
u passaportu
a tavula unnu mancia
u lettu unnu dormi,
è ancora riccu.
 
Un populu
diventa poviru e servu
quannu ci arrubbanu a lingua
addutata di patri:
è persu pi sempri.

Diventa poviru e servu
quannu i paroli non figghianu paroli
e si mancianu tra d’iddi.
Mi nn’addugnu ora,
mentri accordu la chitarra du dialettu
ca perdi na corda lu jornu.

Versione in italiano? Clicca qui

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BUONA SETTIMANA

Post n°205 pubblicato il 01 Ottobre 2007 da a_bi_ci

- MAESTRA INNAMORATA
L'odore
dei gerundi
la stordiva!

- CENSURA
Strip
con stop
al top.

- STRANA MENTALITA`
Strana mentalità
la sua,
nega l'immortalità
e urla
"Li mortacci tua!"

- EX LIBRIS
Porco
e
spesso.

Marcello Marchesi

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

STRADE

Post n°204 pubblicato il 29 Settembre 2007 da a_bi_ci

Nel mezzo del cammin di nostra vita
mi ritrovai per una selva oscura,
ché la diritta via era smarrita.

.....
ma vuoi mettere l'emozione che ti da una curva con la forza centrifuga che ti allontana dalla retta via!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

RISOLUZIONE

Post n°203 pubblicato il 26 Settembre 2007 da a_bi_ci

Si consideri che i volumi, messi in libreria, vengono posti con la prima pagina a destra e che essa è a contatto con l'ultima pagina del volume successivo. Quindi il tarlo rosicchia interamente i volumi intermedi, la prima pagina del primo volume e l'ultima dell'ultimo volume, per un totale di 802 pagine.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ENIGMA

Post n°202 pubblicato il 21 Settembre 2007 da a_bi_ci

Un tizio ha riposto i 10 volumi della sua enciclopedia su uno scaffale nel loro normale ordine consecutivo. Ma un giorno scopre che un tarlo gli ha rosicchiato l'enciclopedia dalla prima pagina del primo volume all'ultima pagina dell'ultimo volume.
Supponendo che ciascun volume sia composto da 100 pagine (copertine comprese), quante pagine ha rosicchiato il tarlo?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

FERMEZZA E RISOLUTEZZA.

Post n°201 pubblicato il 18 Settembre 2007 da a_bi_ci

La mia seconda massima era di mantenermi nelle mie azioni piú fermo e piú risoluto che potessi, e di seguire le opinioni piú dubbie, una volta che a queste mi fossi determinato, non meno costantemente di quelle del tutto sicure. Intendevo imitare in questo i viaggiatori che, trovandosi smarriti in una foresta, non devono vagare, aggirandosi ora da una parte ora dall'altra, né tanto meno fermarsi in un posto, ma camminare sempre diritto, per quanto è possibile in una direzione, e non cambiarla senza un buon motivo, neanche se l'avessero scelta, all'inizio, solo per caso: in questo modo, infatti, se non vanno proprio dove desiderano, arriveranno alla fine almeno in qualche luogo dove è probabile che si trovino meglio che nel bel mezzo di una foresta. Cosí, dal momento che spesso le azioni, nella vita, non consentono nessun indugio, è una verità assai certa che, quando non è in nostro potere discernere le opinioni piú vere, dobbiamo seguire le piú probabili; e inoltre, che se le une non ci paiono piú probabili delle altre, pure dobbiamo sceglierne una, e considerarla in seguito non piú come dubbia, in riferimento alla pratica, ma come verissima e certissima, perché è tale la ragione della nostra scelta. E questo bastò da allora a liberarmi da tutti i pentimenti e rimorsi che sogliono agitare le coscienze deboli e irresolute, le quali, prive di costanza, si abbandonano a fare, ritenendole buone, cose che in seguito giudicano cattive.

