Creato da scricciolo68lbr il 17/02/2007

Pensieri e parole...

Riflessioni, emozioni, musica, idee e sogni di un internauta alle prese con la vita... Porto con me sempre il mio quaderno degli appunti, mi fermo, scrivo, riprendo il cammino... verso la Luce

 

 

« SOUMAHORO METTE NEI GUAI...UNA GUERRA CHE DEVE FINI... »

La denuncia dei dirigenti di SI: "Fratoianni sapeva tutto su Soumahoro ma lo ha candidato"

Post n°1382 pubblicato il 26 Novembre 2022 da scricciolo68lbr
 

Nobile e Barbieri scrivono al segretario di Sinistra Italiana: "Era al corrente delle ombre attorno al sindacalista, ma lui mostrò indifferenza". Chiesta la convocazione urgente di un'assemblea che rischia di trasformarsi in un processo al leader.

Un atto di accusa molto duro e l'obiettivo non è tanto o più Aboubakar Soumahoro ma i vertici di Sinistra Italiana che avallarono la sua candidatura. Perché - è la denuncia - sapevano tutto, la scorsa estate durante le riunioni di partito erano stati messi al corrente delle ombre attorno al sindacalista; ombre che avrebbero suggerito di non coinvolgerlo nell'avventura elettorale.

Viene meno pure il soccorso rosso, la sinistra progressista sta progressivamente scaricando Aboubakar Soumahoro. Poca solidarietà, molti silenzi, qualche frecciata e soprattutto tanta guerra interna. Prova ne sia la lettera di una decina di dirigenti di Sinistra Italiana, proprio il partito che ha candidato Soumahoro alle scorse elezioni politiche. Dito puntato contro il segretario Nicola Fratoianni, che non viene menzionato esplicitamente ma a ben leggere è tra i destinatari della missiva. Quest’ultima è infatti indirizzata “chi ha scelto” di candidare l’ex sindacalista dei braccianti immigrati “di assumere su di sé per intero la responsabilità politica di ciò che era prevedibile che accadesse ed è accaduto, convocando una apposita riunione dell’Assemblea nazionale”.

Soumahoro, l’accusa di dieci dirigenti di SI: “Fratoianni sapeva tutto”

I firmatari – come riportato da Il Fatto Quotidiano – accusano la segreteria di Si di essere stata “perfettamente a conoscenza, da molto tempo prima della candidatura“, di fatti controversi che coinvolgevano Soumahoro. E sostengono di aver avvertito Fratoianni non appena cominciarono a correre “voci sulla possibile candidatura di una persona così discussa sui territori dove ha operato”. Ma il leader “mostrò completa indifferenza alle notizie riferitegli”. I firmatari della lettera sono: Edoardo Biancardi, Stefano Ciccone, Elena Fattori, Sandro Fucito, Claudio Grassi, Alessia Petraglia, Serena Pillozzi, Antonio Placido, Silvia Prodi, Roberto Sconciaforni.

La segretaria di Sinistra Italiana nega tutto

Un duro j’accuse ai vertici del partito che hanno replicato negando di essere a conoscenza del caso cooperative su cui indaga la procura di Latina. “La segreteria nazionale di Sinistra Italiana non era a conoscenza di notizie che configurassero condotte illecite o di indubbia gravità a carico delle cooperative riconducibili ai familiari di Aboubakar Soumahoro prima della sua candidatura. Chi lo afferma mente e cerca di strumentalizzare a fini politici un caso che sta amareggiando ogni cittadino di sinistra, noi per primi. Per questo respingiamo categoricamente ogni strumentale illazione: lo sciacallaggio a posteriori è sempre un brutto spettacolo, e noi non abbiamo intenzione di partecipare. Chi sostiene di aver sempre saputo dovrebbe chiedere a se stesso come mai non ha informato i cittadini o la magistratura prima delle elezioni”.

Fratoianni: “Ombre su Soumahoro, ma non sapevo nulla”

“Nessuno mi aveva mai parlato di ipotesi di reato, di sfruttamento o lavoro nero. Quella di Aboubakar era una candidatura che aveva la forza di consolidare alcune tematiche che per noi sono centrali”, ha dichiarato Nicola Fratoianni dopo le accusse dei suddetti esponenti di Sinistra Italia. “Ci sono ombre che deve chiarire, ma dipende da lui“, ha precisato.

Alessandro Della Guglia

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

RADIO DJVOCE

 

PAROLE

   

     IL TIBET NASCE LIBERO

  LASCIAMO CHE RESTI TALE

                             i

Le parole.

                       I

Le parole contano
dille piano...
tante volte rimangono
fanno male anche se dette per rabbia
si ricordano
In qualche modo restano.
Le parole, quante volte rimangono
le parole feriscono
le parole ti cambiano
le parole confortano.
Le parole fanno danni invisibili
sono note che aiutano
e che la notte confortano.
                                  i
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Noir72dglscricciolo68lbrcassetta2rugiada_nel_mattinoRileyGunn.88pasquale.pato7ciolito5Desert.69Aschaky_1rossella1900.rjacopoM68roxgabrielReCassettaIIper_lettera
 

I LINK PREFERITI

DECISIONI.

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Febbraio 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
 
 

IMMAGINI DI TE

 

 

 

 

 

CONTATTO

 

 

PASSIONE

immagine


 

 

LIBERTÀ.

 

 

Affrontare ciò che ci spaventa

è il modo migliore per superare

ciò che ancora non si conosce.

 

 

 
 

ATTIMI

 

 

 

UN GIOCO!

 

 

EMOZIONI

 

 

 

 

 

PASSAGGI

Contatore accessi gratuito

 

 

ABBRACCIO

 

  

 

 

BOCCA