Creato da scricciolo68lbr il 17/02/2007

Pensieri e parole...

Riflessioni, emozioni, musica, idee e sogni di un internauta alle prese con la vita... Porto con me sempre il mio quaderno degli appunti, mi fermo, scrivo, riprendo il cammino... verso la Luce

 

 

« POESIE DI NATALE.TRANSUMANESIMO… L’OBIETT... »

ROTHSCHILD, CHI SONO I VERI PADRONI DEL MONDO!

Post n°1707 pubblicato il 26 Dicembre 2023 da scricciolo68lbr
 

Forse tutti abbiamo creduto alle favole raccontateci sui libri di storia, ai moti rivoluzionari spontanei dei popoli, alle democrazie nate dalle ceneri delle rivoluzioni, ai governi liberi che decidono e scelgono per il bene dei loro elettori. Ebbene è tutto falso! Quella che ci hanno sempre raccontato è solo una verità di comodo, tanto per illuderci di saziare la nostra sete di cinoscenza degli eventi storici che hanno condotto i popoli nei secoli e che ci hanno portato all'assetto geo politico odierno.

In questo approfondimento cercheremo di parlare in maniera succinta della storia della famiglia Rothschild che ha effettivamente governato gli eventi di questo pianeta dal punto di vista umano, visto che neppure loro sono a conosvenza che è Dio l'unico Signore degli eserciti che governa realmente l'Universo, e della sua ascesa nel sistema finanziario globale.

La famiglia Rothschild molto spesso è stata associata a teorie del complotto. Più volte sono stati accusati di controllare segretamente l’economia, di finanziare guerre e anche di manipolare il clima. Cercheremo però di fare un po' di chiarezza, partendo dalla loro storia.

.

Gli inizi.

La famiglia Rothschild inizia la sua ascesa a partire dal 18 secolo quando Mayer Amschel fonda l’impero di famiglia. Nasce nel ducato d’Assia nel 1744 a Francoforte nella Judengasse (ghetto ebraico), figlio di un commerciante di seta e cambiavalute. 

                           Casa dei Rothschild- Fonte The Rothschild Archive

.

Ha iniziato a lavorare con il padre fin da giovane, il suo primo compito è stato quello di smistare monete rare che il padre acquistava alle fiere. I suoi genitori muoiono quando lui aveva 12 anni e subito dopo viene mandato ad Hannover come apprendista alla Simon Wolf Oppenheimer, un’importante banca ebrea.

                                                   Mayer Amschel
.

Ritorno a Francoforte

Nel 1763 torna a Francoforte dove diventa commerciante di monete rare e ottiene il patrocinio dal principe Guglielmo d’Assia, che lo aiuta a sviluppare legami finanziari con altri nobili. Nel 1769 ottiene il titolo di fattore di corte, diventando così consigliere del principe, il che lo porta a conoscere la figlia di un altro fattore di corte, Gutle Schanpper. I due si sposano nel 1770, dando alla luce 10 figli, 5 maschi e 5 femmine. Durante questi anni si afferma come principale commerciante di Francoforte, non solo di monete rare ma anche di oggetti di antiquariato. L’impero ha una crescita ulteriore durante la rivoluzione francese quando a Mayer viene affidato il compito di gestire i pagamenti dalla Gran Bretagna per l’assunzione di soldati mercenari dell’Assia. Si stima che il suo patrimonio in quel momento si aggirasse intorno a 150.000 fiorini ( circa 15.000 sterline). 

Pensate che la rivista Forbes lo ha classificato come il settimo uomo d’affari più influente di tutti i tempi.

Agli inizi del 1800 i figli maschi sono inviati come emissari nelle principali città d’Europa, con il primogenito che rimane a Francoforte.

Morte di Mayer

Le fortune della famiglia arrivano con le guerre napoleoniche, quando oltre a servire il principe, forniscono servizi finanziari e prestiti alle potenze europee impegnate nelle guerre contro Napoleone. Allo stesso tempo si sono dimostrati in grado di sviluppare e organizzare una efficientissima rete di agenti, spedizionieri e corrieri che attraversano tutta l’Europa, distribuendo oro per gli armamenti. Nel 1812 Mayer muore e lascia disposizioni su come gestire le finanze e  delinea un rigido sistema di successione, dove l’eredità poteva passare solo per linea maschile. Questo incentiva i matrimoni misti. Tra il 1824 e il 1877 ci sono 36 matrimoni di discendenti maschi di Mayer Rothschild. Di questi, 30 all’interno della famiglia, solo quattro donne Rothschild e due uomini sposano partner con cui non erano imparentati.

                                       Albero genealogico-Fonte Storia Occulta.
.

Nathan Mayer

Nathan Mayer nel 1810 aveva fondato la NM Rothschild, banca che ancora oggi è in funzione con più di 40 sedi in tutto il mondo. Esiste una leggenda dove si dice che Nathan fosse a conoscenza della sconfitta di Napoleone a Waterloo un giorno prima rispetto agli organi governativi.

Si racconta che l’avrebbe fatto con un’operazione che ora chiameremmo di insider trading, cioè diffondendo la voce che a Waterloo avesse vinto Napoleone e iniziando lui stesso a vendere i titoli del debito pubblico inglese in suo possesso, per provocarne il crollo in Borsa. Nel frattempo, in gran segreto, avrebbe ordinato ai suoi agenti di ricomprarli a prezzi stracciati, prima che la notizia della vittoria si diffondesse e che il valore di quei titoli andasse alle stelle.

Le cinque frecce

Il figlio inviato a Vienna, Salomon Rothschild, finanzia il debito austrico e nel 1822 entra a far parte della nobiltà austriaca quando l’Imperatore Francesco I gli conferisce il titolo di barone. Nonostante lavorassero a distanza i cinque fratelli operano nello stesso modo, su titoli di stato, cambi valutari e metalli preziosi. Inoltre prestano denaro alle nazioni con alti tassi di interesse. Il simbolo della famiglia sono cinque frecce all’interno di uno scudo che si intersecano in unico punto.

                         Stemma di famiglia – Fonte The Rothschild Archive

.

La famiglia interviene prestando denaro e oro alla banca d’inghilterra in seguito alla crisi finanziaria del 1825, chiamata anche dagli storici la prima crisi finanziaria moderna.

                                       Figli di Meyer- Fonte Storia Occulta

.

Investono nel settore pubblico, finanziano le reti ferroviarie di Austria, Francia, Italia  e del canale di Suez. Nel 1935 Nathan si assicura i diritti sulle miniere di mercurio in Spagna ottenendo un monopolio sull’elemento chimico fondamentale per l’estrazione di oro e argento.

.

I Rothschild finanziano l’unità d’Italia

La famiglia Rothschild finanzia anche l’Unità d’Italia. Quando il Regno di Sardegna nel 1849 viene sconfitto nella prima guerra di indipendenza, accumula 75 milioni di lire di debito nei confronti degli austriaci. In questo momento i banchieri vedono un’opportunità e offrono un prestito immediato con tassi di interesse al 5%. Nel 1860 il debito pubblico del Piemonte ammonta a circa un milione e mezzo di lire, il più alto tra tutti gli stati. L’unico modo per il regno di salvarsi è quello di andare di nuovo in guerra contro lo stato Borbonico in modo da poter mettere la mani sul loro patrimonio in caso di vittoria. Quindi lo stato, per finanziarsi,  non ha altra scelta se non quella di chiedere aiuto finanziario ai Rothschild. Nonostante la sua iniziale riluttanza a finanziare la guerra contro il proprio stato, alla fine la famiglia accetta di rinegoziare il debito precedente e  di fornire il denaro richiesto, incidendo così anche sull’unità d’Italia.

La filiale di Napoli della banca chiude nel 1863 e la mancanza di eredi maschi porta alla chiusura della filiale di Francoforte nel 1901.

.

Decadenza 

Dal ventesimo secolo inizia la decadenza della famiglia. La loro posizione inizia a declinare con lo scoppio dei due conflitti mondiali. Le restrizioni sui movimenti di capitali tra gli stati, durante questo periodo, limitano la capacità delle banche di concedere prestiti alle nazioni impegnate nel conflitto (cosa che li aveva arricchiti in passato). 

Il governo di Vichy in Francia espropria le proprietà dei Rothschild Bordeaux durante la guerra e i nazisti confiscano opere d’arte e altri oggetti preziosi per milioni di dollari dal ramo austriaco della famiglia. Nel corso degli anni, le sontuose proprietà dei Rothschild vengono donate ai governi britannico e francese e ad altre organizzazioni e università. Molti membri della famiglia Rothschild vengono perseguitati dai nazisti durante la guerra, e sono costretti a emigrare negli Stati Uniti, dove spostano il loro centro di affari. Negli anni ’70 rimangono tre banche ai Rothschild: le filiali di Londra e Parigi e una banca svizzera fondata da Edmond Adolphe de Rothschild. 

.

La famiglia Rothschild oggi

Ma veniamo ai giorni nostri, con un patrimonio e una scala d’affari assai più contenuti, si sono comunque affacciati nel mondo dei grandi finanzieri. Non si hanno stime precise sul loro patrimonio, poiché gran parte delle loro attività sono gestite attraverso una serie di trust che non devono necessariamente rendere pubbliche le loro attività.

                                 Famiglia Rothschild – Fonte La Stampa

.

Sono comunque ancora attivi nell’ambito bancario e finanziario con una serie di banche e società di investimenti. Si conoscono sostanzialmente due gruppi: quelle che fanno capo alla Edmond de Rothschild Group e alla Rothschild & Co. Il gruppo Edmond de Rothschild è un gruppo bancario e di gestione patrimoniale di proprietà privata fondato dal barone Edmond de Rothschild nel 1953 con sede Ginevra. Mentre la  Rothschild & Co è una società di consulenza finanziaria e gestione patrimoniale.

                       Rothschild & Co – Fonte https://www.rothschildandco.com/

Le radici dell’attuale struttura di Rothschild & Co risalgono a una fusione nel 2012 tra l’allora banca francese separata e la banca d’affari britannica NM Rothschild & Sons. E’ conosciuta da tutti per la sua divisione affari che fino al 2014 vedeva impiegato il presidente francese Emmanuel Macron.

.

Ritiro dai listini

Alexander Rothschild, che ora guida il gruppo, ha annunciato l’intenzione di presentare un’OPA ai fini del ritiro dal listino di Parigi. Concordia, la holding della famiglia e principale azionista della banca, ha presentato un’offerta pubblica di acquisto al prezzo di 48 euro per azione dividendo annesso. Il giorno dell’annuncio il titolo ha guadagnato il 16%.

                                     Rotschild&Co titolo - Fonte TradingView

La banca  ha fatto parte di alcuni dei più grandi affari in Europa negli ultimi anni, tra cui la Ipo di Porsche da parte di Volkswagen o ad esempio la nazionalizzazione del gruppo energetico tedesco Uniper e la combinazione degli operatori satellitari Eutelsat e OneWeb.

Nel terzo trimestre 2023 ha registrato un aumento delle entrate per circa 864 milioni di euro, mentre i ricavi per consulenza globale sono aumentati del 18% YoY per 547 milioni.

.

Conclusioni

La famiglia Rothschild è sicuramente stata, come abbiamo visto, una famiglia che negli ultimi 3 secoli ha influenzato il panorama economico sociale mondiale. Hanno ricevuto molte critiche e sono stati accusati di teorie complottistiche. Molte di queste accuse si sono rivelate autentiche, pochissime quelle prive di fondamenta, le persone che si adoperano per cercare e proporre le prove delle loro teorie sono state accusate di pregiudizi culturali. Quello che possiamo dire è che un fondo di verità esiste, come in tutte le cose.

Se pensate, ad esempio, che un tale come Bill Gates, senza titoli medici, né cariche istituzionali, dirige o perlomeno, si sforza di farlo, la medicina e le terapie mediche a livello mondiale solo perchè ha tantissimi soldi, ha interessi nel settore farmaceutico essendo proprietario di aziende che producono sieri benedetti. E corrompe politici, dirigenti, magistrati ed organi di controllo, pur di cefcare di ottenere e raggiungere i suoi scopi.

Bisogna dunque apprendere e dimostrare una visione critica dei fatti, e ricordarsi che è importante distinguere tra false teorie del complotto raccontate dal mainstream per screditare coloro che dissentono e chiedono la verità e fatti storici realmente accaduti, occultati dai media per lasciare il popolo vivere nell'igmoranza e poterlo manipolare meglio, per portarlo verso il Transumanesimo, la razza perfetta, scollata dalla parte spirituale ed animica, più vicina alle forze delle tenebre e ai suoi principi!

Cos’è il transumanesimo? Per chi non lo sapesse, il transumanesimo è quel movimento che sostiene le innovazioni scientifiche e tecnologiche che mirano ad aumentare le capacità intellettuali, fisiche e fisiologiche dell’uomo per migliorarlo e permettergli di superare i processi di deterioramento dovuti all’invecchiamento e alla malattia.

Una definizione più chiara di transumanesimo venne fornita nel 1957 dal biologo Julian Huxley, il quale lo definì come “l’uomo che rimane umano, ma che trascende sé stesso, realizzando le nuove potenzialità della sua natura umana, per la sua natura umana”. Allontanandosi dalla sua vera natura divina.

Le origini filosofiche del transumanesimo possono essere rintracciate in due correnti principali. La prima è rintracciabile nell’umanesimo rinascimentale, che pone l’uomo al centro dell’universo e che possiede una visione razionale delle cose. La seconda si può trovare nell’illuminismo del XIX secolo, che si propone di sfruttare la conoscenza umana come strumento per il miglioramento dell’uomo e più in generale della società.

Dal punto di vista storico, la prima riunione formale dei transumanisti si tenne all’inizio degli anni Ottanta presso la University of California, dove lo scrittore FM-3000 illustrò la teoria futurista degli “upwingers”. Più avanti FM-3000 si incontrò con John Spencer e Natasha Vita-More e i tre iniziarono a tenere numerose riunioni per i transumanisti presso Los Angeles. Nel 1982 fu pubblicato da Natasha Vita-More il “Transhumanist Art Manifesto” (manifesto delle arti transumane), che chiarisce i punti focali della filosofia transumanista. Fantascienza, ma non troppo.

Una piccola curiosità sul transumanesimo: Come riportato da Umberto Macchi nell’interessantissimo articolo pubblicato sulla rivista Rewriters ( https://rewriters.it/mind-uploading-ovvero-la-possibilita-di-essere-macchine-coscienti/) una delle teorie più tenebrose del transumanesimo è quella del Mind Uploading, ossia quell’ipotetico processo tramite il quale potremmo riposizionare personalità capacità intellettive e ricordi di un individuo dal suo cervello ad un substrato computazionale progettato artificialmente.

Sarebbe la fine del genere umano! E la AI rappresenta il braccio armato di questo tenebroso e satanico progetto.

Non praevalebunt!!!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

RADIO DJVOCE

 

PAROLE

   

     IL TIBET NASCE LIBERO

  LASCIAMO CHE RESTI TALE

                             i

Le parole.

                       I

Le parole contano
dille piano...
tante volte rimangono
fanno male anche se dette per rabbia
si ricordano
In qualche modo restano.
Le parole, quante volte rimangono
le parole feriscono
le parole ti cambiano
le parole confortano.
Le parole fanno danni invisibili
sono note che aiutano
e che la notte confortano.
                                  i
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

scricciolo68lbrcassetta2norise1there0perla88sQuartoProvvisoriom12ps12Kanty0ssurfinia60Rico65moroPenna_MagicaThirteen13daniela.g0starluci
 

I LINK PREFERITI

DECISIONI.

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

IMMAGINI DI TE

 

 

 

 

 

CONTATTO

 

 

PASSIONE

immagine


 

 

LIBERTÀ.

 

 

Affrontare ciò che ci spaventa

è il modo migliore per superare

ciò che ancora non si conosce.

 

 

 
 

ATTIMI

 

 

 

UN GIOCO!

 

 

EMOZIONI

 

 

 

 

 

PASSAGGI

Contatore accessi gratuito

 

 

ABBRACCIO

 

  

 

 

BOCCA

 

 

 

 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963