René Descartes - Discorso sul metodo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

BUONA SETTIMANA

Post n°200 pubblicato il 17 Settembre 2007 da a_bi_ci

Un bambino dell'era moderna chiede al suo papà:
 - Papi, ma io come sono nato?
 E il papà gli risponde:
 - E va bene, tanto prima o poi ne avremmo dovuto parlare, di questa cosa. Allora, fai attenzione: il papà ha conosciuto la mamma in una CHAT. Più tardi la mamma e il papà si sono incontrati in un CYBER CAFE', e nel bagno la mamma voleva fare un paio di DOWNLOAD dal JOYSTICK del papà. Quando poi il papà era pronto per l'UPLOAD, ci siamo accorti improvvisamente che non avevamo installato nessun FIREWALL... ma purtroppo era già tardi per premere CANCEL o ESCAPE, e la finestra VUOI VERAMENTE ESEGUIRE L'UPLOAD l'avevamo già disattivata all'inizio sotto OPZIONI e PROPRIETA'. L'antivirus di mamma da tempo non faceva più l'UPDATE, e non ha riconosciuto il BLASTER WORM del papà. Cosi' abbiamo premuto il tasto ENTER e alla mamma si è aperta una finestra con la comunicazione TEMPO PREVISTO PER IL DOWNLOAD: 9 MESI!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

DEVO STUDIARE

Post n°199 pubblicato il 16 Settembre 2007 da a_bi_ci

Filastrocca dell'alfabeto  

Un'aquila nel cielo,
un bimbo sopra un melo,
un cane alla catena,
un dado nella rena,
un elefante grosso,
un faro tutto rosso,
un giglio e una conchiglia,
un ah! di meraviglia,
un istrice arrabbiato,
un lume affumicato,
un mare azzurro e calmo,
un nano grande un palmo,
un'oca grulla assai,
un pesce che non hai,
un quadro di valore,
un rospo col malore,
un sasso grosso e tondo,
un tino senza fondo,
un uccellino giallo,
un vaso con un gallo,
lo zufolo completo;
evviva l'alfabeto!

Scusate devo studiare sono rimasto alla Ci.....ignorante.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

SEEEEEEE!

Post n°198 pubblicato il 14 Settembre 2007 da a_bi_ci

Fresca di giornata:
"Assassinata a colpi di pistola e poi bruciata viva".
TG5 delle 8.00,Gioacchino Bonsignore.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

MEDICI,MEDICI.

Post n°197 pubblicato il 13 Settembre 2007 da a_bi_ci

Dr. House e Grey's Anatomy sono tornati.
Dr. House piace perchè è un medico fuori dai canoni che riesce a risolvere ogni situazione complicata.Vedremo se se riuscirà a risolvere la sua dipendenza da antidolorifici.Il meccanismo del telefilm è quello del giallo con la caccia alla malattia invece dell'assassino.In fondo speriamo cso mai ne avvessimo bisogno nella realtà di incontrare un medico che gli assomigli.Speriamo!
Grey's Anatomy si svolge sempre in ambiente medico,però al centro del telefilm sono i rapporti tra i vari protagonisti. La particolarità sta anche nel fatto che oltre ai dialoghi ci sono delle riflessioni più o meno interessanti all'inizio e alla fine del telefilm.


H.-Sono diventato medico per curare le malattie, non i pazienti.
-Se tu parli con Dio sei religioso, se Dio parla con te sei malato.
-Non si può vivere senza amore ma l'ossigeno è ancora più importante.

G.-Il tempo si diverte a prenderci a calci in culo.
Persino per i piu' forti di noi, sembra
che faccia degli scherzi...
Rallenta, accelera...
Prima che si fermi...
Lasciandoci di sasso all'improvviso,
incapaci di muoverci in una o l'altra direzione.

G.-Il tempo vola…
Il tempo non aspetta nessuno…
Il tempo guarisce tutte le ferite...
Quello che tutti quanti vogliamo è altro tempo...
Tempo per alzarsi, tempo per crescere, tempo per lasciar andare…tempo!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »